Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Studio su artrite reumatoide, a Salvarani dedicato editoriale su Lancet

Da uno studio multicentrico che ha coinvolto diverse strutture cliniche reumatologiche europee, tra cui quelle dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Modena e dell’Azienda USL-IRCCS di Reggio Emilia, dirette dal Professor Carlo Salvarani, arrivano importanti conferme sulla cura della artrite reumatoide: la terapia a base dosi di steroide (cortisone) impiegata in combinazione con un altro farmaco e somministrata in maniera continuativa è efficace e sicura. Lo studio per la sua rilevanza scientifica ha ricevuto l’attenzione della prestigiosa ed autorevole rivista scientifica medica Lancet che vi ha dedicato anche un editoriale.

La terapia a basse dosi di steroide (cortisone) comunemente impiegata in combinazione nella cura della artrite reumatoide è efficace, ma anche sicura, quando è somministrata in maniera continuativa.

Lo dimostra un importante studio pubblicato sull’ultimo numero di Lancet, la più autorevole rivista scientifica di medicina, che a questo studio ha dedicato non solo una presentazione dei risultati e della ricerca, ma anche un Editoriale. Il titolo dello studio è “Continuing versus tapering glucocorticoids after achievement of low disease activity or remission in rheumatoid arthritis (SEMIRA): a double-blind, multicentre, randomised controlled trial” (“Terapia steroidea continuativa verso riduzione dello steroide dopo il raggiungimento di una bassa attività di malattia o remissione nella artrite reumatoide (SEMIRA): un trial doppio cieco, randomizzato e controllato”.).

Tale studio, un trial doppio cieco (né il paziente né il medico conoscono la natura del farmaco effettivamente somministrato), randomizzato, controllato, per la prima volta ha valutato un problema clinico di grande rilievo della pratica reumatologica, riguardante – appunto – l’efficacia e sicurezza della terapia continuativa con basse dosi di steroide nella artrite reumatoide.

Il risultato è stato di grande importanza poiché lo studio ha potuto chiaramente accertare l’efficacia e sicurezza della terapia continuativa con basse dosi di steroide (prednisone 5 mg/dì) nella artrite reumatoide. “Tale dosaggio di steroide – spiega il Prof. Carlo Salvarani di Unimore, Direttore della Struttura Complessa di Reumatologia dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Modena e della Clinica Reumatologica della Azienda USL-IRCCS di Reggio Emilia, unico italiano tra gli autori dello studio – dato continuativamente (per almeno 6 mesi) nei pazienti con artrite reumatoide con bassa attività di malattia e in terapia con tocilizumab (farmaco biologico che blocca l’IL-6) ha determinato un miglior controllo dell’attività di malattia in termini di miglioramento del DAS28 ESR (indice composito di attività di malattia) e di assenza di riacutizzazioni di malattia a 6 mesi rispetto ai pazienti che riducevano/sospendevano lo steroide”.

Inoltre, tale terapia steroidea continuativa si è dimostrata sicura, cioè tra i pazienti che sospendevano lo steroide e quelli che lo continuavano per 6 mesi non si sono rilevate differenze di effetti collaterali severi (5% verso 3%).

Tale studio – afferma il Prof. Carlo Salvarani – ha/avrà importantissimi risvolti nella pratica clinica corrente poiché cambierà lo “standard of care” dei pazienti con artrite reumatoide favorendo l’utilizzo cronico nei pazienti con bassa attività di malattia delle basse dosi di steroide in associazione alla terapia di fondo con farmaco biotecnologico”.

L’utilizzo della terapia steroidea nella artrite reumatoide rappresenta un problema di grande rilevanza clinica tanto che al Dr. Philip Hench, reumatologo della Mayo Clinic, venne dato nel 1950 il premio Nobel per la medicina e Fisiologia per l’utilizzo del cortisone nella artrite reumatoide.  La artrite reumatoide rappresenta la più frequente e devastante artrite infiammatoria che se non trattata adeguatamente determina deformazioni articolari irreversibili e invalidità permanente.

Lo studio nasce da una collaborazione con le più prestigiose Cliniche Reumatologiche e Università Europee (Berlino, Parigi, Madrid, Ginevra, Basilea, Utrecht). Le Unità di Trials Clinici della Reumatologia dell’AOU di Modena e della Azienda USL-IRCCS di Reggio Emilia hanno “fortemente” partecipato a questo studio, nella sua ideazione, scrittura del protocollo, raccolta di casi, interpretazione della valutazione statistica e scrittura del manoscritto.

Vorrei ringraziare – conclude il Prof. Carlo Salvarani – il mio bravissimo gruppo delle due Unità di Trials Clinici di Modena e Reggio Emilia con cui collaboro strettamente e che con grandissima competenza, come sempre, hanno condotto questo studio. Un particolare ringraziamento per Modena va alla Dr.ssa Gilda Sandri, alla Prof.ssa Maria Teresa Mascia e alle Dr.sse Andreina ManfrediFederica LumettiCaterina Vacchi e Amelia Spinella e al Dr. Marco Sebastiani che, oltre che ad occuparsi della ricerca clinica, portano avanti quotidianamente i nostri ambulatori sulle artriti infiammatorie, in particolare gli ambulatori dedicati ai pazienti in terapia con farmaci biotecnologici”.

Lo studio multicentrico europeo cui ha partecipato il Prof. Salvarani – commenta il Rettore Unimore Prof. Carlo Adolfo Porro – ha rilevanti ricadute terapeutiche per una patologia potenzialmente invalidante come l’artrite reumatoide. Complimenti a tutto il gruppo per questo risultato, che conferma l’importanza di essere parte di reti internazionali di alto livello per assicurare elevati standard di ricerca e di assistenza delle nostre strutture sanitarie”.

Negli ambulatori di Reumatologia del Policlinico di Modena sono seguiti più di 1.000 pazienti, provenienti non solo dalla provincia di Modena, ma da tutta Italia, trattati con i farmaci citati e più innovativi. Tra l’altro la Reumatologia dell’AOU di Modena ha partecipato al gruppo regionale per la stesura delle “Raccomandazioni terapeutiche dei pazienti con artriti infiammatorie (artrite reumatoide, artrite psoriasica e spondiloartriti)”, che rappresentano un “faro” in tutta Italia per l’utilizzo di tali terapie.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Glocal
L'economia italiana è in fase di ripresa?
L'agenzia di rating Fitch conferma per quest’anno un rating all’Italia “BBB”, con outlook stabile.leggi tutto
Il caffè della domenica", Un piccolo spazio trisettimanale a cura di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Disabilità e Diritto al Lavoro. La storia a lieto fine di Federica Vandelli di San Felice
A 8 anni l'aneurisma cerebrale che le ha cambiato la vita. Oggi il lavoro e la soddisfazione di poter aiutare gli altri. Il racconto di Francesca Monarileggi tutto
Glocal
Dal Covid alla Yolo Economy
Negli Stati Uniti imperversa un fenomeno, che sta cominciando ad interessare anche il vecchio continente: la YOLO ECONOMY, dove YOLO sta per “You Only Live Once”, che tradotto sta per “si vive una volta sola”.leggi tutto
"Il caffè della domenica", Un piccolo spazio trisettimanale a cura di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Il miracolo di Marchionne: il modello della fabbrica piatta
Il modello della fabbrica “piatta”. Così Marchionne ha rivoluzionato FCAleggi tutto
Glocal
Le start up innovative in Italia, il nuovo report
Secondo l’ultimo “rapporto sulla situazione delle startup innovative in Italia”, le startup innovative iscritte all’apposito Albo, sono 11.899, il 3,2% di tutte le società di capitali di recente costituzione.leggi tutto
Invalidità e Pensioni, ecco le prestazioni possibili
Ce lo spiega l'esperta risorse umane Francesca Monari con la supervisione di Elisa Bergamaschi, impiegata presso uno studio di Consulenti del Lavoro di Mirandolaleggi tutto
Lavoro e Ambiente. Un futuro "green" per le nuove generazioni.
Il treno della “rivoluzione verde” sta passando ora, non possiamo permetterci di perderloleggi tutto
Glocal
Trump: un pericolo per la democrazia
Quanto sta accadendo in questi giorni negli Stati Uniti, deve essere un monito per le democrazie dell’intero Pianeta.leggi tutto

Sul Panaro on air

  • An error occurred:

    The request cannot be completed because you have exceeded your quota.

    La buona notizia

    Danza "sotto le stelle" con gli allievi della Danzarte di Concordia
    Il prossimo appuntamento è per giovedì 24 giugno alle 21.15 sempre in piazza Gina Borellini con la Rassegna teatrale – Una tenda in piazza e lo spettacolo L'incanto.[...]
    Bomporto, medaglia d'oro per Annalisa e Matteo al Campionato "Italian roller games"
    I due atleti si sono classificati al playhool per la categoria cadetti.[...]
    Novi, riapre l'alimentari di Sandra e Fabrizio
    L'inaugurazione si è svolta domenica 20 giugno, alle 17, alle presenza di sindaco e vicesindaco.[...]

    Curiosità

    Danza "sotto le stelle" con gli allievi della Danzarte di Concordia
    Danza "sotto le stelle" con gli allievi della Danzarte di Concordia
    Il prossimo appuntamento è per giovedì 24 giugno alle 21.15 sempre in piazza Gina Borellini con la Rassegna teatrale – Una tenda in piazza e lo spettacolo L'incanto.[...]
    Uno studio di Unimore indaga se l’altruismo sia legato a una particolare capacità cognitiva
    Uno studio di Unimore indaga se l’altruismo sia legato a una particolare capacità cognitiva
    Lo studio è stato condotto dai ricercatori di Unimore del laboratorio Rebel e pubblicato sulla rivista Nature Scientific Reports[...]
    Nonantola, dopo la biblioteca di condominio nasce quella “di quartiere”
    Nonantola, dopo la biblioteca di condominio nasce quella “di quartiere”
    L’iniziativa è del consigliere di Nonantola Francesco Cosimo Antonucci[...]
    TedX Mirandola, intervista a Alessia Cavazza: “Il mio obiettivo? Studiare le malattie pediatriche rare, per dare speranza di vita"
    TedX Mirandola, intervista a Alessia Cavazza: “Il mio obiettivo? Studiare le malattie pediatriche rare, per dare speranza di vita"
    La studiosa mirandolese è Assistant Professor presso l’University College di Londra, dove dirige presso il Great Ormond Street Children’s Hospital[...]
    Medolla, anche i sassi colorati dai bimbi della materna saranno nascosti in paese
    Medolla, anche i sassi colorati dai bimbi della materna saranno nascosti in paese
    L'idea nasce nell'ambito dell'iniziativa 'Un sasso per un sorriso'[...]
    Nuova insidia online nelle chat di messaggistica: attenzione alla "truffa dell'eredità"
    Nuova insidia online nelle chat di messaggistica: attenzione alla "truffa dell'eredità"
    Occorre prestare la massima attenzione, bloccare il mittente del messaggio ed eventualmente informare la Polizia postale[...]
    Finale Emilia, perché i nuovi parcheggi sembrano più stretti di prima?
    Finale Emilia, perché i nuovi parcheggi sembrano più stretti di prima?
    Le precisazioni in merito del sindaco Sandro Palazzi[...]
    I dati di qualità dell’aria e pollini allergenici sulla nuova App di Arpae
    I dati di qualità dell’aria e pollini allergenici sulla nuova App di Arpae
    I dati - anche su meteo e condizioni del mare - sono aggiornati ogni 3 ore (ogni 15 minuti per la pioggia), con previsioni fino a 48 ore.[...]
    Il calcio, gli amici e altre sciocchezze: esce "6 di recupero" di Gabriele Monari
    Il calcio, gli amici e altre sciocchezze: esce "6 di recupero" di Gabriele Monari
    Giocatori improbabili, una squadra sgangherata e atmosfere della Bassa nel libro [...]