Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
02 Luglio 2022

Giornata nazionale del Sollievo, nel modenese infermieri e fisioterapisti “a scuola” di cure palliative

È iniziato nel marzo scorso il progetto formativo della Rete Locale di Cure palliative che vede coinvolti 180 tra infermieri e fisioterapisti in tutti e sette i Distretti sanitari dell’Azienda USL di Modena. In collaborazione con il Responsabile della Rete Locale di Cure palliative, il dottor Paolo Vacondio, e con la Coordinatrice degli Psicologi, la dottoressa Grete Pozzetti, il Corso base in cure palliative è ideato e realizzato dal Referente delle Clinical Competence per le Cure palliative dell’Adulto Massimiliano Cruciani, in condivisione con la Referente Programma Cure palliative Sonia Marrocchino.

La formazione è finalizzata a fornire le conoscenze di base sul sistema della Rete locale di cure palliative nella provincia di Modena, favorendo un cambiamento culturale che prevede alla base l’umanizzazione e la personalizzazione delle cure, l’importanza degli aspetti relazionali e di ascolto e che sia da stimolo per gli operatori sanitari. I professionisti della Rete locale Cure palliative (RLCP) coinvolti nel progetto sono medici palliativisti, psicologi e infermieri esperti.

Il corso è rivolto a professionisti sanitari che non operano direttamente nella rete di cure palliative ma che si trovano a gestire persone affette da malattie croniche o inguaribili, come approfondimento delle conoscenze sulla cultura e sulla filosofia delle cure palliative. Sono 18 le ore complessive per ogni singolo professionista (15 ore di formazione residenziale e 3 ore a distanza per il seminario della dottoressa Marina Sozzi, studiosa di etica della fine della vita, scrittrice e blogger), per un totale di 105 ore di formazione complessive suddivise in 5 incontri in presenza in ogni distretto. La parte finale del progetto vedrà affiancarsi durante le attività quotidiane professionisti esperti e infermieri dell’Assistenza domiciliare, per un tutoraggio tra pari.

“Le leggi degli ultimi anni – spiega Massimiliano Cruciani – hanno segnato una svolta importante nell’ambito delle cure palliative territoriali, perché da una parte hanno garantito l’accesso alla Rete Locale di Cure palliative, e dall’altra hanno riconosciuto ai cittadini il diritto di scelta, attraverso il consenso informato. Di fatto, il percorso normativo ha esteso il concetto di presa in cura precoce anche nei percorsi di fragilità. Questo cambiamento implica un riconoscimento precoce del bisogno di cure palliative, a oggi sempre più lontano dal mero concetto di morte e sofferenza, ma sempre più propenso verso un cambiamento culturale che vede le cure palliative come opportunità di vita in un percorso di malattia, con la necessità di garantire alla persona e alla famiglia un’opportunità di scelta, sollievo e valutazione del setting di cura. L’evoluzione della professione Infermieristica comporta necessariamente un’evoluzione formativa propensa all’ascolto, alla relazione e infine alla capacità di saper lavorare all’interno di équipe interdisciplinare e multiprofessionale. Il riconoscimento del “tempo di relazione come tempo di cura” si frappone inevitabilmente tra la prestazione e la presa in carico. Diventa di fatto di primaria importanza la capacità e la crescita formativa degli Infermieri per riconoscere e gestire questi momenti fondamentali del processo di cura”.

La proposta formativa mira a sviluppare nel professionista sanitario la competenza di integrare nella propria pratica professionale le basi filosofiche e culturali dell’approccio palliativo, al fine di poter assicurare un’offerta e una risposta di cure volte a sostenere il paziente e la sua famiglia nell’esperienza della malattia inguaribile, a vantaggio della qualità di vita.

“In definitiva, il cambiamento culturale e formativo proposto – conclude Cruciani – vede il riconoscimento delle cure palliative come risposta a una rilevazione precoce di un bisogno, e non solo nelle ultime fasi della malattia. La diffusione delle competenze contribuirà alla crescita professionale anche dei professionisti esperti, aumentando di fatto i livelli di competenze specifiche e migliorando le risposte assistenziali in termini di qualità appropriatezza ed efficacia. Un’altra generazione di infermieri si appresta ad avvicinarsi al mondo delle cure palliative e le competenze e le capacità acquisite in questi anni dovranno essere lasciate in dono al nuovo futuro professionale”.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Appunti di gusto, tutto quello che c'è da sapere sul ghiacciolo
La rubrica Appunti di gusto, a cura di Francesca Monarileggi tutto
“Il caffè della domenica” di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
“E adesso un libro: rubrica di libri”. Tutta la stanchezza del mondo di Enrica Tesio
La rubrica letteraria della nostra autrice mirandolese Francesca Monarileggi tutto
Appunti di gusto, tutto quello che c'è da sapere dell'albicocca
La rubrica Appunti di gusto, a cura di Francesca Monarileggi tutto
Appunti di gusto, tutto quello che c’è da sapere del miele
La rubrica Appunti di gusto, a cura di Francesca Monarileggi tutto
“Il caffè della domenica” di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Consigli di salute
Devitalizzare un dente fa male?
Devitalizzare un dente fa male? E' la domanda che ci si pone quando ci si prospetta una estrazioneleggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchDa Novi al Sudafrica: le macchine agricole di Andreoli Engineering fanno il giro del mondo
    • WatchTante e belle motociclette domenica a Mirandola.
    • WatchA spasso nel bosco di San Felice sul Panaro

    La buona notizia

    Rimosse auto abbandonate a Bomporto e Nonantola
    Gli agenti di Polizia Locale Unione del Sorbara sabato hanno restituito decoro a due aree pubbliche[...]
    Tiroide ed eventuali nodi ora si vedono in 3 dimensioni in ospedale a Carpi
    Il software ad elevata tecnologia è stato donato dall’Associazione Pazienti Tiroidei Onlus [...]
    Scompare in Calabria, il liceo di Ancona inonda di cartoline il suo paese per rompere l'omertà
    I ragazzi e le ragazze anconetane avevano partecipato a un campo di Libera a Crotone e hanno conosciuto la mamma del giovane 19enne di cui non si hanno notizie da 9 anni: lupara bianca[...]

    Curiosità

    I cani poliziotto Arek e Folk in visita a Cavezzo dai bimbi del centro estivo
    I cani poliziotto Arek e Folk in visita a Cavezzo dai bimbi del centro estivo
    Su invito della sindaca il Nucleo Cinofili Carabinieri di Bologna ha effettuato una dimostrazione pratica che ha suscitato tanto entusiasmo e curiosità[...]
    Al Tecnopolo di Mirandola successo per lo speed dating
    Al Tecnopolo di Mirandola successo per lo speed dating
    Dottorandi ed aziende del biomedicale cercano il loro matching professionale[...]
    Appunti di gusto, tutto quello che c'è da sapere sul ghiacciolo
    Appunti di gusto, tutto quello che c'è da sapere sul ghiacciolo
    La rubrica Appunti di gusto, a cura di Francesca Monari[...]
    TedEx Mirandola chiude i battenti e dà appuntamento all'anno prossimo
    TedEx Mirandola chiude i battenti e dà appuntamento all'anno prossimo
    Il tema del 2023 sarà "Il tempo di prenderci cura"[...]
    Finalestense a trent'anni: la voglia di vestirsi non ha età - IL RACCONTO
    Finalestense a trent'anni: la voglia di vestirsi non ha età - IL RACCONTO
    Finalestense torna in centro storico dopo due anni di pandemia. L'allegria e l'entusiasmo dei ragazzi sfilano in corteo insieme alle cerchie[...]
    Un autobus giallo sulla Provinciale: è il Duroni Bus, temporary shop per le ciliegie a San Felice
    Un autobus giallo sulla Provinciale: è il Duroni Bus, temporary shop per le ciliegie a San Felice
    Eugenio Gagliardelli, a.d. della ceramica Opera di Camposanto, porta nella Bassa la frutta della sua azienda agricola di Maranello. Il ricavato va in beneficienza[...]
    Centenario della nascita di Margherita Hack, ecco il francobollo commemorativo
    Centenario della nascita di Margherita Hack, ecco il francobollo commemorativo
    Il francobollo è stampato dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato S.p.A., in rotocalcografia, su carta bianca, patinata neutra, autoadesiva, non fluorescente.[...]
    A spasso nel bosco Tomasini a San Felice - VIDEO
    A spasso nel bosco Tomasini a San Felice - VIDEO
    Almeno per un pomeriggio, un centinaio di sanfeliciani di tutte le età ha potuto riscoprilo: grazie all'accordo tra azienda agricola Mediplants e Comune, è stato reso di nuovo accessibile. [...]
    Doppio cognome, ecco il primo bimbo registrato così all'anagrafe nel Modenese
    Doppio cognome, ecco il primo bimbo registrato così all'anagrafe nel Modenese
    Prima il padre poi la madre oppure viceversa, lo decidono i genitori[...]
    Arrivano i sassi della fortuna dell'artista Ester Fulloni a San Felice
    Arrivano i sassi della fortuna dell'artista Ester Fulloni a San Felice
    Dal 2 giugno saranno sparsi nei luoghi più frequentati del paese[...]
    • malaguti