Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Novi, relazione sullo stato delle alberature: necessario monitoraggio costante

NOVI DI MODENA – Il Comune di Novi di Modena informa, tramite un comunicato stampa, di aver ricevuto, in data 26 febbraio 2021, la relazione della ditta Agri2000Net, che si è occupata di effettuare valutazioni visive e strumentali su 212 alberi del territorio comunale. Le aree oggetto di studio sono state: l’aiuola di via F.lli Rosselli, piazza L. da Vinci, via G. Di Vittorio, Viale V. Veneto e Viale XXII Aprile a Novi; Parco F. Ferrari, via Mazzini, via IV Novembre a Rovereto; piazza G. Matteotti, e via S. Antonio nella frazione di S. Antonio in Mercadello. La relazione di ritorno ha messo in luce una serie di problematiche su diversi esemplari per i quali sarà necessario intervenire abbattendo e sostituendo in modo da garantire la sicurezza dei cittadini. La situazione però, una volta rimossi i singoli esemplari a rischio, non presenterà uno scenario di particolare gravità anche se, in diverse piante, è stata rilevata la presenza di funghi e spore. Questo rende necessario, nei prossimi anni, un costante monitoraggio e ulteriori esami di approfondimento.

“Tenevamo molto a questo tipo di indagine, che abbiamo attivato subito dopo la caduta di un albero in viale G. Di Vittorio, avvenuta lo scorso anno” spiega il sindaco Enrico Diacci. “Come più volte ribadito, il ricorso negli ultimi vent’anni alla capitozzatura dei rami, per limitare l’ingombro della chioma, ha favorito l’attacco da parte di funghi che hanno indebolito la struttura di diversi platani e tigli. Questo ha reso necessario un approfondimento della situazione, pensando prima di tutto alla sicurezza dei cittadini e delle abitazioni. Cosa che abbiamo scelto di fare non un tanto al braccio ma partendo da analisi scientifiche e perizie tecniche”.

Un approfondimento particolare è stato condotto su viale XXII aprile, nel tratto compreso tra via A. Gramsci e provinciale Mantova. Su questo tratto, in base a tali considerazioni, l’amministrazione comunale aveva ipotizzato un intervento più ampio, che prevedesse anche il rifacimento del manto stradale, la realizzazione di marciapiedi e l’allestimento di nuovi corpi illuminanti. Realizzare questa tipologia di intervento, tuttavia, è possibile solo sostituendo le alberature presenti, le cui radici interferiscono con il sistema fognario e dei sottoservizi. Tale ipotesi è stata presentata durante un incontro pubblico nel mese di ottobre. Dai risultati delle analisi, effettuate dalla ditta Agri2000Net, sono state rilevate criticità in almeno ventuno esemplari, che richiederanno un monitoraggio costante nei prossimi tre anni. Questo per evitare che un loro repentino peggioramento possa causare danni a cose e persone. Per un esemplare, invece, sarà necessario l’immediato abbattimento perché estremamente compromesso.

“La riqualificazione della via è per noi prioritaria e va fatta partendo da dati certi e scientifici” spiega Susanna Bacchelli, assessora all’Ambiente. “Nella serata di ieri, 26 febbraio, abbiamo svolto un primo incontro con i residenti interessati dal progetto, presentando, con i tecnici che l’hanno redatta, la perizia sulle alberature. Le proposte ed osservazioni emerse saranno utili per capire, nei prossimi mesi, come procedere. Occorre fare una riflessione attenta, legata anche al fatto che il monitoraggio e la manutenzione di quegli alberi comporterà, per i prossimi vent’anni, un’importante spesa di 210.000 mila euro. Tale scelta non manterrà in vita la pianta ma ne prolungherà la durata per qualche anno. Inoltre si deve tenere conto che non saranno possibili interventi di taglio rilevante come viene spesso richiesto dai cittadini. Questo perchè, come hanno spiegato chiaramente nella loro esposizione gli agronomi incaricati, una forte risoluzione della chioma esporrebbe le piante all’azione di funghi, spore e raggi solari che ne brucerebbero la corteccia. Andremmo quindi ad aggravare, come già fatto in passato, una situazione già compromessa proprio per l’uso di tale pratica, con la conseguenza di accelerare il deterioramento della piantata stessa. Faremo tutte le riflessioni del caso, continuando a confrontarci con i cittadini per capire quale scelta intraprendere. Il punto focale su cui mantenere l’attenzione è il concetto di investimento di denaro pubblico. Preservare ad ogni costo una pianta, le cui condizioni fitosanitarie sono scadenti e si stanno deteriorando, diminuendo la propria valenza ecologica, lo scambio di ossigeno e la filtrazione dei microparticolati, potrebbe essere molto impattante sul bilancio comunale. Sarà quindi importante mediare due necessità, non per forza opposte: preservare quello che c’è di buono e guardare a scenari futuri applicando soluzioni innovative”.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Glocal
Il miracolo di Marchionne: il modello della fabbrica piatta
Il modello della fabbrica “piatta”. Così Marchionne ha rivoluzionato FCAleggi tutto
Glocal
Le start up innovative in Italia, il nuovo report
Secondo l’ultimo “rapporto sulla situazione delle startup innovative in Italia”, le startup innovative iscritte all’apposito Albo, sono 11.899, il 3,2% di tutte le società di capitali di recente costituzione.leggi tutto
Invalidità e Pensioni, ecco le prestazioni possibili
Ce lo spiega l'esperta risorse umane Francesca Monari con la supervisione di Elisa Bergamaschi, impiegata presso uno studio di Consulenti del Lavoro di Mirandolaleggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Notizie, lavoro e molto altro con Francesca Monarileggi tutto
Lavoro e Ambiente. Un futuro "green" per le nuove generazioni.
Il treno della “rivoluzione verde” sta passando ora, non possiamo permetterci di perderloleggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Notizie, lavoro e molto altro con Francesca Monarileggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Trump: un pericolo per la democrazia
Quanto sta accadendo in questi giorni negli Stati Uniti, deve essere un monito per le democrazie dell’intero Pianeta.leggi tutto
Glocal
L'incompetenza del manager
L’Italia, tra i tanti primati che detiene nel campo dell’inefficienza e dell’inadeguatezza, si trova purtroppo anche ai primi posti, tra i Paesi a capitalismo avanzato, per l’incompetenza dei propri manager.leggi tutto
Glocal
Le organizzazioni aziendali al tempo del Covid-19
Occorre riprogrammare la nostra quotidianità, lasciando da parte gli interessi personali concentrandosi su altre forme di benessere, che tengano conto della salute e degli interessi dell’intera comunità.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    Capriolo esausto salvato nel parcheggio di un'industria ceramica
    Capriolo esausto salvato nel parcheggio di un'industria ceramica
    L'animale è stato preso e curato dai volontari de Il Pettirosso[...]
    La banconota del Comune di Soliera: 50 centesimi del 1873
    La banconota del Comune di Soliera: 50 centesimi del 1873
    Pare ce ne siano in circolazione soltanto due esemplari.[...]
    A Nonantola apre la prima Biblioteca Condominiale
    A Nonantola apre la prima Biblioteca Condominiale
    Coinvolge 4 palazzine , 30 famiglie,4 scaffali e 156 libri divisi in 4 gruppi (39 libri per palazzina).[...]
    Rimesso al nuovo il "Grappolo d'uva" della rotonda modenese
    Rimesso al nuovo il "Grappolo d'uva" della rotonda modenese
    E' l’opera in vetro di Murano installata nell’anello centrale verde della rotatoria tra via Nuova Estense e via Vignolese.[...]
    Mirandola e le terre dei Pico sono online su un nuovo sito web
    Mirandola e le terre dei Pico sono online su un nuovo sito web
    Il sito che verrà aggiornato periodicamente, è ricco di immagini suggestive e si sviluppa in cinque aree tematiche - conosci, esplora, gusto, shopping e agenda - che rendono intuitiva la ricerca dei contenuti.[...]
    Mirandola, Pasta Dallari con i Piccoli Grandi Cuori per il Policlinico di Sant’Orsola
    Mirandola, Pasta Dallari con i Piccoli Grandi Cuori per il Policlinico di Sant’Orsola
    A sostegno di tutti i bambini cardiopatici congeniti e del personale medico ospedaliero che sta lottando contro il Covid.[...]
    Mirandola, alla scoperta dei territorio su tre diversi percorsi ciclabili
    Mirandola, alla scoperta dei territorio su tre diversi percorsi ciclabili
    Si guarda alla bella stagione nella città dei Pico con la tracciatura ed installazione delle indicazioni, avvenuta nei giorni scorsi di tre percorsi ciclabili di varia lunghezza, per appassionati, ma pure per semplici cicloamatori e per le famiglie.[...]
    “Favole al telefono” di Gianni Rodari: l'audiolibro dei record
    “Favole al telefono” di Gianni Rodari: l'audiolibro dei record
    L’audiolibro ha scalato le classifiche nazionali di podcast di racconti per bambini contando 30mila riproduzioni su Youtube e altre sette piattaforme streaming[...]
    Medolla: è nata “L’alveare nell’albero”, l’associazione per chi ama le api
    Medolla: è nata “L’alveare nell’albero”, l’associazione per chi ama le api
    L'associazione si è presentata pubblicamente con un evento online sabato 20 marzo[...]