Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Progetto “Specialista on call”, un numero unico provinciale per un filo diretto tra medici di base e specialisti

Un numero telefonico dedicato per supportare i Medici di Medicina Generale che necessitano di un confronto con uno specialista per approfondire la loro diagnosi, nell’ottica di limitare il più possibile gli spostamenti dei propri pazienti e ricevere risposte immediate su terapie e percorsi di cura più appropriati.

Il progetto si chiama “Specialista on call” e nasce con l’obiettivo di conciliare gli effetti dell’emergenza sanitaria da Covid-19 con le nuove modalità di accesso alle prestazioni sanitarie: si tratta di un numero unico provinciale pensato dall’Azienda Usl di Modena con l’Azienda Ospedaliero-Universitaria e l’Ospedale di Sassuolo Spa e la collaborazione degli specialisti del territorio, a disposizione dei medici di famiglia. Il progetto, attivo già da alcuni mesi in via sperimentale sull’area centro – distretti di Modena e Castelfranco Emilia – è stato esteso all’intero ambito provinciale a partire da lunedì 16 novembre, con l’introduzione della possibilità da parte dei Medici di Medicina Generale (MMG) di rivolgersi anche al Pronto Soccorso.

Il numero consente ai MMG di contattare direttamente gli specialisti, ancor prima di fissare una visita in presenza: si fornisce così un supporto operativo, efficace perché immediato, per la gestione quotidiana dell’attività clinica, in quanto è possibile condividere percorsi di gestione dei pazienti, dall’analisi degli esami diagnostici in tempo reale all’eventuale presa in carico urgente, in caso di bisogno, anche attraverso il Pronto soccorso.

“L’emergenza sanitaria legata alla pandemia da Covid-19 – chiarisce Giuliana Fabbri, Direttore dell’unità operativa complessa Gestione Attività di Specialistica Ambulatoriale – ha modificato non solo le nostre abitudini di vita, ma anche, e radicalmente, le modalità di accesso alle prestazioni sanitarie, comprese quelle di specialistica ambulatoriale, che devono essere riviste e riorganizzate in un’ottica di diverso utilizzo delle risorse con particolare sviluppo delle attività di telemedicina. La graduale ripresa di tali attività sospese ha richiesto pertanto una ridefinizione delle modalità di accesso e nuovi modelli organizzativi che dispongano di strumenti utilizzabili anche a distanza per gestire i percorsi dei pazienti. In quest’ottica diventa fondamentale la collaborazione su base provinciale tra gli specialisti ospedalieri e territoriali e i medici di medicina generale, per condividere il più possibile le modalità di accesso a visite e prestazioni diagnostiche, quando necessarie, ed i casi clinici che possano essere gestiti efficacemente tramite un confronto tra professionisti senza necessità di un appuntamento de visu”.

Il numero unico, dunque, è uno strumento pratico pensato per portare un miglioramento nel sistema dell’offerta sanitaria e che si rivela ancor più utile in questa nuova fase emergenziale, in quanto si riducono i primi accessi dei cittadini dagli specialisti; si possono inoltre superare carenze di locali relativi a spazi e tempi di visita, e soprattutto si approfondisce, sin dal primo incontro con il medico di famiglia, il percorso diagnostico.

Come funziona

Dal punto di vista tecnico, il servizio utilizza una tecnologia di teleconsulto già sperimentata dall’Azienda Usl di Modena dallo scorso marzo con il team di infettivologi e pneumologi strutturato per fornire consulenza ai medici di medicina generale per affrontare l’emergenza Coronavirus (oltre 700 le consulenze fornite nel periodo di maggiore picco, dal 16 marzo al 20 aprile).

Una volta digitato il numero verde, il medico può scegliere la branca specialistica con cui desidera confrontarsi. Le branche consultabili sono: Pneumologia, Cardiologia, Nefrologia, Reumatologia, Gastroenterologia, Endocrinologia, Malattie Infettive, Centro Cefalee, Farmacia, Neurologia. Il servizio è stato ulteriormente sviluppato con l’inserimento della disponibilità da parte di Pronto Soccorso-Medicina d’Urgenza provinciali. È stata attivata inoltre la disponibilità del medesimo servizio di consulenza per il medico della Casa circondariale Sant’Anna di Modena.

Gli specialisti coinvolti nel progetto potranno rispondere sia da un numero fisso (es. ambulatorio/reparto) che da un numero di cellulare aziendale o personale e quindi lavorare dalle diverse sedi delle Aziende Sanitarie o anche da domicilio, in modalità smart working.

Lo Specialista on call è attivo dal lunedì al venerdì dalle 11 alle 16, in una fascia oraria che possa garantire la presenza durante gli orari di apertura degli ambulatori dei medici di famiglia. A loro volta, come detto, gli specialisti potranno rispondere da qualsiasi sede e dispositivo telefonico loggandosi ad una App che ha il duplice vantaggio di non rendere visibile il numero di telefono dello specialista e al contempo registrare l’attività svolta a fini di monitoraggio del servizio.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Il caffè della domenica con Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Trump: un pericolo per la democrazia
Quanto sta accadendo in questi giorni negli Stati Uniti, deve essere un monito per le democrazie dell’intero Pianeta.leggi tutto
Glocal
L'incompetenza del manager
L’Italia, tra i tanti primati che detiene nel campo dell’inefficienza e dell’inadeguatezza, si trova purtroppo anche ai primi posti, tra i Paesi a capitalismo avanzato, per l’incompetenza dei propri manager.leggi tutto
Glocal
Le organizzazioni aziendali al tempo del Covid-19
Occorre riprogrammare la nostra quotidianità, lasciando da parte gli interessi personali concentrandosi su altre forme di benessere, che tengano conto della salute e degli interessi dell’intera comunità.leggi tutto
Glocal
Covid-19: rapporto sull'economia dell'Emilia-Romagna
Secondo il rapporto congiunturale redatto dalla Banca d’Italia, anche l’economia della prosperosa Emilia-Romagna, a causa della diffusione della pandemia di Covid-19, sta soffrendo molto.leggi tutto
Glocal
Lavoro: le figure richieste nel post Covid
Secondo una stima elaborata da Unioncamere, nei prossimi quattro anni, quasi due milioni e mezzo di giovani in possesso di lauree, diplomi e qualifiche professionali troveranno lavoro. Un terzo riguarderà le qualifiche professionali, mentre i restanti due terzi laureati e diplomati.leggi tutto
Glocal
Recessione economica globale da Covid-19
La pandemia sta causando una recessione economica globale.leggi tutto
Lettere persiane
Si torna a scuola, incipit vita nova - LA RIFLESSIONE
E un’autentica paideia civica ed esistenziale, capace di formare la mente e l’anima degli individui educandoli al Mondo della Vita, secondo lo studente mirandolese Giovanni Battista Olianileggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
La biodiversità che non ti aspetti: le Valli mirandolesi
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta della Stazione Ornitologica Modenese che si trova a Mirandolaleggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    I bimbi vanno in sala operatoria con la Bmw al Policlinico di Modena
    I bimbi vanno in sala operatoria con la Bmw al Policlinico di Modena
    AutoClub, storica concessionaria BMW di Modena ha donato due BMW I8 Spyder Toy Car che accompagneranno il bimbo in sala operatoria. [...]
    Il Comune di Medolla forma le liste di leva per i nati del 2004, chiamata alle armi in vista?
    Il Comune di Medolla forma le liste di leva per i nati del 2004, chiamata alle armi in vista?
    E' un atto burocratico perché il servizio militare obbligatorio non è scomparso, ma sospeso. E periodicamente si parla di renderlo operativo, come adesso per il Coronavirus[...]
    Già diversi casi di pettirossi incollati, colpa della colla per topi in ambienti esterni
    Già diversi casi di pettirossi incollati, colpa della colla per topi in ambienti esterni
    L'allarme dell'associazione "Il Pettirosso" che si trova a curare gli uccellini rimasti incollati[...]
    Giovane, laureato, impiegato e ama i social media: ecco chi va ai festival cinematografici
    Giovane, laureato, impiegato e ama i social media: ecco chi va ai festival cinematografici
    I dati di un'indagine sul pubblico condotta da Regione e DamsLab, attraverso l'analisi di 25 manifestazioni di settore in Emilia-Romagna[...]
    I personaggi illustri della Bassa: Gregorio Agnini di Finale, deputato e pioniere del socialismo italiano
    I personaggi illustri della Bassa: Gregorio Agnini di Finale, deputato e pioniere del socialismo italiano
    La Bassa territorio di personaggi illustri, oggi si parla del deputato finalese Gregorio Agnini: pioniere del socialismo italiano e fondatore delle leghe dei braccianti in Emilia.[...]
    Domenica attesa la neve anche nella Bassa
    Domenica attesa la neve anche nella Bassa
    Durerà poco ma dovrebbe poggiarsi[...]
    La biblioteca di Bomporto mette in vendita libri, l'intervista
    La biblioteca di Bomporto mette in vendita libri, l'intervista
    La biblioteca, nell'immaginario, è il posto che i libri li salva, non che li dà via. Abbiamo voluto capire di più su questa scelta intervistando Luca Verri, responsabile della biblioteca di Bomporto.[...]
    Giorgia Lupi, da Finale Emilia agli Stati Uniti per trasformare Dati in Opere d'Arte.
    Giorgia Lupi, da Finale Emilia agli Stati Uniti per trasformare Dati in Opere d'Arte.
    Espone al Museo di Arte Moderna di New York, ed è sua una delle più belle copertine del New York Times. La "designer dell'informazione" si racconta a Francesca Monari[...]
    Prepara per scherzo una torta alla marijuana, in 3 finiscono in ospedale
    Prepara per scherzo una torta alla marijuana, in 3 finiscono in ospedale
    Era una "tenerina" portata a casa di amici per festeggiare il Capodanno[...]