Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
28 Gennaio 2022

Via al bando per sostenere gli imprenditori agricoli che scelgono di allevare razze a rischio erosione genetica

La mora romagnola e l’asino romagnolo, il cavallo da tiro pesante, il Bardigiano e il cavallo del Ventasso, le pecore Cornigliese e Cornella bianca, i bovini Modenese, Romagnola, Pontremolese e Reggiana, fino ai tacchini di Parma e Piacenza. Sono alcune delle razze a rischio erosione genetica che la Regione intende preservare con l’obiettivo di ripristinare e valorizzare gli ecosistemi collegati all’agricoltura e alla silvicoltura a tutela della biodiversità animale.

Proprio per questo la Giunta regionale ha approvato un bando, finanziato con 2 milioni di euro del Programma di sviluppo rurale 2014-2020, a sostegno degli imprenditori agricoli che scelgono di allevare razze autoctone.

A partiredalla data che sarà comunicata da Agrea, l’Agenzia regionale per le erogazioni in agricoltura, sul proprio sito internet https://agrea.regione.emilia-romagna.it/ (indicativamente dopo la prima metà di gennaio) e fino al 26 febbraio 2021, gli imprenditori potranno inviare le domande di contributo ai Servizi territoriali agricoltura, caccia e pesca competenti.

“Preservare la biodiversità animale locale è una priorità sia per la tutela degli ecosistemi ambientali che per il futuro di un’agricoltura davvero sostenibile, che porti nel futuro le radici dei nostri territori– spiega l’assessore regionale all’Agricoltura, Alessio Mammi-. Impiegare le risorse del Programma di sviluppo rurale per sostenere i nostri allevatori nella tutela delle razze locali a rischio significa riconoscere loro un ruolo fondamentale nella costruzione di un nuovo modello economico, responsabile e nel rispetto della tutela ambientale”.

 

Cosa prevede il bando

Possono usufruire del sostegno regionale gli imprenditori iscritti all’Anagrafe delle aziende agricole in forma singola o associata, cooperative incluse e altri gestori del territorio, comprese le proprietà collettive.

Sono ammesse le domande degli imprenditori che detengono animali appartenenti alle razze locali minacciate di abbandono iscritte ai Registri anagrafici nazionali e regionali o a libri genealogici, a condizione che gli animali siano allevati nel territorio regionale e sia indicato il numero, a livello nazionale, delle femmine riproduttrici all’interno di libri genealogici o registri anagrafici nazionali e regionali delle razze a limitata diffusione per le specie per le quali sono previsti. Inoltre, il numero e la condizione a rischio delle specie elencate devono essere certificati da un competente organismo scientifico debitamente riconosciuto e un organismo specializzato debitamente riconosciuto deve registrare e mantenere aggiornato il libro genealogico o il registro anagrafico della razza.

L’aiuto previsto per le razze è di 200 euro l’anno per cinque anni per ogni unità di bovino adulto (UBA). All’atto della presentazione della domanda, l’allevatore dovrà indicare il numero di animali, che rappresenterà il livello minimo al di sotto del quale la razza non dovrà scendere durante i cinque anni di impegno a partire dal 1^ gennaio 2021.

Due i criteri di priorità per la selezione delle domande. Il primo riguarda la collocazione degli animali con un punteggio di assegnazione più alto per gli allevamenti nelle zone montane, in quelle di origine e nelle aree della rete Natura 2000; mentre il secondo, di natura tecnica, per le razze iscritte nel Repertorio volontario regionale delle risorse genetiche agrarie, nei progetti di valorizzazione e recupero di razze autoctone o per allevamenti di bassa consistenza.

Le specie a rischio erosione genetica

Le razze autoctone comprese nel bando sono: 6 di bovini (Garfagnina, Modenese, Pontremolese, Reggiana, Romagnola e Varzese Tortonese-Ottonese), 3 di ovini (Cornella Bianca, Cornigliese e Appenninica), 5 di equini (Cavallo italiano tiro pesante rapido, Bardigliano, del Ventasso, Appenninico e del Delta), 5 di volatili (Pollo Romagnolo e Modenese, Tacchino romagnolo e di Parma e Piacenza e Oca Romagnola), oltre ai suini  Mora Romagnola e Suino nero di Parma e all’Asino Romagnolo.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Appunti di gusto, tutto quello che c'è da sapere della birra
La rubrica "Appunti di gusto", a cura di Francesca Monarileggi tutto
“Il caffè della domenica” di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Consigli di salute
Impianti dentali: i vantaggi
Vuoi tornare ad avere un sorriso splendente in maniera rapida e senza problemi? L’impianto dentale potrebbe essere la soluzione ai tuoi problemi.leggi tutto
Appunti di gusto, tutto quello che c'è da sapere del latte
La rubrica "Appunti di gusto", a cura di Francesca Monarileggi tutto
Glocal
Perché esiste il fenomeno dei no-vax?
Grazie ad un’attenta e pianificata campagna vaccinale il morbillo è praticamente sparito nei Paesi a capitalismo avanzato. Purtroppo ancor oggi esistono focolai di morbillo nei Paesi in via di sviluppo.leggi tutto
Appunti di gusto, tutto quello che c’è da sapere della cannella
La rubrica "Appunti di gusto", a cura di Francesca Monarileggi tutto

Sul Panaro on air

  • An error occurred:

    The request cannot be completed because you have exceeded your quota.

    La buona notizia

    Nuovo numero di telefono Ausl Modena per chi ha problemi con l'isolamento Covid
    Si ricorda ai cittadini che in caso di sintomi non bisogna recarsi né in farmacia né in ospedale, ma contattare immediatamente il medico di medicina generale o il pediatra.[...]
    Mirandola, alla Medtronic nuovo impianto per ridurre le emissioni di Co2
    L'azienda, inoltre, continua ad espandersi: è stata siglata, infatti, l’acquisizione per 925 milioni di dollari di Affera Inc[...]
    Trapianti di fegato, Modena al top nazionale
    Un anno da record quello appena trascorso, nonostante le criticità per il mondo della sanità, specie per i trapianti da donatore vivente[...]

    Curiosità

    "Il cacciatore di anatre" sbarca su Prime: è il film collettivo della Bassa Modenese
    "Il cacciatore di anatre" sbarca su Prime: è il film collettivo della Bassa Modenese
    Il film racconta un pezzo della nostra storia, e più di 500 persone tra Mirandola, Finale Emilia e San Felice vi hanno partecipato[...]
    Elisabetta Belloni, chi è la "modenese" di cui si parla per la presidenza della Repubblica
    Elisabetta Belloni, chi è la "modenese" di cui si parla per la presidenza della Repubblica
    Sessantaquattro anni, madre di Sestola e casa di famiglia sull'Appennino Modenese, è attualmente direttrice generale del Dipartimento delle informazioni per la sicurezza[...]
    Anziani cardiopatici, imparare a usare Internet per essere curati meglio
    Anziani cardiopatici, imparare a usare Internet per essere curati meglio
     Solo il 25% dei pazienti cardiologici dai 75 anni in su utilizza mezzi digitali convenzionali come motori di ricerca, mail, smartphone e app, secondo uno studio della Cardiologia del Policlinico di Modena[...]
    San Sebastiano, consegnati gli encomi agli agenti di Polizia Locale Mirandola
    San Sebastiano, consegnati gli encomi agli agenti di Polizia Locale Mirandola
    Sono andati al commissario Emanuela Ragazzi, all'assistente capo Valerio Zoni all'agente Danilo Cardella e all'agente Di Canosa[...]
    Covid, faceva tamponi abusivi nel suo negozio di scarpe a Mirandola
    Covid, faceva tamponi abusivi nel suo negozio di scarpe a Mirandola
    Il commerciante non solo effettuava direttamente i prelievi dai nasi delle persone con sospetto di contagio, ma poi effettuava anche il controllo e l'analisi.[...]
    Si dimette il sindaco di Bomporto Angelo Giovannini
    Si dimette il sindaco di Bomporto Angelo Giovannini
    Scrive: "Ci ho provato, mi arrendo e cedo il posto, magari a qualcuno tra i tanti sempre pronti a insegnare come fare o a dirci che ci teniamo strette le poltrone"[...]
    Attacco hacker durante convegno in Senato: video porno durante l'intervento della senatrice Mantovani
    Attacco hacker durante convegno in Senato: video porno durante l'intervento della senatrice Mantovani
    Momenti di imbarazzo nel corso di un incontro, trasmesso in streaming, sulla "Pubblica amministrazione trasparente"[...]
    La sulada, una torta squisita da salvare
    La sulada, una torta squisita da salvare
    L'appello del giornalista dendrogastronomico Carlo Mantovani[...]
    In aeroplano per 22 mila km per per raggiungere la Kamchatka
    In aeroplano per 22 mila km per per raggiungere la Kamchatka
    Ad affrontare questa avventura a tappe 35 piloti, tra uomini e donne, provenienti dall'Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Puglia, Veneto e Sicilia.[...]
    Finale Emilia a "C'è posta per te", la commovente storia di Salvatore Loverso
    Finale Emilia a "C'è posta per te", la commovente storia di Salvatore Loverso
    Domenica da Maria De Filippi in scena è stato chiamato Salvatore, invitato da un "postino" del programma che era arrivato nei giorni scorsi a Finale Emilia.[...]