Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Ospedale di Mirandola, la dimettono con diagnosi di mal di schiena: dopo 24 ore va a Carpi e le trovano un ictus

Ospedale di Mirandola, la dimettono con diagnosi di mal di schiena: a Carpi 24 ore dopo dopo le riscontrano l’ictus. Tutto è accaduto il 31 dicembre scorso, l’ultimo giorno del 2020.
Una signora di Medolla, che chiameremo col nome di fantasia Margherita per tutelarne la privacy, si sente male all’improvviso. Ha 88 anni, ma è autonoma e attiva, guida la macchina e non ha problemi di salute. Ma tutto d’un colpo si blocca, non riesce più a muoversi: le fanno malissimo i piedi, non ha più la forza di stare dritta. Il figlio, che vive con lei, si accorge subito di quanto accade e alle 8.30 chiama il 118. In pochi minuti un’ambulanza è già lì.

Sulla vettura del soccorso non ci sono medici, ma solo volontari: osservano che è cosciente, le misurano la pressione: è altissima. Dicono ai familiari che portano Margherita al Pronto Soccorso di Mirandola. Da quel momento in poi non si hanno notizie.

Passano però poche ore e dal Pronto Soccorso chiamano il figlio di Margherita dicendo che può venire a prendere la madre. Appuntamento nel piazzale, fuori, nel primo pomeriggio. Margherita è su una sedia a rotelle, col foglio di dimissioni in mano su cui c’è scritto: “Lombosciatalgia”, mal di schiena.

Margherita torna a casa col figlio, ma la situazione non è migliorata, anzi. I familiari chiamano la Guardia Medica – è il giorno di Capodanno – che  (riferisce la figlia della signora) non si sbilancia, dice che si attiene alla valutazioni dei colleghi del Pronto Soccorso di Mirandola e non interviene.
Passa la notte e nulla cambia: Margherita sta male, non riesce a muoversi, non si tiene in piedi. Arriva un medico di base, amico di famiglia, che prende in mano la situazione e chiama il 118: spiegando quello che è accaduto, Margherita viene portata a Carpi. Qui al Ramazzini (è l’1 mattina, più di 24 ore dopo i primi sintomi dell’evento e dalle dimissioni da Mirandola) le diagnosticano l’ictus e viene ricoverata in Terapia Intensiva.

Margherita ne esce un mese e mezzo dopo, disabile. La donna autonoma e indipendente che c’era prima, non c’è più. I familiari sono costretti a ricoverarla in una casa di riposo.

La rabbia dei familiari è tanta. Come è possibile che a Mirandola non sono stati riconosciuti i sintomi di un incipiente ictus? Era possibile farlo? E se ci fossero riusciti, le conseguenze sarebbero stati meno gravi? I danni sarebbero stati ridotti?
Si sono subito rivolti a un’associazione che a Carpi raccoglie i casi di malasanità, e che ritiene sia questo il caso, tanto che stanno preparando un richiamo per la dirigenza dell’ospedale di Mirandola. Poi hanno chiamato noi, per “portare alla luce alla coscienza e responsabilità  della comunità e di cosa succede nel nostro territorio a tempi della pandemia”.

LA REPLICA DELL’AUSL

“In merito all’accesso al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Mirandola avvenuto in data 31/12/2020 da parte di una cittadina modenese, l’Azienda USL precisa che, da una preliminare disamina della documentazione a disposizione, non emergono elementi che possano ricondurre a una condotta non corretta da parte dei professionisti dell’Azienda.
Esprimendo dispiacere per le condizioni di salute della cittadina, l’AUSL resta a disposizione dei famigliari per eventuali richieste di chiarimenti o di informazioni”.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Glocal
Il miracolo di Marchionne: il modello della fabbrica piatta
Il modello della fabbrica “piatta”. Così Marchionne ha rivoluzionato FCAleggi tutto
Glocal
Le start up innovative in Italia, il nuovo report
Secondo l’ultimo “rapporto sulla situazione delle startup innovative in Italia”, le startup innovative iscritte all’apposito Albo, sono 11.899, il 3,2% di tutte le società di capitali di recente costituzione.leggi tutto
Invalidità e Pensioni, ecco le prestazioni possibili
Ce lo spiega l'esperta risorse umane Francesca Monari con la supervisione di Elisa Bergamaschi, impiegata presso uno studio di Consulenti del Lavoro di Mirandolaleggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Notizie, lavoro e molto altro con Francesca Monarileggi tutto
Lavoro e Ambiente. Un futuro "green" per le nuove generazioni.
Il treno della “rivoluzione verde” sta passando ora, non possiamo permetterci di perderloleggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Notizie, lavoro e molto altro con Francesca Monarileggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Trump: un pericolo per la democrazia
Quanto sta accadendo in questi giorni negli Stati Uniti, deve essere un monito per le democrazie dell’intero Pianeta.leggi tutto
Glocal
L'incompetenza del manager
L’Italia, tra i tanti primati che detiene nel campo dell’inefficienza e dell’inadeguatezza, si trova purtroppo anche ai primi posti, tra i Paesi a capitalismo avanzato, per l’incompetenza dei propri manager.leggi tutto
Glocal
Le organizzazioni aziendali al tempo del Covid-19
Occorre riprogrammare la nostra quotidianità, lasciando da parte gli interessi personali concentrandosi su altre forme di benessere, che tengano conto della salute e degli interessi dell’intera comunità.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    San Felice, un nuovo progetto per Cherif
    San Felice, un nuovo progetto per Cherif
    Dopo l'interruzione, per amore, del viaggio intorno al mondo, il ragazzo che nel 2012 aiutò la comunità di San Felice aprirà un ristorante di specialità italiane[...]
    La scienziata Laura Bassi Veratti protagonista del doodle di Google
    La scienziata Laura Bassi Veratti protagonista del doodle di Google
    Laura Bassi è stata la seconda donna a laurearsi in Italia e la prima a ottenere una cattedra universitaria. [...]
    Capriolo esausto salvato nel parcheggio di un'industria ceramica
    Capriolo esausto salvato nel parcheggio di un'industria ceramica
    L'animale è stato preso e curato dai volontari de Il Pettirosso[...]
    La banconota del Comune di Soliera: 50 centesimi del 1873
    La banconota del Comune di Soliera: 50 centesimi del 1873
    Pare ce ne siano in circolazione soltanto due esemplari.[...]
    A Nonantola apre la prima Biblioteca Condominiale
    A Nonantola apre la prima Biblioteca Condominiale
    Coinvolge 4 palazzine , 30 famiglie,4 scaffali e 156 libri divisi in 4 gruppi (39 libri per palazzina).[...]
    Rimesso al nuovo il "Grappolo d'uva" della rotonda modenese
    Rimesso al nuovo il "Grappolo d'uva" della rotonda modenese
    E' l’opera in vetro di Murano installata nell’anello centrale verde della rotatoria tra via Nuova Estense e via Vignolese.[...]
    Mirandola e le terre dei Pico sono online su un nuovo sito web
    Mirandola e le terre dei Pico sono online su un nuovo sito web
    Il sito che verrà aggiornato periodicamente, è ricco di immagini suggestive e si sviluppa in cinque aree tematiche - conosci, esplora, gusto, shopping e agenda - che rendono intuitiva la ricerca dei contenuti.[...]
    Mirandola, Pasta Dallari con i Piccoli Grandi Cuori per il Policlinico di Sant’Orsola
    Mirandola, Pasta Dallari con i Piccoli Grandi Cuori per il Policlinico di Sant’Orsola
    A sostegno di tutti i bambini cardiopatici congeniti e del personale medico ospedaliero che sta lottando contro il Covid.[...]
    Mirandola, alla scoperta dei territorio su tre diversi percorsi ciclabili
    Mirandola, alla scoperta dei territorio su tre diversi percorsi ciclabili
    Si guarda alla bella stagione nella città dei Pico con la tracciatura ed installazione delle indicazioni, avvenuta nei giorni scorsi di tre percorsi ciclabili di varia lunghezza, per appassionati, ma pure per semplici cicloamatori e per le famiglie.[...]