Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
26 Ottobre 2021

Unimore, torna a illuminarsi il faro della “Notte Europea della Ricerca 2021”

MODENA- A Unimore torna ad accendersi il faro della “Notte Europea della Ricerca”: dopo l’edizione 2020, nel corso della quale- in ossequio ai provvedimenti in materia di contenimento del contagio tutti gli eventi si sono svolti a distanza- venerdì 24 settembre prossimo i ricercatori e le ricercatrici torneranno ad animare i luoghi dell’Università con stand, esposizioni, proiezioni, dibattiti e convegni.

L’appuntamento, che rappresenta un’occasione unica per cittadini e cittadine, famiglie e giovani di ogni età, di avvicinarsi e scoprire dal vivo alcuni dei progetti di ricerca realizzati nell’ateneo, ha l’obiettivo di creare in un contesto informale occasioni di incontro tra ricercatori e cittadini per diffondere la cultura scientifica.

Oltre 60 iniziative, che si terranno nelle due città di Modena e Reggio Emilia, daranno al pubblico la possibilità di assistere a dimostrazioni, lezioni interattive e visite guidate.

Numerose anche le attività rivolte ai bambini e ai ragazzi che potranno comprendere, attraverso giochi e mediante illustrazioni, ciò che sta alla base del lavoro scientifico.

A fare da sfondo a ricercatori e ricercatrici Unimore saranno a Modena il chiostro del Complesso San Geminiano, in via San Geminiano 3 e il Comparto Sant’Eufemia, in largo Sant’Eufemia 19, e a Reggio Emilia il Tecnopolo, in piazzale Europa 1.

Tantissimi i temi affrontati: il pubblico potrà conoscere più da vicino l’Universo grazie a un simulatore gravitazionale, partecipare al laboratorio sulla matematica delle bolle di sapone, prendere parte al laboratorio sui farmaci e il loro corretto utilizzo, ma anche conoscere il lavoro degli studenti che hanno realizzato la moto elettrica e la vettura Formula Student del team More Modena Racing o ancora ascoltare le storie di accoglienza di minori stranieri del progetto WelcHome promosso dal Comune di Modena – Assessorato alla Coesione Sociale, Sanità, Welfare, Integrazione e Cittadinanze – e dall’associazionismo locale.

Largo spazio anche alla prevenzione, con stand dedicati alla sensibilizzazione sul melanoma e sui rischi delle malattie cardiovascolari. Si potranno scoprire, inoltre, i segreti degli insetti in modo divertente o, ancora, assistere a reading poetici.

Sono tanti i motivi di interesse per questa rassegna che propone un breve “viaggio”, permettendo a grandi e piccoli di poter scoprire cosa studiano i ricercatori e le ricercatrici di Unimore e familiarizzare con i mondi della scienza, della tecnica e della cultura.

Un’anteprima dell’edizione 2021 della Notte Europea della Ricerca si terrà giovedì 23 settembre con l’evento dell’Osservatorio Geofisico di Unimore “Viaggio nel tempo e nel clima di Modena”. Nel corso dell’iniziativa, che si terrà a partire dalle ore 18.00 in collegamento dai locali del torrione di levante di Palazzo Ducale e che si inserisce nel programma “All4Climate – Italy 2021”, verranno presentati alcuni risultati delle attività di ricerca condotte in collaborazione tra i Dipartimenti di Ingegneria “Enzo Ferrari” e di Scienze Biomediche, Metaboliche e Neuroscienze, grazie al finanziamento di Fondazione di Modena e al supporto della Fondazione Universitaria Marco Biagi. La diretta streaming potrà essere seguita sulla pagina Facebook @osservatoriogeofisico e sul canale www.tv.unimore.it.

Negli eventi della Notte della Ricerca si inserisce anche la conferenza di chiusura della “Equality Week”: un’intera settimana che Unimore dedica alla promozione della diversità nel suo senso più ampio. La sera del 24 settembre, dalle ore 19 nel chiostro del Palazzo del Rettorato, Unimore presenterà le proprie iniziative ed esperienze legate alla valorizzazione della diversità attraverso uno spazio dedicato alla restituzione dei laboratori di studenti, studentesse, dottorandi e dottorande alla cittadinanza.

“La Notte Europea della Ricerca – afferma il magnifico rettore Unimore, il professore Carlo Adolfo Porro – è un’occasione davvero significativa per vedere più da vicino cosa significa fare ricerca, osservare le grandi direzioni di evoluzione della conoscenza, ma anche più semplicemente acquisire consapevolezza di quali sono i problemi quotidiani che essa ci aiuta a risolvere, attraverso nuovi prodotti, nuovi servizi, nuove tecnologie”.

“È inoltre – continua il professor Porro – un modo per tutti, istituzioni comprese, di comprendere sempre più a fondo la fondamentale ricaduta, in termini di innovazione, che può venire dalla ricerca scientifica universitaria”.

Gli spazi interessati dagli eventi saranno visitabili a partire dalle ore 20.00 e fino alle ore 23.30. L’accesso nel Complesso di via San Geminiano, nel Chiostro del Rettorato e nel comparto Sant’Eufemia sarà libero e senza prenotazione. Per accedere al Tecnopolo di Reggio Emilia sarà necessario registrarsi tramite il seguente link https://www.unimore.it/nottericerca2021/re01.html.

Per l’ingresso in tutte le strutture sarà obbligatorio possedere il Green Pass.

Il programma completo della Notte Europea della Ricerca Unimore è consultabile all’indirizzo https://www.unimore.it/nottericerca2021/

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

"E adesso un libro: rubrica di libri". Parla come ami di Maria Giovanna Luini
La rubrica “E adesso un libro” a cura di Francesca Monari.leggi tutto
Glocal
Ecomondo: a Rimini la fiera sull'economia circolare
Dal 26 al 29 ottobre, dalle 9.00 alle 18.30, il quartiere fieristico di Rimini ospita due importanti manifestazioni sull’economia circolare e le energie rinnovabili: Ecomondo e Key Energy 2021.leggi tutto
Appunti di gusto, tutto quello che c'è da sapere del cacao
La rubrica "Appunti di gusto" a cura di Francesca Monarileggi tutto
"E adesso un libro: rubrica di libri". Memorie di un libraio di George Orwell
La rubrica “E adesso un libro” a cura di Francesca Monari.leggi tutto
Consigli di salute
Dentista e bambini: i consigli a prova di sorriso
Come educare i bambini alla figura del dentista e alcune indicazioni dell'ambulatorio dentistico Bolognadent leggi tutto
Glocal
Emiliani: popolo di nuotatori
In Italia oltre 20 milioni di persone praticano uno sport. Un quinto pratica il nuoto. In Emilia-Romagna è presente la più grande concentrazione di piscine pubbliche di tutta Italia.leggi tutto
Appunti di gusto, tutto quello che c’è da sapere del cappuccino
La rubrica "Appunti di gusto" a cura di Francesca Monarileggi tutto
"Il caffè della domenica" di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Appunti di gusto: tutto quello che c'è da sapere del gelato
La rubrica "Appunti di gusto" a cura di Francesca Monarileggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchEcco il Bosco Martino a Medolla, la nuova area attrezzata grazie a Eurosets
    • WatchInaugurazione nuova sede Oli spa a Medolla
    • WatchDeleted video

    La buona notizia

    Università. Gli studenti dell'Emilia-Romagna da settembre sono tornati alle lezioni in presenza
    Le università, con modalità diverse, hanno garantito il ritorno alle lezioni in aula, con green pass e prenotazioni.[...]
    Università di Modena plastic-free: al via da oggi la consegna di borracce a tutti
    Studenti e studentesse iscritte all’Ateneo emiliano potranno ritirare la borraccia serigrafata con il logo Unimore direttamente nella propria biblioteca di riferimento[...]
    A due scuole di Finale Emilia e San Felice il primo premio Ausl per sana alimentazione e sostenibilità ambientale
    La media sanfeliciana si è aggiudicata il primo premio per Mani in Pasta presentando il video "Ora tocca te", i piccoli finalesi delle Rodari premiati per il loro e-book interattivo[...]

    Curiosità

    Il pizzaiolo Michele De Martino de "La Smorfia" di Modena incanta Napoli
    Il pizzaiolo Michele De Martino de "La Smorfia" di Modena incanta Napoli
    Michele De Martino e Riccardo Vitali, primo e secondo pizzaiolo a "La Smorfia" di Modena, si sono aggiudicati il primo e il secondo posto alla gara di pizza napoletana, senza glutine e contemporanea.[...]
    Celebrazioni dantesche, un dipinto di proprietà della Regione Emilia-Romagna approda alla mostra inaugurata alle Scuderie del Quirinale
    Celebrazioni dantesche, un dipinto di proprietà della Regione Emilia-Romagna approda alla mostra inaugurata alle Scuderie del Quirinale
    Si tratta di “Dante che parte per l’esilio”, opera del pittore bolognese Andrea Besteghi, commissionata da Luigi Pizzardi, primo sindaco della città liberata dall’amministrazione pontificia e poi austriaca per il VI Centenario dalla nascita del Poeta[...]
    Canale cattura-sole, in Emilia-Romagna parte lo studio di fattibilità
    Canale cattura-sole, in Emilia-Romagna parte lo studio di fattibilità
    Nei mesi scorsi in Regione è stato approvato un ordine del giorno, proposto dal Movimento 5 stelle, che impegna la Giunta Bonaccini sulla solarizzazione del Cer[...]
    Aceto balsamico e parmigiano per l'ultima gara in Italia per Valentino Rossi
    Aceto balsamico e parmigiano per l'ultima gara in Italia per Valentino Rossi
    Al campione di Tavullia arrivati in dono prodotti tipici dell'Emilia-Romagna[...]
    Ingresso "trionfale" all'hub vaccinale: Marisa e Benito arrivano in sidecar
    Ingresso "trionfale" all'hub vaccinale: Marisa e Benito arrivano in sidecar
    L'arrivo della coppia ha destato la curiosità dei presenti e del presidente della Regione Stefano Bonaccini che, sulla sua pagina Facebook, ha postato la postato la foto della coppia.[...]
    Abbonamenti pirata a Dazn, Sky, Disney: 1800 persone denunciate
    Abbonamenti pirata a Dazn, Sky, Disney: 1800 persone denunciate
    Denunciato anche l'organizzatore, che ha guadagnato circa mezzo milione di euro dal 2017 al 2020[...]
    Da Mirandola la Pimpa (e Davide Gaddi) fanno scuola. Alla ricerca del meteorite tra Prato e Pistoia citati anche loro
    Da Mirandola la Pimpa (e Davide Gaddi) fanno scuola. Alla ricerca del meteorite tra Prato e Pistoia citati anche loro
    E' infatti una storia di successo quella del mirandolese che un paio d'anni fa andando a spasso con la sua cagnolina sull'argine del Secchia trovò i frammenti della meteora che venne poi chiamata, appunto, "Cavezzo".[...]