Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Alessandro di Bona: “Nonantola paese ferito ma solidale. Reagisce ma necessita di certezze per ripartire”

Nota stampa del Gruppo Consigliare Nonantola Progetto 2030:

Sono giorni difficili, duri e complicati per molti nostri concittadini. Alle difficoltà legate al Covid-19,  che non ci dà tregua, si è aggiunta un’alluvione che, per fortuna senza vittime, ha lasciato mezzo  paese sotto l’acqua e il fango, mettendo in grave difficoltà cittadini, famiglie, attività commerciali,  artigianali e industriali, due farmacie, alcuni importanti negozi per il rifornimento alimentare, per  non parlare delle nostre scuole e di alcuni importanti servizi culturali come la biblioteca e la scuola  di musica. Un quadro pesante da diversi punti di vista: economico, materiale, fisico e psicologico.  Ad emergenza superata saremo intransigenti nella ricerca e nell’individuazione di eventuali errori  e sottovalutazioni che si fossero manifestati ad ogni livello di competenza e di responsabilità. 

In questo momento però deve prevalere il senso civico, la coesione, lo spirito di servizio verso il  nostro paese e i suoi cittadini oggi in grave difficoltà. Per questo, oltre a essere presenti  individualmente come cittadini all’interno delle organizzazioni di volontariato, come gruppo politico  Nonantola Progetto 2030 vogliamo ringraziare tutti coloro che a vario titolo si sono subito attivati  nella fase acuta dell’emergenza, senza risparmiare energie, a partire dalla Protezione Civile, a chi ha  la responsabilità di amministrarci, ai vigili del fuoco, alle forze dell’ordine, ai dipendenti del Comune  e delle società partecipate, fino a quella splendida realtà del volontariato locale che attraverso il  coordinamento della Consulta del Volontariato si è messa a disposizione della collettività. 

La mattina del 6 dicembre verso le sei di mattina, quando il livello idrometrico del Panaro era ancora  in zona arancione, quindi ben al di sotto della quota arginale, si è aperta una falla nell’argine destro  all’altezza del Valentino, in prossimità di una zona dove il 19 gennaio 2014 si produsse una falla  simile, allora per fortuna senza gravi conseguenze. Questa volta la falla si è rapidamente allargata e solo grazie gli interventi del personale di AIPO (l’agenzia interregionale che si occupa della  manutenzione dell’intero bacino idrografico del fiume Po) in tarda mattinata la falla è stata  dapprima contenuta e poi fermata. L’acqua fuoriuscita ha prima scavalcato la via Imperiale e poi ha  seguito il suo inesorabile cammino verso il punto più basso del nostro territorio (il Torrazzuolo, in Partecipanza), passando verso le ore 15 per Nonantola e Gazzate e qualche ora più tardi per Casette. Subito dopo l’apertura della falla è partita l’allerta alla popolazione, che tuttavia nelle sette-dieci ore  che hanno preceduto l’arrivo dell’acqua in paese, non ha, a nostro avviso, avuto l’effetto di far  percepire ai cittadini l’arrivo di un’alluvione di quell’entità. Poi, nelle giornate successive all’alluvione  la comunicazione fra istituzioni e cittadini si è realizzata prevalentemente via social (Facebook,  Whatsapp) generando in qualche caso confusione soprattutto a causa della mancanza di un luogo  istituzionale (per esempio il sito web del Comune o pagine specificatamente deputate alla  comunicazione ufficiale) ove reperire informazioni immediate e sicure. Sarà necessario verificare se  si sia evidenziata la necessità di organizzare l’informazione in modo più efficace attivando strumenti  diversi. Ne riparleremo ad emergenza finita avanzando proposte in tal senso.

Sul versante istituzionale la Regione ha giustamente deciso di istituire una commissione di  inchiesta per individuare cause e responsabilità di quanto è accaduto e sta preparando le  ordinanze per i rimborsi a cittadini e imprese. Come Nonantola Progetto 2030 riteniamo che  Nonantola debba ufficialmente entrare a far parte di quella commissione e che i rimborsi debbano  riguardare tutti i beni, sia mobili che immobili, danneggiati dall’alluvione. 

Riteniamo inoltre che la nostra Amministrazione comunale debba agire fin da subito per: 1)  organizzare momenti informativi pubblici in presenza o in streaming con Regione e Provincia per  l’analisi della situazione; 2) attrezzare la struttura tecnica comunale per la gestione amministrativa  delle pratiche di rimborso, attraverso il potenziamento dell’Ufficio Tecnico, chiedendo supporto ai  Comuni dell’Unione del Sorbara o attraverso l’assunzione di personale a tempo determinato con il  supporto della Regione; 3) favorire un’azione coordinata fra l’Amministrazione e le associazioni di  cittadini per facilitare le pratiche dei rimborsi; 4) agire subito anche in sede locale per anticipare aiuti  alle persone, alle famiglie, alle attività economiche che si trovino in difficoltà a ripartire; 5) mettere  in campo tutte le azioni possibili per riaprire in sicurezza le scuole danneggiate dall’alluvione già dal 7  gennaio, anche adottando misure provvisorie in sostituzione degli impianti danneggiati. 

Ciò che è accaduto ci rende ancora più convinti della necessità di dotarci finalmente di uno  strumento di pianificazione urbanistica per la gestione corretta del nostro fragile territorio, che  metta al centro il consumo zero di suolo. Un piano urbanistico che dovrà necessariamente  coordinarsi con un piano per la gestione delle emergenze e che indichi, anche sulla base  dell’esperienza, come agire efficacemente nelle ore successive all’emergenza. 

Infine, mentre invitiamo i cittadini ad aderire alla raccolta fondi promossa dall’Amministrazione  comunale, chiediamo che l’Amministrazione indichi con chiarezza la destinazione dei fondi che  verranno raccolti, definendo progetti il più possibile condivisi. Inoltre chiediamo che in questa  drammatica situazione, tutto il Consiglio comunale sia costantemente coinvolto  nell’organizzazione delle fasi post-alluvione. 

 

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Il caffè della domenica con Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Trump: un pericolo per la democrazia
Quanto sta accadendo in questi giorni negli Stati Uniti, deve essere un monito per le democrazie dell’intero Pianeta.leggi tutto
Glocal
L'incompetenza del manager
L’Italia, tra i tanti primati che detiene nel campo dell’inefficienza e dell’inadeguatezza, si trova purtroppo anche ai primi posti, tra i Paesi a capitalismo avanzato, per l’incompetenza dei propri manager.leggi tutto
Glocal
Le organizzazioni aziendali al tempo del Covid-19
Occorre riprogrammare la nostra quotidianità, lasciando da parte gli interessi personali concentrandosi su altre forme di benessere, che tengano conto della salute e degli interessi dell’intera comunità.leggi tutto
Glocal
Covid-19: rapporto sull'economia dell'Emilia-Romagna
Secondo il rapporto congiunturale redatto dalla Banca d’Italia, anche l’economia della prosperosa Emilia-Romagna, a causa della diffusione della pandemia di Covid-19, sta soffrendo molto.leggi tutto
Glocal
Lavoro: le figure richieste nel post Covid
Secondo una stima elaborata da Unioncamere, nei prossimi quattro anni, quasi due milioni e mezzo di giovani in possesso di lauree, diplomi e qualifiche professionali troveranno lavoro. Un terzo riguarderà le qualifiche professionali, mentre i restanti due terzi laureati e diplomati.leggi tutto
Glocal
Recessione economica globale da Covid-19
La pandemia sta causando una recessione economica globale.leggi tutto
Lettere persiane
Si torna a scuola, incipit vita nova - LA RIFLESSIONE
E un’autentica paideia civica ed esistenziale, capace di formare la mente e l’anima degli individui educandoli al Mondo della Vita, secondo lo studente mirandolese Giovanni Battista Olianileggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
La biodiversità che non ti aspetti: le Valli mirandolesi
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta della Stazione Ornitologica Modenese che si trova a Mirandolaleggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    I bimbi vanno in sala operatoria con la Bmw al Policlinico di Modena
    I bimbi vanno in sala operatoria con la Bmw al Policlinico di Modena
    AutoClub, storica concessionaria BMW di Modena ha donato due BMW I8 Spyder Toy Car che accompagneranno il bimbo in sala operatoria. [...]
    Il Comune di Medolla forma le liste di leva per i nati del 2004, chiamata alle armi in vista?
    Il Comune di Medolla forma le liste di leva per i nati del 2004, chiamata alle armi in vista?
    E' un atto burocratico perché il servizio militare obbligatorio non è scomparso, ma sospeso. E periodicamente si parla di renderlo operativo, come adesso per il Coronavirus[...]
    Già diversi casi di pettirossi incollati, colpa della colla per topi in ambienti esterni
    Già diversi casi di pettirossi incollati, colpa della colla per topi in ambienti esterni
    L'allarme dell'associazione "Il Pettirosso" che si trova a curare gli uccellini rimasti incollati[...]
    Giovane, laureato, impiegato e ama i social media: ecco chi va ai festival cinematografici
    Giovane, laureato, impiegato e ama i social media: ecco chi va ai festival cinematografici
    I dati di un'indagine sul pubblico condotta da Regione e DamsLab, attraverso l'analisi di 25 manifestazioni di settore in Emilia-Romagna[...]
    I personaggi illustri della Bassa: Gregorio Agnini di Finale, deputato e pioniere del socialismo italiano
    I personaggi illustri della Bassa: Gregorio Agnini di Finale, deputato e pioniere del socialismo italiano
    La Bassa territorio di personaggi illustri, oggi si parla del deputato finalese Gregorio Agnini: pioniere del socialismo italiano e fondatore delle leghe dei braccianti in Emilia.[...]
    Domenica attesa la neve anche nella Bassa
    Domenica attesa la neve anche nella Bassa
    Durerà poco ma dovrebbe poggiarsi[...]
    La biblioteca di Bomporto mette in vendita libri, l'intervista
    La biblioteca di Bomporto mette in vendita libri, l'intervista
    La biblioteca, nell'immaginario, è il posto che i libri li salva, non che li dà via. Abbiamo voluto capire di più su questa scelta intervistando Luca Verri, responsabile della biblioteca di Bomporto.[...]
    Giorgia Lupi, da Finale Emilia agli Stati Uniti per trasformare Dati in Opere d'Arte.
    Giorgia Lupi, da Finale Emilia agli Stati Uniti per trasformare Dati in Opere d'Arte.
    Espone al Museo di Arte Moderna di New York, ed è sua una delle più belle copertine del New York Times. La "designer dell'informazione" si racconta a Francesca Monari[...]
    Prepara per scherzo una torta alla marijuana, in 3 finiscono in ospedale
    Prepara per scherzo una torta alla marijuana, in 3 finiscono in ospedale
    Era una "tenerina" portata a casa di amici per festeggiare il Capodanno[...]