Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

A Villavara di Bomporto commemorato il martirio della famiglia Zambelli

A Villavara di Bomporto commemorato il martirio della famiglia Zambelli, avvenuto il 27 marzo 1945. Partigiani, morirono in sette trucidati dalle Brigate nere

Scrive Elisa Zambelli

27.03.1945 – 27.03.2021
Oggi abbiamo scelto di commemorare la nostra famiglia, la famiglia Zambelli, unitamente alle famiglie degli altri partigiani uccisi dai nazifascisti. Insieme hanno combattuto nella stessa brigata, la Brigata Walter Tabacchi, tutti loro hanno onorato fino all’ultimo respiro l’ideale di libertà. Uomini e donne che scelsero di non accettare la dittatura e si misero al servizio della libertà, sino al prezzo più alto: il sacrificio della loro vita.
La nostra famiglia fu, nell’intera provincia di Modena, quella che pagò il sacrificio più alto per la suo convinta lotta partigiana, con l’uccisione di sette dei suoi 13 membri: Angelo Zambelli, Quinto Bozzali, Renato Zambelli, Floriano Zambelli, Fabio Pellacani, Caterina Bavieri e Iride Zambelli, uccise proprio qui, davanti a questa porta, la notte del 27 marzo di 76 anni fa.
Vorrei ricordare anche chi ha combattuto ed è sopravvissuto, portando nel cuore quegli orrori e quel dolore per tanti anni: Tiberio Zambelli, Elda Panza e Irma Zambelli.
La Storia della Famiglia la conosciamo, per cui vorrei che ci soffermassimo sugli ideali, sulle emozioni provate in quel periodo di guerra, sebbene ai giorni nostri sia ancora di difficile comprensione. Forse in questo ultimo anno abbiamo avuto la possibilità di comprendere meglio cosa significhi limitare la propria libertà, non poter essere liberi di seguire la propria strada, i propri sogni, di spostarci, di incontrare liberamente le persone che vorremmo e con le quali ci piacerebbe vivere le nostre esperienze più belle di vita.
I nostri antenati sono eroi del nostro tempo, esempi di chi ha lottato per la libertà andando contro corrente, rifiutandosi di piegare la propria vita, il proprio pensiero, il proprio cuore alla follia nazifasista. Paragonandolo ad oggi, possiamo dire che , impegnandoci come stiamo facendo, nel rispetto delle regole, potremmo riuscire a sconfiggere questa oppressione, questa pandemia a differenza di quella massa di persone che antepone il proprio egoismo e interesse personale al bene dell’umanità.
E’ sempre più fondamentale ricordare a tutti noi questo, perché è parte del nostro patrimonio genetico, ognuno di noi, discendente di questa famiglia, porta dentro di sé queste informazioni e siamo noi Angelo, Elisa, Alice e Serena.
Ricordare qui oggi la strage nazifascista significa riaffermare che , delle due strade percorribili, qualcuno scelse di andare controcorrente a costo della propria vita. Anche noi, nel nostro piccolo, stiamo andando contro corrente nel rispetto delle regole a sacrificio momentaneo dei nostri sogni.
Oggi come allora, l’Italia si spaccò in due, le persone che sino a quel momento vivevano assieme si ritrovarono su due sponde opposte: allora chi al servizio del potere e dell’ordine nazifascista e chi, dall’altra parte ha lottato per la libertà a costo di perdere la propria vita. Pensiamo ai giorni nostri, a quei medici e infermieri stremati, a quelli deceduti a causa del Covid ricordandone lo svolgimento generoso, e a tratti eroico, del loro lavoro di tutti i giorni, vissuto come una missione. Hanno vissuto nell’incertezza, nel terrore della morte, talvolta anche nella certezza, ma hanno ugualmente seguito la propria missione fino all’ultimo respiro.
Il nostro DNA contiene le informazioni di quei spaventosi momenti di terrore e paura, di atroce dolore nel vedere le persone amate torturate e uccise, ma ricordiamoci soprattutto che contiene le informazioni di libertà, di forza nel combattimento, di strategie di guerra, di reazione alle ingiustizie, di instancabile resistenza, di condivisione dei propri ideali, di profondo amore e unità famigliare, di vittoria del bene sul male.
Elisa Zambelli – Commemorazione famigliare del 27-03-2021 – Via Case Sparse 38 – Villavara Bomporto
Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Glocal
Il miracolo di Marchionne: il modello della fabbrica piatta
Il modello della fabbrica “piatta”. Così Marchionne ha rivoluzionato FCAleggi tutto
Glocal
Le start up innovative in Italia, il nuovo report
Secondo l’ultimo “rapporto sulla situazione delle startup innovative in Italia”, le startup innovative iscritte all’apposito Albo, sono 11.899, il 3,2% di tutte le società di capitali di recente costituzione.leggi tutto
Invalidità e Pensioni, ecco le prestazioni possibili
Ce lo spiega l'esperta risorse umane Francesca Monari con la supervisione di Elisa Bergamaschi, impiegata presso uno studio di Consulenti del Lavoro di Mirandolaleggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Notizie, lavoro e molto altro con Francesca Monarileggi tutto
Lavoro e Ambiente. Un futuro "green" per le nuove generazioni.
Il treno della “rivoluzione verde” sta passando ora, non possiamo permetterci di perderloleggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Notizie, lavoro e molto altro con Francesca Monarileggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Trump: un pericolo per la democrazia
Quanto sta accadendo in questi giorni negli Stati Uniti, deve essere un monito per le democrazie dell’intero Pianeta.leggi tutto
Glocal
L'incompetenza del manager
L’Italia, tra i tanti primati che detiene nel campo dell’inefficienza e dell’inadeguatezza, si trova purtroppo anche ai primi posti, tra i Paesi a capitalismo avanzato, per l’incompetenza dei propri manager.leggi tutto
Glocal
Le organizzazioni aziendali al tempo del Covid-19
Occorre riprogrammare la nostra quotidianità, lasciando da parte gli interessi personali concentrandosi su altre forme di benessere, che tengano conto della salute e degli interessi dell’intera comunità.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    San Felice, un nuovo progetto per Cherif
    San Felice, un nuovo progetto per Cherif
    Dopo l'interruzione, per amore, del viaggio intorno al mondo, il ragazzo che nel 2012 aiutò la comunità di San Felice aprirà un ristorante di specialità italiane[...]
    La scienziata Laura Bassi Veratti protagonista del doodle di Google
    La scienziata Laura Bassi Veratti protagonista del doodle di Google
    Laura Bassi è stata la seconda donna a laurearsi in Italia e la prima a ottenere una cattedra universitaria. [...]
    Capriolo esausto salvato nel parcheggio di un'industria ceramica
    Capriolo esausto salvato nel parcheggio di un'industria ceramica
    L'animale è stato preso e curato dai volontari de Il Pettirosso[...]
    La banconota del Comune di Soliera: 50 centesimi del 1873
    La banconota del Comune di Soliera: 50 centesimi del 1873
    Pare ce ne siano in circolazione soltanto due esemplari.[...]
    A Nonantola apre la prima Biblioteca Condominiale
    A Nonantola apre la prima Biblioteca Condominiale
    Coinvolge 4 palazzine , 30 famiglie,4 scaffali e 156 libri divisi in 4 gruppi (39 libri per palazzina).[...]
    Rimesso al nuovo il "Grappolo d'uva" della rotonda modenese
    Rimesso al nuovo il "Grappolo d'uva" della rotonda modenese
    E' l’opera in vetro di Murano installata nell’anello centrale verde della rotatoria tra via Nuova Estense e via Vignolese.[...]
    Mirandola e le terre dei Pico sono online su un nuovo sito web
    Mirandola e le terre dei Pico sono online su un nuovo sito web
    Il sito che verrà aggiornato periodicamente, è ricco di immagini suggestive e si sviluppa in cinque aree tematiche - conosci, esplora, gusto, shopping e agenda - che rendono intuitiva la ricerca dei contenuti.[...]
    Mirandola, Pasta Dallari con i Piccoli Grandi Cuori per il Policlinico di Sant’Orsola
    Mirandola, Pasta Dallari con i Piccoli Grandi Cuori per il Policlinico di Sant’Orsola
    A sostegno di tutti i bambini cardiopatici congeniti e del personale medico ospedaliero che sta lottando contro il Covid.[...]
    Mirandola, alla scoperta dei territorio su tre diversi percorsi ciclabili
    Mirandola, alla scoperta dei territorio su tre diversi percorsi ciclabili
    Si guarda alla bella stagione nella città dei Pico con la tracciatura ed installazione delle indicazioni, avvenuta nei giorni scorsi di tre percorsi ciclabili di varia lunghezza, per appassionati, ma pure per semplici cicloamatori e per le famiglie.[...]