Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
27 Maggio 2022

Covid, la situazione all’Aou di Modena: 239 i pazienti positivi ricoverati

Ad oggi, sono presenti in Azienda Ospedaliero-Universitaria di Modena 239 pazienti con riscontro di tampone positivo, di cui: 208 ricoverati in degenza ordinaria (133 al Policlinico, 75 a Baggiovara), 11 in terapia semintensiva (tutti al Policlinico) e 20 in terapia intensiva (13 al Policlinico, 7 a Baggiovara). E’ quanto emerge dal consueto aggiornamento dell’Aou di Modena. Un anno fa, 28 gennaio 2021, i ricoverati erano: 222 totali 169 in ordinaria e 53 tra intensiva e semi intensiva.

Ecco un raffronto tra i due periodi:

  2022 2021 Diff %
Totale 239 222 17 7,7%
Ordinaria 208 169 39 23,1%
Intensiva + Semintensiva 31 53 -22 -41,5%
     
         

Il dato va contestualizzato tenendo presente che il circa 66% dei pazienti è ricoverato per le conseguenze del Covid-19, mentre il restante 34% per altre patologie, con riscontro occasionale di tampone positivo. La percentuale è decisamente diversa in Terapia intensiva dove ad oggi il 90% pazienti è ricoverato per le conseguenze del COVID-19. Se, quindi, si considerano solo i pazienti ricoverati per le conseguenze del Covid-19 i ricoveri complessivi, la differenza con lo scorso anno, grazie soprattutto ai vaccini, il numero complessivo dei ricoveri è più basso sebbene non di molto, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

 L’età media dei ricoverati per le conseguenze del Covid-19 è 70 anni. 62 è quella dei non vaccinati, 75 quella dei pazienti vaccinati. In Terapia Intensiva circa il 70% dei pazienti non è vaccinato.

“La malattia – ha commentato il prof. Massimo Girardis, direttore della Terapia intensiva del Policlinico – non è diventata più lieve. Continuiamo, purtroppo, a vedere pazienti gravi anche se con caratteristiche diverse. Di solito pazienti vaccinati hanno forti fragilità, con compromissione del sistema immunitario. I non vaccinati, invece, sono in genere persone senza particolari fragilità che quando arrivano in ospedale hanno spesso quadri di grave polmonite da Saars-Cov-2. Questo dimostra che, anche in presenza di Omicron, il vaccino preserva dalla forma grave della malattia. A questo proposito ci tengo, da medico, a fare un appello. Quando siete positivi e avete sintomi significativi come una difficoltà a respirare, non aspettate a venire in ospedale. Ultimamente, arrivano molti pazienti gravi che hanno atteso troppo prima di rivolgersi al sistema sanitario, preferendo curarsi a casa con terapie che ormai la comunica scientifica reputa inadeguate. Fidatevi della scienza. Se la mortalità media in terapia intensiva è del 30%, in un paziente che arriva in ritardo può salire sino al 70%”.

“L’Ospedale di Baggiovara – ha spiegato la dottoressa Elisabetta Bertellini, direttrice della Terapia Intensiva dell’Ospedale Civile – è Centro di riferimento provinciale per i traumi e per le patologie tempo-dipendenti, come l’infarto o lo stroke. Rispetto al 2020 e alla prima parte del 2021, quando di fatto la socialità era estremamente ridotta, oggi vediamo un maggior numero di pazienti che sono positivi ma arrivano in terapia intensiva a causa di un incidente o di una patologia grave. Questi pazienti devono comunque essere isolati, ma l’approccio terapeutico è completamente diverso. A questo proposito è importante dire che le nuove indicazioni del Centro Nazionale Trapianti, approvate poche settimane or sono, consentono la donazione d’organi da parte di un paziente positivo. E, infatti, proprio a Baggiovara è stata effettuata pochi giorni fa una donazione da paziente a cuore fermo, positivo col successivo trapianto. Questa notizia ci deve far comprendere che, nonostante le difficoltà, è possibile gestire complessi casi clinici anche in questa situazione. Tornando ai Covid, la ricerca di nuovi farmaci, soprattutto somministrati nelle prime fasi della malattia ha certo aiutato a prevenire il peggioramento che può portare a un ricovero da noi. I vaccini, comunque, rimangono l’arma più importante a nostra disposizione. Di solito, infatti, quando un vaccinato arriva da noi è un paziente fragile o immunodepresso”.

“Vorremmo fare infine un appello congiunto – hanno commentato la dottoressa Bertellini e il prof. Girardis – Siamo professionisti, non esiste per conto nostro una diversità di trattamento tra pazienti vaccinati e non vaccinati. Siamo impegnati a curare tutti indistintamente e soprattutto non giudichiamo nessuno per le sue scelte”.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

“Il caffè della domenica” di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Consigli di salute
Devitalizzare un dente fa male?
Devitalizzare un dente fa male? E' la domanda che ci si pone quando ci si prospetta una estrazioneleggi tutto
“E adesso un libro: rubrica di libri” De culpabili amore dell’esordiente mirandolese Filippo Reggiani
La mirandolese Francesca Monari ci porta in viaggio tra le pagine dei suoi libri preferitileggi tutto
“Il caffè della domenica” di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Due parole sull'economia italiana
L’aumento dei prezzi dei beni energetici e di quelli alimentari stanno gravando molto su imprese e famiglie.leggi tutto
Consigli di salute
Come raddrizzare i denti storti senza apparecchio
Sono uno dei problemi odontoiatrici più diffusi tra persone di ogni età. E non è solo una questione esteticaleggi tutto
“E adesso un libro: rubrica di libri”. Le perfezioni di Vincenzo Latronico
La mirandolese Francesca Monari ci porta in viaggio tra le pagine dei suoi libri preferitileggi tutto

Sul Panaro on air

  • An error occurred:

    The request cannot be completed because you have exceeded your quota.

    La buona notizia

    Per i diversamente abili dai 15 anni in su, ecco le iniziative estive di Anffass Mirandola
    Previsti sport, balli, canti e giochi: la sede principale delle attività sarà a Cavezzo. Sono previste uscite sul territorio e giornate in piscina.[...]
    Donne straniere a scuola di italiano a Medolla grazie alla Zerla
    Dal novembre 2021 a maggio 2022 ben 40 donne straniere hanno frequentato i quattro corsi proposti e gestiti dalla cooperativa sociale[...]
    A Cavezzo al posto dell'ex magazzino comunale nuovi spazi per lo sport
    Ci sarà la palestra della Boxe Cavezzo e qui la Polisportiva ha aperto la nuova sede.[...]

    Curiosità

    A Mirandola tour su bus a due piani. E le guide sono gli studenti delle medie
    A Mirandola tour su bus a due piani. E le guide sono gli studenti delle medie
    Si ripercorre la storia di Mirandola, attraverso i suoi luoghi più simbolici e conosciuti[...]
    La visita di Mattarella e il ritorno dei sorrisi dei bambini - LA CRONACA
    La visita di Mattarella e il ritorno dei sorrisi dei bambini - LA CRONACA
    Il presidente della Repubblica è stato accolto con calore nel decimo anniversario del terremoto a Medolla e a Finale Emilia. Commosso l'ex presidente Errani. [...]
    A Finale Emilia torna a zampillare la fontana
    A Finale Emilia torna a zampillare la fontana
    Un simbolo di rinascita che accompagna il ricco programma di iniziative per celebrare il Decennale: a Finale Emilia e in tutta la Bassa.[...]
    Da aspirante medico a Chef: Carlotta Lolli la cuoca cresciuta tra mattarelli e frutteti
    Da aspirante medico a Chef: Carlotta Lolli la cuoca cresciuta tra mattarelli e frutteti
    Una bella storia di imprenditoria giovanile quella della ventottenne modenese che poche ore dopo aver accantonato la lettera di ammissione alla Facoltà di Medicina, si è ritrovata Allieva della Scuola Internazionale di Cucina Italiana a Colorno[...]
    Ligabue, Pavarotti e quella volta a Rovereto sul Secchia
    Ligabue, Pavarotti e quella volta a Rovereto sul Secchia
    Il Tropical di Rovereto è stata negli anni '70 una delle balere più atpiche della Bassa dove al posto del liscio, si ballava la disco music.[...]
    Mirandola, incidente tra due auto e una bici in via Libertà
    Mirandola, incidente tra due auto e una bici in via Libertà
    Gli agenti della polizia locale di Mirandola sono ancora sul posto per i rilievi.[...]
    I bassorilievi dell'istituto Corni rimessi a nuovi coi pedaggi di Autobrennero
    I bassorilievi dell'istituto Corni rimessi a nuovi coi pedaggi di Autobrennero
    I lavori di restauro delle ceramiche sulla facciata della scuola di viale Tassoni, realizzate dallo scultore friulano Luciano Ceschia, dureranno per un mese[...]
    Emilia-Romagna prima regione in Italia per uso del Fascicolo Sanitario Elettronico (Fse)
    Emilia-Romagna prima regione in Italia per uso del Fascicolo Sanitario Elettronico (Fse)
    È quanto emerge dalla rilevazione effettuata dal Ministero della Sanità e da quello dell’Innovazione tecnologica [...]
    Stupido Hotel Show Rimini: ecco l'elenco ufficiale dei concorrenti
    Stupido Hotel Show Rimini: ecco l'elenco ufficiale dei concorrenti
    Lo Stupido Hotel show è una vacanza-show in stile 'Grande fratello': dove non paghi l'albergo ma rinunci alla privacy.[...]
    • malaguti