Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
26 Settembre 2021

Modena, trapianto di fegato con prelievo a cuore fermo grazie alla rete provinciale

Un trapianto di fegato con prelievo a cuore fermo che ha permesso di salvare una vita e che è stato possibile grazie alla stretta collaborazione tra l’Ospedale Ramazzini di Carpi, gestito dall’Azienda Usl di Modena, con l’Ospedale Civile di Baggiovara e con il Policlinico di Modena. Un’ulteriore conferma, si legge nel comunicato stampa dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Modena, del fatto che la presenza di una rete provinciale e regionale può rendere efficiente e immediato l’intero processo di trapianto a tutto vantaggio dei pazienti in lista d’attesa.

Il trattamento pre-prelievo, che ha coinvolto il personale della Terapia Intensiva diretta dalla dottoressa Elisabetta Bertellini, e il prelievo del fegato sono stati effettuati alcuni giorni fa all’Ospedale Civile di Baggiovara. Il trapianto del fegato, invece, si è tenuto al Policlinico di Modena, ad opera dell’equipe della Chirurgia dei Trapianti, diretta dal professor Fabrizio Di Benedetto, direttore della Chirurgia Oncologica, Epato-bilio-pancreatica e dei Trapianti di fegato. La donazione è avvenuta grazie alla generosità della famiglia del donatore.

Come spiega il direttore generale dell’Azienda Ospedaliero – Universitaria di Modena, Claudio Vagnini, “all’estero il prelievo di organi a cuore fermo è una prassi molto diffusa, mentre in Italia è praticata ancora soltanto in un numero molto limitato di centri dotati di competenze e tecnologia adeguate alla complessità della procedura. L’AOU di Modena è uno di questi centri e come tale conferma ancora una volta la sua propensione all’innovazione continua e alla specializzazione in procedure multidisciplinari e complesse come quella di cui stiamo parlando”.

Il prelievo a cuore fermo avviene nel caso di pazienti donatori nei quali viene documentata morte cardiaca, certificata secondo quanto stabilito dalla legge italiana ovvero 20 minuti di assenza di attività cardiaca. In questi pazienti, la funzionalità degli organi viene mantenuta grazie all’assistenza cardiocircolatoria extracorporea (ECMO), applicata immediatamente dopo l’accertamento di morte.

Come spiega la dottoressa Bertellini, “si tratta di una procedura clinico-chirurgica di alta complessità che richiede un elevatissimo livello di collaborazione tra strutture e discipline diverse, vale a dire Terapia Intensiva, Chirurgia dei Trapianti,
Laboratorio analisi, Ingegneria clinica”.

“Il trapianto di un organo con donatore proveniente da un altro ospedale del territorio – afferma la dottoressa Enrica Becchi, coordinatore locale trapianti Area Nord, dell’UOC di Anestesia e Rianimazione di Area Nord (Ospedali di Carpi e Mirandola) – mette in evidenza ancora una volta l’importanza della presenza di una rete in cui anche le strutture ospedaliere periferiche (rispetto ai centri dove vengono poi effettuati i trapianti) rivestono un ruolo fondamentale nel procurement di organi e tessuti. La stretta collaborazione tra le aziende sanitarie, unita alla professionalità e alla competenza degli operatori, rende funzionale e operativo l’intero processo, a vantaggio dei pazienti in attesa di trapianto. Allo stesso tempo la presenza di professionisti appositamente formati consente il coinvolgimento delle famiglie che purtroppo vivono il dolore della perdita di un proprio congiunto in una scelta così generosa e così preziosa come quella della donazione”.

Come sottolinea il professor Fabrizio Di Benedetto, che ha eseguito il trapianto del fegato nel Centro Trapianti del Policlinico, “in questi casi, la necessità di essere veloci e l’impossibilità di programmare, condizioni insite nel processo di trapianto, in questo caso assumono un significato rinnovato, perché il periodo di osservazione del donatore è brevissimo. Tutte le decisioni vanno prese in pochi minuti, con la conseguenza che tutte le strutture coinvolte sono chiamate a un notevole sforzo organizzativo. Ma ne vale decisamente la pena: questi fegati dopo il prelievo vengono perfusi con una macchina che li ossigena a pressione e temperature controllate che rigenerano le cellule epatiche e quindi hanno le stesse chance di successo di quelle degli organi prelevati a cuore battente”.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Appunti di gusto: tutto quello che c'è da sapere del gelato
La rubrica "Appunti di gusto" a cura di Francesca Monarileggi tutto
"Il caffè della domenica" di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Consigli di salute
Dente del giudizio: cos'è e cosa fare
Hai male al dente del giudizio e vuoi saperne di più prima di estrarlo? Questo post fa al caso tuo!leggi tutto
Appunti di gusto: tutto quello che c'è da sapere sul pomodoro
La rubrica "Appunti di gusto" a cura di Francesca Monarileggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Il caffè della domenica", Un piccolo spazio trisettimanale a cura di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
L'economia italiana è in fase di ripresa?
L'agenzia di rating Fitch conferma per quest’anno un rating all’Italia “BBB”, con outlook stabile.leggi tutto
Il caffè della domenica", Un piccolo spazio trisettimanale a cura di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto

Sul Panaro on air

  • An error occurred:

    The request cannot be completed because you have exceeded your quota.

    La buona notizia

    Mirandola, il nido di via Poma selezionato per un progetto regionale
    Il progetto è destinato ai bimbi da zero a sei anni per l’apprendimento della lingua inglese.[...]
    Mirandola, inaugurazione degli edifici parrocchiali a Quarantoli
    Domenica 26 settembre alle ore 18.30 la messa presieduta dal Vescovo Erio Castellucci, al termine la benedizione dei locali restaurati alla presenza delle Autorità civili[...]

    Curiosità

    Bomporto, Aipo cambia le guarnizioni ai portoni Vinciani
    Bomporto, Aipo cambia le guarnizioni ai portoni Vinciani
    Nuovo intervento di manutenzione straordinaria interamente finanziato da Aipo [...]
    Cavallo scavalca la recinzione e se ne va a spasso
    Cavallo scavalca la recinzione e se ne va a spasso
    La sua presenza, però, non è passata inosservata[...]
    Fa un bonifico ma arriva a un truffatore: imbroglio sventato dai Carabinieri
    Fa un bonifico ma arriva a un truffatore: imbroglio sventato dai Carabinieri
    Vittima un imprenditore che voleva spostare 15 mila euro[...]
    Animali, dopo il lockdown più rinunce di cani e gatti
    Animali, dopo il lockdown più rinunce di cani e gatti
    In aumento il numero degli animali affidati alle strutture intercomunali: quest’anno già oltre 50, mentre continuano i controlli sulle staffette illegali dal sud Italia[...]
    Massa Finalese, l'incredibile storia di Giulia e Leda: si sposano grazie all'incontro col "bambino zero" di "Veleno"
    Massa Finalese, l'incredibile storia di Giulia e Leda: si sposano grazie all'incontro col "bambino zero" di "Veleno"
    Grazie alla conoscenza comune del "bambino zero" e del giornalista Pablo Trincia, Giulia e Leda si sono conosciute e sposate nel giro di pochi mesi[...]
    Percepiva il reddito di cittadinanza vivendo ai Caraibi, denunciata per truffa aggravata
    Percepiva il reddito di cittadinanza vivendo ai Caraibi, denunciata per truffa aggravata
    La donna, rientrata in Italia per chiedere il beneficio, una volta ottenutolo è tornata nell’arcipelago caraibico[...]
    A Finale Emilia volontari danno lezione di emergenza coi giochi istruttivi per i bimbi
    A Finale Emilia volontari danno lezione di emergenza coi giochi istruttivi per i bimbi
    Ai piccoli è stato mostrato cosa significa essere volontari del soccorso[...]
    Più di 140 partecipanti per  la Pedalenta a Cavezzo
    Più di 140 partecipanti per la Pedalenta a Cavezzo
    La passeggiata per il paese in bicicletta è stata anche anche l’occasione per far conoscere ai giovanissimi le strade del proprio paese. [...]
    Scuola rimessa a nuovo per i bimbi dell'elementare di San Prospero
    Scuola rimessa a nuovo per i bimbi dell'elementare di San Prospero
    I lavori, iniziati l’indomani della chiusura delle scuole e terminati in tempo utile, ammontano a 710.000 euro d[...]