Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
16 Giugno 2024
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Modena, un protocollo per superare gli stereotipi di genere nelle campagne di comunicazione

Definire un protocollo per una comunicazione che superi gli stereotipi di genere e adottarlo per le campagne di comunicazione in città che siano attuate dall’Amministrazione o affidate ad agenzie esterne. È l’invito contenuto nell’ordine del giorno proposto dai gruppi di maggioranza (Pd, Sinistra per Modena, Europa verde-Verdi, Modena civica) e approvato dal Consiglio comunale di Modena, nella seduta di giovedì 13 gennaio, con il voto a favore anche del Movimento 5 stelle e di Modena sociale; contrari Lega Modena e Fratelli d’Italia-Popolo della famiglia. Illustrato dalla prima firmataria Lucia Connola (Pd), l’ordine del giorno ricorda che il Comune di Modena ha già adottato nel 2015 le Linee guida per l’uso del genere nel linguaggio amministrativo e le tante iniziative e i progetti rivolti alle scuole, e non solo, per una comunicazione che vada oltre gli stereotipi di genere. Partendo da questo presupposto, chiede di allargare l’ambito di azione adottando, appunto, un protocollo per una comunicazione attenta al genere che preveda, in particolare, che la rappresentazione della donna “non sia reificata, squalificata o stereotipata, svilente e maschilista”, che il corpo della donna non sia mercificato e che non vengano proposti modelli estetici irrealistici e irraggiungibili, utilizzando, ha sottolineato la consigliera “una modalità comunicativa che garantisca visibilità alla complessità dei ruoli maschili e femminili nella società di oggi e ne valorizzi l’interscambiabilità nella sfera sociale, familiare e professionale”. L’ordine del giorno chiede, inoltre, che il protocollo sia adottato in tutte le campagne di comunicazione in città, “allegandolo ai capitolati di gara nel caso di affidamento ad agenzie esterne e integrandolo nella modulistica per la richiesta di patrocinio”. Chiede anche che nelle campagne di comunicazione dei grandi eventi organizzati dal Comune “almeno un filone comunicativo sia dedicato alla decostruzione degli stereotipi di genere tramite l’utilizzo di contro stereotipi”, e che “i referenti della comunicazione della Città siano formati sulle strategie di comunicazione in chiave di genere”. Aprendo il dibattito, Elisa Rossini (Fratelli d’Italia-Popolo d’Italia) ha affermato che “il linguaggio di genere e la decostruzione degli stereotipi rientrano in una visione di Stato etico che vuole moralizzare la vita sociale imponendo un modello che non parte dalla persona. In una sorta di sperimentazione sociologica totalmente astratta tanto da voler eliminare l’elemento maschile e femminile che sono corporei”. La consigliera ha ritenuto “condivisibile il richiamo alla non reificazione della donna ma non il giudizio negativo sulla definizione dei ruoli maschili e femminili che discendono da una sensibilità differente”. Per il Pd, Alberto Bignardi ha rimarcato che la società si evolve, “ed è giusto che la politica dia indicazioni su quali linguaggi sono considerati accettabili. Il linguaggio di genere è un linguaggio accettante e accogliente, che non vuole imporre un modello culturale ma far sì che le persone non si sentano discriminate”. “Le parole sono importanti perché contribuiscono a formare la realtà”, ha affermato Irene Guadagnini sottolineando che “quello che non viene nominato, di fatto non esiste: da qui la scelta di sostenere la declinazione al femminile. La mozione ribadisce l’importanza delle parole che usiamo non per imbrigliare la lingua ma per dedicarle l’attenzione che merita, perché una parola non vale l’altra e lo stesso vale per le immagini”. Per Lega Modena, Giovanni Bertoldi ha giudicato la mozione “fondamentalmente inutile: tutta la comunicazione è fatta soprattutto di semplificazioni ed è piena di stereotipi, non solo di genere, perché deve arrivare nell’immediato. Le parole devono seguire una tradizione e le regole di una lingua”.
SulPanaro Expo

Rubriche

Al giardino ancora non l’ho detto | Rubrica Botanica | La pianta del Caffè
Rubrica - La rubrica botanica cura di Francesca Monari
Un raggio di sole tra la cronaca, per te le poesie di Luigi Golinelli - 5
Arte - E' la rubrica per un momento di tregua dalla frenesia della cronaca, con le poesie che il poeta Luigi Golinelli di San Felice Sul Panaro ha gentilmente messo a disposizione per voi lettori.
Un raggio di sole tra la cronaca, per te le poesie di Luigi Golinelli - 4
Arte - E' la rubrica per un momento di tregua dalla frenesia della cronaca, pubblicando le poesie che il poeta Luigi Golinelli di San Felice Sul Panaro ha gentilmente messo a disposizione per voi lettori.
Un raggio di sole tra la cronaca, per te le poesie di Luigi Golinelli - 3
Arte - E' la rubrica per un momento di tregua dalla frenesia della cronaca, pubblicando le poesie che il poeta Luigi Golinelli di San Felice Sul Panaro ha gentilmente messo a disposizione per voi lettori.
Glocal
Il loop della scarsità
Glocal - La nostra è un’epoca plasmata da un eccesso di stimoli che ci seducono nella direzione dell’accumulo: consumare più del necessario, acquistare oggetti inutili e cercare piaceri effimeri.
Un raggio di sole tra la cronaca, per te le poesie di Luigi Golinelli - 2
Arte - E' la rubrica per un momento di tregua dalla frenesia della cronaca, pubblicando le poesie che il poeta Luigi Golinelli di San Felice Sul Panaro ha gentilmente messo a disposizione per voi lettori.
“E adesso un libro” | Rubrica di libri - 6 titoli da non perdere
Rubrica - La rubrica letteraria a cura dell’autrice mirandolese Francesca Monari.
Appunti di gusto | Tutto quello che c’è da sapere della focaccia fiorita
Rubrica - Creatività, ortaggi e farine; questi gli ingredienti che danno vita a questa scenografica focaccia. Rubrica a cura di Francesca Monari

Sul Panaro on air

    • WatchSit in per Anna, la medica vittima di femminicidio. a San Felice sul Panaro
    • WatchA Mirandola la rabbia dei lavoratori licenziati alla Bellco. La manifestazione del 15 giugno 2024
    • Watch"La sua una produzione scientifica molto rilevante". Al Policlinico il ricordo della doc Anna
  • La buona notizia

    Ultime notizie
    Un’esperienza in barca a vela per sei ragazzi guariti dal cancro al Policlinico di Modena
    Nell’ambito del progetto di Sea Therapy è stato possibile far partecipare un gruppo di ex pazienti alla Triton Cup ospitata di recente nel Parco dell’Arcipelago Toscano
    L'anniversario
    Giornata del donatore, una visita ai Sassi di Roccamalatina con Avis
    Previste escursioni guidate, giochi per i bambini, incontri sulla storia alla scoperta di questo suggestivo luogo protetto del nostro Appennino. 
    Le novità per la salute
    A Ravarino apre l’ambulatorio dell’infermiera di comunità
    Prevenzione e non solo: il monitoraggio dei pazienti cronici è uno degli aspetti più importanti del lavoro dell’infermiere di comunità

    Curiosità

    Coi cartelli in latino il Casanova di San Pietro in Elda apre i corsi in piscina
    La storia
    Coi cartelli in latino il Casanova di San Pietro in Elda apre i corsi in piscina
    Seguire le regole aiuta a mantenere un ambiente sereno e piacevole per tutti. Ai "rari nantes" Mirco Scacchetti lo spiega pure in latino
    Il primo romanzo di Elena Bosi prende vita. E racconta Concordia allegra e disperata, leggera e disperata
    La storia
    Il primo romanzo di Elena Bosi prende vita. E racconta Concordia allegra e disperata, leggera e disperata
    E' nata nel 1978 e vive a Mirandola ma è di Concordia, dove è cresciuta. Traduce, insegna e scrive. "Mio padre è nato per i piedi" è il suo primo romanzo.
    Nuova casa per alcuni degli asinelli di San Possidonio: si è reso necessario il trasloco per 15 di loro
    Curiosità
    Nuova casa per alcuni degli asinelli di San Possidonio: si è reso necessario il trasloco per 15 di loro
    Per salvarli, dopo il fallimento del loro allevamento, venne attivata una raccolta fondi online che raggiunse la cifra di 56mila euro per un progetto diverso, una adozione a distanza
    La circonvallazione a doppio senso, il certificato di battesimo, la cassaforte violata: ecco gli highlights del confronto politico a Mirandola
    Politica
    La circonvallazione a doppio senso, il certificato di battesimo, la cassaforte violata: ecco gli highlights del confronto politico a Mirandola
    I candidati sindaco Letizia Budri, Carlo Bassoli, Giorgio Siena e Giorgio Cavazza sotto al fuoco di fila dei giornalisti della Bassa
    A Modena la festa per la Polizia Locale, ecco gli agenti (con cane poliziotto) premiati
    Il punto
    A Modena la festa per la Polizia Locale, ecco gli agenti (con cane poliziotto) premiati
    Tanti i casi in cui è stato necessario prestare soccorso ad anziani in difficoltà
    Il Comando di Modena sul podio del campionato italiano Vigili del Fuoco di nuoto
    I risultati
    Il Comando di Modena sul podio del campionato italiano Vigili del Fuoco di nuoto
    Grande soddisfazione espressa per la buona riuscita della manifestazione che ha visto partecipare circa 200 vigili del fuoco provenienti da tutta Italia
    Solara, i pavoni diventano un caso: "Danneggiano auto e tetti delle case"
    Il caso
    Solara, i pavoni diventano un caso: "Danneggiano auto e tetti delle case"
    Tra gli abitanti della frazione di Bomporto c'è chi chiede che per gli animali si trovi un'area protetta
    Il fleximan della differenziata individuato a Bomporto: col cacciavate contro i cassonetti
    Il punto
    Il fleximan della differenziata individuato a Bomporto: col cacciavate contro i cassonetti
    La Polizia Locale del Sorbara lo ha trovato con le videotrappole: aveva danneggiato con un cacciavite l’apertura elettronica dei cassonetti per la raccolta differenziata dei rifiuti per ben due volte, in due distinte giornate
    Le migliori città per la movida in Italia: Modena al sesto posto
    Curiosità
    Le migliori città per la movida in Italia: Modena al sesto posto
    Un recente studio di BonusFinder Italia ha analizzato le 50 città più grandi d’Italia tenendo conto di diversi fattori chiave che caratterizzano l'esperienza di divertimento.
    Il Guercino torna a casa, a Finale Emilia, 12 anni dopo il terremoto
    Taglio del nastro
    Il Guercino torna a casa, a Finale Emilia, 12 anni dopo il terremoto
    Vale più di tre milioni di euro - è questa la stima dell'assicurazione - e sul mercato  dell'arte è ambitissimo: gli americani vanno pazzi per le opere dell'artista centese

    chiudi