Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
20 Maggio 2022

Abbassate le temperature e cambiate impianti: agli sportelli Hera consulenza anti-caro bollette

Sono molte le azioni che le famiglie possono intraprendere per fronteggiare l’aumento dei prezzi dell’energia che sta caratterizzando questi mesi di ripresa economica. Si tratta di accorgimenti che possono accompagnare le misure emergenziali previste dal Governo e da Arera. Perché l’abbattimento degli sprechi è la più immediata forma di risparmio energetico, oltre che di riduzione delle emissioni in atmosfera. Alcuni consigli sono stati diffusi da Hera attraverso un comunicato stampa:

Riduzione degli sprechi, prima forma di risparmio

Uso più intelligente degli elettrodomestici, stili di vita più consapevoli e interventi strutturali che consentano un abbattimento dei consumi energetici, come, ad esempio, il rinnovo della caldaia. Sono molte le azioni che le famiglie possono intraprendere per fronteggiare l’aumento dei prezzi dell’energia che
purtroppo sta caratterizzando questi mesi di ripresa economica. Gli operatori di tutti gli sportelli del Gruppo Hera sono pronti, oltre ad illustrare le offerte gas e luce, anche a supportare i clienti in tutte le forme di risparmio energetico, basate sia su piccole attenzioni quotidiane, che su interventi di ammodernamento degli impianti domestici.

Interventi strutturali per il risparmio: focus su fotovoltaico e caldaia

Per quanto riguarda gli interventi più strutturali, Hera mette a disposizione soluzioni di efficienza energetica in grado non solo di ridurre drasticamente la spesa dei clienti, ma anche di offrire strumenti per renderli protagonisti della transizione energetica e della lotta ai mutamenti climatici. Ad esempio, con il pacchetto chiavi in mano Hera Fotovoltaico, che prevede una soluzione su misura per l’installazione dei pannelli fotovoltaici garantiti 25 anni, beneficiando dello sconto in fattura del 50%, grazie alla cessione del credito prevista dall’Ecobonus rinnovato anche per il 2022. Questa opzione non offre solo la garanzia di un’energia completamente pulita e rinnovabile, ma trasforma il consumatore in produttore, dunque parte attiva nel processo di decarbonizzazione del Pianeta. Sullo stesso filone si innesta l’offerta Hera Caldaia, che consente ai clienti di acquistare, sempre con soluzioni su misura, caldaie a condensazione ad altissima efficienza, in grado di abbattere drasticamente le emissioni in atmosfera. Anche in questo caso è possibile lo sconto immediato in fattura pari al 65% della spesa, grazie alla cessione del credito Ecobonus. Agli sportelli Hera, inoltre, è possibile adottare altri prodotti ad alta efficienza energetica per raffrescare/riscaldare la casa come Hera Clima o Hera Scaldacqua.

Gli accorgimenti per il risparmio di energia elettrica…

Le buone pratiche di consumo non sono affatto da trascurare. Anche senza interventi strutturali sugli impianti domestici, una maggiore attenzione a come si riscalda l’abitazione e all’uso degli elettrodomestici, può valere, per una famiglia standard (3/4 componenti, circa 2.500 kwh di consumo elettrico, circa 1.800 smc di consumo gas e un appartamento di circa 90 mq) un risparmio nell’ordine delle centinaia di euro all’anno. Di seguito una breve carrellata delle principali regole per evitare sprechi o consumi inutili.

Uno dei più rilevanti consumi è quello degli elettrodomestici inutilizzati, connessi h24 alla corrente: PC e televisori, ad esempio. Evitare lo stand-by, magari ricorrendo a ciabatte elettriche con l’interruttore di spegnimento, può portare a risparmiare fino a un 6-7% di energia l’anno. L’attenzione allo spegnimento delle luci e lo sfruttamento al massimo della luce solare, può valere il 3-4% di risparmio.

Di grande importanza è l’uso intelligente dei grandi elettrodomestici, come frigoriferi/congelatori, lavatrici, lavastoviglie. La situazione migliore è senz’altro l’utilizzo di apparecchi con consumi in classe A o superiori, ma anche senza cambiare prodotti, è possibile arrivare a significativi risparmi utilizzandoli oculatamente. Ecco alcuni consigli. Un frigo ben distanziato dalla parete (almeno 20 cm), aperto solo lo stretto indispensabile e impostato sui 6°, può far risparmiare il 3% di energia all’anno. La stessa percentuale che può apportare un lavaggio degli abiti in lavatrice a 60°, anziché 90° e un uso a pieno carico della lavastoviglie con cicli brevi di lavaggio (a patto di avere eliminato tutti i residui di cibo dai piatti).

Dunque, complessivamente, la buona gestione dei cosiddetti elettrodomestici bianchi, può portare a una riduzione dei consumi attorno al 10%. Meritano attenzione anche i condizionatori d’aria, sempre più diffusi, ma assai energivori. Il risparmio può arrivare a circa il 7-8% se impostati alla giusta temperatura, con le finestre sempre chiuse e, quando possibile, utilizzati solo in modalità deumidificatore (molto più risparmiosa).

…e di gas

Anche sul riscaldamento sono possibili diversi accorgimenti per ridurre gli sprechi. Si tratta di una voce estremamente importante perché si stima che circa l’80% dei consumi energetici domestici (escludendo i trasporti) derivino proprio dal riscaldamento. Una temperatura non eccessivamente alta, va da sé, contribuisce al risparmio. Ma è utile sapere che 1° in meno porta a risparmiare circa il 7% di energia. Dunque, è consigliabile non superare mai la temperatura di 20° negli ambienti più frequentati (es. il soggiorno) e tenere nelle camere da letto anche un paio di gradi in meno. In questo senso sono di grande aiuto le valvole termostatiche nei termosifoni (obbligatorie nei condomini), che consentono di non superare la temperatura impostata per il riscaldamento degli ambienti.

A proposito di valvole termostatiche, è bene posizionarle al massimo nel periodo tra aprile e ottobre, quando le caldaie centrali sono spente, in quanto aiuta ad evitare problemi di pressione alla loro riattivazione. Inoltre, se l’abitazione è ben coibentata, non è necessario lasciare acceso il riscaldamento per
troppe ore: anche durante lo spegnimento, il calore sarà mantenuto. Fra i buoni consigli, anche il frequente spurgo dei termosifoni (l’aria accumulata ne limita l’efficienza), la manutenzione periodica della caldaia e l’assenza di qualsiasi copertura dei caloriferi (con tende, copritermosifone, arredi, ecc.), che possa limitare la circolazione di aria calda.

Crescono le reti di comunità con quasi 30 protocolli già attivi in un centinaio di comuni
L’impegno del Gruppo Hera per garantire la fornitura di energia elettrica e gas anche per i clienti più disagiati ed in difficoltà con i pagamenti delle bollette si è sviluppato nella definizione di protocolli finalizzati principalmente a definire modalità di collaborazione con gli operatori dei Servizi Sociali, utili, appunto, a prevenire le situazioni di morosità e, dunque, a garantire la continuità energetica anche ai nuclei familiari in stato di accertato bisogno. La rete di protezione attivata con gli enti locali conta attualmente 29 protocolli attivi, per un totale di 100 comuni coinvolti. I numerosi protocolli si aggiungono alle attività di confronto continuativo con le associazioni dei consumatori sui territori serviti per fornire loro informazioni tempestive e trasparenti su tutte le misure messe in campo dal Gruppo Hera.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Consigli di salute
Devitalizzare un dente fa male?
Devitalizzare un dente fa male? E' la domanda che ci si pone quando ci si prospetta una estrazioneleggi tutto
“E adesso un libro: rubrica di libri” De culpabili amore dell’esordiente mirandolese Filippo Reggiani
La mirandolese Francesca Monari ci porta in viaggio tra le pagine dei suoi libri preferitileggi tutto
“Il caffè della domenica” di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Due parole sull'economia italiana
L’aumento dei prezzi dei beni energetici e di quelli alimentari stanno gravando molto su imprese e famiglie.leggi tutto
Consigli di salute
Come raddrizzare i denti storti senza apparecchio
Sono uno dei problemi odontoiatrici più diffusi tra persone di ogni età. E non è solo una questione esteticaleggi tutto
“E adesso un libro: rubrica di libri”. Le perfezioni di Vincenzo Latronico
La mirandolese Francesca Monari ci porta in viaggio tra le pagine dei suoi libri preferitileggi tutto
Consigli di salute
Impianti dentali su pazienti diabetici: tutto quello che c'è da sapere
Volete tornare ad avere un sorriso splendente ma il diabete vi crea problemi? Esiste una soluzione per risolverlileggi tutto
Appunti di Gusto | Tutto quello che c’è da sapere del peperoncino
Da Mirandola Francesca Monari ci porta allo scoperta di questo particolare fruttoleggi tutto

Sul Panaro on air

  • An error occurred:

    The request cannot be completed because you have exceeded your quota.

    La buona notizia

    Donne straniere a scuola di italiano a Medolla grazie alla Zerla
    Dal novembre 2021 a maggio 2022 ben 40 donne straniere hanno frequentato i quattro corsi proposti e gestiti dalla cooperativa sociale[...]
    A Cavezzo al posto dell'ex magazzino comunale nuovi spazi per lo sport
    Ci sarà la palestra della Boxe Cavezzo e qui la Polisportiva ha aperto la nuova sede.[...]
    Nuove attrezzature per i vigili del fuoco volontari di Finale Emilia
    Il potenziamento delle attrezzatture è stato possibile grazie ai contributi regionali per i vigili del fuoco volontari della regione Emilia-Romagna e grazie al Comune di Finale Emilia per l'impegno e per l'attuazione di questi contributi[...]

    Curiosità

    A Finale Emilia torna a zampillare la fontana
    A Finale Emilia torna a zampillare la fontana
    Un simbolo di rinascita che accompagna il ricco programma di iniziative per celebrare il Decennale: a Finale Emilia e in tutta la Bassa.[...]
    Da aspirante medico a Chef: Carlotta Lolli la cuoca cresciuta tra mattarelli e frutteti
    Da aspirante medico a Chef: Carlotta Lolli la cuoca cresciuta tra mattarelli e frutteti
    Una bella storia di imprenditoria giovanile quella della ventottenne modenese che poche ore dopo aver accantonato la lettera di ammissione alla Facoltà di Medicina, si è ritrovata Allieva della Scuola Internazionale di Cucina Italiana a Colorno[...]
    Ligabue, Pavarotti e quella volta a Rovereto sul Secchia
    Ligabue, Pavarotti e quella volta a Rovereto sul Secchia
    Il Tropical di Rovereto è stata negli anni '70 una delle balere più atpiche della Bassa dove al posto del liscio, si ballava la disco music.[...]
    Mirandola, incidente tra due auto e una bici in via Libertà
    Mirandola, incidente tra due auto e una bici in via Libertà
    Gli agenti della polizia locale di Mirandola sono ancora sul posto per i rilievi.[...]
    I bassorilievi dell'istituto Corni rimessi a nuovi coi pedaggi di Autobrennero
    I bassorilievi dell'istituto Corni rimessi a nuovi coi pedaggi di Autobrennero
    I lavori di restauro delle ceramiche sulla facciata della scuola di viale Tassoni, realizzate dallo scultore friulano Luciano Ceschia, dureranno per un mese[...]
    Emilia-Romagna prima regione in Italia per uso del Fascicolo Sanitario Elettronico (Fse)
    Emilia-Romagna prima regione in Italia per uso del Fascicolo Sanitario Elettronico (Fse)
    È quanto emerge dalla rilevazione effettuata dal Ministero della Sanità e da quello dell’Innovazione tecnologica [...]
    Stupido Hotel Show Rimini: ecco l'elenco ufficiale dei concorrenti
    Stupido Hotel Show Rimini: ecco l'elenco ufficiale dei concorrenti
    Lo Stupido Hotel show è una vacanza-show in stile 'Grande fratello': dove non paghi l'albergo ma rinunci alla privacy.[...]
    Pubblicità. Il modenese Riccardo Stazione vince per la seconda volta l’Adci Giovani Leoni
    Pubblicità. Il modenese Riccardo Stazione vince per la seconda volta l’Adci Giovani Leoni
    E’ il più importante premio nazionale dedicato ai giovani creativi. E adesso il modenese rappresenterà l’Italia in gara al Festival Internazionale della Creatività di Cannes.[...]
    Elisabetta II: la regina dei record compie 96 anni
    Elisabetta II: la regina dei record compie 96 anni
    Nata il 21 aprile 1926 a Londra la sovrana britannica festeggerà oggi, in forma privata, nella residenza reale di Sandringham house[...]
    • malaguti