Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
27 Settembre 2021

Mirandola, l’assessora Canossa: “Sui collegamenti ciclabili delle frazioni attacchi pretestuosi”

MIRANDOLA – “E’ incredibile: si invoca il collegamento di Mortizzuolo alla Ciclovia del Sole e, di fronte ad una soluzione concreta che prevede il raccordo ciclabile seguendo via Imperiale attraverso l’unico
sottopasso ferroviario esistente, si dice che è insufficiente. Quando si nega anche l’unica soluzione
tecnica possibile è evidente che si tratta solamente di un attacco pretestuoso”.

Questa la posizione dell’assessora alla Mobilità del Comune di Mirandola, Antonella Canossa, in merito alle osservazioni mosse sui collegamenti ciclabili delle frazioni. Rispedite al mittente poi, anche le critiche rispetto all’assenza di progetti, di partecipazione ai bandi e il fatto che secondo qualcuno, l’Amministrazione comunale sarebbe priva di visione futura e concentrata solo sulle asfaltature.

“Nella prima fase del nostro mandato – evidenzia l’assessora – abbiamo dato priorità alle manutenzioni dell’esistente: ciclabili, strade asfaltate e bianche perché la situazione lasciata da chi ci ha preceduto era piuttosto critica, e quello che rimane da fare in quest’ambito è ancora molto. Quanto alla mancanza di visione futura, mi preme sottolineare che questa Amministrazione ha pensato di darsi una struttura, cioè un servizio mobilità che non è mai esistito prima nel Comune di Mirandola. Soltanto sei mesi fa sono arrivati due nuovi tecnici ed a metà agosto arriverà il terzo, andando a completare lo staff ed incrementare l’operatività del servizio.

Quanto ai bandi di finanziamento invece, abbiamo partecipato ad uno che auspichiamo possa avere un risvolto favorevole presentando un progetto di fattibilità di 1.269mila euro che riguarda vari tratti ciclabili del territorio con prevalenza nelle frazioni. Alcune, infatti necessitano ancora di percorsi volti a favorire la mobilità interna in sicurezza. Un particolare forse sfuggito a chi addita scarsa progettualità. Il progetto da 1.269mila euro, pone l’attenzione sulle frazioni e su Mortizzuolo. L’idea di una ciclabile di 5 km, parallela alla SP 8 via Mazzone, mostra una elevata criticità tecnica con un rapporto costi-benefici improponibile.

Cosa, pare di capire, non tenuta minimamente conto da chi si attribuisce l’esclusività della visione futura. Chissà se si sono chiesti come superare la ferrovia, dato che il ponte esistente non permette certo di ricavarvi una ciclabile. La nostra proposta per Mortizzuolo, cioè 700mt lungo via Imperiale, andrebbe anche a migliorare la mobilità locale della frazione (che non si snoda solo lungo via Mazzone), verso zona sportiva, scuola, ambulatorio, farmacia, chiesa, cimitero, etc. Su Tramuschio invece, mentre si punta il dito sul collegamento con la Ciclovia del Sole, sfugge che la frazione, si snoda prevalentemente lungo via Bastiglia, ed è priva ancora di una ciclabile lungo via Bastiglia est. Nello studio presentato nel bando abbiamo pensato ad un tratto di ciclabile lungo via Bastiglia per meglio connettere la frazione con l’ambulatorio e la fermata bus.

Abbiamo inoltre incluso nel progetto anche altri tratti di ciclabili a San Giacomo Roncole e San Martino Spino, oltre ad una riqualificazione su ambo i lati di via Valli in corrispondenza delle fermate bus a Tre Gobbi di Gavello. Il nostro auspicio è di ottenere il finanziamento, ma in ogni caso abbiamo destinato 350mila euro dell’avanzo di bilancio proprio per realizzare parte dei progetti citati. Altri 200mila euro dell’avanzo sono destinati alla messa in sicurezza di ponti e 500mila ad interventi straordinari su alcune strade che presentano gravi cedimenti. Inoltre a breve riprenderanno i lavori della ciclabile prevista tra via Agnini e via Per Concordia sospesi per istruire una pratica di variante resasi necessaria per alcune criticità emerse in via Agnini e legate al problema del deflusso delle acque”, conclude l’assessora Canossa.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

"Il caffè della domenica" di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Appunti di gusto: tutto quello che c'è da sapere del gelato
La rubrica "Appunti di gusto" a cura di Francesca Monarileggi tutto
"Il caffè della domenica" di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Consigli di salute
Dente del giudizio: cos'è e cosa fare
Hai male al dente del giudizio e vuoi saperne di più prima di estrarlo? Questo post fa al caso tuo!leggi tutto
Appunti di gusto: tutto quello che c'è da sapere sul pomodoro
La rubrica "Appunti di gusto" a cura di Francesca Monarileggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Il caffè della domenica", Un piccolo spazio trisettimanale a cura di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
L'economia italiana è in fase di ripresa?
L'agenzia di rating Fitch conferma per quest’anno un rating all’Italia “BBB”, con outlook stabile.leggi tutto

Sul Panaro on air

  • An error occurred:

    The request cannot be completed because you have exceeded your quota.

    La buona notizia

    Dopo 12 anni di studi trovata la causa più frequente di infezione da Streptococco B sui bambini appena nati
    Lo studio dell'Università di Modena ha coinvolto 30 centri ed una popolazione di oltre 400.000 neonati. [...]
    Imbrattano i muri e poi se ne vergognano: a Ravarino i ragazzi rimettono a posto i loro danni
    La rabbia dei cittadini per questi atti di vandalismo si era diffusa rimbalzando sui social[...]
    Mirandola, il nido di via Poma selezionato per un progetto regionale
    Il progetto è destinato ai bimbi da zero a sei anni per l’apprendimento della lingua inglese.[...]

    Curiosità

    Nonantola, ecco i vincitori della rassegna degli Aceti Balsamici Tradizionali di Modena
    Nonantola, ecco i vincitori della rassegna degli Aceti Balsamici Tradizionali di Modena
    Sono stati premiati all’interno di “Sóghi, Saba e Savór”[...]
    A Finale Emilia un monumento per ricordare Libero Borsari
    A Finale Emilia un monumento per ricordare Libero Borsari
    Il pilota motociclistico finalese è scomparso nel 1952[...]
    Cercare una baby sitter online: lo studio della piattaforma Sitly
    Cercare una baby sitter online: lo studio della piattaforma Sitly
    Sitty, gruppo internazionale che opera in Italia attraverso la piattaforma www.sitly.it , ha voluto delineare il profilo del genitore tipo che ogni giorno seleziona le babysitter online.[...]
    Tra clima e immaginazione: il meteorologo Luca Lombroso tra analisi e nuove visioni
    Tra clima e immaginazione: il meteorologo Luca Lombroso tra analisi e nuove visioni
    Lunedì 27 settembre, alle ore 10, incontro live streaming con il metereologo[...]
    Bomporto, Aipo cambia le guarnizioni ai portoni Vinciani
    Bomporto, Aipo cambia le guarnizioni ai portoni Vinciani
    Nuovo intervento di manutenzione straordinaria interamente finanziato da Aipo [...]
    Cavallo scavalca la recinzione e se ne va a spasso
    Cavallo scavalca la recinzione e se ne va a spasso
    La sua presenza, però, non è passata inosservata[...]
    Fa un bonifico ma arriva a un truffatore: imbroglio sventato dai Carabinieri
    Fa un bonifico ma arriva a un truffatore: imbroglio sventato dai Carabinieri
    Vittima un imprenditore che voleva spostare 15 mila euro[...]
    Animali, dopo il lockdown più rinunce di cani e gatti
    Animali, dopo il lockdown più rinunce di cani e gatti
    In aumento il numero degli animali affidati alle strutture intercomunali: quest’anno già oltre 50, mentre continuano i controlli sulle staffette illegali dal sud Italia[...]
    Massa Finalese, l'incredibile storia di Giulia e Leda: si sposano grazie all'incontro col "bambino zero" di "Veleno"
    Massa Finalese, l'incredibile storia di Giulia e Leda: si sposano grazie all'incontro col "bambino zero" di "Veleno"
    Grazie alla conoscenza comune del "bambino zero" e del giornalista Pablo Trincia, Giulia e Leda si sono conosciute e sposate nel giro di pochi mesi[...]