Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
30 Novembre 2022

Nuovo canile intercomunale, l’Ucman: “Sarà pronto entro il 2020”

MIRANDOLA  – “Il nuovo canile intercomunale sarà pronto entro il 2020”. Lo annuncia una nota a firma di Unione Area Nord, arrivata all’indomani della visita fatta da alcuni cittadini ai cantieri, dove erano emerse diverse osservazioni sulle criticità come la mancanza di riscaldamento o di alberi con una chioma tale da non fare sufficiente ombra. Per non dire dei ritardi dell’opera.
Ma l’attesa è finita:

L’Unione Comuni Modenesi Area Nord terminerà entro il 2020, come richiesto dalla DGR 1302/2013, il “Progetto di ampliamento del Canile Intercomunale di Mirandola”.

Un importante progetto realizzato seguendo le linee guida e i requisiti strutturali richiesti dalla Regione Emilia Romagna, che come sappiamo tutti è la regione più all’avanguardia in fatto di tutela del benessere animale, rifacendosi alle norme europee.

Dopo aver sentito tanto parlare di questo progetto in modo non corretto e sicuramente non costruttivo, l’Unione Comuni Modenesi Area Nord e il Comune di Mirandola vogliono chiarire le informazioni parziali a oggi circolate illustrando in modo completo il progetto. E’ stato fortemente voluto dall’U.C.M.A.N. poiché in merito alla vecchia struttura, diventava sempre più necessario risanarla e metterla a norma (il vecchio canile aveva notevoli criticità) con il fine di tutelare sia la popolazione canina e felina del territorio sia i numerosi e attivi volontari che ne curano da anni la gestione.

Quindi l’UCMAN al fine di migliorare i servizi resi presso la struttura del Canile Intercomunale ha avviato il progetto già a partire dal 2014 nonostante i tempi non felici che stavamo trascorrendo.

Rispettando le normative regionali però lo spazio presso il canile non era sufficiente per cui l’Unione ha provveduto ad acquistare il terreno retrostante alla vecchia struttura per poter così procedere alla realizzazione di due nuove strutture precisamente:

  • 1 prima struttura prefabbricata con 36 postazioni (18 box doppi) e 1 deposito e 1 locale preparazione cibo
  • 1 seconda struttura prefabbricata con 37 postazioni (14 box doppi) e 8 box singoli e 1 box isolamento.

Il progetto è in corso di completamento con la realizzazione dell’impianto fotovoltaico, la ristrutturazione del vecchio edificio in muratura con sistemazione dell’impianto elettrico, la collocazione del reparto cuccioli all’interno (19 postazioni) ,1 spogliatoio, 1 bagno, 1 infermeria, 1 magazzino, 1 ufficio con postazione PC e collegamento internet e nell’area esterna il reparto del canile sanitario (dove vengono accolti ed isolati i cani in entrata).

Le due nuove strutture, inoltre, sono dotate di tutti i requisiti richiesti dalla normativa regionale come: area esterna scoperta, area esterna coperta e area interna per ogni box delle due strutture nuove, giro-ciotola nei box singoli per cani con problematiche di aggressività e sistema di separazione dell’animale azionabili dall’esterno che consentano le operazioni di pulizia, manutenzione e rifornimento cibo in condizione di sicurezza, impianto di idro-pulizia da utilizzare in entrambe le struttura per la pulizia delle stesse, ampie canaline di scolo per il deflusso dell’acqua durante le pulizie, finestre superiori oltre a convettori di aria  nei corridoi, per agevolare la circolazione dell’aria e il raffrescamento (un impianto di riscaldamento o di raffrescamento sarebbero stati dispendiosi, non necessari ed estremante dispersivi) e infine attacchi specifici per le lampade di riscaldamento eventualmente necessarie all’occorrenza.

A oggi il tutto è stato finanziato esclusivamente da risorse dell’Ente Unione Comuni Modenesi Area Nord (9 Comuni) anche se il progetto è stato presentato al bando regionale chiusosi a settembre 2020 e, attraverso il quale, si confida di ricevere un contributo economico da utilizzare per le ultime migliorie alla struttura.

A conferma del valore del progetto la Presidente Tiziana Caleffi dell’Associazione “L’Isola del Vagabondo” attuale conduttrice del canile, scrive “un progetto complesso, lungo sicuramente, ma che arricchirà l’Area Nord finalmente di un Canile completamente a norma e adeguato a far star bene anche i cani più sfortunati, permettendo ai volontari di lavorare in condizioni migliori e in completa sicurezza”,

Il tutto permetterà di migliorare i servizi (recupero, rinunce, adozioni, infermeria per gatti e colonie feline) resi presso il Canile Intercomunale di Mirandola dell’Unione Comuni Modenesi Area Nord.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Glocal
Il partito dei disillusi e i governi dei migliori
Durante i sette trimestri del governo Draghi l’Italia è stata l’unica economia del G7 che ha visto aumentare il PIL trimestre su trimestre.leggi tutto
“Il caffè della domenica” di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Appunti di gusto| Tutto quello che c’è da sapere del cachi
La rubrica Appunti di gusto, a cura di Francesca Monarileggi tutto
E adesso un libro: rubrica di libri" Sei titoli che dicono leggimi!
La rubrica letteraria a cura dell’autrice mirandolese Francesca Monarileggi tutto
Prevenire la carie nei molari dei bambini? Si può
Attraverso la sigillatura dei solchi, una procedura assolutamente non invasiva ma in grado di limitare il rischio carie.leggi tutto
"E adesso un libro: rubrica di libri" Sei titoli che dicono leggimi!
La rubrica letteraria a cura dell’autrice mirandolese Francesca Monarileggi tutto
Appunti di gusto | Tutto quello che c’è da sapere dell’africanetto
La rubrica Appunti di gusto, a cura di Francesca Monarileggi tutto
“Il caffè della domenica” di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
E adesso un libro, rubrica di libri. Sei titoli che dicono: "Leggimi!"
La rubrica letteraria a cura dell’autrice mirandolese Francesca Monarileggi tutto
Appunti di gusto | Tutto quello che c’è da sapere della Tenerina
La rubrica Appunti di gusto, a cura di Francesca Monarileggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchBaby gang a Finale Emilia: dopo gli arresti piano di reinserimento per i minori coinvolti
    • WatchIncidente stradale mortale a Finale Emilia, è morta Beatrice Boccasanta
    • WatchA Mirandola una benemerenza per monsignor Cavina

    La buona notizia

    Mangiare bene per fare del bene, ecco il calendario di Avis Modena
    La campagna di comunicazione 2023 è sul concetto di “buono”, accostando la bontà dei donatori a quella delle ricette modenesi in un progetto condiviso con il Consorzio Modena a Tavola.[...]
    Bomporto, anziani a lezione anti truffa dai carabinieri
    Non è buona cosa aprire agli sconosciuti e farli entrare in casa. E’ sempre bene diffidare degli estranei che vengono a trovarvi in orari inusuali[...]
    La miglior mucca del distretto del Parmigiano Reggiano? E' Hortensia, di San Felice
    Nata il 13 giugno 2018 dell’azienda Albe di Michele Bergamini di San Felice sul Panaro, si è aggiudicata anche il titolo di miglior mammella.[...]

    Curiosità

    Il Morandi di Finale Emilia migliore scuola della provincia per il Linguistico
    Il Morandi di Finale Emilia migliore scuola della provincia per il Linguistico
    L'altra eccellenza è il Pico di Mirandola, un po' sbiadito ma sempre sul podio dei migliori licei modenesi per chi prosegue gli studi.[...]
    Esercitazione anti incendio nella Galleria dell'Alta velocità di Bologna- LE FOTO
    Esercitazione anti incendio nella Galleria dell'Alta velocità di Bologna- LE FOTO
    Lo scenario ipotizzato è stato quello di un principio di incendio su un mezzo utilizzato per la manutenzione dell’infrastruttura, in quel momento in corso di trasferimento con tre tecnici a bordo e la conseguente fermata di emergenza nella stazione sotterranea di Bologna Centrale.[...]
    Aironi guardabuoi, con il riscaldamento globale non partono per l'Africa e restano qui: salvati in 4 a Modena
    Aironi guardabuoi, con il riscaldamento globale non partono per l'Africa e restano qui: salvati in 4 a Modena
    Destabilizzati dal meteo ritardano la partenza per poi trovarsi, col calare delle temperature, con difficoltà respiratorie. Quattro esemplari in difficoltà sono stati salvati in questi giorni dal Pettirosso. [...]
    Sequestrata una falsa Ferrari: era una Toyota trasformata artigianalmente
    Sequestrata una falsa Ferrari: era una Toyota trasformata artigianalmente
    L'auto era stata trasformata nella carrozzeria e negli accessori esterni per renderla del tutto somigliante a una Ferrari F430[...]
    Mondiali, foto con la bocca tappata per i giocatori tedeschi: "Diritti umani non negoziabili"
    Mondiali, foto con la bocca tappata per i giocatori tedeschi: "Diritti umani non negoziabili"
    Protesta dei giocatori della Germania contro la decisione della Fifa di vietare la fascia arcobaleno con la scritta 'One love'[...]
    Colpa degli altri e autopromozione, i risultati della ricerca sugli stili di guida degli automobilisti
    Colpa degli altri e autopromozione, i risultati della ricerca sugli stili di guida degli automobilisti
    Seconda edizione della ricerca sugli stili di guida, commissionata da Anas e condotta da CSA Research - Centro Statistica Aziendale[...]
    Mondiali Qatar 2022, Argentina eletta la Nazionale del cuore degli italiani
    Mondiali Qatar 2022, Argentina eletta la Nazionale del cuore degli italiani
    Superscommesse e Supernews hanno lanciato un sondaggio che ha permesso a migliaia di appassionati di votare per la propria Nazionale del cuore in questo Mondiale 2022.[...]
    Nonantola, l'Osteria di Rubbiara compie 160 anni
    Nonantola, l'Osteria di Rubbiara compie 160 anni
    La famiglia Pedroni dai sei generazioni gestisce lo storico locale nella campagna di Nonantola[...]
    Aemilia 240: concluse le riprese della docufiction sul maxi-processo per infiltrazione della 'ndrangheta
    Aemilia 240: concluse le riprese della docufiction sul maxi-processo per infiltrazione della 'ndrangheta
    La docufiction andrà in onda sulla Rai dopo il lavoro di montaggio e post-produzione.[...]
    • malaguti