Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

La pandemia non ferma gli interventi in Endoscopia Digestiva: 40 dissezioni sottomucose per patologia neoplastica nel 2020

Nonostante le riduzioni di attività sugli interventi “programmati” imposte dalla pandemia, nel corso del 2020 la Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva dell’Azienda Ospedaliero Universitaria di Modena ha eseguito 40 procedure di dissezione sottomucosa endoscopica (ESD), un dato più che positivo per l’equipe diretta dalla dott.ssa Rita Conigliaro. La dissezione sottomucosa endoscopica è una procedura avanzata mininvasiva che consente l’asportazione di lesioni pre-cancerose e di tumori superficiali del tratto digerente senza necessità di intervenire chirurgicamente. Come tale, pur trattandosi di un intervento di tipo oncologico, può venire eseguito come intervento “ambulatoriale”.

“L’ESD – spiega il dott. Giuseppe Grande, uno dei medici dell’equipe endoscopica specializzato nell’esecuzione di tale intervento – è una tecnica nata in Giappone nei primi anni 2000 e successivamente diffusa nei centri mondiali che praticano endoscopia avanzata. La sua messa in pratica qui da noi è avvenuta non senza difficoltà, vista la necessità di lunghi periodi di training medico e infermieristico, nonché il reperimento di strumentazione all’avanguardia e di un setting organizzativo dedicato”.

La procedura prevede infatti l’utilizzo di aghi di diverse forme dagli 1,5 fino a 4 mm di dimensione che funzionano come micro-bisturi e che, attraverso il canale operativo dell’endoscopio, scollano la neoplasia dal sottile strato sottomucoso della parete intestinale. Questo può riguardare sia il tratto digerente superiore (esofago e stomaco, vedi ad esempio i casi di early gastric cancer), sia quello inferiore (colon e retto, vedi casi di polipi cancerizzati e laterally spreading tumor o “tumori larghi e piatti”).

“La resezione endoscopica con dissezione sottomucosa – prosegue Grande – può essere utilizzata anche per asportare lesioni sub-epiteliali benigne sintomatiche per sanguinamento o effetto massa, come grossi lipomi o leiomiomi intestinali, nonché per trattare polipi o lesioni neoplastiche recidivanti in sede di pregressi trattamenti, evitando nella maggior parte dei casi il ricorso all’intervento chirurgico. Possono beneficiare dell’intervento anche pazienti di età avanzata o con altre co-patologie che rendono rischioso l’approccio chirurgico classico”.

“La ESD delle lesioni del tratto gastro-intestinale anche di dimensioni superiori ai 7-8 cm — specifica il Dott. Luca Reggiani Bonetti, anatomo-patologo della Struttura Complessa di Anatomia e Istologia Patologica diretta dal Prof. Antonino Maiorana – permette la loro asportazione “en-bloc” evitandone la frammentazione (come invece avverrebbe utilizzando la tecnica classica “piecemeal”) e soprattutto garantisce la loro precisa e accurata caratterizzazione isto-patologica. Poiché questa tecnica consente la valutazione di tutti i margini di resezione endoscopica, essa si rende indispensabile per stabilire o meno la radicalizzazione della lesione indirizzando il paziente verso un attento follow up o verso un trattamento chirurgico. Tutti i casi di neoplasia maligna sono stati discussi ai meeting multidisciplinari settimanali, al fine di fornire indicazioni condivise ai pazienti trattati endoscopicamente”.

La dottoressa Rita Conigliaro pone l’accento su come la procedura mininvasiva da lei introdotta nell’ospedale di Baggiovara alcuni anni or sono e portata avanti con successo crescente richiami numerosi pazienti anche da altre province. L’ESD è proseguita senza sosta anche durante le recenti ondate pandemiche da Sars-CoV-2, contando più di 20 interventi da settembre a dicembre, sia presso l’Endoscopia digestiva dell’OCB che presso la piastra endoscopica del Policlinico (di cui è responsabile la dottoressa Helga Bertani). “La procedura di dissezione sottomucosa richiedeva abitualmente il ricovero del paziente per osservazione post procedurale – precisa Conigliaro – Tuttavia, visti i bassissimi tassi di complicanze registrate nel nostro centro e tenendo conto delle difficoltà dovute alla riconversione della maggior parte dei reparti di degenza verso l’assistenza dei pazienti Covid+, le procedure di ESD sono state eseguite dopo adeguato triage medico ambulatoriale e accompagnate da osservazione post procedurale presso la recovery room dei reparti di endoscopia digestiva OCB o del Policlinico o presso il Day Hospital Internistico dell’Ospedale di Baggiovara, evitando nella quasi totalità dei casi il ricovero ospedaliero”.

Conclude la dott.ssa Conigliaro: “Questo approccio modificherà anche per il futuro la gestione delle procedure endoscopiche avanzate, consentendo una più efficace distribuzione delle risorse e riservando il ricovero ai casi più complessi o ai pazienti più delicati. Allo stesso tempo si andrà incontro alle preferenze dei pazienti che, se adeguatamente istruiti, possono osservare la convalescenza post procedurale presso il proprio domicilio”.

L’obiettivo è quello di anticipare le diagnosi ed imparare sempre di più e sempre meglio a sfruttare le possibilità che ci fornisce la cosiddetta “endoscopia del terzo spazio” e l’endochirurgia, ricorrendo alla competenza dei nostri medici ed infermieri e valorizzando al massimo le disponibilità di tecnologie avanzate come quelle presenti in Sala Ibrida.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Il caffè della domenica con Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Trump: un pericolo per la democrazia
Quanto sta accadendo in questi giorni negli Stati Uniti, deve essere un monito per le democrazie dell’intero Pianeta.leggi tutto
Glocal
L'incompetenza del manager
L’Italia, tra i tanti primati che detiene nel campo dell’inefficienza e dell’inadeguatezza, si trova purtroppo anche ai primi posti, tra i Paesi a capitalismo avanzato, per l’incompetenza dei propri manager.leggi tutto
Glocal
Le organizzazioni aziendali al tempo del Covid-19
Occorre riprogrammare la nostra quotidianità, lasciando da parte gli interessi personali concentrandosi su altre forme di benessere, che tengano conto della salute e degli interessi dell’intera comunità.leggi tutto
Glocal
Covid-19: rapporto sull'economia dell'Emilia-Romagna
Secondo il rapporto congiunturale redatto dalla Banca d’Italia, anche l’economia della prosperosa Emilia-Romagna, a causa della diffusione della pandemia di Covid-19, sta soffrendo molto.leggi tutto
Glocal
Lavoro: le figure richieste nel post Covid
Secondo una stima elaborata da Unioncamere, nei prossimi quattro anni, quasi due milioni e mezzo di giovani in possesso di lauree, diplomi e qualifiche professionali troveranno lavoro. Un terzo riguarderà le qualifiche professionali, mentre i restanti due terzi laureati e diplomati.leggi tutto
Glocal
Recessione economica globale da Covid-19
La pandemia sta causando una recessione economica globale.leggi tutto
Lettere persiane
Si torna a scuola, incipit vita nova - LA RIFLESSIONE
E un’autentica paideia civica ed esistenziale, capace di formare la mente e l’anima degli individui educandoli al Mondo della Vita, secondo lo studente mirandolese Giovanni Battista Olianileggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
La biodiversità che non ti aspetti: le Valli mirandolesi
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta della Stazione Ornitologica Modenese che si trova a Mirandolaleggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    Con le "Storie a domicilio", il progetto TiPì riparte nella Bassa
    Con le "Storie a domicilio", il progetto TiPì riparte nella Bassa
    Ripartono le attività di TiPì – Stagione di Teatro Partecipato, il progetto che dal 2016 anima la vita culturale dell'Area Nord della provincia di Modena, con l'iniziativa TPCM – Storie a domicilio.[...]
    Da Eurosets a Medolla la riunione è in stile giapponese
    Da Eurosets a Medolla la riunione è in stile giapponese
    Inaugurata l’innovativa sala Obeya, di tradizione nipponica, per migliorare i processi decisionali, la creatività e il lavoro di squadra[...]
    I bimbi vanno in sala operatoria con la Bmw al Policlinico di Modena
    I bimbi vanno in sala operatoria con la Bmw al Policlinico di Modena
    AutoClub, storica concessionaria BMW di Modena ha donato due BMW I8 Spyder Toy Car che accompagneranno il bimbo in sala operatoria. [...]
    Il Comune di Medolla forma le liste di leva per i nati del 2004, chiamata alle armi in vista?
    Il Comune di Medolla forma le liste di leva per i nati del 2004, chiamata alle armi in vista?
    E' un atto burocratico perché il servizio militare obbligatorio non è scomparso, ma sospeso. E periodicamente si parla di renderlo operativo, come adesso per il Coronavirus[...]
    Già diversi casi di pettirossi incollati, colpa della colla per topi in ambienti esterni
    Già diversi casi di pettirossi incollati, colpa della colla per topi in ambienti esterni
    L'allarme dell'associazione "Il Pettirosso" che si trova a curare gli uccellini rimasti incollati[...]
    Giovane, laureato, impiegato e ama i social media: ecco chi va ai festival cinematografici
    Giovane, laureato, impiegato e ama i social media: ecco chi va ai festival cinematografici
    I dati di un'indagine sul pubblico condotta da Regione e DamsLab, attraverso l'analisi di 25 manifestazioni di settore in Emilia-Romagna[...]
    I personaggi illustri della Bassa: Gregorio Agnini di Finale, deputato e pioniere del socialismo italiano
    I personaggi illustri della Bassa: Gregorio Agnini di Finale, deputato e pioniere del socialismo italiano
    La Bassa territorio di personaggi illustri, oggi si parla del deputato finalese Gregorio Agnini: pioniere del socialismo italiano e fondatore delle leghe dei braccianti in Emilia.[...]
    Domenica attesa la neve anche nella Bassa
    Domenica attesa la neve anche nella Bassa
    Durerà poco ma dovrebbe poggiarsi[...]
    La biblioteca di Bomporto mette in vendita libri, l'intervista
    La biblioteca di Bomporto mette in vendita libri, l'intervista
    La biblioteca, nell'immaginario, è il posto che i libri li salva, non che li dà via. Abbiamo voluto capire di più su questa scelta intervistando Luca Verri, responsabile della biblioteca di Bomporto.[...]