Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
25 Gennaio 2022

Pit, dalla Spagna a Modena, cane antidroga al servizio della Polizia Locale

Ora fa parte a tutti gli effetti della Polizia Locale di Modena e, indossata la divisa d’ordinanza, pettorina con la livrea del Corpo, è pronto a entrare in azione. È Pit, un pastore belga malinois, il nuovo agente assegnato al Nucleo Problematiche del Territorio. Con i due agenti conduttori, costituisce l’Unità cinofila di cui l’amministrazione comunale ha deciso di dotarsi, anche grazie a un finanziamento regionale, come aveva annunciato pochi giorni fa in Consiglio comunale il sindaco, che nella mattinata di mercoledì 23 settembre si è recato al Comando per augurare personalmente buon lavoro alla nuova squadra.

“La sicurezza, anzi le sicurezze declinate al plurale, restano per noi una priorità da perseguire con diversi mezzi: dal controllo del territorio da parte delle forze dell’ordine al potenziamento della videosorveglianza, dai progetti di riqualificazione urbana alle iniziative di presidio, oltre che di animazione e sostegno sociale. L’unità cinofila – afferma il sindaco Gian Carlo Muzzarelli – intende essere un ulteriore efficace strumento per la prevenzione e il contrasto allo spaccio e al consumo di droghe e in questo dobbiamo prestare un’attenzione speciale a giovani, rafforzando l’azione educativa, ma anche l’attività di controllo e anche in collaborazione con le scuole”.

L’Unità cinofila potrà essere impiegata per i controlli integrati svolti con il coordinamento della Questura, insieme alle Forze dell’ordine e per controlli autonomi di Polizia locale. Oltre che nelle consuete operazioni antispaccio condotte dal Nucleo Problematiche del Territorio, sarà utilizzata nelle attività di controllo e contrasto all’uso e allo spaccio di sostanze stupefacenti a tutela dei giovani, quindi in prossimità delle scuole medie e superiori o in altri luoghi pubblici frequentati dai giovani, come i parchi, e in particolare nell’ambito del progetto “Scuole sicure” che coinvolge i 12 Istituti superiori cittadini.

Dopo le positive esperienze condotte sino ad oggi avvalendosi della collaborazione di cani antidroga di altri Corpi, il percorso per dotare di un’unità cinofila la Polizia locale di Modena è partito diversi mesi fa, quando la Giunta lo ha approvato dando il via all’acquisizione e all’addestramento del cane da ricerca, oltre che ai lavori per la predisposizione logistica necessaria e la realizzazione del box all’interno del Comando di via Galilei, dove molto presto Pit troverà definitivamente casa. Il progetto è cofinanziato dalla Regione Emilia-Romagna nell’ambito dei contributi volti alla qualificazione dei Corpi di Polizia locale.

Pit (abbreviazione rivisitata di “Peter”, nome con cui è iscritto all’anagrafe canina), il cane da ricerca entrato a far parte dell’Unità cinofila della Polizia locale di Modena, ha circa 14 mesi di età ed è stato acquisito e addestrato da una ditta specializzata che fornisce anche i cani da ricerca alla polizia catalana Mossos de Esquadra. L’addestramento si è svolto quindi in gran parte nel paese d’origine dove gli è stato insegnato a fiutare e trovare un gran numero di sostanze stupefacenti (cocaina, marjuana, eroina, metanfetamine) anche quando ben nascoste. L’iter ha poi subito un rallentamento a causa della pandemia di cui la Spagna ha risentito più a lungo le ripercussioni e la chiusura delle frontiere.

A Modena il pastore belga è arrivato un paio di settimane fa, dopo un viaggio in auto di oltre mille chilometri, accompagnato dagli istruttori spagnoli e qui ha completato l’addestramento con una full immersion, che gli ha consentito anche di affiatarsi con i due agenti conduttori, per essere pienamente operativo in tutte le situazioni richieste. L’addestramento ha previsto una parte pratica con esercizi in scenari operativi reali e una più teorica per fornire ai conduttori conoscenze sull’olfatto canino, la cura del cane e le nozioni di primo soccorso, anche se per Pit in ogni momento e giorno della settimana sarà disponibile un veterinario.

Gli agenti conduttori dell’Unità cinofila sono Monica Patroncini e Rinaldo Brusca. La prima, operatrice da circa vent’anni in servizio alla Polizia locale, con esperienza specifica in materia di stupefacenti e nell’ambito della polizia giudiziaria, “oltre che un innato amore per gli animali e una grande voglia di mettersi in gioco in un progetto innovativo come quello avviato”, spiega l’ispettore capo Luigi Scannapieco, responsabile del Nucleo problematiche del territorio, che dell’altro conduttore, un giovane in servizio da un anno e mezzo che ha esperienza con animali e cani in particolare, aggiunge: “Ha già avuto modo di dimostrare forte senso di responsabilità e attaccamento al dovere, ed è stato scelto anche nella prospettiva di dare continuità al progetto”.

Nei prossimi giorni sarà quindi possibile vedere l’Unità cinofila al lavoro nei parchi o in altri luoghi pubblici; Pit avrà modo di sperimentare l’attività di ricerca sul territorio dove diventerà di casa, mentre per gli spostamenti ci si servirà della vettura più adatta in dotazione al Corpo, il Range Rover che, appositamente allestito, è ora dedicato all’Unità cinofila.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Appunti di gusto, tutto quello che c'è da sapere della birra
La rubrica "Appunti di gusto", a cura di Francesca Monarileggi tutto
“Il caffè della domenica” di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Consigli di salute
Impianti dentali: i vantaggi
Vuoi tornare ad avere un sorriso splendente in maniera rapida e senza problemi? L’impianto dentale potrebbe essere la soluzione ai tuoi problemi.leggi tutto
Appunti di gusto, tutto quello che c'è da sapere del latte
La rubrica "Appunti di gusto", a cura di Francesca Monarileggi tutto
Glocal
Perché esiste il fenomeno dei no-vax?
Grazie ad un’attenta e pianificata campagna vaccinale il morbillo è praticamente sparito nei Paesi a capitalismo avanzato. Purtroppo ancor oggi esistono focolai di morbillo nei Paesi in via di sviluppo.leggi tutto
Appunti di gusto, tutto quello che c’è da sapere della cannella
La rubrica "Appunti di gusto", a cura di Francesca Monarileggi tutto

Sul Panaro on air

  • An error occurred:

    The request cannot be completed because you have exceeded your quota.

    La buona notizia

    Mirandola, alla Medtronic nuovo impianto per ridurre le emissioni di Co2
    L'azienda, inoltre, continua ad espandersi: è stata siglata, infatti, l’acquisizione per 925 milioni di dollari di Affera Inc[...]
    Trapianti di fegato, Modena al top nazionale
    Un anno da record quello appena trascorso, nonostante le criticità per il mondo della sanità, specie per i trapianti da donatore vivente[...]

    Curiosità

    Elisabetta Belloni, chi è la "modenese" di cui si parla per la presidenza della Repubblica
    Elisabetta Belloni, chi è la "modenese" di cui si parla per la presidenza della Repubblica
    Sessantaquattro anni, madre di Sestola e casa di famiglia sull'Appennino Modenese, è attualmente direttrice generale del Dipartimento delle informazioni per la sicurezza[...]
    Anziani cardiopatici, imparare a usare Internet per essere curati meglio
    Anziani cardiopatici, imparare a usare Internet per essere curati meglio
     Solo il 25% dei pazienti cardiologici dai 75 anni in su utilizza mezzi digitali convenzionali come motori di ricerca, mail, smartphone e app, secondo uno studio della Cardiologia del Policlinico di Modena[...]
    San Sebastiano, consegnati gli encomi agli agenti di Polizia Locale Mirandola
    San Sebastiano, consegnati gli encomi agli agenti di Polizia Locale Mirandola
    Sono andati al commissario Emanuela Ragazzi, all'assistente capo Valerio Zoni all'agente Danilo Cardella e all'agente Di Canosa[...]
    Covid, faceva tamponi abusivi nel suo negozio di scarpe a Mirandola
    Covid, faceva tamponi abusivi nel suo negozio di scarpe a Mirandola
    Il commerciante non solo effettuava direttamente i prelievi dai nasi delle persone con sospetto di contagio, ma poi effettuava anche il controllo e l'analisi.[...]
    Si dimette il sindaco di Bomporto Angelo Giovannini
    Si dimette il sindaco di Bomporto Angelo Giovannini
    Scrive: "Ci ho provato, mi arrendo e cedo il posto, magari a qualcuno tra i tanti sempre pronti a insegnare come fare o a dirci che ci teniamo strette le poltrone"[...]
    Attacco hacker durante convegno in Senato: video porno durante l'intervento della senatrice Mantovani
    Attacco hacker durante convegno in Senato: video porno durante l'intervento della senatrice Mantovani
    Momenti di imbarazzo nel corso di un incontro, trasmesso in streaming, sulla "Pubblica amministrazione trasparente"[...]
    La sulada, una torta squisita da salvare
    La sulada, una torta squisita da salvare
    L'appello del giornalista dendrogastronomico Carlo Mantovani[...]
    In aeroplano per 22 mila km per per raggiungere la Kamchatka
    In aeroplano per 22 mila km per per raggiungere la Kamchatka
    Ad affrontare questa avventura a tappe 35 piloti, tra uomini e donne, provenienti dall'Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Puglia, Veneto e Sicilia.[...]
    Finale Emilia a "C'è posta per te", la commovente storia di Salvatore Loverso
    Finale Emilia a "C'è posta per te", la commovente storia di Salvatore Loverso
    Domenica da Maria De Filippi in scena è stato chiamato Salvatore, invitato da un "postino" del programma che era arrivato nei giorni scorsi a Finale Emilia.[...]
    "Ho deciso", è uscito il nuovo rap di Luca Liuzzo
    "Ho deciso", è uscito il nuovo rap di Luca Liuzzo
    Per il giovane artista di Camposanto è il momento di esordire anche alla regia[...]