Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Mario Castellazzi, lo speciale legame tra Finale Emilia e “Clamoroso al Cibali!”

Nel calcio, ci sono partite che rimangono nella storia. Per un gol, un risultato, una giocata. Nel caso di Catania-Inter del 4 giugno 1961, il motivo per cui quella partita viene tuttora ricordata è una frase pronunciata nella radiocronaca, nella trasmissione Tutto il calcio minuto per minuto. La frase, o meglio, l’esclamazione, attribuita a Sandro Ciotti, anche se non esistono registrazioni che possano confermarlo, è il celebre: “Clamoroso al Cibali!”

Gli appassionati di sport sanno bene che, ancora oggi, a distanza di quasi 60 anni, l’espressione viene utilizzata per evidenziare un risultato inaspettato rispetto ai pronostici della vigilia. In quel caso, quello dello stadio Cibali di Catania. La vittoria per 2-0 dei padroni di casa contro la favorita Inter, in lotta per lo scudetto.

Se la storia della nascita dell’espressione è nota, meno conosciuti sono i legami tra quella partita, disputatasi nella lontana Sicilia, e la provincia di Modena. In particolare, i legami con il comune di Finale Emilia. Eppure, il Comune della Bassa modenese ha giocato un ruolo fondamentale in quel match. Finalese era, infatti, uno dei principali protagonisti, Mario Castellazzi, nato nel 1935 e autore della prima rete del Catania, squadra in cui ha militato in quella stagione e nella successiva, prima di concludere la carriera con la maglia dello Spezia.

La partita

Ma riavvolgiamo il nastro e torniamo a quel giugno 1961. Ultima giornata di campionato. Catania-Inter è una gara decisiva. Gli etnei sono già salvi. L’Inter, invece, lotta per lo scudetto ed è a due punti dalla Juventus capolista. Fino al giorno prima, in realtà, Juventus e Inter erano prime a pari punti. La Federcalcio aveva, però, annullato la vittoria a tavolino assegnata all’Inter nello scontro diretto, stabilendo che la gara andasse rigiocata. Dunque, i nerazzurri potevano ancora sperare nello scudetto battendo il Catania e i bianconeri nella ripetizione del match. La gara di Catania, date le circostanze, sembrava essere una semplice formalità per i nerazzurri. La differenza di motivazioni tra una squadra in lotta per lo scudetto e una già salva e senza ambizioni avrebbe dovuto essere decisiva. E invece…

Invece, i nerazzurri non tennero in considerazione le particolari motivazioni di quel Catania. Nella gara di andata, infatti, l’Inter aveva sconfitto gli etnei col punteggio di 5-0, con ben 4 autoreti tra le fila dei siciliani. A fare scalpore, però, erano state le dichiarazioni a fine partita del tecnico dell’Inter, Helenio Herrera, che aveva definito il Catania una “squadra di postelegrafonici”. I siciliani, dunque, non aspettavano altro che il match di ritorno per vendicarsi di quell’onta. Il finalese Mario Castellazzi ricorda così il clima che si respirava nello spogliatoio del Catania, prima della gara diventata famosa per il “Clamoroso al Cibali” esclamato in radiocronaca: “Eravamo un gruppo unito, Prenna era un vero capitano anche fuori dal campo. Ci invitava a casa sua, eravamo decisi a vendicarci”.

E così, al contrario di quanto pronosticato, in campo non ci fu partita. L’Inter, demoralizzata dall’annullamento della vittoria a tavolino contro la Juventus, soffrì l’impegno e la voglia messi in campo dal Catania. Al 25′ arrivò la rete dell’1-0 di Castellazzi, che, a posteriori la descrisse così: “Me lo ricordo benissimo, respinta della difesa dell’Inter, stop di petto e tiro al volo all’incrocio”. Dopo l’1-0, il Catania continuò a spingere e lo stesso Castellazzi si vide annullare un’altra rete e colpì una traversa: “Segnai una rete, me ne annullarono un’altra e presi una traversa. Poteva finire anche 4-0”. Nella ripresa, poi, arrivò il 2-0 di Calvanese, che spegne definitivamente le ambizioni di scudetto dell’Inter e provoca la famosa esclamazione di Ciotti.

Dunque, nonostante possa apparire strano, grazie alla rete e alla grande prestazione di Mario Castellazzi, scomparso nel 2018 a 82 anni, in quel Catania-Inter, c’è anche un po’ di Finale Emilia all’origine dell’espressione “Clamoroso al Cibali!”

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Il caffè della domenica con Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Trump: un pericolo per la democrazia
Quanto sta accadendo in questi giorni negli Stati Uniti, deve essere un monito per le democrazie dell’intero Pianeta.leggi tutto
Glocal
L'incompetenza del manager
L’Italia, tra i tanti primati che detiene nel campo dell’inefficienza e dell’inadeguatezza, si trova purtroppo anche ai primi posti, tra i Paesi a capitalismo avanzato, per l’incompetenza dei propri manager.leggi tutto
Glocal
Le organizzazioni aziendali al tempo del Covid-19
Occorre riprogrammare la nostra quotidianità, lasciando da parte gli interessi personali concentrandosi su altre forme di benessere, che tengano conto della salute e degli interessi dell’intera comunità.leggi tutto
Glocal
Covid-19: rapporto sull'economia dell'Emilia-Romagna
Secondo il rapporto congiunturale redatto dalla Banca d’Italia, anche l’economia della prosperosa Emilia-Romagna, a causa della diffusione della pandemia di Covid-19, sta soffrendo molto.leggi tutto
Glocal
Lavoro: le figure richieste nel post Covid
Secondo una stima elaborata da Unioncamere, nei prossimi quattro anni, quasi due milioni e mezzo di giovani in possesso di lauree, diplomi e qualifiche professionali troveranno lavoro. Un terzo riguarderà le qualifiche professionali, mentre i restanti due terzi laureati e diplomati.leggi tutto
Glocal
Recessione economica globale da Covid-19
La pandemia sta causando una recessione economica globale.leggi tutto
Lettere persiane
Si torna a scuola, incipit vita nova - LA RIFLESSIONE
E un’autentica paideia civica ed esistenziale, capace di formare la mente e l’anima degli individui educandoli al Mondo della Vita, secondo lo studente mirandolese Giovanni Battista Olianileggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
La biodiversità che non ti aspetti: le Valli mirandolesi
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta della Stazione Ornitologica Modenese che si trova a Mirandolaleggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    Recuperato l'antico manoscritto che venne rubato dall'Abbazia di Nonantola
    Recuperato l'antico manoscritto che venne rubato dall'Abbazia di Nonantola
    Era stato messo in vendita sul web, sul mercato antiquario. Il 22 gennaio, venerdì, si terrà una cerimonia pubblica per la riconsegna del manoscritto recuperato.[...]
    Con le "Storie a domicilio", il progetto TiPì riparte nella Bassa
    Con le "Storie a domicilio", il progetto TiPì riparte nella Bassa
    Ripartono le attività di TiPì – Stagione di Teatro Partecipato, il progetto che dal 2016 anima la vita culturale dell'Area Nord della provincia di Modena, con l'iniziativa TPCM – Storie a domicilio.[...]
    Da Eurosets a Medolla la riunione è in stile giapponese
    Da Eurosets a Medolla la riunione è in stile giapponese
    Inaugurata l’innovativa sala Obeya, di tradizione nipponica, per migliorare i processi decisionali, la creatività e il lavoro di squadra[...]
    I bimbi vanno in sala operatoria con la Bmw al Policlinico di Modena
    I bimbi vanno in sala operatoria con la Bmw al Policlinico di Modena
    AutoClub, storica concessionaria BMW di Modena ha donato due BMW I8 Spyder Toy Car che accompagneranno il bimbo in sala operatoria. [...]
    Il Comune di Medolla forma le liste di leva per i nati del 2004, chiamata alle armi in vista?
    Il Comune di Medolla forma le liste di leva per i nati del 2004, chiamata alle armi in vista?
    E' un atto burocratico perché il servizio militare obbligatorio non è scomparso, ma sospeso. E periodicamente si parla di renderlo operativo, come adesso per il Coronavirus[...]
    Già diversi casi di pettirossi incollati, colpa della colla per topi in ambienti esterni
    Già diversi casi di pettirossi incollati, colpa della colla per topi in ambienti esterni
    L'allarme dell'associazione "Il Pettirosso" che si trova a curare gli uccellini rimasti incollati[...]
    Giovane, laureato, impiegato e ama i social media: ecco chi va ai festival cinematografici
    Giovane, laureato, impiegato e ama i social media: ecco chi va ai festival cinematografici
    I dati di un'indagine sul pubblico condotta da Regione e DamsLab, attraverso l'analisi di 25 manifestazioni di settore in Emilia-Romagna[...]
    I personaggi illustri della Bassa: Gregorio Agnini di Finale, deputato e pioniere del socialismo italiano
    I personaggi illustri della Bassa: Gregorio Agnini di Finale, deputato e pioniere del socialismo italiano
    La Bassa territorio di personaggi illustri, oggi si parla del deputato finalese Gregorio Agnini: pioniere del socialismo italiano e fondatore delle leghe dei braccianti in Emilia.[...]
    Domenica attesa la neve anche nella Bassa
    Domenica attesa la neve anche nella Bassa
    Durerà poco ma dovrebbe poggiarsi[...]