Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Le Università insieme per lo Sviluppo sostenibile dell’Appennino emiliano-romagnolo

Le Università dell’Emilia-Romagna, capofila Unimore, danno il via al progetto AL.FO.N.S.A, un percorso di Alta Formazione ed innovazione per lo Sviluppo sostenibile dell’Appennino emiliano-romagnolo, finanziato dalla Regione. I primi appuntamenti, le Summer School “Piante aromatiche e oli essenziali in Appennino: coltivazione, produzione e impieghi” e “Suoli dell’Appennino e Sequestro di Carbonio: casi di studio utilizzando R e GIS”, inizialmente programmati a Sestola (MO), si svolgeranno a distanza per l’emergenza COVID19 dal 31 agosto al 4 settembre. Per informazioni https://alfonsa.unimore.it/

L’Appennino emiliano-romagnolo, con una estensione di 9.458 kmq, pari ad oltre il 40% della superficie dell’Emilia-Romagna, è una grande ricchezza per l’intera Regione in termini ecologico- ambientali, sociali, culturali, economici, paesaggistici. La presenza umana è la condizione indispensabile per mantenere e migliorare la vitalità dell’Appennino in ottica di sostenibilità̀ complessiva: creare lavoro e generare reddito in maniera duratura, garantire condizioni di benessere, preservare nel tempo l’ambiente e le funzioni da esso svolte.

In questo contesto si inserisce la nuova offerta formativa proposta dal Network delle Università̀ della Regione Emilia-Romagna (Modena e Reggio Emilia, Bologna, Ferrara, Parma, Politecnico di Milano e Cattolica per le loro sedi di Piacenza), UNIAPPENNINO, guidato da Unimore sotto la direzione del prof. Emiro Endrighi.

All’interno dei nuovi scenari geopolitici, ambientali, tecnologici, il paradigma dello sviluppo sostenibile, anche nella declinazione dell’Agenda 2030 dell’ONU e dei suoi diciassette obiettivi strategici, modifica le opportunità̀ dei vari territori, ridisegna il ruolo dei vari fattori e riorienta attività̀ e comportamenti. I territori appenninici possono così riacquisire vitalità in sé, oltre che importanza di tipo funzionale rispetto alle zone urbane e rurali di pianura.

Si rende necessario combattere l’isolamento dell’Appennino promuovendo processi di scambio e di ibridazione a vasto raggio, allo scopo di accrescere le competenze del capitale umano dell’Appennino per innescare processi virtuosi di crescita e progresso.

Il valore di un territorio, a maggior ragione se fragile come l’Appennino, si gioca, oggi più di ieri, sulla capacità di sviluppare competenze in grado di promuovere in ottica dinamica processi manageriali, assetti organizzativi aziendali e territoriali, interrelazioni globale-locale capaci di valorizzarne il patrimonio.

Questi obiettivi saranno perseguiti mediante attività didattiche e di ricerca progettate e realizzate assieme a tutte le realtà territoriali, come spiega il prof. Emiro Endrighi di Unimore – “Affinché questo territorio mantenga e migliori i suoi aspetti qualificanti è necessario invertire i processi che stanno indebolendo l’Appennino emiliano-romagnolo come l’abbandono delle coltivazioni, il rimboschimento selvaggio, il non governo delle acque e dei terreni ad alto potenziale franoso, le carenze infrastrutturali e di servizio alle imprese che ne appesantiscono le potenzialità̀ di sviluppo e riducono le opportunità̀ di lavoro, i limiti nei servizi alle persone e alle comunità̀ che intaccano il livello di welfare e la qualità della vita di chi intende vivere in queste zone, la non adeguata valorizzazione delle produzioni locali, dei siti storico-culturali, delle risorse naturali e dei paesaggi che penalizza sia le opportunità̀ imprenditoriali – in campo agroalimentare, artigianale, turistico – che il benessere e ben vivere”.

“E’ la prima volta – tiene a precisare il prof. Emiro Endrighi – che viene attivato un progetto di questo tipo e ciò grazie sia alla sensibilità e disponibilità di molti colleghi sia all’attenzione della Regione Emilia-Romagna verso il territorio appenninico e all’importanza delle conoscenze e competenze specifiche per il suo sviluppo. È un percorso impegnativo che vogliamo condurre nel migliore dei modi, in collaborazione con tutti i soggetti privati e pubblici che hanno interesse allo sviluppo sostenibile (in termini economici, sociali e ambientali) dell’Appennino.”

Le proposte formative del Network delle Università dell’Appennino contemplano Master e Corsi di Perfezionamento, Corsi di aggiornamento professionale, Summer School, cicli di seminari di aggiornamento e approfondimento tutti caratterizzati da un approccio integrato allo sviluppo sostenibile del territorio appenninico.

“La buona conoscenza delle condizioni e problematiche generali – conclude il prof. Emiro Endrighi – così come riflessioni e concettualizzazioni riguardanti lo sviluppo sostenibile e i relativi diversi approcci, l’adeguata dimestichezza con i metodi e gli strumenti della programmazione territoriale e della democrazia partecipata declinate su questi territori, costituiscono componenti fondamentali nella preparazione dei professionisti, indispensabili per l’implementazione di strategie di sviluppo sostenibile dell’Appennino. Su queste si innestano le competenze settoriali e disciplinari declinate alle specificità di tali aree”.

A fine agosto si terranno le prime due iniziative di ALFONSA: le Summer School “Piante aromatiche e oli essenziali in Appennino: coltivazione, produzione e impieghi” di cui è referente la prof.ssa Stefania Benvenuti di Unimore e “Suoli dell’Appennino e Sequestro di Carbonio: casi di studio utilizzando R e GIS” di cui è responsabile la prof.ssa Livia Vittori dell’Università di Bologna, mentre in autunno si terrà il corso di aggiornamento “Approcci e strumenti innovativi per lo sviluppo locale” con responsabile il prof. Alessio Malcevski dell’Università di Parma.

Per tutte le iniziative visitare il sito https://alfonsa.unimore.it/

Il progetto ALFONSA si rivolge a: diplomati, neo-laureati e studenti universitari interessati a perfezionarsi professionalmente sui temi che attengono allo sviluppo sostenibile dell’Appennino, Amministratori, Dirigenti e Tecnici delle amministrazioni locali, Amministratori e tecnici di organismi ed enti territoriali (GAL, Enti di Bonifica, Parchi), Liberi professionisti, Insegnanti delle scuole di diverso ordine e grado, Esponenti, dirigenti e tecnici delle Associazioni imprenditoriali, Esponenti e tecnici delle Associazioni culturali.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Glocal
L'economia italiana è in fase di ripresa?
L'agenzia di rating Fitch conferma per quest’anno un rating all’Italia “BBB”, con outlook stabile.leggi tutto
Il caffè della domenica", Un piccolo spazio trisettimanale a cura di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Disabilità e Diritto al Lavoro. La storia a lieto fine di Federica Vandelli di San Felice
A 8 anni l'aneurisma cerebrale che le ha cambiato la vita. Oggi il lavoro e la soddisfazione di poter aiutare gli altri. Il racconto di Francesca Monarileggi tutto
Glocal
Dal Covid alla Yolo Economy
Negli Stati Uniti imperversa un fenomeno, che sta cominciando ad interessare anche il vecchio continente: la YOLO ECONOMY, dove YOLO sta per “You Only Live Once”, che tradotto sta per “si vive una volta sola”.leggi tutto
"Il caffè della domenica", Un piccolo spazio trisettimanale a cura di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Il miracolo di Marchionne: il modello della fabbrica piatta
Il modello della fabbrica “piatta”. Così Marchionne ha rivoluzionato FCAleggi tutto
Glocal
Le start up innovative in Italia, il nuovo report
Secondo l’ultimo “rapporto sulla situazione delle startup innovative in Italia”, le startup innovative iscritte all’apposito Albo, sono 11.899, il 3,2% di tutte le società di capitali di recente costituzione.leggi tutto
Invalidità e Pensioni, ecco le prestazioni possibili
Ce lo spiega l'esperta risorse umane Francesca Monari con la supervisione di Elisa Bergamaschi, impiegata presso uno studio di Consulenti del Lavoro di Mirandolaleggi tutto
Lavoro e Ambiente. Un futuro "green" per le nuove generazioni.
Il treno della “rivoluzione verde” sta passando ora, non possiamo permetterci di perderloleggi tutto
Glocal
Trump: un pericolo per la democrazia
Quanto sta accadendo in questi giorni negli Stati Uniti, deve essere un monito per le democrazie dell’intero Pianeta.leggi tutto

Sul Panaro on air

  • An error occurred:

    The request cannot be completed because you have exceeded your quota.

    La buona notizia

    Il saluto degli appassionati di meteoriti a Cavezzo. Con un ringraziamento speciale ai cittadini
    Domenica presso la sala della biblioteca comunale c'è l'assemblea annuale degli appassionati di questi corpi celesti[...]
    Non solo Ciclovia del Sole: ecco tutti i percorsi ciclabili della Bassa modenese nella Bike Map
    Si valorizza la facile ciclabilità di un territorio di pianura, la scoperta delle aree naturali che come piccoli gioielli splendono tra campi di mais e frumento, e la bellezza di tanti edifici rustici come barchesse e antiche ville[...]
    "Noi che lavoravamo alla Del Monte": si prepara un libro e una mostra grazie a un gruppo di amici di San Felice
    Roberto Gatti, Maurizio Braghiroli,  Davide Calanca, e Alberto Terrieri hanno promosso la raccolta di fotografie e di materiale per valorizzare la memoria della grande fabbrica alimentare che per 40 anni ha dato lavoro a più di mille persone alla volta[...]

    Curiosità

    In Emilia-Romagna il Campionato europeo di tiro a volo: nella Nazionale c'è Massimo Bertolini di Concordia
    In Emilia-Romagna il Campionato europeo di tiro a volo: nella Nazionale c'è Massimo Bertolini di Concordia
    o sport che lungo la Via Emilia vanta una solida tradizione, come dimostrano i tanti campioni: dal bolognese Ennio Mattarelli, oro olimpico alle Olimpiadi di Tokio 1964, a Jessica Rossi, campionessa olimpionica a Londra 2012 e portabandiera azzurra ai prossimi Giochi di Tokyo.[...]
    Il saluto degli appassionati di meteoriti a Cavezzo. Con un ringraziamento speciale ai cittadini
    Il saluto degli appassionati di meteoriti a Cavezzo. Con un ringraziamento speciale ai cittadini
    Domenica presso la sala della biblioteca comunale c'è l'assemblea annuale degli appassionati di questi corpi celesti[...]
    Il Ponte nuovo di Bomporto si illumina di rosso nella Giornata del Donatore di Sangue
    Il Ponte nuovo di Bomporto si illumina di rosso nella Giornata del Donatore di Sangue
    Il Comune aderisce all’iniziativa Avis per rendere omaggio ai donatori [...]
    Finale Emilia, comparsi manifesti che spingono l'ex assessora Paganelli a candidarsi a sindaca
    Finale Emilia, comparsi manifesti che spingono l'ex assessora Paganelli a candidarsi a sindaca
    I manifesti sono comparsi in città pochi giorni dopo l'annuncio della ricandidatura da parte del sindaco Sandro Palazzi[...]
    "Noi che lavoravamo alla Del Monte": si prepara un libro e una mostra grazie a un gruppo di amici di San Felice
    "Noi che lavoravamo alla Del Monte": si prepara un libro e una mostra grazie a un gruppo di amici di San Felice
    Roberto Gatti, Maurizio Braghiroli,  Davide Calanca, e Alberto Terrieri hanno promosso la raccolta di fotografie e di materiale per valorizzare la memoria della grande fabbrica alimentare che per 40 anni ha dato lavoro a più di mille persone alla volta[...]
    Davide Gaddi ha concluso il suo viaggio di beneficenza per la famiglia del dj Davide Masitti
    Davide Gaddi ha concluso il suo viaggio di beneficenza per la famiglia del dj Davide Masitti
    Raccolti tra Fossa e Concordia più di 600 euro. Le donazioni si possono fare ancora con Iban[...]
    Tanti giovani, tutti puntuali e niente file all'open day vaccino di San Felice
    Tanti giovani, tutti puntuali e niente file all'open day vaccino di San Felice
    Un'ottima occasione per evitare di aspettare la convocazione dell'Ausl, e aperta a ogni età. Bastava prenotarsi sul sito qualche giorno fa: in otto minuti sono stati fissati tutti e mille gli appuntamenti disponibili. [...]
    Calcio a 5, la Pro Patria San Felice chiude la stagione: suo il miglior attacco d'Italia
    Calcio a 5, la Pro Patria San Felice chiude la stagione: suo il miglior attacco d'Italia
    Si è conclusa in semifinale ai playoff nazionali di B la stagione 2020-21 dei giallorossi. Per la società un'annata da record[...]
    Camposanto, il professore di musica delle medie Rocco Stefano va in pensione
    Camposanto, il professore di musica delle medie Rocco Stefano va in pensione
    Ad annunciarlo è la sindaca Monja Zaniboni; il professore insegna a Camposanto dal 1986[...]
    Quando terremoto e pandemia diventano sfide per rinnovarsi. L'esperienza di Emanuela Zavatti titolare del negozio Manu taglie forti.
    Quando terremoto e pandemia diventano sfide per rinnovarsi. L'esperienza di Emanuela Zavatti titolare del negozio Manu taglie forti.
    Emanuela Zavatti titolare di Manu taglie forti racconta come ha trasformato sisma e pandemia in occasioni per rinnovare l'attività rimanendo vicina alle clienti. [...]