Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Carlo Altini: “La memoria che sa riflettere sull’oggi è un vaccino”

“Il passato e la storia sono considerati, oggi, quasi come inutili fossili. Ma la crisi crescente della storia, l’assenza di una memoria ragionata e di una continua consapevolezza critica sul significato della storia “mettono in crisi l’essenza stessa della democrazia e possono rendere nuovamente possibili in futuro terribili forme di violenza come la Shoah”. È questo il concetto intorno al quale si è sviluppato il discorso di Carlo Altini, direttore scientifico della Fondazione San Carlo e professore di Storia della filosofia a Unimore, intervenuto in Consiglio comunale, nella seduta di giovedì 21 gennaio, nel corso del momento di riflessione che ha aperto il programma di iniziative per il Giorno della Memoria 2021.

Introdotto dal sindaco Gian Carlo Muzzarelli e dal presidente del Consiglio Fabio Poggi, Altini ha ricordato che la scoperta del campo di Auschwitz, avvenuta il 27 gennaio di 76 anni fa, non la prima di un campo di concentramento da parte delle truppe dell’Armata rossa, fu quella che fece compiere un salto decisivo nella percezione della tragedia subita dagli ebrei per mano dei nazisti, e per questo la giornata è stata scelta dall’Onu, nel 2005, come Giorno della Memoria. Ma fino al 1961, quando fu celebrato a Gerusalemme il processo contro Eichmann, la comunità internazionale non accese davvero i riflettori su questa tragedia.

“Senza una memoria ragionata e una consapevolezza critica della storia – ha detto Altini – la Shoah potrebbe sparire dal nostro orizzonte così come a lungo non vi era apparsa. Per questo il Giorno della Shoah ci interroga sul nostro modo di considerare la storia: la storia è il luogo della complessità, delle contraddizioni tra il bene e il male, tra ciò che è giusto e ciò che è possibile, tra ciò che è ideale e ciò che è realistico. La ricerca storica ha il compito di distinguere tra verso e falso, tra ciò che è che è vivo e ciò che è morto, senza dogmatismi e pregiudizi ideologici. Possono esistere opinioni differenti sui motivi della Shoah, e sulle modalità della cosiddetta soluzione finale, ma non si può mettere in discussione che sia avvenuta. La Shoah è un fatto e come tale non può essere contestato. Questa è una questione – ha proseguito Altini – che investe non solo la scrittura della storia, ma la qualità della nostra democrazia che non può ridursi a essere mera espressione delle più strane opinioni o della mera volontà della maggioranza, e deve, invece, fondarsi su valori civici come educazione, conoscenza, lavoro, responsabilità, solidarietà e rispetto. Perché le maggioranze che hanno agito nella storia senza questi valori, come sappiamo, hanno governato il Colosseo decretando la vita e la morte e hanno eletto Hitler”.

Altini ha ricordato, quindi, come un ruolo fondamentale nell’opera di trasmissione e valorizzazione del passato, “rafforzando la consapevolezza della complessità della storia e opponendosi alle forme di banalizzazione e disinformazione spesso presenti nel discorso pubblico”, sia svolto dal Comitato per la storia e le memorie del Novecento, che ha curato anche il programma di iniziative per il Giorno della Memoria.

Nella sua introduzione, il sindaco Muzzarelli ha affermato che “ricordare la Shoah è un’occasione per fare memoria ma, soprattutto, per riflettere sull’oggi. La tragedia dell’Olocausto ha riguardato, e ancora oggi riguarda, tutti noi e non soltanto gli ebrei che ne furono le prime vittime designate, insieme a tutti coloro che erano considerati diversi, dai rom agli omosessuali”. Muzzarelli ha ricordato che, prima ancora di togliere loro la vita, i nazisti avevano sottratto alle vittime tutte le qualità e le peculiarità che costituiscono l’essere umano: “Avevano negato loro l’umanità e questo avveniva nell’indifferenza di tanti, un’indifferenza che è l’anticamera della barbarie”. Citando Liliana Segre, “la nostra concittadina onoraria, che come gli altri sopravvissuti ai campi di concentramento ci ha dato una straordinaria dimostrazione di coraggio”, il sindaco ha sottolineato che “la memoria è un vaccino prezioso contro l’indifferenza. Se oggi, come è accaduto durante la guerra, noi accettiamo i muri, i fili spinati, le sopraffazioni e il razzismo rischiamo di cadere nuovamente nell’orrore. Dobbiamo, invece, continuare ad affermare ogni giorno i diritti umani e sociali, la pace, la libertà, la democrazia, l’impegno contro la sopraffazione e per la giustizia. Come hanno fatto i testimoni diretti della Shoah, oggi sempre più rari, e la nostra straordinaria Aude Pacchioni che ci ha lasciato una grande responsabilità. Ma la responsabilità oggi è nostra: l’impegno per la memoria e il futuro deve coinvolgere tutte e tutti noi, a partire da chi ha responsabilità istituzionali. Ricordiamo oggi, ricorderemo domani, per non riportare indietro le lancette del tempo”.

Nel suo intervento, il presidente Poggi ha evidenziato che la memoria è un processo dinamico che ogni anno deve portarci a leggere diversamente il nostro vissuto. In questo anno ancora di più. Commemorare, fare memoria insieme, vuol dire condividere ciò che la storia ci dice intimamente e quindi eticamente. Farlo ancora una volta per quanto successo 80 anni fa, ci servirà senz’altro anche per questa nostra travagliata storia presente”.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Il caffè della domenica con Francesca Monari
Notizie, lavoro e molto altro con Francesca Monarileggi tutto
Lavoro e Ambiente. Un futuro "green" per le nuove generazioni.
Il treno della “rivoluzione verde” sta passando ora, non possiamo permetterci di perderloleggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Notizie, lavoro e molto altro con Francesca Monarileggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Trump: un pericolo per la democrazia
Quanto sta accadendo in questi giorni negli Stati Uniti, deve essere un monito per le democrazie dell’intero Pianeta.leggi tutto
Glocal
L'incompetenza del manager
L’Italia, tra i tanti primati che detiene nel campo dell’inefficienza e dell’inadeguatezza, si trova purtroppo anche ai primi posti, tra i Paesi a capitalismo avanzato, per l’incompetenza dei propri manager.leggi tutto
Glocal
Le organizzazioni aziendali al tempo del Covid-19
Occorre riprogrammare la nostra quotidianità, lasciando da parte gli interessi personali concentrandosi su altre forme di benessere, che tengano conto della salute e degli interessi dell’intera comunità.leggi tutto
Glocal
Covid-19: rapporto sull'economia dell'Emilia-Romagna
Secondo il rapporto congiunturale redatto dalla Banca d’Italia, anche l’economia della prosperosa Emilia-Romagna, a causa della diffusione della pandemia di Covid-19, sta soffrendo molto.leggi tutto
Glocal
Lavoro: le figure richieste nel post Covid
Secondo una stima elaborata da Unioncamere, nei prossimi quattro anni, quasi due milioni e mezzo di giovani in possesso di lauree, diplomi e qualifiche professionali troveranno lavoro. Un terzo riguarderà le qualifiche professionali, mentre i restanti due terzi laureati e diplomati.leggi tutto
Glocal
Recessione economica globale da Covid-19
La pandemia sta causando una recessione economica globale.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    Danneggiato il grande faggio di Pratignana: i forestali valutano i danni
    Danneggiato il grande faggio di Pratignana: i forestali valutano i danni
    Una grossa branca della chioma si è troncata, probabilmente a seguito del peso della neve caduta durante l’inverno [...]
    Mirandola, in attesa di tempi migliori, l'arrivederci dello storico circolo Aquaragia
    Mirandola, in attesa di tempi migliori, l'arrivederci dello storico circolo Aquaragia
    L'emergenza sanitaria mette in crisi Aquaragia, storica realtà associativa mirandolese. Quale futuro per il circolo? Ne discutiamo con Roberto Ganzerli. [...]
    Concordia, i bambini della Gasparini trasformano un parco in una galleria d’arte naturale
    Concordia, i bambini della Gasparini trasformano un parco in una galleria d’arte naturale
    Nota di Irene Salvaterra sul progetto “A scuola in natura” a cura del CEAS La Raganella[...]
    Mirandola, Letizia Borella racconta la magia del body painting: "Sono una tela viva, indosso l'arte"
    Mirandola, Letizia Borella racconta la magia del body painting: "Sono una tela viva, indosso l'arte"
    "Body painting significa essenzialmente vestirsi di emozioni diverse, le quali, trasposte cromaticamente sul corpo dell'interprete, si trasformano in arte": è così che Letizia Borella, mirandolese classe 1985, ci introduce ai segreti di quella che lei definisce "un'arte effimera".[...]
    Cavezzo, tutti pazzi per il Carnevale con la Pro Loco Cavezzese
    Cavezzo, tutti pazzi per il Carnevale con la Pro Loco Cavezzese
    Sui loro social hanno mostrato in una gallery i travestimenti dei cittadini[...]
    Barbie svela la nuova linea di bambole Fashionistas 2021
    Barbie svela la nuova linea di bambole Fashionistas 2021
    Barbie viene nominata Property n.1 al Mondo del mercato del giocattolo per il 2020 [...]
    Good Morning Secchia, i problemi del fiume affrontati attraverso un format ironico
    Good Morning Secchia, i problemi del fiume affrontati attraverso un format ironico
    Il Pool Comitati, che raggruppa diverse organizzazioni attente alle tematiche legate all'ambiente e in particolare, relative al fiume Secchia ha diffuso un nuovo episodio di Good Morning Secchia[...]
    Alle Tattoo, opere d'arte su tela per raccontare la storia del tatuaggio
    Alle Tattoo, opere d'arte su tela per raccontare la storia del tatuaggio
    "Factory MAT75 è un progetto che coinvolge giovani artisti che vogliono rappresentare la storia di questo mondo", spiega Alessandro Bonacorsi[...]
    Mario Veronesi come Bill Gates e Steve Jobs: ecco come si racconta il biomedicale di Mirandola
    Mario Veronesi come Bill Gates e Steve Jobs: ecco come si racconta il biomedicale di Mirandola
    Come quelli americani, è un sogno nato in un garage, racconta il professor Simone Ferriani per spiegare l'incredibile ascesa del distretto[...]
    Meteo, gennaio freddo, ma non da record. In linea con la media 1991-2020
    Meteo, gennaio freddo, ma non da record. In linea con la media 1991-2020
    Il giorno più freddo del mese è stato il giorno 19 con una temperatura pari a -1.7°C, non particolarmente rigido se paragonato al 28 febbraio 2018 con i suoi -5.2°C o al 7 gennaio 2017 con -4.2°C[...]