Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
24 Maggio 2022

Bollette piccole e medie imprese, i consigli su come risparmiare

Non è un momento facile per i piccoli esercenti, costretti da un giorno all’altro allo stop oppure alla chiusura anticipata, a seguito degli ultimi Dpcm. I consigli degli esperti SOStariffe.it mettono a disposizione degli utenti dei trucchi per risparmiare sulle bollette. Tagliando i consumi di luce e gas e magari passare a un nuovo operatore sarà possibile ottimizzare le spese e ridurre l’importo delle bollette energetiche.

Per le piccole aziende può essere strategico riuscire ad alleggerire le fatture di luce e gas. Risparmiare sulle bollette energetiche è indispensabile, soprattutto per gli imprenditori in difficoltà economica o con liquidità limitata nel periodo della pandemia. Per farlo bisogna prendere in considerazione alcuni aspetti fondamentali. Come ad esempio la comparazione di più offerte per individuare le soluzioni migliori e orientarsi tra tariffe a prezzo fisso e a prezzo variabile. È importante, inoltre, conoscere i tipi di offerte business esistenti e avvalersi delle agevolazioni fiscali previste per le aziende. I trucchi degli esperti SOStariffe.it offrono un valido supporto per destreggiarsi nel mercato energetico con disinvoltura.

Distinguere le tariffe aziendali da quelle domestiche

La prima regola è assicurarsi di usufruire di una tariffa luce e gas aziendale, quindi di tipo business. Il fabbisogno energetico di un’azienda è, infatti, diverso da quello di una famiglia, anche se si tratta di una piccola attività, magari a conduzione familiare, svolta nella propria abitazione.  Come accertarci che i contatori non facciano riferimento a una tariffa domestica residenziale? Anzitutto il contatore della luce deve misurare la cosiddetta BTA (bassa tensione altri usi) nella quale gli oneri dipendono dalla potenza. Per il gas consideriamo invece che l’Italia è divisa in 6 zone tariffarie, e dunque la tariffa applicata cambierà in relazione alla zona geografica in cui la nostra azienda opera.

I trucchi per selezionare le migliori tariffe business

Tra i vari parametri da vagliare per scegliere una tariffa aziendale ad hoc per le nostre esigenze, uno dei principali è il prezzo. Può essere fisso o variabile. Qual è la differenza? Il prezzo fisso per le offerte energia elettrica business non può subire variazioni nel tempo, in base alle condizioni contrattuali. Lo stesso discorso vale per le offerte gas business a prezzo fisso. Il fornitore si impegna a tenerlo ‘fermo’ (ad esempio per 12 o 24 mesi) e così l’utente avrà maggiore certezze sull’importo delle bollette. Il prezzo variabile, la parola stessa lo dice, può risentire di una serie di variazioni in base all’andamento del mercato e, in particolare, di un indice di riferimento. Per la luce ad esempio occorre considerare il cosiddetto PUN, ovvero il prezzo unico nazionale che varia ogni mese.

Le offerte business green e quelle ‘su misura’

Tra le proposte – tipo di per una fornitura di energia aziendale ci sono le offerte green, basate su energia ricavata da fonti rinnovabili, interessanti per chi voglia prestare attenzione alla sostenibilità ambientale. Accanto a queste troviamo i contratti che variano in base alla ‘taglia’ del nostro fabbisogno energetico. Si tratta di offerte che diventano sempre più vantaggiose all’aumentare dei kilowattora di luce o dei metri cubi di gas consumati. Il loro prezzo si riduce all’aumentare dei consumi.

In genere le piccole imprese e i professionisti con partita IVA hanno consumi fino a 30000 kWh/anno per la luce e fino a 15.000 Smc/anno per il gas. Se consideriamo le medie imprese i consumi della luce salgono a 100.000 kWh/anno e quelli del gas a 100.000 Smc/anno. Di solito, infine, le grandi imprese hanno consumi di portata superiore a 100.000, sia in termini di kWh che di Smc. Accanto a queste due proposte contrattuali c’è anche spesso la possibilità di concordare prezzi ad hoc per la singola azienda con il fornitore.

Valutare i bonus fiscali e i vantaggi dei pagamenti elettronici

Le spese per le fatture di luce e gas rappresentano costi fissi per un’azienda. Un buon consiglio di risparmio è pertanto informarsi sull’esistenza di eventuali agevolazioni fiscali nazionali, che consentano di risparmiare sulle bollette. Può essere utile, inoltre, prestare attenzione alle modalità di fatturazione delle bollette. Ad esempio, optare per la domiciliazione bancaria delle fatture e l’invio della bolletta solo in formato elettronico aumenta il nostro margine di risparmio.

Queste soluzioni, inoltre, agevolano i pagamenti: con la domiciliazione il costo delle bollette di luce e gas viene addebitato direttamente sul nostro conto corrente o su una carta di credito, risparmiandoci la fastidiosa incombenza di dover versare materialmente le somme dovute a ogni scadenza. Ricevere la fattura in formato elettronico, anziché cartaceo, aiuta l’ambiente, evitando lo spreco di carta, e anche la nostra tasca.

Luce: scegliere tra monoraria e bioraria: che differenza c’è?

Nella scelta della tariffa luce migliore è importante considerare che spesso i prezzi variano in base all’orario di utilizzo dell’energia. Le aziende la cui attività è concentrata durante le ore diurne dovrebbero optare ad esempio per una tariffa dell’elettricità monoraria, il cui prezzo è uguale nel corso della giornata. Se invece i consumi di elettricità sono concentrati principalmente di sera o durante il weekend sarà più conveniente sottoscrivere una tariffa bioraria. Le tariffe biorarie dividono la giornata in fasce con prezzi diversi. In genere i costi si riducono alla sera e durante il weekend, mentre invece salgono nelle ore del giorno e nel corso della settimana.

Passare al mercato libero

A partire dal primo gennaio 2022 sarà obbligatorio il passaggio al mercato libero dell’energia e del gas naturale. Fino a quel momento si potrà stipulare un contratto aziendale luce nel mercato libero solo per le aziende collegate alla rete a bassa tensione con meno di 50 dipendenti e fatturato fino a 10 milioni di euro. Per quanto riguarda il gas, invece, le piccole aziende sono già obbligate a scegliere un’offerta del mercato libero da 2013. Per chi voglia cambiare fornitore si consigliano le tariffe dual fuel, più economiche e in grado di garantire una fornitura congiunta di luce e gas con la stessa azienda.

Il comparatore: una bussola per orientarsi in un mare di offerte

L’uso di un comparatore è indispensabile per individuare le soluzioni migliori, e orientarsi tra offerte a prezzo fisso e a prezzo variabile. Come il tool di comparazione luce e gas semplice e intuitivo messo a disposizione da SOStariffe.it https://www.sostariffe.it/energia-elettrica-gas/business/. Lo strumento, accessibile anche in mobilità grazie all’applicazione SOStariffe.it per dispositivi mobili https://www.sostariffe.it/app/ , consente di visualizzare in una schermata sinottica tutte le promozioni e le offerte più convenienti del momento.

I consigli in breve

Riepilogando: una buona idea è quella di puntare sulle offerte dual fuel e a prezzo bloccato, così da evitare gli eventuali rincari del mercato energetico. Per la luce, le offerte multi-orarie possono rappresentare un’opzione conveniente. Eliminare i costi accessori grazie alla domiciliazione bancaria e alla bolletta digitale. Infine avvalersi di eventuali bonus e agevolazioni fiscali disponibili per le aziende.

 

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

“Il caffè della domenica” di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Consigli di salute
Devitalizzare un dente fa male?
Devitalizzare un dente fa male? E' la domanda che ci si pone quando ci si prospetta una estrazioneleggi tutto
“E adesso un libro: rubrica di libri” De culpabili amore dell’esordiente mirandolese Filippo Reggiani
La mirandolese Francesca Monari ci porta in viaggio tra le pagine dei suoi libri preferitileggi tutto
“Il caffè della domenica” di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Due parole sull'economia italiana
L’aumento dei prezzi dei beni energetici e di quelli alimentari stanno gravando molto su imprese e famiglie.leggi tutto
Consigli di salute
Come raddrizzare i denti storti senza apparecchio
Sono uno dei problemi odontoiatrici più diffusi tra persone di ogni età. E non è solo una questione esteticaleggi tutto
“E adesso un libro: rubrica di libri”. Le perfezioni di Vincenzo Latronico
La mirandolese Francesca Monari ci porta in viaggio tra le pagine dei suoi libri preferitileggi tutto

Sul Panaro on air

  • An error occurred:

    The request cannot be completed because you have exceeded your quota.

    La buona notizia

    Per i diversamente abili dai 15 anni in su, ecco le iniziative estive di Anffass Mirandola
    Previsti sport, balli, canti e giochi: la sede principale delle attività sarà a Cavezzo. Sono previste uscite sul territorio e giornate in piscina.[...]
    Donne straniere a scuola di italiano a Medolla grazie alla Zerla
    Dal novembre 2021 a maggio 2022 ben 40 donne straniere hanno frequentato i quattro corsi proposti e gestiti dalla cooperativa sociale[...]
    A Cavezzo al posto dell'ex magazzino comunale nuovi spazi per lo sport
    Ci sarà la palestra della Boxe Cavezzo e qui la Polisportiva ha aperto la nuova sede.[...]

    Curiosità

    A Mirandola tour su bus a due piani. E le guide sono gli studenti delle medie
    A Mirandola tour su bus a due piani. E le guide sono gli studenti delle medie
    Si ripercorre la storia di Mirandola, attraverso i suoi luoghi più simbolici e conosciuti[...]
    La visita di Mattarella e il ritorno dei sorrisi dei bambini - LA CRONACA
    La visita di Mattarella e il ritorno dei sorrisi dei bambini - LA CRONACA
    Il presidente della Repubblica è stato accolto con calore nel decimo anniversario del terremoto a Medolla e a Finale Emilia. Commosso l'ex presidente Errani. [...]
    A Finale Emilia torna a zampillare la fontana
    A Finale Emilia torna a zampillare la fontana
    Un simbolo di rinascita che accompagna il ricco programma di iniziative per celebrare il Decennale: a Finale Emilia e in tutta la Bassa.[...]
    Da aspirante medico a Chef: Carlotta Lolli la cuoca cresciuta tra mattarelli e frutteti
    Da aspirante medico a Chef: Carlotta Lolli la cuoca cresciuta tra mattarelli e frutteti
    Una bella storia di imprenditoria giovanile quella della ventottenne modenese che poche ore dopo aver accantonato la lettera di ammissione alla Facoltà di Medicina, si è ritrovata Allieva della Scuola Internazionale di Cucina Italiana a Colorno[...]
    Ligabue, Pavarotti e quella volta a Rovereto sul Secchia
    Ligabue, Pavarotti e quella volta a Rovereto sul Secchia
    Il Tropical di Rovereto è stata negli anni '70 una delle balere più atpiche della Bassa dove al posto del liscio, si ballava la disco music.[...]
    Mirandola, incidente tra due auto e una bici in via Libertà
    Mirandola, incidente tra due auto e una bici in via Libertà
    Gli agenti della polizia locale di Mirandola sono ancora sul posto per i rilievi.[...]
    I bassorilievi dell'istituto Corni rimessi a nuovi coi pedaggi di Autobrennero
    I bassorilievi dell'istituto Corni rimessi a nuovi coi pedaggi di Autobrennero
    I lavori di restauro delle ceramiche sulla facciata della scuola di viale Tassoni, realizzate dallo scultore friulano Luciano Ceschia, dureranno per un mese[...]
    Emilia-Romagna prima regione in Italia per uso del Fascicolo Sanitario Elettronico (Fse)
    Emilia-Romagna prima regione in Italia per uso del Fascicolo Sanitario Elettronico (Fse)
    È quanto emerge dalla rilevazione effettuata dal Ministero della Sanità e da quello dell’Innovazione tecnologica [...]
    Stupido Hotel Show Rimini: ecco l'elenco ufficiale dei concorrenti
    Stupido Hotel Show Rimini: ecco l'elenco ufficiale dei concorrenti
    Lo Stupido Hotel show è una vacanza-show in stile 'Grande fratello': dove non paghi l'albergo ma rinunci alla privacy.[...]
    • malaguti