Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
16 Aprile 2024
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Unimore, collocata la prima panchina rossa nel campus di via Campi

MODENA - Unimore sostiene da anni la campagna contro la violenza di genere. In occasione della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, l’Ateneo modenese reggiano colloca due panchine rosse, simbolo del maltrattamento del genere femminile, in due sedi universitarie, rimarcando il suo impegno di sensibilizzazione contro la violenza di genere un impegno presente anche nel Piano di Eguaglianza di genere.

La prima panchina rossa è stata inaugurata a Modena, alla presenza del rettore, prof. Carlo Adolfo Porro, sabato 25 novembre 2023 alle ore 9.00 nel Campus di via Campi dove insistono i Dipartimenti di Scienze Fisiche, Informatiche e Matematiche, di Scienze della Vita e la biblioteca Scientifico Universitaria. La seconda panchina sarà posta a Reggio Emilia alle ore 10.00 lunedì 27 novembre 2023, alla presenza del prorettore della sede di Reggio Emilia prof. Giovanni Verzellesi, davanti alla Biblioteca Universitaria di Palazzo Dossetti.

"Le terribili notizie di questi giorni, relative al femminicidio della giovane Giulia Cecchettin, studentessa di Ingegneria in prossimità della laurea presso l’Università di Padova, hanno scosso profondamente le nostre coscienze. La sua storia tragica - afferma il rettore prof. Carlo Adolfo Porro rappresenta un doloroso promemoria di una realtà che, purtroppo, continua a manifestarsi nella nostra società.  Da tempo non è più rinviabile una riflessione seria e approfondita da parte di tutti e tutte e sono, al contempo, necessarie iniziative di prevenzione e contrasto. La perdita di Giulia, e di altre – tantissime – donne, è un grido di dolore che ci chiama a una presa di coscienza collettiva per salvaguardare i principi di uguaglianza, dignità e rispetto che dovrebbero essere i pilastri della nostra quotidiana convivenza. In quest'ottica, l'inaugurazione di queste panchine rosse vuole essere simbolo dell'impegno costante e fattivo di sensibilizzazione contro la violenza di genere che il nostro Ateneo porta avanti quotidianamente".

Le due panchine rosse sono il frutto del lavoro del Comitato Unico di Garanzia di Unimore, delle Delegate del Rettore per la Sostenibilità e le Pari Opportunità, prof.ssa Grazia Ghermandi e prof.ssa Tindara Addabbo, responsabili con la Direzione Tecnica dell’azione di sostenibilità prevista nel Piano Strategico di Ateneo. L’azione mira oggi a rigenerare panchine rosse ed in futuro, attraverso la creazione di un concorso, a installare nuove panchine disegnate e realizzate da studenti e studentesse di Unimore. Si deve alla creatività del gruppo di studentesse che, all’interno dell’Equality week dell’Ateneo modenese reggiano, ha proposto nel settembre 2023 un sito web dal titolo “Tante come te”, la frase che verrà apposta nelle panchine e che esprime la vicinanza alle donne che subiscono violenza, e il sito web realizzato e alimentato dal gruppo Equality Week sulle discriminazioni di genere che consentirà di essere vicino a chi subisce o è esposta al rischio di violenza. Il progetto è stato sostenuto anche dalla Conferenza degli Studenti di Unimore che per l’occasione, dopo la presentazione e approvazione di una mozione sul tema, ha formalmente espresso la volontà di contribuire all'iniziativa, realizzando dei drappi rossi arrecanti la scritta “mai più nessun’altra” che saranno collocati nelle varie strutture dipartimentali dell’Ateneo per l’intera settimana dedicata a questo importante tema.

Il fatto che l’iniziativa – commenta Giacomo Zanni, presidente della Conferenza degli Studenti – sia stata presentata e successivamente approvata all’unanimità durante l’ultima seduta della Conferenza degli Studenti, dimostra l’importanza e l’assoluta vicinanza e sensibilità della Componente Studentesca in riferimento al tema della violenza di genere, che condanna fermamente in ogni sua forma e accezione. Quello che può sembrare un piccolo gesto simbolico, in realtà, racchiude in sé un forte messaggio di rabbia e condanna verso quelle atrocità che, purtroppo, siamo abituati a trovare nelle pagine di cronaca nazionale ormai troppo frequentemente. Inoltre, riteniamo che sia essenziale portare fisicamente negli spazi dell’Ateneo un simbolo che ci aiuti a ricordare le persone che hanno perso la vita proprio a causa di questo triste fenomeno".

Il progetto “Tante come te” – spiega Valentina Moia, studentessa Unimoreha ispirato il gruppo a creare una realtà di aiuto per tutte le donne che si ritrovano in situazioni difficili. “Tante come te” è il titolo di un sito web che abbiamo ideato con l’intento di creare un canale aperto a tutte quelle che vogliono sentirsi meno sole contro la battaglia della violenza di genere ancora prevalente nella nostra società. L’obiettivo è quello di informare le persone sulle diverse tipologie di violenza che esistono, che sia economica, psicologica, fisica ecc…Vogliamo fornire mezzi di aiuto per una futura generazione, istruire su quali sono i rischi a cui va incontro una donna su tre nell’arco di una vita. Abbiamo raggruppato nel sito i contatti delle case delle donne, di psicologi professionisti, in modo da rendere più semplice e veloce l’accesso ai canali di aiuto. Abbiamo iniziato con le città della Regione Emilia Romagna però vorremo espandere il sito per poter abbracciare in un futuro prossimo anche tutta l’Italia”.

"Le panchine rosse – afferma la delegata alle Pari Opportunità, prof.ssa Tindara Addabbo - sono un simbolo che vuole attrarre l'attenzione di chi le vede sulla violenza di genere che arriva sino al femminicidio. Panchine rosse per destare l'attenzione e confermare il supporto anche di Unimore a chi è vittima di violenza di genere. Una panchina rigenerata adesso e una panchina realizzata grazie alla creatività espressa dalla componente studentesca attraverso il progetto che prevede il loro coinvolgimento nel disegno delle nuove panchine rosse. Il gruppo sulle discriminazioni di genere, che ha partecipato alla Equality Week Unimore, fa sentire il suo contributo all'iniziativa con la frase scelta".

Il contrasto alla violenza di genere e la sua prevenzione – commenta la prof.ssa Rita Bertozzi, presidente del CUG di Unimoreè uno degli obiettivi che Unimore ha previsto nel Piano di Eguaglianza di genere. Le panchine rosse vogliono essere sia uno simbolo di vicinanza a chi è vittima della violenza di genere sia uno strumento di sensibilizzazione per tutti coloro che vivono o attraversano i nostri spazi, affinché sia tenuta viva l’attenzione sul problema. Coinvolgeregli studenti in questo progetto, è anche un importante investimento culturale”.

Il Goal 5 per lo Sviluppo Sostenibile – afferma la prof.ssa Grazia Ghermandi, delegata del rettore per la Sostenbilitàè raggiungere l'uguaglianza di genere e l'empowerment, ossia maggiore forza, autostima e consapevolezza, di tutte le donne e le ragazze. L’Agenda 2030 delle Nazioni Unite con questo Goal pone diversi traguardi, tra cui l'eliminazione di ogni forma di violenza contro tutte le donne, bambine e ragazze nella sfera pubblica e privata. L’iniziativa “panchine rosse” è un atto di vicinanza alle vittime della violenza di genere ed anche una scelta di civiltà e coerenza per un ateneo sostenibile”.

Le panchine, generate dalla creatività degli studenti di Unimore che parteciperanno al progetto, saranno tutte collocate nei polmoni verdi che Unimore ha all’interno delle sue aeree universitarie ed in quelle che verranno ampliate, altro segno tangibile dell’Ateneo modenese reggiano alla Sostenibilità che comprende, come è previsto nel Piano Strategico 2023-2025, oltre all’inclusione e alla difesa della parità di genere anche le politiche green. Questo il link con immagini e video del momento di inaugurazione della prima panchina rossa di Unimore, negli interventi il Rettore Carlo Adolfo Porro, la Delegata alle pari opportunità di Unimore, prof.ssa Tindara Addabbo, tre studenti Unimore tra i promotori dell'iniziativa Tante come te, la Prefetta Alessandra Camporota, il Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Modena dott. Luca Masini. 

SulPanaro Expo

RESTO D'ITALIA E MONDO

Rubriche

Appunti di gusto | Tutto quello che c’è da sapere della focaccia fiorita
Rubrica - Creatività, ortaggi e farine; questi gli ingredienti che danno vita a questa scenografica focaccia. Rubrica a cura di Francesca Monari
Superbonus - nuova comunicazione preventiva
Rubrica - Ce ne parla il dottor Alessandro Bergonzini: commercialista e revisore legale, residente a Camposanto
Linee guida per i Social | Ecco come creare post perfetti in pochi e semplici passaggi
Rubrica - Ed eccoci al terzo appuntamento con Susanna Baraldi, titolare di un’agenzia di comunicazione mirandolese. Oggi impareremo a destreggiarci tra post, reel e video.
Un raggio di sole tra la cronaca, per te le poesie di Luigi Golinelli
Il punto - E' la rubrica che abbiamo deciso di avviare per un momento di tregua dalla frenesia della cronaca, pubblicando le poesie che il poeta Luigi Golinelli di San Felice Sul Panaro ha gentilmente messo a disposizione per voi lettori.
Glocal
Gli italiani mangiano male
Glocal - In Italia, ogni dieci minuti, una persona muore per complicanze legate all'obesità.
L’arte in Strada | San Prospero e il murale dedicato a Fraintesa
Rubrica - Rubrica a cura di Francesca Monari
Piccole e medie imprese, come ottenere i contributi per internazionalizzazione, transizione energetica e installazione di sistemi di sicurezza
Da sapere - I bandi riguardano attività in regola con il Durc e con il pagamento del diritto annuale alla CCIAA
Glocal
Nel 2050 un pensionato per ogni lavoratore
Glocal - Finanze pubbliche e welfare non saranno più sostenibili con il calo delle nascite
Linee guida per i Social | Ecco come iniziare bene a comunicare un'attività
Rubrica - Francesca Monari ha chiesto a Susanna Baraldi, titolare di un’agenzia di comunicazione mirandolese, come impostare correttamente una pagina social
Bonus export digitale plus 2024, ecco come fare per richiederlo
Da sapere - Ce ne parla il dottor Alessandro Bergonzini: commercialista e revisore legale, residente a Camposanto

Sul Panaro on air

    • WatchRiapre il circola lato B in località Canaletto a Finale Emilia
    • WatchEcco le barriere anti inondazione per salvare Bomporto dalle alluvioni
    • WatchMarika Menozzi si candida sindaca a Concordia sul Secchia
  • I più letti

  • Most Read Posts

    • Non ci sono elementi
  • La buona notizia

    Il caso
    Finale Emilia, ha riaperto a Canaletto il circolo musicale Lato B
    Dopo tempi di incertezze torna la musica nella ex scuola elementare
    Ultime notizie
    Da Medolla Eurosets dona ossigenatori per le operazioni ai bambini in Camerun
    L'azienda sostiene il progetto “Cuori ribelli” della Onlus “Una voce per Padre Pio”
    Ultime notizie
    A Mirandola più di 600 volontari per la grande esercitazione di Protezione Civile
    Sono stati circa 150 i mezzi impiegati nella tre giorni di operazioni:

    Curiosità

    Falegname abusivo scoperto perchè espone la differenziata nel giorno sbagliato
    La storia
    Falegname abusivo scoperto perchè espone la differenziata nel giorno sbagliato
    L'errore fatale costerà all'uomo, un pensionato, 104 euro di multa più accertamento della Agenzia delle entrate
    E' festa a Soliera per i 60 anni della squadra di calcio Limidi F.C.
    Il riconoscimento
    E' festa a Soliera per i 60 anni della squadra di calcio Limidi F.C.
    Nell’occasione il campo da calcio verrà intitolato al limidese Bruno Ghelfi
    Auser Cavezzo nel grande progetto educativo contro lo spreco del cibo del Centro di Educazione alla Sostenibilità Ucman
    I dati
    Auser Cavezzo nel grande progetto educativo contro lo spreco del cibo del Centro di Educazione alla Sostenibilità Ucman
    Nelle scuole primarie del territorio un progetto educativo per spiegare ai bambini il valore che ha il cibo e ridurne lo spreco.
    La mirandolese Letizia Borella è la "Bodypainting model of the year 2023"
    Ultime notizie
    La mirandolese Letizia Borella è la "Bodypainting model of the year 2023"
    Il prestigioso titolo corona una carriera che l'ha vista partecipare e vincere numerose competizioni italiane ed internazionali
    San Prospero città delle donne: si racconta la libertà femminile tra studio, perseveranza e coraggio
    Il riconoscimento
    San Prospero città delle donne: si racconta la libertà femminile tra studio, perseveranza e coraggio
    E' stato un bel pomeriggio -  sala stra piena, pubblico attento e tanti applausi - quello che la neonata associazione I talenti di Minerva ha organizzato a San Prospero presso la biblioteca.
    Quelli di Villaggio Fantozzi ci son cascati di nuovo: a ottobre San Felice diventa Cinevalley
    Ultime notizie
    Quelli di Villaggio Fantozzi ci son cascati di nuovo: a ottobre San Felice diventa Cinevalley
    Sette grandi film. Tre giorni. Un fiume di eventi. Roberto Gatti &Co rendono omaggio a sette capolavori del cinema italiano
    Nuovi spazi per il centro bambini a Carpi
    Per i più piccoli
    Nuovi spazi per il centro bambini a Carpi
    Inoltre si inaugurerà la sede del “Consiglio dei ragazzi”
    Trattamenti estetici, gli italiani spendono in media 320 euro all’anno
    Curiosità
    Trattamenti estetici, gli italiani spendono in media 320 euro all’anno
    Le cifre più alte sono riservate alla cura dei capelli e del viso.
    Da Mirandola a Trieste, Raffaele Bruschi nella spedizione che ha scoperto un nuovo ramo del fiume Timavo
    La storia
    Da Mirandola a Trieste, Raffaele Bruschi nella spedizione che ha scoperto un nuovo ramo del fiume Timavo
    Il mirandolese era con gli speleologi della Società adriatica che hanno fatto la sensazionale scoperta scientifica: "Siamo stati dove nessuno mai"
    A Mirandola uno scorcio di piazza Costituente ora porta il nome di Largo Elvino Castellazzi
    Il caso
    A Mirandola uno scorcio di piazza Costituente ora porta il nome di Largo Elvino Castellazzi
    E' tra gli ultimi atti della giunta di Alberto Greco, che a giugno lascerà la carica di sindaco di Mirandola. “Un modo concreto per ricordare una grande persona”

    chiudi