Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
29 Maggio 2022

Emilia-Romagna, 4,3 milioni di euro per difendere boschi da incendi, calamità naturali e fitopatie

Un grande polmone verde, indispensabile alla vita. Essenziale per contrastare gli effetti del cambiamento climatico, ma anche per combattere il rischio idrogeologico e salvaguardare la  biodiversitàBoschi e foreste rappresentano una patrimonio da conservare e tutelare. Anche attraverso un attento lavoro di manutenzione che la Regione Emilia-Romagna ha deciso di sostenere, mettendo a disposizione 4,3 milioni di euro per finanziare interventi di prevenzione e protezione rispetto a quelle che vengono considerate le principali minacce: incendi, calamità naturali, fitopatie.

“La tutela del patrimonio forestale è una priorità per la Regione. Concorre in modo importante a far crescer opportunità di lavoro nelle aree più periferiche come l’Appennino ed è fondamentale per la riduzione dei gas serra e della CO2. Siamo dunque sempre più impegnati nel rafforzare il sostegno ad operatori e enti locali, affinchè si realizzi una buona gestione del patrimonio boschivo che rappresenta ben il 27% dell’intero territorio regionale- ha detto l’assessora regionale alla Montagna, parchi e forestazione Barbara Lori-.  Dopo le ultime risorse stanziate da questo Assessorato per “curare” i boschi danneggiati dalle calamità naturali, con oltre 1,3 milioni di euro, mettiamo in campo 4,3 milioni di euro per aggiungere un tassello fondamentale: quello della prevenzione. Proprio sostenendo e rafforzando i progetti per arginare il rischio incendi e quello idrogeologico e investendo nei sistemi di sicurezza possiamo costruire un futuro green, rispettoso dell’ambiente e del lavoro”.

Le risorse in arrivo sono quelle del Programma regionale di sviluppo rurale. Ne potranno beneficiare Amministrazioni pubbliche, Comuni e Unioni di ComuniEnti di gestione dei Parchi e la BiodiversitàConsorzi forestali  che dovranno presentare i progetti entro il 30 aprile 2022.  I contributi in conto capitale potranno essere compresi tra i 50 e 150mila euro e copriranno il 100% dell’importo dei lavori.

Quali interventi saranno finanziati

Pulizia dei boschi di conifere dalla biomassa secca; diradamenti e rimozione delle piante morte o danneggiate a causa di eventi calamitosi;  interventi selvicolturali come le conversioni di boschi cedui ad alto fusto; realizzazione e ripristino di strutture per la prevenzione degli incendi: sistemi di rilevamento, serbatoi o accumuli di acqua, magazzini. Il bando finanzia molteplici interventi per la prevenzione delle principali avversità che possono distruggere o comunque compromettere gravemente un bosco o una foresta.

Gli incendi dunque, ma non solo. Per contenere le conseguenze di alluvioni, e altri fenomeni meteo climatici estremi,  purtroppo sempre più frequenti,  sono previsti contributi anche per  i lavori di conservazione della funzionalità del reticolo idrografico minore quali fossi, canali e rii. E per il recupero e la realizzazione di opere di regimazione idraulico-forestale. Oltre a interventi per il monitoraggio dello stato fitosanitario dei boschi. I beneficiari dovranno avviare gli interventi entro il 31 dicembre 2022 per terminarli entro il 30 dicembre 2023. Oltre ad impegnarsi al mantenimento dell’opera realizzata per 5 anni. 

Il bando individua una serie di priorità per l’assegnazione delle risorse. Tra le altre: i territori ad elevato rischio idrogeologico; le aree ad elevato valore forestale e/o a rischio di incendio; quelle a rischio di degrado a seguito degli effetti dei cambiamenti climatici o per attacchi parassitari; le  zone di tutela delle risorse idriche. E ancora: i parchi, le riserve naturali (statali e regionali), i siti rete Natura 2000 (SIC e ZPS), i paesaggi naturali e seminaturali protetti e le aree di riequilibrio ecologico; le zone di rilevante valore paesaggistico o interne./

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

“Il caffè della domenica” di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Consigli di salute
Devitalizzare un dente fa male?
Devitalizzare un dente fa male? E' la domanda che ci si pone quando ci si prospetta una estrazioneleggi tutto
“E adesso un libro: rubrica di libri” De culpabili amore dell’esordiente mirandolese Filippo Reggiani
La mirandolese Francesca Monari ci porta in viaggio tra le pagine dei suoi libri preferitileggi tutto
“Il caffè della domenica” di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Due parole sull'economia italiana
L’aumento dei prezzi dei beni energetici e di quelli alimentari stanno gravando molto su imprese e famiglie.leggi tutto
Consigli di salute
Come raddrizzare i denti storti senza apparecchio
Sono uno dei problemi odontoiatrici più diffusi tra persone di ogni età. E non è solo una questione esteticaleggi tutto
“E adesso un libro: rubrica di libri”. Le perfezioni di Vincenzo Latronico
La mirandolese Francesca Monari ci porta in viaggio tra le pagine dei suoi libri preferitileggi tutto

Sul Panaro on air

  • An error occurred:

    The request cannot be completed because you have exceeded your quota.

    La buona notizia

    Per i diversamente abili dai 15 anni in su, ecco le iniziative estive di Anffass Mirandola
    Previsti sport, balli, canti e giochi: la sede principale delle attività sarà a Cavezzo. Sono previste uscite sul territorio e giornate in piscina.[...]
    Donne straniere a scuola di italiano a Medolla grazie alla Zerla
    Dal novembre 2021 a maggio 2022 ben 40 donne straniere hanno frequentato i quattro corsi proposti e gestiti dalla cooperativa sociale[...]
    A Cavezzo al posto dell'ex magazzino comunale nuovi spazi per lo sport
    Ci sarà la palestra della Boxe Cavezzo e qui la Polisportiva ha aperto la nuova sede.[...]

    Curiosità

    A Mirandola tour su bus a due piani. E le guide sono gli studenti delle medie
    A Mirandola tour su bus a due piani. E le guide sono gli studenti delle medie
    Si ripercorre la storia di Mirandola, attraverso i suoi luoghi più simbolici e conosciuti[...]
    La visita di Mattarella e il ritorno dei sorrisi dei bambini - LA CRONACA
    La visita di Mattarella e il ritorno dei sorrisi dei bambini - LA CRONACA
    Il presidente della Repubblica è stato accolto con calore nel decimo anniversario del terremoto a Medolla e a Finale Emilia. Commosso l'ex presidente Errani. [...]
    A Finale Emilia torna a zampillare la fontana
    A Finale Emilia torna a zampillare la fontana
    Un simbolo di rinascita che accompagna il ricco programma di iniziative per celebrare il Decennale: a Finale Emilia e in tutta la Bassa.[...]
    Da aspirante medico a Chef: Carlotta Lolli la cuoca cresciuta tra mattarelli e frutteti
    Da aspirante medico a Chef: Carlotta Lolli la cuoca cresciuta tra mattarelli e frutteti
    Una bella storia di imprenditoria giovanile quella della ventottenne modenese che poche ore dopo aver accantonato la lettera di ammissione alla Facoltà di Medicina, si è ritrovata Allieva della Scuola Internazionale di Cucina Italiana a Colorno[...]
    Ligabue, Pavarotti e quella volta a Rovereto sul Secchia
    Ligabue, Pavarotti e quella volta a Rovereto sul Secchia
    Il Tropical di Rovereto è stata negli anni '70 una delle balere più atpiche della Bassa dove al posto del liscio, si ballava la disco music.[...]
    Mirandola, incidente tra due auto e una bici in via Libertà
    Mirandola, incidente tra due auto e una bici in via Libertà
    Gli agenti della polizia locale di Mirandola sono ancora sul posto per i rilievi.[...]
    I bassorilievi dell'istituto Corni rimessi a nuovi coi pedaggi di Autobrennero
    I bassorilievi dell'istituto Corni rimessi a nuovi coi pedaggi di Autobrennero
    I lavori di restauro delle ceramiche sulla facciata della scuola di viale Tassoni, realizzate dallo scultore friulano Luciano Ceschia, dureranno per un mese[...]
    Emilia-Romagna prima regione in Italia per uso del Fascicolo Sanitario Elettronico (Fse)
    Emilia-Romagna prima regione in Italia per uso del Fascicolo Sanitario Elettronico (Fse)
    È quanto emerge dalla rilevazione effettuata dal Ministero della Sanità e da quello dell’Innovazione tecnologica [...]
    Stupido Hotel Show Rimini: ecco l'elenco ufficiale dei concorrenti
    Stupido Hotel Show Rimini: ecco l'elenco ufficiale dei concorrenti
    Lo Stupido Hotel show è una vacanza-show in stile 'Grande fratello': dove non paghi l'albergo ma rinunci alla privacy.[...]
    • malaguti