Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Novi, Noi Lista Civica: “Al Consiglio Comunale la situazione del progetto autostradale Cispadana”

NOVI DI MODENA – E’ stato presentato dal gruppo consigliare NOI LISTA CIVICA l’ordine del giorno in merito alla   Situazione del progetto autostradale Cispadana e viabilità di area vasta:

A non più di un mese dalla scadenza della concessione autostradale dell’A22 ci troviamo nell’incertezza più assoluta e in una grave mancanza di confronto che metta sul tavolo tutte le variabili normative, economico finanziarie, progettuali della viabilità del territorio e dei possibili progetti conseguenti.
Diversi sono gli articoli di quotidiani nazionali che in questi giorni scrivono articoli che non rappresentano completamente la situazione e le variabili in campo.
In questo clima di incertezza è  evidente che tutti i territori interessati ( dal casello di Rolo- Reggiolo a Ferrara) rischiano di continuare a restare senza risposta ai loro bisogni di una mobilità sostenibile e di una viabilità che oltre a permettere il collegamento con l’A22 assicuri interconnessione necessaria all’economia dei tanti comuni che il tracciato attraversa.

Oggetto: Situazione del progetto autostradale Cispadana e viabilità di area vasta. 

Premesso che: 

– la vicenda dell’asse viario Cispadano si trascina da decenni; 

Al Presidente del Consiglio Comunale Al Sindaco 

A tutti i Consiglieri 

– Il territorio interessato ha estrema ed indifferibile necessità di una viabilità consona alla importanza economica del sistema  produttivo presente; 

– non è più accettabile, anche per le sue ricadute sulla salute pubblica, che tutto il traffico commerciale e privato continui ad  attraversare molti dei centri abitati interessati al tracciato cispadano; 

-la Corte di Giustizia dell’ Ue ha accolto il ricorso della Commissione Europea che ha ritenuto insufficienti i chiarimenti forniti  dall’Italia in ragione del superamento sistematico e continuato in diverse zone del territorio italiano dal 2008 dei valori limite fissati  per le particelle PM10; ora l’Italia deve conformarsi alla sentenza “senza indugio” comunicando alla Commissione le misure di  attuazione della direttiva sulla qualità dell’aria, qualora non lo facesse la Corte di Giustizia su richiesta della Commissione può  infliggere sanzioni pecuniarie; non ha fatto quindi abbastanza per la protezione della salute umana e dell’ambiente 

– da Reggiolo a Ferrara il progetto di “strada a scorrimento veloce” ad una corsia per senso di marcia (Cat. C1) è già stato  realizzato per un 20% circa corrispondente al tratto da Sant’Agostino a Ferrara e tangenziale di Finale Emilia; – in particolare nel tratto Reggiolo-Parma, di rilevante peso economico/industriale, la stessa Regione,tramite l’ex Assessore ai  trasporti Donini in data 04/05/2018, nel corso di un incontro tra i sindaci dei comuni interessati, ha comunicato la volontà di  completare la “strada a scorrimento veloce” con anche il potenziamento della ferrovia Parma-Suzzara-Poggio Rusco per il  collegamento con il resto d’Europa tramite il “corridoio” ferroviario del Brennero; 

-E’ stato approvato ed è in fase di realizzazione il progetto che potenzierà anche il collegamento ferroviario Ravenna-Ferrara Poggio Rusco creando così un forte e unico tracciato ferroviario tra Ravenna e La Spezia; 

– questo ultimo potenziamento ferroviario diventerà un forte collegamento commerciale tra il Porto di Ravenna e il Brennero e  viceversa creando grandi opportunità commerciali anche per il nostro tessuto produttivo in cui spicca quello bio-medicale. Ovviando  inoltre ai sempre più frequenti blocchi autostradali per le merci messi in atto dall’Austria e supportati politicamente dall’Alto-Adige ; 

– sono e restano pendenti centinaia di Ricorsi al TAR BO/PR contro l’infrastruttura autostradale e la scarsa remunerazione  economica destinata agli espropri dei terreni ; 

Preso atto che: 

– il costo per realizzare la Cispadana in forma autostradale non consente di avere una propria sostenibilità finanziaria (posizione dichiarata da ARC S.p.A. nel proprio bilancio 2018 e confermata nella risposta del Vice-ministro Cancelleri ad una recente  interrogazione ( question time n.5-04722) dell’Onorevole Lucchini e altri della Lega ); 

– l’impegno finanziario della stessa Regione è passato dai 179 milioni iniziali a 279 a cui bisogna aggiungere, sempre a carico della Regione, i preventivati 400 milioni per le opere complementari/di adduzione; opere che per il Comune di Novi erano state  individuate nella realizzazione di una rotonda e della circonvallazione a Rovereto s/S, in una rotonda in corrispondenza tra corso  Marconi e la provinciale Mantova a Novi di Modena e la variante a sud di Rolo ( Via Bosco) ora inserita nell’elenco delle opere legate  alla terza corsia dell’A22 e in fase di progettazione preliminare da parte della provincia di Reggio Emilia anche per la parte di  competenza della provincia di Modena; Opere chiamate “complementari” ma di fatto necessarie e indispensabili per la viabilità  locale a prescindere dal progetto della Cispadana. 

– la stessa Regione E.R. ha recentemente fatto richiesta al Governo di un finanziamento a fondo perduto, di cui non si conosce  l’ammontare, perché l’infrastruttura autostradale non si regge economicamente; insostenibilità economica anche dovuta all’aggiornamento dei costi, ad una contestualizzazione degli attuali flussi di traffico e la realizzazione di importanti investimenti  sulla ferrovia e sulla intermodalità.

– la stessa Regione E.R. non è stata ancora in grado di presentare uno studio costi-benefici dell’infrastruttura autostradale; – sono passati oltre tre anni dal Decreto V.I.A. con cui è stato approvato il progetto autostradale dal Ministero dell’Ambiente con circa 200 prescrizioni di cui però a tutt’oggi si conosce, tramite L’Osservatorio Ambientale solo alcune soluzioni da condividere  con i territori interessati; 

– in questo lungo lasso di tempo non è stato dunque ancora predisposto il Progetto Definitivo per le ragioni suddette e quindi  ancora nessuno è in grado di dare date certe per l’apertura dei cantieri autostradali ; 

– per quanto sopra non è stata indetta la obbligatoria Conferenza dei Servizi; 

– per quanto sopra non è stato ovviamente predisposto il conseguente Progetto Esecutivo; 

– ad oggi la decisione sulla concessione autostradale relativa alla A22 è stata rinviata al 29 dicembre prossimo e che pertanto  non si è in grado di valutare il conseguente futuro societario di ARC S.p.A.; 

– una eventuale gara internazionale per l’assegnazione della Concessione della A22 comporterebbe lo slittamento nel tempo di  svariati anni con il conseguente blocco anche della Cispadana autostradale e sempre che poi il nuovo Concessionario sia disposto a  prendersi in carico gli impegni di Autobrennero relativi ad ARC SpA; 

Alle luce delle suddette considerazioni e premesse è evidente che tutti i territori interessati ( dal casello di Rolo- Reggiolo a  Ferrara) rischiano di continuare a restare senza risposta ai loro bisogni di una mobilità sostenibile e di una viabilità che oltre a  permettere il collegamento con l’A22 assicuri interconnessione necessaria all’economia dei tanti comuni che il tracciato attraversa. Al fine di evitare questo reale rischio e di continuare con continui annunci di apertura dei cantieri sistematicamente disattesi il  Consiglio Comunale di Novi di Modena 

impegna il Sindaco e la Giunta Comunale: 

  1. A) a chiedere alla Regione di promuovere un confronto urgente, prima della scadenza del 29 Dicembre, che coinvolga tutti i  territori interessati al fine di prendere in esame tutte le variabili in campo e condividere le soluzioni realizzabili in tempi brevi e in  questo ambito di valutare anche concretamente l’opportunità di “puntare” alla realizzazione dei tratti mancanti della “Strada a  scorrimento veloce ad una corsia per senso di marcia” (cat. C1) come da progetto interprovinciale del 2004 già approvato dalla  Regione, progetto meno impattante, meno costoso e con tempi di realizzazione sicuramente inferiori e realmente al servizio del  territorio e del suo tessuto produttivo. 

in questo contesto di prendere in esame, facendo le verifiche necessarie, l’opportunità della prevista realizzazione della  variante a sud di Rolo (via Bosco) per studiare la fattibilità di un intervento di adeguamento e allargamento della viabilità esistente  tra San Giovanni (Concordia s/S) e Via Bosco; ciò permetterebbe il completamento del tratto Ferrara- A22 con un collegamento  rapido con il casello di Rolo-Reggiolo, senza interessare e sottrarre tutto il terreno agricolo tra Concordia s/S e Novi di Modena con 

una maggiore sostenibilità ambientale e costi di gran lunga inferiori all’ipotesi autostradale. 

  1. B) a portare a conoscenza di tutti i Comuni interessati al progetto Cispadana il presente o.d.g e a sollecitarli a formalizzare  la stessa richiesta alla Regione 
  2. C) ad aprire un confronto con le forze economiche e sociali del nostro territori. 

Novi, 19/11/2020

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Il caffè della domenica con Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Trump: un pericolo per la democrazia
Quanto sta accadendo in questi giorni negli Stati Uniti, deve essere un monito per le democrazie dell’intero Pianeta.leggi tutto
Glocal
L'incompetenza del manager
L’Italia, tra i tanti primati che detiene nel campo dell’inefficienza e dell’inadeguatezza, si trova purtroppo anche ai primi posti, tra i Paesi a capitalismo avanzato, per l’incompetenza dei propri manager.leggi tutto
Glocal
Le organizzazioni aziendali al tempo del Covid-19
Occorre riprogrammare la nostra quotidianità, lasciando da parte gli interessi personali concentrandosi su altre forme di benessere, che tengano conto della salute e degli interessi dell’intera comunità.leggi tutto
Glocal
Covid-19: rapporto sull'economia dell'Emilia-Romagna
Secondo il rapporto congiunturale redatto dalla Banca d’Italia, anche l’economia della prosperosa Emilia-Romagna, a causa della diffusione della pandemia di Covid-19, sta soffrendo molto.leggi tutto
Glocal
Lavoro: le figure richieste nel post Covid
Secondo una stima elaborata da Unioncamere, nei prossimi quattro anni, quasi due milioni e mezzo di giovani in possesso di lauree, diplomi e qualifiche professionali troveranno lavoro. Un terzo riguarderà le qualifiche professionali, mentre i restanti due terzi laureati e diplomati.leggi tutto
Glocal
Recessione economica globale da Covid-19
La pandemia sta causando una recessione economica globale.leggi tutto
Lettere persiane
Si torna a scuola, incipit vita nova - LA RIFLESSIONE
E un’autentica paideia civica ed esistenziale, capace di formare la mente e l’anima degli individui educandoli al Mondo della Vita, secondo lo studente mirandolese Giovanni Battista Olianileggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
La biodiversità che non ti aspetti: le Valli mirandolesi
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta della Stazione Ornitologica Modenese che si trova a Mirandolaleggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    I bimbi vanno in sala operatoria con la Bmw al Policlinico di Modena
    I bimbi vanno in sala operatoria con la Bmw al Policlinico di Modena
    AutoClub, storica concessionaria BMW di Modena ha donato due BMW I8 Spyder Toy Car che accompagneranno il bimbo in sala operatoria. [...]
    Il Comune di Medolla forma le liste di leva per i nati del 2004, chiamata alle armi in vista?
    Il Comune di Medolla forma le liste di leva per i nati del 2004, chiamata alle armi in vista?
    E' un atto burocratico perché il servizio militare obbligatorio non è scomparso, ma sospeso. E periodicamente si parla di renderlo operativo, come adesso per il Coronavirus[...]
    Già diversi casi di pettirossi incollati, colpa della colla per topi in ambienti esterni
    Già diversi casi di pettirossi incollati, colpa della colla per topi in ambienti esterni
    L'allarme dell'associazione "Il Pettirosso" che si trova a curare gli uccellini rimasti incollati[...]
    Giovane, laureato, impiegato e ama i social media: ecco chi va ai festival cinematografici
    Giovane, laureato, impiegato e ama i social media: ecco chi va ai festival cinematografici
    I dati di un'indagine sul pubblico condotta da Regione e DamsLab, attraverso l'analisi di 25 manifestazioni di settore in Emilia-Romagna[...]
    I personaggi illustri della Bassa: Gregorio Agnini di Finale, deputato e pioniere del socialismo italiano
    I personaggi illustri della Bassa: Gregorio Agnini di Finale, deputato e pioniere del socialismo italiano
    La Bassa territorio di personaggi illustri, oggi si parla del deputato finalese Gregorio Agnini: pioniere del socialismo italiano e fondatore delle leghe dei braccianti in Emilia.[...]
    Domenica attesa la neve anche nella Bassa
    Domenica attesa la neve anche nella Bassa
    Durerà poco ma dovrebbe poggiarsi[...]
    La biblioteca di Bomporto mette in vendita libri, l'intervista
    La biblioteca di Bomporto mette in vendita libri, l'intervista
    La biblioteca, nell'immaginario, è il posto che i libri li salva, non che li dà via. Abbiamo voluto capire di più su questa scelta intervistando Luca Verri, responsabile della biblioteca di Bomporto.[...]
    Giorgia Lupi, da Finale Emilia agli Stati Uniti per trasformare Dati in Opere d'Arte.
    Giorgia Lupi, da Finale Emilia agli Stati Uniti per trasformare Dati in Opere d'Arte.
    Espone al Museo di Arte Moderna di New York, ed è sua una delle più belle copertine del New York Times. La "designer dell'informazione" si racconta a Francesca Monari[...]
    Prepara per scherzo una torta alla marijuana, in 3 finiscono in ospedale
    Prepara per scherzo una torta alla marijuana, in 3 finiscono in ospedale
    Era una "tenerina" portata a casa di amici per festeggiare il Capodanno[...]