Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
28 Settembre 2022

Mario Castellazzi, lo speciale legame tra Finale Emilia e “Clamoroso al Cibali!”

di Simone Guandalini

FINALE EMILIA – Nel calcio, ci sono partite che rimangono nella storia. Per un gol, un risultato, una giocata. Nel caso di Catania-Inter del 4 giugno 1961, il motivo per cui quella partita viene tuttora ricordata è una frase pronunciata nella radiocronaca, nella trasmissione Tutto il calcio minuto per minuto. La frase, o meglio, l’esclamazione, attribuita a Sandro Ciotti, anche se non esistono registrazioni che possano confermarlo, è il celebre: “Clamoroso al Cibali!”

Gli appassionati di sport sanno bene che, ancora oggi, a distanza di quasi 60 anni, l’espressione viene utilizzata per evidenziare un risultato inaspettato rispetto ai pronostici della vigilia. In quel caso, quello dello stadio Cibali di Catania. La vittoria per 2-0 dei padroni di casa contro la favorita Inter, in lotta per lo scudetto.

Se la storia della nascita dell’espressione è nota, meno conosciuti sono i legami tra quella partita, disputatasi nella lontana Sicilia, e la provincia di Modena. In particolare, i legami con il comune di Finale Emilia. Eppure, il Comune della Bassa modenese ha giocato un ruolo fondamentale in quel match. Finalese era, infatti, uno dei principali protagonisti, Mario Castellazzi, nato nel 1935 e autore della prima rete del Catania, squadra in cui ha militato in quella stagione e nella successiva, prima di concludere la carriera con la maglia dello Spezia.

La partita

Ma riavvolgiamo il nastro e torniamo a quel giugno 1961. Ultima giornata di campionato. Catania-Inter è una gara decisiva. Gli etnei sono già salvi. L’Inter, invece, lotta per lo scudetto ed è a due punti dalla Juventus capolista. Fino al giorno prima, in realtà, Juventus e Inter erano prime a pari punti. La Federcalcio aveva, però, annullato la vittoria a tavolino assegnata all’Inter nello scontro diretto, stabilendo che la gara andasse rigiocata. Dunque, i nerazzurri potevano ancora sperare nello scudetto battendo il Catania e i bianconeri nella ripetizione del match. La gara di Catania, date le circostanze, sembrava essere una semplice formalità per i nerazzurri. La differenza di motivazioni tra una squadra in lotta per lo scudetto e una già salva e senza ambizioni avrebbe dovuto essere decisiva. E invece…

Invece, i nerazzurri non tennero in considerazione le particolari motivazioni di quel Catania. Nella gara di andata, infatti, l’Inter aveva sconfitto gli etnei col punteggio di 5-0, con ben 4 autoreti tra le fila dei siciliani. A fare scalpore, però, erano state le dichiarazioni a fine partita del tecnico dell’Inter, Helenio Herrera, che aveva definito il Catania una “squadra di postelegrafonici”. I siciliani, dunque, non aspettavano altro che il match di ritorno per vendicarsi di quell’onta. Il finalese Mario Castellazzi ricorda così il clima che si respirava nello spogliatoio del Catania, prima della gara diventata famosa per il “Clamoroso al Cibali” esclamato in radiocronaca: “Eravamo un gruppo unito, Prenna era un vero capitano anche fuori dal campo. Ci invitava a casa sua, eravamo decisi a vendicarci”.

E così, al contrario di quanto pronosticato, in campo non ci fu partita. L’Inter, demoralizzata dall’annullamento della vittoria a tavolino contro la Juventus, soffrì l’impegno e la voglia messi in campo dal Catania. Al 25′ arrivò la rete dell’1-0 di Castellazzi, che, a posteriori la descrisse così: “Me lo ricordo benissimo, respinta della difesa dell’Inter, stop di petto e tiro al volo all’incrocio”. Dopo l’1-0, il Catania continuò a spingere e lo stesso Castellazzi si vide annullare un’altra rete e colpì una traversa: “Segnai una rete, me ne annullarono un’altra e presi una traversa. Poteva finire anche 4-0”. Nella ripresa, poi, arrivò il 2-0 di Calvanese, che spegne definitivamente le ambizioni di scudetto dell’Inter e provoca la famosa esclamazione di Ciotti.

Dunque, nonostante possa apparire strano, grazie alla rete e alla grande prestazione di Mario Castellazzi, scomparso nel 2018 a 82 anni, in quel Catania-Inter, c’è anche un po’ di Finale Emilia all’origine dell’espressione “Clamoroso al Cibali!”

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Appunti di gusto| Tutto quello che c’è da sapere del melograno
La rubrica Appunti di gusto, a cura di Francesca Monarileggi tutto
“Il caffè della domenica” di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
“E adesso un libro:rubrica di libri” Sei titoli che dicono leggimi!
La rubrica letteraria a cura dell’autrice mirandolese Francesca Monarileggi tutto
Appunti di gusto | Tutto quello che c’è da sapere della giuggiola
La rubrica Appunti di gusto, a cura di Francesca Monarileggi tutto
Glocal
Il paradosso energetico. E non solo
Da giorni assistiamo ad un vero e proprio assalto mediatico sull’ingiustificato ed indiscriminato aumento del costo dei beni energetici, che metterà in ginocchio imprese e famiglie.leggi tutto
“E adesso un libro: rubrica di libri” Sei titoli che dicono leggimi!
La rubrica letteraria a cura dell'autrice mirandolese Francesca Monarileggi tutto
Appunti di gusto, tutto quello che c'è da sapere della piadina
La rubrica Appunti di gusto, a cura di Francesca Monarileggi tutto
“E adesso un libro: rubrica di libri” Sei titoli che dicono leggimi!
La rubrica letteraria della nostra autrice mirandolese Francesca Monarileggi tutto
"Il caffè della domenica" di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Appunti di gusto. Tutto quello che c’è da sapere dell’anguria
La rubrica Appunti di gusto, a cura di Francesca Monarileggi tutto

Sul Panaro on air

  • An error occurred:

    The request cannot be completed because you have exceeded your quota.

    La buona notizia

    Inaugurata a San Prospero la palestra intitolata a Luigi Vaccari
    Nella targa posta a suo ricordo una sua celebre frase: "Lo sport ha un solo colore, quello dell'arcobaleno"[...]
    Pork Factor Concordia, 25 mila euro donati a cinque realtà dedicate ai bambini
    Oltre ai I fiol d’la schifosa altre associazioni hanno contribuito: Musicanima; Ciclisti amatoriali di Concordia; Tennis Club Concordia; Avis Concordia; Allenatori giovanili Pol Possidiesi[...]
    A Mirandola ripartono i corsi dell’Università della Libera Età “Bruno Andreolli”
    I corsi sono completamente gratuiti. Gli incontri si svolgeranno presso la “Sala Trionfini” in piazza Ceretti[...]

    Curiosità

    Mirandola, il sindaco incontra i 40 studenti del "Summer camp"
    Mirandola, il sindaco incontra i 40 studenti del "Summer camp"
    Mercoledì 28 settembre, presso le Scuole medie cittadine “Montanari”, il sindaco di Mirandola Alberto Greco ha voluto portare un saluto ai 40 studenti che stanno prendendo parte al "Summer Camp"[...]
    Riuscito il test Nasa: la sonda Dart ha colpito l'asteroide
    Riuscito il test Nasa: la sonda Dart ha colpito l'asteroide
    Il test è stato pensato per mettere alla prova la capacità di deviare un asteroide in caso di possibile collisione con la Terra: immagini raccolte dal minisatellite italiano LiciaCube[...]
    Omar Ahmed, il giovane talento modenese che ha incantato la giuria di X-Factor
    Omar Ahmed, il giovane talento modenese che ha incantato la giuria di X-Factor
    Il giovane ha superato il primo turno di audizioni e continua il processo di selezione del talent.[...]
    Scappa da casa a Reggio Emilia, cagnolina ritrovata a Modena
    Scappa da casa a Reggio Emilia, cagnolina ritrovata a Modena
    Aveva vagato per strada per 11 giorni. Dimagrita e spaesata, è stata riabbracciata dalla sua anziana padrona che la stava cercando incessantemente[...]
    Alcol test volontario al Pattaya, ragazzi e ragazzi hanno a cuore la sicurezza stradale
    Alcol test volontario al Pattaya, ragazzi e ragazzi hanno a cuore la sicurezza stradale
    La campagna della Polizia Locale Area Nord ha coinvolto più di 250 persone[...]
    Il sexting? "Non è tradimento"
    Il sexting? "Non è tradimento"
    A tradire online sarebbe secondo un sondaggio il 75% degli italiani fidanzati o sposati[...]
    A Cavezzo arrivano i sassi portafortuna di Ester Fulloni
    A Cavezzo arrivano i sassi portafortuna di Ester Fulloni
    Data del rilascio: domenica 18 settembre. Chi li trova può tenerseli o farli ancora girare[...]
    Regina Elisabetta, quando Buckingham Palace rispose alla lettera di un bambino di Mirandola
    Regina Elisabetta, quando Buckingham Palace rispose alla lettera di un bambino di Mirandola
    Quattro anni fa, un bambino di Mirandola scrisse una lettera indirizzata alla regina e ricevette risposta da Buckingham Palace[...]
    In vacanza perde un dispositivo collegato al telefono della figlia disabile: lo rintraccia a Cavezzo
    In vacanza perde un dispositivo collegato al telefono della figlia disabile: lo rintraccia a Cavezzo
    E' quanto è accaduto quest'estate, a Cattolica, ad una famiglia di Rovigo: la donna ha scritto un post in un gruppo Facebook cittadino, nella speranza che il dispositivo possa essere restituito[...]
    • malaguti