Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
13 Giugno 2024
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Scuola, al Barozzi ancora tutto fermo tra didattica a distanza e polemiche

MODENA - Ancora nessuna risposta per gli studenti dell’istituto tecnico economico Barozzi di Modena che, da tre settimane, sono costretti a frequentare buona parte delle lezioni tramite didattica a distanza. Un bel problema per gli oltre mille studenti  di tutta la provincia che da mesi attendono di tornare tra i banchi di scuola. Una preoccupazione condivisa con le loro famiglie: proprio una delle mamme ci ha contattato sperando di avere, tramite la stampa, quelle risposte che non aveva da giorni e giorni. A noi non è andata meglio: abbiamo trovato muro di gomma davanti alle nostre richieste di chiarimento e di intervista. La scuola non ci ha mai risposto. Eppure quel che tutti vogliamo sapere è semplice, una risposta in nome della trasparenza andrebbe data. A ottobre inoltrato, invece, si sa solo che come annunciato a settembre, gli unici studenti a cui al momento è stato concesso di rientrare a scuola normalmente sono quelli iscritti al primo anno, circa 300 ragazzi e ragazze. Fino a venerdì scorso le altre classi dovevano ancora seguire le lezioni a distanza per 4 o 5 giorni alla settimana anche se, a partire dal 5 ottobre, le lezioni in presenza aumenteranno gradualmente per tutti con la possibilità di andare a scuola 4 giorni su 6. Purtroppo, i disagi continueranno e, nella maggioranza delle classi, 7 studenti diversi alla settimana saranno costretti a frequentare tutti i giorni da casa. Questo problema sarebbe causato proprio dalla mancanza dello spazio utile a garantire il distanziamento sociale. Infatti, su indicazioni della Provincia, cinque aule del Barozzi sono state assegnate al Liceo Muratori. 10 aule della succursale sono invece state assegnate al Fermi. Al Barozzi spettano in risarcimento 10 aule dell’ex mensa CIR, insufficienti per il numero degli studenti e per garantire lezioni in sicurezza. Il 3 settembre nel gruppo Facebook “Giù le mani dal Barozzi” gli studenti scrivevano:
“Il 16 luglio la nostra Dirigente Scolastica ha brutalmente appreso da una comunicazione inviata dalla provincia di Modena che alcuni locali (il laboratorio di Chimica, il laboratorio linguistico, 3 aule e 2 bagni) dell’ITES Jacopo Barozzi di Modena saranno ceduti al Liceo Muratori, comunicazione che non è stata preceduta da alcun colloquio (…). Durante il Consiglio di Istituto aperto a tutti, convocato per il 31 luglio 2020 per discutere di questa assurda decisione, abbiamo appreso da un comunicato stampa della Provincia che la decisione è stata presa. Tutto questo senza mai confrontarsi con noi studenti, con i docenti e soprattutto con la nostra Dirigente”.
Per questa ragione il 14 e il 15 settembre insegnanti, genitori e alunni riuniti nel gruppo hanno dato vita a una catena umana di protesta davanti all'istituto chiedendo spiegazioni e maggiore considerazione da parte della Provincia che in un comunicato ha affermato:
“I metri quadrati a disposizione per studente sono 4,6 al Barozzi (con 1.272 iscritti), contro per esempio i 3,9 al Muratori San Carlo (1.380 iscritti su tre sedi) e Fermi (1146 iscritti) e i 3 del Selmi (913 iscritti). Proprio la relativa disponibilità di spazi al Barozzi ha consentito il passaggio di quattro aule al Muratori San Carlo per risolvere, almeno in parte, i problemi del liceo, quest’anno in emergenza a causa dell’elevato numero di aule di dimensioni insufficienti nell'edificio di via Cittadella; il liceo ricorre alla didattica a distanza a rotazione per tutti gli studenti dalla seconda classe alla quarta, come avviene in diversi istituti superiori modenesi per rispettare le regole sul distanziamento”.
La risposta ha lasciato ben poche speranze all'istituto a cui la Provincia non sembra intenzionata a fornire ulteriori aule. Oggi Lorenzo Luchena, il rappresentante di istituto degli studenti, ci ha segnalato che dalla Provincia non ci sono stati ulteriori aggiornamenti e che le aule oggetto di contesa non sono ancora passate agli altri istituti. Il grande numero di ore effettuate con la didattica a distanza è stato causato perlopiù dall'organizzazione delle classi e degli orari delle lezioni. Per questo si prevede, finché le aule non passeranno agli altri istituti, un incremento della frequenza e delle lezioni in presenza. https://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=138033481360375&id=115095320320858  
SulPanaro Expo

RESTO D'ITALIA E MONDO

Rubriche

Al giardino ancora non l’ho detto | Rubrica Botanica | La pianta del Caffè
Rubrica - La rubrica botanica cura di Francesca Monari
Un raggio di sole tra la cronaca, per te le poesie di Luigi Golinelli - 5
Arte - E' la rubrica per un momento di tregua dalla frenesia della cronaca, con le poesie che il poeta Luigi Golinelli di San Felice Sul Panaro ha gentilmente messo a disposizione per voi lettori.
Un raggio di sole tra la cronaca, per te le poesie di Luigi Golinelli - 4
Arte - E' la rubrica per un momento di tregua dalla frenesia della cronaca, pubblicando le poesie che il poeta Luigi Golinelli di San Felice Sul Panaro ha gentilmente messo a disposizione per voi lettori.
Un raggio di sole tra la cronaca, per te le poesie di Luigi Golinelli - 3
Arte - E' la rubrica per un momento di tregua dalla frenesia della cronaca, pubblicando le poesie che il poeta Luigi Golinelli di San Felice Sul Panaro ha gentilmente messo a disposizione per voi lettori.
Glocal
Il loop della scarsità
Glocal - La nostra è un’epoca plasmata da un eccesso di stimoli che ci seducono nella direzione dell’accumulo: consumare più del necessario, acquistare oggetti inutili e cercare piaceri effimeri.
Un raggio di sole tra la cronaca, per te le poesie di Luigi Golinelli - 2
Arte - E' la rubrica per un momento di tregua dalla frenesia della cronaca, pubblicando le poesie che il poeta Luigi Golinelli di San Felice Sul Panaro ha gentilmente messo a disposizione per voi lettori.
“E adesso un libro” | Rubrica di libri - 6 titoli da non perdere
Rubrica - La rubrica letteraria a cura dell’autrice mirandolese Francesca Monari.
Appunti di gusto | Tutto quello che c’è da sapere della focaccia fiorita
Rubrica - Creatività, ortaggi e farine; questi gli ingredienti che danno vita a questa scenografica focaccia. Rubrica a cura di Francesca Monari

Sul Panaro on air

    • WatchLì, dove ancora si friggono le salamelle. Viaggio a circolo Arci di Confine ascoltando i volontari
    • WatchEcco che cambia per 8 mila pazienti dei medici di base di Mirandola con la nuova Casa di comunità
    • WatchRenato Pozzetto e l'iconico trattore tornano nell'omaggio di Cine Valley a San Felice sul Panaro
  • La buona notizia

    Ultime notizie
    Un’esperienza in barca a vela per sei ragazzi guariti dal cancro al Policlinico di Modena
    Nell’ambito del progetto di Sea Therapy è stato possibile far partecipare un gruppo di ex pazienti alla Triton Cup ospitata di recente nel Parco dell’Arcipelago Toscano
    L'anniversario
    Giornata del donatore, una visita ai Sassi di Roccamalatina con Avis
    Previste escursioni guidate, giochi per i bambini, incontri sulla storia alla scoperta di questo suggestivo luogo protetto del nostro Appennino. 
    Le novità per la salute
    A Ravarino apre l’ambulatorio dell’infermiera di comunità
    Prevenzione e non solo: il monitoraggio dei pazienti cronici è uno degli aspetti più importanti del lavoro dell’infermiere di comunità

    Curiosità

    Il primo romanzo di Elena Bosi prende vita. E racconta Concordia allegra e disperata, leggera e disperata
    La storia
    Il primo romanzo di Elena Bosi prende vita. E racconta Concordia allegra e disperata, leggera e disperata
    E' nata nel 1978 e vive a Mirandola ma è di Concordia, dove è cresciuta. Traduce, insegna e scrive. "Mio padre è nato per i piedi" è il suo primo romanzo.
    Nuova casa per alcuni degli asinelli di San Possidonio: si è reso necessario il trasloco per 15 di loro
    Curiosità
    Nuova casa per alcuni degli asinelli di San Possidonio: si è reso necessario il trasloco per 15 di loro
    Per salvarli, dopo il fallimento del loro allevamento, venne attivata una raccolta fondi online che raggiunse la cifra di 56mila euro per un progetto diverso, una adozione a distanza
    La circonvallazione a doppio senso, il certificato di battesimo, la cassaforte violata: ecco gli highlights del confronto politico a Mirandola
    Politica
    La circonvallazione a doppio senso, il certificato di battesimo, la cassaforte violata: ecco gli highlights del confronto politico a Mirandola
    I candidati sindaco Letizia Budri, Carlo Bassoli, Giorgio Siena e Giorgio Cavazza sotto al fuoco di fila dei giornalisti della Bassa
    A Modena la festa per la Polizia Locale, ecco gli agenti (con cane poliziotto) premiati
    Il punto
    A Modena la festa per la Polizia Locale, ecco gli agenti (con cane poliziotto) premiati
    Tanti i casi in cui è stato necessario prestare soccorso ad anziani in difficoltà
    Il Comando di Modena sul podio del campionato italiano Vigili del Fuoco di nuoto
    I risultati
    Il Comando di Modena sul podio del campionato italiano Vigili del Fuoco di nuoto
    Grande soddisfazione espressa per la buona riuscita della manifestazione che ha visto partecipare circa 200 vigili del fuoco provenienti da tutta Italia
    Solara, i pavoni diventano un caso: "Danneggiano auto e tetti delle case"
    Il caso
    Solara, i pavoni diventano un caso: "Danneggiano auto e tetti delle case"
    Tra gli abitanti della frazione di Bomporto c'è chi chiede che per gli animali si trovi un'area protetta
    Il fleximan della differenziata individuato a Bomporto: col cacciavate contro i cassonetti
    Il punto
    Il fleximan della differenziata individuato a Bomporto: col cacciavate contro i cassonetti
    La Polizia Locale del Sorbara lo ha trovato con le videotrappole: aveva danneggiato con un cacciavite l’apertura elettronica dei cassonetti per la raccolta differenziata dei rifiuti per ben due volte, in due distinte giornate
    Le migliori città per la movida in Italia: Modena al sesto posto
    Curiosità
    Le migliori città per la movida in Italia: Modena al sesto posto
    Un recente studio di BonusFinder Italia ha analizzato le 50 città più grandi d’Italia tenendo conto di diversi fattori chiave che caratterizzano l'esperienza di divertimento.
    Il Guercino torna a casa, a Finale Emilia, 12 anni dopo il terremoto
    Taglio del nastro
    Il Guercino torna a casa, a Finale Emilia, 12 anni dopo il terremoto
    Vale più di tre milioni di euro - è questa la stima dell'assicurazione - e sul mercato  dell'arte è ambitissimo: gli americani vanno pazzi per le opere dell'artista centese
    Da Mirandola a Bordeaux, piccoli musicisti della Bassa in missione in Francia
    Per i più piccoli
    Da Mirandola a Bordeaux, piccoli musicisti della Bassa in missione in Francia
    Continuano le attività a Bordeaux per la piccola delegazione della Fondazione Scuola di Musica Carlo e Guglielmo Andreoli.

    chiudi