Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Tante adesioni all’iniziativa di CNA per riapertura “controllata” dei ristoranti

Sono stati numerosi i ristoranti che hanno aderito all’iniziativa di sensibilizzazione lanciata da CNA per evidenziare lo stato di crisi dei bar e ristoranti e sollecitarne la riapertura, eventualmente con protocolli più stringenti di quelli attuali. Infatti, sono stati una quarantina (in allegato l’elenco, peraltro in continuo aggiornamento), in diciotto comuni della provincia, i ristoratori che hanno apparecchiato un tavolo davanti al proprio locale con una candela, “a simboleggiare luci che stanno lentamente ma inesorabilmente spegnendosi”, sottolinea Primo Bertagni, presidente di CNA Modena della categoria.

Da Sestola a Finale Emilia, da Carpi a Mirandola, passando per Modena (dove è stata particolarmente significativa l’iniziativa della Pomposa, che ha riunito una decina di locali) numerosi operatori hanno manifestato preoccupazione e disagio.

“Una manifestazione messa in atto rispettando le regole – commenta sempre Bertagni – per sottolineare come, senza riaperture, questa categoria rischia di lasciare per strada centinaia di imprese qui, a Modena, dove operano circa 3.500 attività che coinvolgono quasi diecimila addetti”.

Secondo l’Associazione, si tratta di porre rimedio alle incongruenze delle attuali limitazioni. Pensiamo al divieto, in zona arancione, delle partite iva di sedersi ai tavoli di bar e ristoranti, con tutto ciò che ne consegue anche per l’impossibilità di espletare le funzioni fisiologiche. Perché anche di questo si tratta, della funzione sociale di questi esercizi.

E non si creda – ammonisce Bertagni – che l’eventuale zona gialla basti a decretare la fine dell’emergenza: i soli pranzi, così come l’asporto e la consegna a domicilio, non sono certo sufficienti a garantire la sopravvivenza della categoria. Si tratta solo di palliativi”.

Le richieste di CNA vanno appunto in questa direzione. Innanzitutto, l’apertura a pranzo anche in zona arancione, poi la possibilità di somministrazione al tavolo sino alle 21.30, nel rispetto dei protocolli, eventualmente stabilendo norme più stringenti, come la presenza di separé tra un tavolo e l’altro o il distanziamento di due metri tra ciascuno di essi. Ancora, l’individuazione di ristori per le imprese a monte e a valle nella filiera della ristorazione: due esempi per tutti, i rappresentanti dei prodotti utilizzati nei ristoranti e le lavanderie industriali. Poi, la sospensione o la defiscalizzazione delle bollette dell’energia, visto che spesso frigoriferi ed altri impianti continuano a funzionare. Infine, più controlli, per tutelare chi, nelle misure di protezione, ha investito, con professionalità e coscienza.

Ma serve anche un minimo di programmazione. “Aprire un’attività di ristorazione non è come accendere la luce: gran parte dei prodotti utilizzati sono freschi e non sempre di immediata reperibilità. Sapere di dover aprire dall’oggi al domani spesso non consente la ripresa immediata dell’attività, così come stabilire la chiusura senza preavviso determina frequentemente perdite anche rilevanti”

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Glocal
L'economia italiana è in fase di ripresa?
L'agenzia di rating Fitch conferma per quest’anno un rating all’Italia “BBB”, con outlook stabile.leggi tutto
Il caffè della domenica", Un piccolo spazio trisettimanale a cura di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Disabilità e Diritto al Lavoro. La storia a lieto fine di Federica Vandelli di San Felice
A 8 anni l'aneurisma cerebrale che le ha cambiato la vita. Oggi il lavoro e la soddisfazione di poter aiutare gli altri. Il racconto di Francesca Monarileggi tutto
Glocal
Dal Covid alla Yolo Economy
Negli Stati Uniti imperversa un fenomeno, che sta cominciando ad interessare anche il vecchio continente: la YOLO ECONOMY, dove YOLO sta per “You Only Live Once”, che tradotto sta per “si vive una volta sola”.leggi tutto
"Il caffè della domenica", Un piccolo spazio trisettimanale a cura di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Il miracolo di Marchionne: il modello della fabbrica piatta
Il modello della fabbrica “piatta”. Così Marchionne ha rivoluzionato FCAleggi tutto
Glocal
Le start up innovative in Italia, il nuovo report
Secondo l’ultimo “rapporto sulla situazione delle startup innovative in Italia”, le startup innovative iscritte all’apposito Albo, sono 11.899, il 3,2% di tutte le società di capitali di recente costituzione.leggi tutto
Invalidità e Pensioni, ecco le prestazioni possibili
Ce lo spiega l'esperta risorse umane Francesca Monari con la supervisione di Elisa Bergamaschi, impiegata presso uno studio di Consulenti del Lavoro di Mirandolaleggi tutto
Lavoro e Ambiente. Un futuro "green" per le nuove generazioni.
Il treno della “rivoluzione verde” sta passando ora, non possiamo permetterci di perderloleggi tutto
Glocal
Trump: un pericolo per la democrazia
Quanto sta accadendo in questi giorni negli Stati Uniti, deve essere un monito per le democrazie dell’intero Pianeta.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchLa Bike Map delle Ciclovie nella Bassa Modenese
    • WatchVaccino anti Covid, un successo l'open day di San Felice
    • WatchBonaccini in visita all'azienda Fanny Srl di Nonantola

    La buona notizia

    Novi, riapre l'alimentari di Sandra e Fabrizio
    L'inaugurazione si è svolta domenica 20 giugno, alle 17, alle presenza di sindaco e vicesindaco.[...]
    Nonantola, dopo la biblioteca di condominio nasce quella “di quartiere”
    L’iniziativa è del consigliere di Nonantola Francesco Cosimo Antonucci[...]
    Internet casa, nel 2021 prezzi ancora più giù: promozioni sotto i 24 euro mensili
    I dati del nuovo Osservatorio di SOStariffe.it sui costi medi delle offerte Internet casa [...]

    Curiosità

    Nonantola, dopo la biblioteca di condominio nasce quella “di quartiere”
    Nonantola, dopo la biblioteca di condominio nasce quella “di quartiere”
    L’iniziativa è del consigliere di Nonantola Francesco Cosimo Antonucci[...]
    TedX Mirandola, intervista a Alessia Cavazza: “Il mio obiettivo? Studiare le malattie pediatriche rare, per dare speranza di vita"
    TedX Mirandola, intervista a Alessia Cavazza: “Il mio obiettivo? Studiare le malattie pediatriche rare, per dare speranza di vita"
    La studiosa mirandolese è Assistant Professor presso l’University College di Londra, dove dirige presso il Great Ormond Street Children’s Hospital[...]
    Medolla, anche i sassi colorati dai bimbi della materna saranno nascosti in paese
    Medolla, anche i sassi colorati dai bimbi della materna saranno nascosti in paese
    L'idea nasce nell'ambito dell'iniziativa 'Un sasso per un sorriso'[...]
    Nuova insidia online nelle chat di messaggistica: attenzione alla "truffa dell'eredità"
    Nuova insidia online nelle chat di messaggistica: attenzione alla "truffa dell'eredità"
    Occorre prestare la massima attenzione, bloccare il mittente del messaggio ed eventualmente informare la Polizia postale[...]
    Finale Emilia, perché i nuovi parcheggi sembrano più stretti di prima?
    Finale Emilia, perché i nuovi parcheggi sembrano più stretti di prima?
    Le precisazioni in merito del sindaco Sandro Palazzi[...]
    I dati di qualità dell’aria e pollini allergenici sulla nuova App di Arpae
    I dati di qualità dell’aria e pollini allergenici sulla nuova App di Arpae
    I dati - anche su meteo e condizioni del mare - sono aggiornati ogni 3 ore (ogni 15 minuti per la pioggia), con previsioni fino a 48 ore.[...]
    Il calcio, gli amici e altre sciocchezze: esce "6 di recupero" di Gabriele Monari
    Il calcio, gli amici e altre sciocchezze: esce "6 di recupero" di Gabriele Monari
    Giocatori improbabili, una squadra sgangherata e atmosfere della Bassa nel libro [...]
    A Bomporto il Giardino della Gioventù: gli alberi dedicati a Vincenzo Muccioli, Greta Thumberg e Papa Wojtyla
    A Bomporto il Giardino della Gioventù: gli alberi dedicati a Vincenzo Muccioli, Greta Thumberg e Papa Wojtyla
    Gli alberi sono stati comprati con il ricavato della vendita dei sassi del vecchio ponte di Bomporto[...]