Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
26 Settembre 2021

Azienda Ospedaliero – Universitaria di Modena, eseguito il millesimo trapianto di fegato

Trapianti di fegato, l’Azienda Ospedaliero – Universitaria di Modena tocca quota mille. L’importante traguardo, si legge nel comunicato stampa diffuso dall’Aou di Modena, giunge a distanza di vent’anni dall’apertura del Centro Trapianti e a realizzarlo è la Chirurgia Oncologica Epatobiliopancreatica e dei Trapianti di Fegato diretta dal professor Fabrizio Di Benedetto. Il millesimo trapianto di fegato è stato portato a termine proprio pochi giorni fa.

“Un grande orgoglio ed un momento molto sentito – dichiara il professor Di Benedetto -, ulteriormente impreziosito dal fatto che si è trattato di un trapianto da donatore vivente”.

Come commenta il direttore generale dell’Azienda Ospedaliero – Universitaria di Modena, dottor Claudio Vagnini, “dietro questo successo troviamo dedizione, formazione, studio continuo, specializzazione e multidisciplinarietà. Si tratta di un punto d’arrivo importante, costruito con una crescita costante negli ultimi anni, basti pensare che oltre 250 trapianti di fegato dei mille totali sono stati eseguiti negli ultimi quattro anni. Non è un caso, quindi, che Modena sia considerata ormai un punto di riferimento per la chirurgia dei trapianti. Anche per questo non intendiamo sederci sugli allori, ma piuttosto ripartire da qui per migliorarci e crescere ulteriormente proiettandoci nel futuro”.

“L’importante traguardo che oggi commentiamo è per il nostro Ateneo motivo di grande soddisfazione ed orgoglio”, sottolinea il rettore dell’Università di Modena e Reggio Emilia, professor Carlo Adolfo Porro. “Il Centro Trapianti di Modena è ormai una realtà consolidata nel panorama nazionale e, in questo senso, il millesimo trapianto di fegato si inserisce nel solco di un impegno ventennale fatto di innovazione e qualità. Un ringraziamento al professor Di Benedetto e a tutta la sua équipe, così come a tutti i professionisti dell’Azienda Ospedaliero – Universitaria, che grazie al loro apporto corale hanno reso possibile un così ambizioso risultato”.

Sono ben sette i trapianti di fegato da donatore vivente eseguiti a Modena negli ultimi dodici mesi.

“Si tratta di una preziosa opportunità per i pazienti in attesa di ricevere il trapianto in tempo utile ad ottenere la guarigione”, sottolinea il professor Di Benedetto. “Il traguardo è frutto di un lavoro di squadra, per cui desidero ringraziare tutto il gruppo dei miei collaboratori, che con il loro lavoro infaticabile hanno reso possibile il raggiungimento di questi obiettivi, portando Modena ad essere un centro di riferimento non solo regionale ma anche nazionale. Ringrazio inoltre lo staff infermieristico, gli epatologi, diretti dalla professoressa Erica Villa, i radiologi, guidati dal professor Pietro Torricelli, ed il reparto di Anestesia e Rianimazione, diretto dal professor Massimo Girardis, che in un anno così difficile ha lavorato con noi per garantire sempre ai pazienti le cure necessarie”.

E proprio il professor Girardis sottolinea: “Quando in una notte di ottobre del 2000 siamo stati chiamati per gestire il primo trapianto di fegato, mai avremmo pensato di arrivare a questo traguardo. Il primo pensiero e ringraziamento va a tutti i medici ed infermieri dell’unità operativa, che oggi ho il privilegio di dirigere e che si sono prodigati in maniera instancabile, con entusiasmo ed alta competenza in questi vent’anni. Da allora i progressi in ambito anestesiologico-rianimatorio sono stati rilevanti ed oggi possiamo sottoporre a trapianto di fegato con buon margine di sicurezza pazienti ad elevata complessità clinica che in passato non avrebbero potuto beneficiare di questa opportunità”.

Il reparto di Chirurgia Oncologica, Epatobiliopancreatica e Trapianti di Fegato ha recentemente conseguito, grazie alla sinergia tra il Sistema Qualità dell’AOU e l’impegno dello staff chirurgico, la certificazione di qualità secondo normativa ISO 9001:2015 per la gestione del paziente candidato a trapianto di fegato.

“Ciò dimostra come questa azienda ed i suoi professionisti non si accontentino dei risultati e dei numeri, ma mettano al centro il servizio ai cittadini e possano offrire un’assistenza di altissima qualità che sia oggettivamente riconosciuta come tale”,
conclude il professor Di Benedetto.

Nella foto seguente, l’equipe della Chirurgia Oncologica Epatobiliopancreatica e Trapianti di Fegato:

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

"Il caffè della domenica" di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Appunti di gusto: tutto quello che c'è da sapere del gelato
La rubrica "Appunti di gusto" a cura di Francesca Monarileggi tutto
"Il caffè della domenica" di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Consigli di salute
Dente del giudizio: cos'è e cosa fare
Hai male al dente del giudizio e vuoi saperne di più prima di estrarlo? Questo post fa al caso tuo!leggi tutto
Appunti di gusto: tutto quello che c'è da sapere sul pomodoro
La rubrica "Appunti di gusto" a cura di Francesca Monarileggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Il caffè della domenica", Un piccolo spazio trisettimanale a cura di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
L'economia italiana è in fase di ripresa?
L'agenzia di rating Fitch conferma per quest’anno un rating all’Italia “BBB”, con outlook stabile.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchNuovo Pronto Soccorso di Mirandola, intervista al dottor Stefano Toscani
    • WatchFinale Emilia, saluto del consiglio comunale al luogotenente Cappello
    • WatchLa Bike Map delle Ciclovie nella Bassa Modenese

    La buona notizia

    Mirandola, il nido di via Poma selezionato per un progetto regionale
    Il progetto è destinato ai bimbi da zero a sei anni per l’apprendimento della lingua inglese.[...]
    Mirandola, inaugurazione degli edifici parrocchiali a Quarantoli
    Domenica 26 settembre alle ore 18.30 la messa presieduta dal Vescovo Erio Castellucci, al termine la benedizione dei locali restaurati alla presenza delle Autorità civili[...]

    Curiosità

    Bomporto, Aipo cambia le guarnizioni ai portoni Vinciani
    Bomporto, Aipo cambia le guarnizioni ai portoni Vinciani
    Nuovo intervento di manutenzione straordinaria interamente finanziato da Aipo [...]
    Cavallo scavalca la recinzione e se ne va a spasso
    Cavallo scavalca la recinzione e se ne va a spasso
    La sua presenza, però, non è passata inosservata[...]
    Fa un bonifico ma arriva a un truffatore: imbroglio sventato dai Carabinieri
    Fa un bonifico ma arriva a un truffatore: imbroglio sventato dai Carabinieri
    Vittima un imprenditore che voleva spostare 15 mila euro[...]
    Animali, dopo il lockdown più rinunce di cani e gatti
    Animali, dopo il lockdown più rinunce di cani e gatti
    In aumento il numero degli animali affidati alle strutture intercomunali: quest’anno già oltre 50, mentre continuano i controlli sulle staffette illegali dal sud Italia[...]
    Massa Finalese, l'incredibile storia di Giulia e Leda: si sposano grazie all'incontro col "bambino zero" di "Veleno"
    Massa Finalese, l'incredibile storia di Giulia e Leda: si sposano grazie all'incontro col "bambino zero" di "Veleno"
    Grazie alla conoscenza comune del "bambino zero" e del giornalista Pablo Trincia, Giulia e Leda si sono conosciute e sposate nel giro di pochi mesi[...]
    Percepiva il reddito di cittadinanza vivendo ai Caraibi, denunciata per truffa aggravata
    Percepiva il reddito di cittadinanza vivendo ai Caraibi, denunciata per truffa aggravata
    La donna, rientrata in Italia per chiedere il beneficio, una volta ottenutolo è tornata nell’arcipelago caraibico[...]
    A Finale Emilia volontari danno lezione di emergenza coi giochi istruttivi per i bimbi
    A Finale Emilia volontari danno lezione di emergenza coi giochi istruttivi per i bimbi
    Ai piccoli è stato mostrato cosa significa essere volontari del soccorso[...]
    Più di 140 partecipanti per  la Pedalenta a Cavezzo
    Più di 140 partecipanti per la Pedalenta a Cavezzo
    La passeggiata per il paese in bicicletta è stata anche anche l’occasione per far conoscere ai giovanissimi le strade del proprio paese. [...]
    Scuola rimessa a nuovo per i bimbi dell'elementare di San Prospero
    Scuola rimessa a nuovo per i bimbi dell'elementare di San Prospero
    I lavori, iniziati l’indomani della chiusura delle scuole e terminati in tempo utile, ammontano a 710.000 euro d[...]