Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
29 Maggio 2022

Ictus ischemico: premio europeo per l’ospedale di Baggiovara

MODENA- La Stroke Unit dell’Ospedale civile di Baggiovara si conferma centro di eccellenza a livello europeo per la gestione dell’ictus ischemico.

La struttura, infatti, per il terzo trimestre 2021 (luglio-agosto-settembre) è stata individuata come Centro DIAMOND nell’ambito del programma ESO-Angels Awards, massimo riconoscimento del progetto Angels Initiative promosso da European Stroke Organization, Italian Stroke Organization e World Stroke Organization, in collaborazione con Boehringer-Ingelheim e Quintiles con l’obiettivo di migliorare lo standard del trattamento dell’ictus ischemico a livello europeo. Si tratta di valutazioni trimestrali sulla base della casistica e dei risultati clinici che, quindi, devono mantenersi su standard sempre elevati.

La Stroke Unit dell’Ospedale Civile è guidata dal dottor Guido Bigliardi ed è attiva nell’ambito della Neurologia, diretta dal professore Stefano Meletti. Nel novembre 2019 la struttura ottenne la prima certificazione GOLD ESO-ANGELS ed entrò così nel network europeo che riunisce 1.500 ospedali “stroke-ready”, livello base che attesta una casistica e una performance di standard europeo. Gli altri gradini della valutazione sono: GOLD, PLATINUM e DIAMOND. Dal 2019 a oggi, l’Ospedale Civile ha ottenuto quasi sempre la certificazione GOLD e, appunto, per il terzo trimestre del 2021 quella DIAMOND. Gli ospedali Angels vengono valutati ogni tre mesi sulla base della casistica e dei risultati clinici, ottenendo un riconoscimento che deve essere costantemente verificato e confermato.

Questo riconoscimento – ha commentato con soddisfazione il direttore generale dell’AOU di Modena, dottor Claudio Vagnini – è anzitutto una garanzia per i nostri pazienti che sanno di poter contare, anche nell’ambito dell’ictus ischemico, sulla qualità della Sanità pubblica. Il premio gratifica anche l’impegno e la dedizione di tutto il personale, medico e infermieristico, sia quello della Stroke Unit sia quello dei Dipartimenti coinvolti nel percorso stroke. Un riconoscimento internazionale della qualità del lavoro svolto nella nostra Azienda che è ancora più significativo in questo momento in cui tutti siamo impegnati nella lotta al Covid”.

“La Angels Initiative è un progetto pan-europeo di health care, che supporta il miglioramento e la standardizzazione del trattamento dell’ictus ischemico acuto, in modo da garantire un equo accesso a trattamenti efficaci e tempestivi  – ha aggiunto la dottoressa Alessia Santori, consulente dell’Iniziativa Angels per il Centro Italia – per raggiungere tale finalità, il progetto Angels mette a disposizione strumenti di formazione per il personale sanitario e supporto organizzativo da parte dei consulenti dedicati per la revisione e standardizzazione del percorso ictus, promuovendo sistemi di monitoraggio della qualità e permettendo di partecipare a programmi di premiazione internazionali per cui sia possibile sentirsi parte di una comunità internazionale che condivide i migliori modelli di pratica sanitaria”.

Il risultato è frutto di un lavoro multidisciplinare quotidiano in Stroke Unit (medici, infermieri, OSS, fisioterapisti, logopedisti) che parte dall’organizzazione di rete della nostra provincia, che coinvolge il 118, il Dipartimento di Emergenza Urgenza (in particolare il Pronto soccorso dell’Ospedale Civile), il Dipartimento di Neuroscienze (Neurologia, Neuroradiologia, Neurochirurgia e Riabilitazione) e la Rianimazione dell’Azienda Ospedaliero Universitaria di Modena e dell’integrazione con l’AUSL di Modena (Stroke Unit di Carpi e Pavullo).

L’ictus ischemico – spiega il professore Stefano Meletti, direttore della Neurologia della quale la Stroke Unit fa parte – è la morte di una parte del tessuto cerebrale dovuta a un insufficiente apporto di sangue e ossigeno al cervello in seguito al blocco di un’arteria. Il successo di un intervento su questa patologia, nota anche come infarto cerebrale, si basa anzitutto sulla capacità del sistema, di agire nel modo più efficace e nel tempo più breve. La certificazione Angels attesta proprio la presenza di questa capacità il suo mantenimento. I nostri pazienti hanno a disposizione un percorso che, grazie anche alla collaborazione col territorio, assicura le migliori cure possibili.

I criteri di valutazione di Angels si basano sul monitoraggio della qualità tramite una serie di parametri, tra cui spiccano la percentuale di pazienti trattati con i tempi di door to treatment cioè quelli che intercorrono tra l’arrivo in Pronto Soccorso e il trattamento, che deve essere effettuato prima possibile, trattandosi di una patologia tempo-dipendente. Ancora, viene considerata la percentuale di pazienti trattati rispetto al totale dei pazienti ricoverati con ictus e il numero di pazienti con ictus ricoverati presso la Stroke Unit durante il loro periodo di degenza. Ad esempio, i criteri per la certificazione DIAMOND prevedono, tra gli altri parametri, che il 75% dei pazienti sia trattato con trombolisi endovenosa in meno di 60 minuti dall’arrivo in ospedale, e che il 90% dei pazienti colpiti da ictus sia sottoposto a TC encefalo o Risonanza magnetica in urgenza.

Le terapie a nostra disposizione – ha spiegato il Dottor Guido Bigliardi, responsabile della Stroke Unit – per la fase acuta dell’ictus ischemico sono essenzialmente tre. La prima è il ricovero in Stroke Unit, un reparto con letti e personale dedicato ai pazienti con ictus. La seconda terapia, disponibile da ormai 18 anni anche in Italia, è la trombolisi endovenosa con rtPA (Alteplase®), un farmaco trombolitico che ha lo scopo di sciogliere il coagulo di sangue nel cervello che causa l’ictus ischemico ostruendo una arteria. Dal 2015 è stata dimostrata l’efficacia anche della terapia endovascolare in caso di occlusione di grossa arteria che porta il sangue al cervello. La terapia endovascolare con trombectomia meccanica consiste, attraverso la puntura dell’arteria femorale all’inguine, nel portare un catetere nei vasi arteriosi del collo fino ad avanzare con un microcatetere selettivamente nel vaso occluso cerebrale. Si procede poi al recupero del coagulo ematico (il cosidetto ”trombo”) mediante trombectomia meccanica con l’utilizzo di specifici devices (“stent-retriever”) e con l’aspirazione, estraendo il coagulo. Tutte le terapie acute dell’ictus ischemico devono essere somministrate il più precocemente possibile, in particolare la trombolisi con rtPA entro 4,5 ore dall’esordio dei sintomi, riducendo così in maniera importante il rischio di morte e disabilità“.

La Stroke Unit di Modena è da 18 anni una realtà di eccellenza a livello nazionale, presso la quale sono state eseguite più di 2000 trombolisi e più di 1000 trombectomie meccaniche con la collaborazione della Struttura Complessa di Neuroradiologia diretta dal Dottor Stefano Vallone. Ospita frequentemente medici neurologi, medici in formazione specialistica e infermieri provenienti da tutta Italia.

Il nostro centro – ha concluso Bigliardi – è sempre stato attento al monitoraggio dei propri risultati, con l’obiettivo di migliorarsi e di implementare i trattamenti, sia in termini numerici che di performance, mossi da un concetto chiave: “Time is Brain”. Nell’ictus il fattore tempo è decisivo per il recupero della funzionalità del paziente. Due anni fa il nostro centro di Modena era stato l’unico italiano a ricevere un riconoscimento Angels. Quest’anno i centri premiati sono stati molti di più, a sottolineare come l’iniziativa stia dando i suoi frutti anche sul nostro territorio nazionale”.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

“Il caffè della domenica” di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Consigli di salute
Devitalizzare un dente fa male?
Devitalizzare un dente fa male? E' la domanda che ci si pone quando ci si prospetta una estrazioneleggi tutto
“E adesso un libro: rubrica di libri” De culpabili amore dell’esordiente mirandolese Filippo Reggiani
La mirandolese Francesca Monari ci porta in viaggio tra le pagine dei suoi libri preferitileggi tutto
“Il caffè della domenica” di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Due parole sull'economia italiana
L’aumento dei prezzi dei beni energetici e di quelli alimentari stanno gravando molto su imprese e famiglie.leggi tutto
Consigli di salute
Come raddrizzare i denti storti senza apparecchio
Sono uno dei problemi odontoiatrici più diffusi tra persone di ogni età. E non è solo una questione esteticaleggi tutto
“E adesso un libro: rubrica di libri”. Le perfezioni di Vincenzo Latronico
La mirandolese Francesca Monari ci porta in viaggio tra le pagine dei suoi libri preferitileggi tutto

Sul Panaro on air

  • An error occurred:

    The request cannot be completed because you have exceeded your quota.

    La buona notizia

    Per i diversamente abili dai 15 anni in su, ecco le iniziative estive di Anffass Mirandola
    Previsti sport, balli, canti e giochi: la sede principale delle attività sarà a Cavezzo. Sono previste uscite sul territorio e giornate in piscina.[...]
    Donne straniere a scuola di italiano a Medolla grazie alla Zerla
    Dal novembre 2021 a maggio 2022 ben 40 donne straniere hanno frequentato i quattro corsi proposti e gestiti dalla cooperativa sociale[...]
    A Cavezzo al posto dell'ex magazzino comunale nuovi spazi per lo sport
    Ci sarà la palestra della Boxe Cavezzo e qui la Polisportiva ha aperto la nuova sede.[...]

    Curiosità

    A Mirandola tour su bus a due piani. E le guide sono gli studenti delle medie
    A Mirandola tour su bus a due piani. E le guide sono gli studenti delle medie
    Si ripercorre la storia di Mirandola, attraverso i suoi luoghi più simbolici e conosciuti[...]
    La visita di Mattarella e il ritorno dei sorrisi dei bambini - LA CRONACA
    La visita di Mattarella e il ritorno dei sorrisi dei bambini - LA CRONACA
    Il presidente della Repubblica è stato accolto con calore nel decimo anniversario del terremoto a Medolla e a Finale Emilia. Commosso l'ex presidente Errani. [...]
    A Finale Emilia torna a zampillare la fontana
    A Finale Emilia torna a zampillare la fontana
    Un simbolo di rinascita che accompagna il ricco programma di iniziative per celebrare il Decennale: a Finale Emilia e in tutta la Bassa.[...]
    Da aspirante medico a Chef: Carlotta Lolli la cuoca cresciuta tra mattarelli e frutteti
    Da aspirante medico a Chef: Carlotta Lolli la cuoca cresciuta tra mattarelli e frutteti
    Una bella storia di imprenditoria giovanile quella della ventottenne modenese che poche ore dopo aver accantonato la lettera di ammissione alla Facoltà di Medicina, si è ritrovata Allieva della Scuola Internazionale di Cucina Italiana a Colorno[...]
    Ligabue, Pavarotti e quella volta a Rovereto sul Secchia
    Ligabue, Pavarotti e quella volta a Rovereto sul Secchia
    Il Tropical di Rovereto è stata negli anni '70 una delle balere più atpiche della Bassa dove al posto del liscio, si ballava la disco music.[...]
    Mirandola, incidente tra due auto e una bici in via Libertà
    Mirandola, incidente tra due auto e una bici in via Libertà
    Gli agenti della polizia locale di Mirandola sono ancora sul posto per i rilievi.[...]
    I bassorilievi dell'istituto Corni rimessi a nuovi coi pedaggi di Autobrennero
    I bassorilievi dell'istituto Corni rimessi a nuovi coi pedaggi di Autobrennero
    I lavori di restauro delle ceramiche sulla facciata della scuola di viale Tassoni, realizzate dallo scultore friulano Luciano Ceschia, dureranno per un mese[...]
    Emilia-Romagna prima regione in Italia per uso del Fascicolo Sanitario Elettronico (Fse)
    Emilia-Romagna prima regione in Italia per uso del Fascicolo Sanitario Elettronico (Fse)
    È quanto emerge dalla rilevazione effettuata dal Ministero della Sanità e da quello dell’Innovazione tecnologica [...]
    Stupido Hotel Show Rimini: ecco l'elenco ufficiale dei concorrenti
    Stupido Hotel Show Rimini: ecco l'elenco ufficiale dei concorrenti
    Lo Stupido Hotel show è una vacanza-show in stile 'Grande fratello': dove non paghi l'albergo ma rinunci alla privacy.[...]
    • malaguti