Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Un bar “fantasma” e una pizzeria abusiva individuati a Modena

Al bancone si servivano cibo e bevande ai clienti, senza peraltro rispettare le normative anti-Coronavirus, ma era completamente abusivo un bar aperto nelle scorse settimane in zona Tempio e finito, grazie alle segnalazioni dei cittadini, al centro degli accertamenti della Polizia locale di Modena. Nei confronti dell’esercizio pubblico e degli avventori sono state elevate sanzioni per oltre 4mila euro, mentre la violazione delle misure di sicurezza contro i contagi ha fatto scaturire la sospensione dell’attività. Dopo i controlli e le multe, il locale ha chiuso.

Durante le verifiche, sviluppate dopo che alcuni residenti in zona avevano segnalato al Comando il mancato rispetto delle disposizioni sul Covid nel bar risultato poi non in regola, gli operatori di polizia commerciale e del Centro storico hanno riscontrato la mancata registrazione dell’esercizio pubblico, collegato alla partita Iva di una 45enne ghanese, all’Agenzia delle entrate e alla Camera di commercio. Inoltre, non era stata presentata negli uffici comunali la Segnalazione certificata di inizio attività (Scia), necessaria per l’attività di somministrazione di alimenti e bevande, e non erano state informate le autorità sanitarie.

In più, mancavano i cartelli con gli orari di apertura e con le norme anti-Covid e il gel igienizzante per le mani. Infine, al momento del controllo nel locale sono stati identificati un addetto che prestava servizio (un 40enne ghanese) e, seduti a un tavolino, due clienti che non indossavano la mascherina. I due provenivano da fuori comune (Reggio Emilia e Como) e non hanno saputo giustificare la presenza a Modena.

Di conseguenza per la titolare dell’attività, la 45enne che aveva preso in affitto gli spazi “trasformati” in bar, è scattata una sanzione da 1.032 euro per le violazioni delle leggi della Regione e dello Stato sul commercio e sull’attività di somministrazione di alimenti e bevande e per l’inosservanza del Testo unico sulla pubblica sicurezza. Inoltre, è stato elevato il verbale per il mancato rispetto delle normative anti-Covid all’addetto di 40 anni, che permetteva il consumo di alimenti sul posto, e ai due clienti (400 euro ciascuno).

Nonostante l’intimazione della Polizia locale a regolarizzare l’attività, nei giorni successivi il bar ha aperto. Alla luce di questa situazione, a fine marzo alla titolare sono state elevate ulteriori sanzioni per l’attività abusiva (1.032 euro) e per l’inosservanza delle normative anti-Covid (400 euro ciascuno alla 45enne e a un altro cliente), da cui è scaturita anche una sospensione dell’attività per 5 giorni, a seguito di cui, come riscontrato dalla Polizia locale in un nuovo controllo, l’attività non è stata più riaperta.

SANZIONATA UNA PIZZERIA ABUSIVA

Gli accertamenti della Polizia locale scaturiti dalla pubblicità in strada, il verbale supera i 5mila euro. E in due bar rilevate irregolarità nell’applicazione del servizio mensa

Per ottenere pubblicità era stato collocato un cartellone in strada, richiamando l’attenzione dei clienti, ma a una pizzeria da asporto del Villaggio Giardino mancava l’autorizzazione comunale per poter svolgere l’attività di vendita di alimenti, che veniva praticata quindi in maniera abusiva. Lo ha scoperto la Polizia locale di Modena, che all’inizio di marzo ha sanzionato per oltre da 5mila euro l’esercizio commerciale; nel frattempo, il 40enne titolare ha avviato le pratiche per la regolarizzazione del permesso.

Ad attirare l’attenzione del Comando di via Galilei è stato proprio il cartello, a partire dal quale sono iniziati gli accertamenti del nucleo Antievasione tributaria e della polizia commerciale. Dalle verifiche, infatti, è emerso che la ragione sociale a cui era legata la partita Iva del locale era inattiva e che la sede di quest’azienda non corrispondeva a quella della pizzeria. Inoltre, il titolare non era in possesso della documentazione necessaria per poter svolgere l’attività, dal momento che non ha mai presentato in Comune la Segnalazione certificata di inizio attività (Scia). La sanzione scaturita dalla violazione della legge nazionale sulla vendita di alimenti ammonta a 5.164 euro; in più, il titolare dovrà sospendere l’attività abusiva del locale fino alla regolarizzazione, che potrà avvenire nelle prossime settimane.

Gli accertamenti della polizia commerciale hanno riguardato anche due bar in cui sono state rilevate irregolarità nell’erogazione del servizio mensa, consentito a bar e ristoranti nel contesto di un protocollo ministeriale che concede ai locali la possibilità di svolgere attività di ristorazione a favore dei dipendenti di aziende con cui viene instaurato uno specifico accordo contrattuale. In un bar della zona Torrazzi, controllato alla fine di marzo, c’erano due clienti titolari di partita Iva, quindi non legati a nessuna azienda: è scattata quindi la sanzione da 400 euro sia a loro carico sia per la titolare del locale. In un bar del centro storico, invece, sono stati identificati tre clienti che non sono risultati dipendenti di aziende con cui il locale avesse stipulato un’intesa; anche per loro, oltre che per il gestore del gestore del locale, il verbale ammonta a 400 euro.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Glocal
Il miracolo di Marchionne: il modello della fabbrica piatta
Il modello della fabbrica “piatta”. Così Marchionne ha rivoluzionato FCAleggi tutto
Glocal
Le start up innovative in Italia, il nuovo report
Secondo l’ultimo “rapporto sulla situazione delle startup innovative in Italia”, le startup innovative iscritte all’apposito Albo, sono 11.899, il 3,2% di tutte le società di capitali di recente costituzione.leggi tutto
Invalidità e Pensioni, ecco le prestazioni possibili
Ce lo spiega l'esperta risorse umane Francesca Monari con la supervisione di Elisa Bergamaschi, impiegata presso uno studio di Consulenti del Lavoro di Mirandolaleggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Notizie, lavoro e molto altro con Francesca Monarileggi tutto
Lavoro e Ambiente. Un futuro "green" per le nuove generazioni.
Il treno della “rivoluzione verde” sta passando ora, non possiamo permetterci di perderloleggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Notizie, lavoro e molto altro con Francesca Monarileggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Trump: un pericolo per la democrazia
Quanto sta accadendo in questi giorni negli Stati Uniti, deve essere un monito per le democrazie dell’intero Pianeta.leggi tutto
Glocal
L'incompetenza del manager
L’Italia, tra i tanti primati che detiene nel campo dell’inefficienza e dell’inadeguatezza, si trova purtroppo anche ai primi posti, tra i Paesi a capitalismo avanzato, per l’incompetenza dei propri manager.leggi tutto
Glocal
Le organizzazioni aziendali al tempo del Covid-19
Occorre riprogrammare la nostra quotidianità, lasciando da parte gli interessi personali concentrandosi su altre forme di benessere, che tengano conto della salute e degli interessi dell’intera comunità.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    Capriolo esausto salvato nel parcheggio di un'industria ceramica
    Capriolo esausto salvato nel parcheggio di un'industria ceramica
    L'animale è stato preso e curato dai volontari de Il Pettirosso[...]
    La banconota del Comune di Soliera: 50 centesimi del 1873
    La banconota del Comune di Soliera: 50 centesimi del 1873
    Pare ce ne siano in circolazione soltanto due esemplari.[...]
    A Nonantola apre la prima Biblioteca Condominiale
    A Nonantola apre la prima Biblioteca Condominiale
    Coinvolge 4 palazzine , 30 famiglie,4 scaffali e 156 libri divisi in 4 gruppi (39 libri per palazzina).[...]
    Rimesso al nuovo il "Grappolo d'uva" della rotonda modenese
    Rimesso al nuovo il "Grappolo d'uva" della rotonda modenese
    E' l’opera in vetro di Murano installata nell’anello centrale verde della rotatoria tra via Nuova Estense e via Vignolese.[...]
    Mirandola e le terre dei Pico sono online su un nuovo sito web
    Mirandola e le terre dei Pico sono online su un nuovo sito web
    Il sito che verrà aggiornato periodicamente, è ricco di immagini suggestive e si sviluppa in cinque aree tematiche - conosci, esplora, gusto, shopping e agenda - che rendono intuitiva la ricerca dei contenuti.[...]
    Mirandola, Pasta Dallari con i Piccoli Grandi Cuori per il Policlinico di Sant’Orsola
    Mirandola, Pasta Dallari con i Piccoli Grandi Cuori per il Policlinico di Sant’Orsola
    A sostegno di tutti i bambini cardiopatici congeniti e del personale medico ospedaliero che sta lottando contro il Covid.[...]
    Mirandola, alla scoperta dei territorio su tre diversi percorsi ciclabili
    Mirandola, alla scoperta dei territorio su tre diversi percorsi ciclabili
    Si guarda alla bella stagione nella città dei Pico con la tracciatura ed installazione delle indicazioni, avvenuta nei giorni scorsi di tre percorsi ciclabili di varia lunghezza, per appassionati, ma pure per semplici cicloamatori e per le famiglie.[...]
    “Favole al telefono” di Gianni Rodari: l'audiolibro dei record
    “Favole al telefono” di Gianni Rodari: l'audiolibro dei record
    L’audiolibro ha scalato le classifiche nazionali di podcast di racconti per bambini contando 30mila riproduzioni su Youtube e altre sette piattaforme streaming[...]
    Medolla: è nata “L’alveare nell’albero”, l’associazione per chi ama le api
    Medolla: è nata “L’alveare nell’albero”, l’associazione per chi ama le api
    L'associazione si è presentata pubblicamente con un evento online sabato 20 marzo[...]