Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
28 Gennaio 2022

Diagnosi precoce di stenosi carotidea e aneurisma dell’aorta negli ospedali modenesi

 La Chirurgia Vascolare e le Cardiologie dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Modena hanno iniziato nei primi giorni del 2021 il primo screening per la diagnosi precoce di stenosi carotidea e aneurisma dell’aorta addominale nei pazienti ricoverati per malattia coronarica. Tutte queste patologie , si legge nel comunicato stampa dell’AOU di Modena, hanno, infatti, alla base una causa comune, la malattia aterosclerotica, e condividono i fattori di rischio (come fumo, ipercolesterolemia e ipertensione). È quindi elevata la probabilità che siano presenti in contemporanea nella stessa persona patologie differenti, che possono rimanere a lungo silenti ed emergere solo in condizioni in cui si rende necessario un trattamento chirurgico, spesso in urgenza.

“E’ noto come gli screening in chirurgia vascolare siano estremamente complessi nell’organizzazione e talvolta nel beneficio, se applicati a una vasta popolazione – spiega il prof. Roberto Silingardi di Unimore, direttore di Chirurgia Vascolare – Il progetto da noi ideato  denominato “Cercami”  (acronimo di stenosi Carotidea   e anEurisma   aorta  addominale: lo scReening eco Color doppler nei pAzienti con cardiopatia ischeMIca) prevede uno screening mirato, rivolto alla popolazione di pazienti affetti da cardiopatia coronarica, segnalati dai reparti di Cardiologia di Modena  nei pazienti ricoverati a cui  viene effettuato esame ecocolordoppler delle carotidi e dell’aorta addominale”.

Lo studio è condotto dai medici in formazione specialistica della Chirurgia vascolare, coordinati dalla Dott.ssa Ginevra Pizzarelli, membro del comitato scientifico, e sarà futuro oggetto di tesi del corso di laurea in Medicina e Chirurgia – Unimore.

“Abbiamo accolto con entusiasmo la proposta di collaborazione dei colleghi vascolari – hanno commentato il prof. Giuseppe Boriani, Direttore della Cardiologia del Policlinico e il dottor Stefano Tondi, direttore della Cardiologia dell’Ospedale Civile – che consente di avviare un’attività di prevenzione ad ampio raggio sui nostri pazienti. Il progetto è un modo per garantire il massimo standard di cura e porsi come centro all’avanguardia nei confronti dello studio e del trattamento delle patologie vascolari, nel loro insieme”. “Poter diagnosticare con anticipo condizioni così rischiose per la vita – ha concluso il dott. Roberto Moratto, chirurgo vascolare fra i Coordinatori dello studio – permetterebbe un più alto livello di cura per i pazienti, con maggior efficienza per il sistema sanitario, a beneficio della società.”

All’approvazione del comitato etico, che ha permesso la stesura di un protocollo aziendale condiviso, ha immediatamente fatto seguito l’inizio dello studio nel gennaio 2021 che sino ad ora ha coinvolto 60 pazienti scoprendo 12 casi che necessitavano di approfondimento diagnostico (20 % dei pazienti studiati). Nonostante le difficoltà che il COVID-19 ha fatto emergere all’interno degli ospedali italiani, la Chirurgia Vascolare e i reparti di Cardiologia dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Modena, afferenti al Dipartimento di Malattie Nefrologiche, Cardiache e Vascolari, continuano ad impegnarsi nel garantire ai pazienti prevenzione e cura delle malattie cardiovascolari.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Appunti di gusto, tutto quello che c'è da sapere della birra
La rubrica "Appunti di gusto", a cura di Francesca Monarileggi tutto
“Il caffè della domenica” di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Consigli di salute
Impianti dentali: i vantaggi
Vuoi tornare ad avere un sorriso splendente in maniera rapida e senza problemi? L’impianto dentale potrebbe essere la soluzione ai tuoi problemi.leggi tutto
Appunti di gusto, tutto quello che c'è da sapere del latte
La rubrica "Appunti di gusto", a cura di Francesca Monarileggi tutto
Glocal
Perché esiste il fenomeno dei no-vax?
Grazie ad un’attenta e pianificata campagna vaccinale il morbillo è praticamente sparito nei Paesi a capitalismo avanzato. Purtroppo ancor oggi esistono focolai di morbillo nei Paesi in via di sviluppo.leggi tutto
Appunti di gusto, tutto quello che c’è da sapere della cannella
La rubrica "Appunti di gusto", a cura di Francesca Monarileggi tutto

Sul Panaro on air

  • An error occurred:

    The request cannot be completed because you have exceeded your quota.

    La buona notizia

    Nuovo numero di telefono Ausl Modena per chi ha problemi con l'isolamento Covid
    Si ricorda ai cittadini che in caso di sintomi non bisogna recarsi né in farmacia né in ospedale, ma contattare immediatamente il medico di medicina generale o il pediatra.[...]
    Mirandola, alla Medtronic nuovo impianto per ridurre le emissioni di Co2
    L'azienda, inoltre, continua ad espandersi: è stata siglata, infatti, l’acquisizione per 925 milioni di dollari di Affera Inc[...]
    Trapianti di fegato, Modena al top nazionale
    Un anno da record quello appena trascorso, nonostante le criticità per il mondo della sanità, specie per i trapianti da donatore vivente[...]

    Curiosità

    "Il cacciatore di anatre" sbarca su Prime: è il film collettivo della Bassa Modenese
    "Il cacciatore di anatre" sbarca su Prime: è il film collettivo della Bassa Modenese
    Il film racconta un pezzo della nostra storia, e più di 500 persone tra Mirandola, Finale Emilia e San Felice vi hanno partecipato[...]
    Elisabetta Belloni, chi è la "modenese" di cui si parla per la presidenza della Repubblica
    Elisabetta Belloni, chi è la "modenese" di cui si parla per la presidenza della Repubblica
    Sessantaquattro anni, madre di Sestola e casa di famiglia sull'Appennino Modenese, è attualmente direttrice generale del Dipartimento delle informazioni per la sicurezza[...]
    Anziani cardiopatici, imparare a usare Internet per essere curati meglio
    Anziani cardiopatici, imparare a usare Internet per essere curati meglio
     Solo il 25% dei pazienti cardiologici dai 75 anni in su utilizza mezzi digitali convenzionali come motori di ricerca, mail, smartphone e app, secondo uno studio della Cardiologia del Policlinico di Modena[...]
    San Sebastiano, consegnati gli encomi agli agenti di Polizia Locale Mirandola
    San Sebastiano, consegnati gli encomi agli agenti di Polizia Locale Mirandola
    Sono andati al commissario Emanuela Ragazzi, all'assistente capo Valerio Zoni all'agente Danilo Cardella e all'agente Di Canosa[...]
    Covid, faceva tamponi abusivi nel suo negozio di scarpe a Mirandola
    Covid, faceva tamponi abusivi nel suo negozio di scarpe a Mirandola
    Il commerciante non solo effettuava direttamente i prelievi dai nasi delle persone con sospetto di contagio, ma poi effettuava anche il controllo e l'analisi.[...]
    Si dimette il sindaco di Bomporto Angelo Giovannini
    Si dimette il sindaco di Bomporto Angelo Giovannini
    Scrive: "Ci ho provato, mi arrendo e cedo il posto, magari a qualcuno tra i tanti sempre pronti a insegnare come fare o a dirci che ci teniamo strette le poltrone"[...]
    Attacco hacker durante convegno in Senato: video porno durante l'intervento della senatrice Mantovani
    Attacco hacker durante convegno in Senato: video porno durante l'intervento della senatrice Mantovani
    Momenti di imbarazzo nel corso di un incontro, trasmesso in streaming, sulla "Pubblica amministrazione trasparente"[...]
    La sulada, una torta squisita da salvare
    La sulada, una torta squisita da salvare
    L'appello del giornalista dendrogastronomico Carlo Mantovani[...]
    In aeroplano per 22 mila km per per raggiungere la Kamchatka
    In aeroplano per 22 mila km per per raggiungere la Kamchatka
    Ad affrontare questa avventura a tappe 35 piloti, tra uomini e donne, provenienti dall'Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Puglia, Veneto e Sicilia.[...]
    Finale Emilia a "C'è posta per te", la commovente storia di Salvatore Loverso
    Finale Emilia a "C'è posta per te", la commovente storia di Salvatore Loverso
    Domenica da Maria De Filippi in scena è stato chiamato Salvatore, invitato da un "postino" del programma che era arrivato nei giorni scorsi a Finale Emilia.[...]