Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
22 Giugno 2024
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

A Villavara di Bomporto commemorato il martirio della famiglia Zambelli

A Villavara di Bomporto commemorato il martirio della famiglia Zambelli, avvenuto il 27 marzo 1945. Partigiani, morirono in sette trucidati dalle Brigate nere Scrive Elisa Zambelli
27.03.1945 – 27.03.2021
Oggi abbiamo scelto di commemorare la nostra famiglia, la famiglia Zambelli, unitamente alle famiglie degli altri partigiani uccisi dai nazifascisti. Insieme hanno combattuto nella stessa brigata, la Brigata Walter Tabacchi, tutti loro hanno onorato fino all’ultimo respiro l’ideale di libertà. Uomini e donne che scelsero di non accettare la dittatura e si misero al servizio della libertà, sino al prezzo più alto: il sacrificio della loro vita.
La nostra famiglia fu, nell’intera provincia di Modena, quella che pagò il sacrificio più alto per la suo convinta lotta partigiana, con l’uccisione di sette dei suoi 13 membri: Angelo Zambelli, Quinto Bozzali, Renato Zambelli, Floriano Zambelli, Fabio Pellacani, Caterina Bavieri e Iride Zambelli, uccise proprio qui, davanti a questa porta, la notte del 27 marzo di 76 anni fa.
Vorrei ricordare anche chi ha combattuto ed è sopravvissuto, portando nel cuore quegli orrori e quel dolore per tanti anni: Tiberio Zambelli, Elda Panza e Irma Zambelli.
La Storia della Famiglia la conosciamo, per cui vorrei che ci soffermassimo sugli ideali, sulle emozioni provate in quel periodo di guerra, sebbene ai giorni nostri sia ancora di difficile comprensione. Forse in questo ultimo anno abbiamo avuto la possibilità di comprendere meglio cosa significhi limitare la propria libertà, non poter essere liberi di seguire la propria strada, i propri sogni, di spostarci, di incontrare liberamente le persone che vorremmo e con le quali ci piacerebbe vivere le nostre esperienze più belle di vita.
I nostri antenati sono eroi del nostro tempo, esempi di chi ha lottato per la libertà andando contro corrente, rifiutandosi di piegare la propria vita, il proprio pensiero, il proprio cuore alla follia nazifasista. Paragonandolo ad oggi, possiamo dire che , impegnandoci come stiamo facendo, nel rispetto delle regole, potremmo riuscire a sconfiggere questa oppressione, questa pandemia a differenza di quella massa di persone che antepone il proprio egoismo e interesse personale al bene dell’umanità.
E’ sempre più fondamentale ricordare a tutti noi questo, perché è parte del nostro patrimonio genetico, ognuno di noi, discendente di questa famiglia, porta dentro di sé queste informazioni e siamo noi Angelo, Elisa, Alice e Serena.
Ricordare qui oggi la strage nazifascista significa riaffermare che , delle due strade percorribili, qualcuno scelse di andare controcorrente a costo della propria vita. Anche noi, nel nostro piccolo, stiamo andando contro corrente nel rispetto delle regole a sacrificio momentaneo dei nostri sogni.
Oggi come allora, l’Italia si spaccò in due, le persone che sino a quel momento vivevano assieme si ritrovarono su due sponde opposte: allora chi al servizio del potere e dell’ordine nazifascista e chi, dall’altra parte ha lottato per la libertà a costo di perdere la propria vita. Pensiamo ai giorni nostri, a quei medici e infermieri stremati, a quelli deceduti a causa del Covid ricordandone lo svolgimento generoso, e a tratti eroico, del loro lavoro di tutti i giorni, vissuto come una missione. Hanno vissuto nell’incertezza, nel terrore della morte, talvolta anche nella certezza, ma hanno ugualmente seguito la propria missione fino all’ultimo respiro.
Il nostro DNA contiene le informazioni di quei spaventosi momenti di terrore e paura, di atroce dolore nel vedere le persone amate torturate e uccise, ma ricordiamoci soprattutto che contiene le informazioni di libertà, di forza nel combattimento, di strategie di guerra, di reazione alle ingiustizie, di instancabile resistenza, di condivisione dei propri ideali, di profondo amore e unità famigliare, di vittoria del bene sul male.
Elisa Zambelli – Commemorazione famigliare del 27-03-2021 – Via Case Sparse 38 – Villavara Bomporto
SulPanaro Expo

Rubriche

Glocal
Ricchezza e povertà degli italiani
Rubrica - Italia al 18° posto nella classifica europea del PIL pro capite stilata dal Fondo Monetario Internazionale.
Un raggio di sole tra la cronaca, per te le poesie di Luigi Golinelli - 6
Arte - E' la rubrica per un momento di tregua dalla frenesia della cronaca, con le poesie che il poeta Luigi Golinelli di San Felice Sul Panaro ha gentilmente messo a disposizione per voi lettori.
Estetica, espressività e decorazione | Il Liberty industriale a San Possidonio
Rubrica - Ed eccoci ad una nuova uscita dedicate all’Art Nouveau, la rubrica di Francesca Monari, nata dalla collaborazione con Sara Zoni
Al giardino ancora non l’ho detto | Rubrica Botanica | La pianta del Caffè
Rubrica - La rubrica botanica cura di Francesca Monari
Un raggio di sole tra la cronaca, per te le poesie di Luigi Golinelli - 5
Arte - E' la rubrica per un momento di tregua dalla frenesia della cronaca, con le poesie che il poeta Luigi Golinelli di San Felice Sul Panaro ha gentilmente messo a disposizione per voi lettori.
Un raggio di sole tra la cronaca, per te le poesie di Luigi Golinelli - 4
Arte - E' la rubrica per un momento di tregua dalla frenesia della cronaca, pubblicando le poesie che il poeta Luigi Golinelli di San Felice Sul Panaro ha gentilmente messo a disposizione per voi lettori.
Un raggio di sole tra la cronaca, per te le poesie di Luigi Golinelli - 3
Arte - E' la rubrica per un momento di tregua dalla frenesia della cronaca, pubblicando le poesie che il poeta Luigi Golinelli di San Felice Sul Panaro ha gentilmente messo a disposizione per voi lettori.
Glocal
Il loop della scarsità
Glocal - La nostra è un’epoca plasmata da un eccesso di stimoli che ci seducono nella direzione dell’accumulo: consumare più del necessario, acquistare oggetti inutili e cercare piaceri effimeri.

Sul Panaro on air

    • WatchPresidio dei lavoratori Bellco Mirandola sotto Confindustria: si discute dei 350 licenziamenti
    • WatchSit in per Anna, la medica vittima di femminicidio. a San Felice sul Panaro
    • WatchA Mirandola la rabbia dei lavoratori licenziati alla Bellco. La manifestazione del 15 giugno 2024
  • La buona notizia

    La novità
    Mirandola, nuovo "negozio su ruote" per "La Frolleria"
    L'arrivo del nuovo mezzo è stato annunciato da Anffas Mirandola
    I risultati
    Giovanni Aleotti, ciclista di Finale Emilia, vince il Giro di Slovenia
    Grande successo per il giovane finalese -  ciclista professionista del Team Bora Hansgrohe, reduce da ottime prove anche al Giro d'Italia-  che a 25 anni porta a casa un titolo prestigioso
    Ultime notizie
    Un’esperienza in barca a vela per sei ragazzi guariti dal cancro al Policlinico di Modena
    Nell’ambito del progetto di Sea Therapy è stato possibile far partecipare un gruppo di ex pazienti alla Triton Cup ospitata di recente nel Parco dell’Arcipelago Toscano

    Curiosità

    Bomporto, la miniserie televisiva "Mountainmen. Linea gotica 1945" vola negli Stati Uniti
    Curiosità
    Bomporto, la miniserie televisiva "Mountainmen. Linea gotica 1945" vola negli Stati Uniti
    Il ponte che conduce al Museo della Decima Divisione a Fort Drum (New York) è stato battezzato con il nome di “Bomporto Bridge”
    Coi cartelli in latino il Casanova di San Pietro in Elda apre i corsi in piscina
    La storia
    Coi cartelli in latino il Casanova di San Pietro in Elda apre i corsi in piscina
    Seguire le regole aiuta a mantenere un ambiente sereno e piacevole per tutti. Ai "rari nantes" Mirco Scacchetti lo spiega pure in latino
    Il primo romanzo di Elena Bosi prende vita. E racconta Concordia allegra e disperata, leggera e disperata
    La storia
    Il primo romanzo di Elena Bosi prende vita. E racconta Concordia allegra e disperata, leggera e disperata
    E' nata nel 1978 e vive a Mirandola ma è di Concordia, dove è cresciuta. Traduce, insegna e scrive. "Mio padre è nato per i piedi" è il suo primo romanzo.
    Nuova casa per alcuni degli asinelli di San Possidonio: si è reso necessario il trasloco per 15 di loro
    Curiosità
    Nuova casa per alcuni degli asinelli di San Possidonio: si è reso necessario il trasloco per 15 di loro
    Per salvarli, dopo il fallimento del loro allevamento, venne attivata una raccolta fondi online che raggiunse la cifra di 56mila euro per un progetto diverso, una adozione a distanza
    La circonvallazione a doppio senso, il certificato di battesimo, la cassaforte violata: ecco gli highlights del confronto politico a Mirandola
    Politica
    La circonvallazione a doppio senso, il certificato di battesimo, la cassaforte violata: ecco gli highlights del confronto politico a Mirandola
    I candidati sindaco Letizia Budri, Carlo Bassoli, Giorgio Siena e Giorgio Cavazza sotto al fuoco di fila dei giornalisti della Bassa
    A Modena la festa per la Polizia Locale, ecco gli agenti (con cane poliziotto) premiati
    Il punto
    A Modena la festa per la Polizia Locale, ecco gli agenti (con cane poliziotto) premiati
    Tanti i casi in cui è stato necessario prestare soccorso ad anziani in difficoltà
    Il Comando di Modena sul podio del campionato italiano Vigili del Fuoco di nuoto
    I risultati
    Il Comando di Modena sul podio del campionato italiano Vigili del Fuoco di nuoto
    Grande soddisfazione espressa per la buona riuscita della manifestazione che ha visto partecipare circa 200 vigili del fuoco provenienti da tutta Italia
    Solara, i pavoni diventano un caso: "Danneggiano auto e tetti delle case"
    Il caso
    Solara, i pavoni diventano un caso: "Danneggiano auto e tetti delle case"
    Tra gli abitanti della frazione di Bomporto c'è chi chiede che per gli animali si trovi un'area protetta
    Il fleximan della differenziata individuato a Bomporto: col cacciavate contro i cassonetti
    Il punto
    Il fleximan della differenziata individuato a Bomporto: col cacciavate contro i cassonetti
    La Polizia Locale del Sorbara lo ha trovato con le videotrappole: aveva danneggiato con un cacciavite l’apertura elettronica dei cassonetti per la raccolta differenziata dei rifiuti per ben due volte, in due distinte giornate
    Le migliori città per la movida in Italia: Modena al sesto posto
    Curiosità
    Le migliori città per la movida in Italia: Modena al sesto posto
    Un recente studio di BonusFinder Italia ha analizzato le 50 città più grandi d’Italia tenendo conto di diversi fattori chiave che caratterizzano l'esperienza di divertimento.

    chiudi