Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
05 Dicembre 2021

Scuola, al Barozzi ancora tutto fermo tra didattica a distanza e polemiche

MODENA – Ancora nessuna risposta per gli studenti dell’istituto tecnico economico Barozzi di Modena che, da tre settimane, sono costretti a frequentare buona parte delle lezioni tramite didattica a distanza. Un bel problema per gli oltre mille studenti  di tutta la provincia che da mesi attendono di tornare tra i banchi di scuola. Una preoccupazione condivisa con le loro famiglie: proprio una delle mamme ci ha contattato sperando di avere, tramite la stampa, quelle risposte che non aveva da giorni e giorni. A noi non è andata meglio: abbiamo trovato muro di gomma davanti alle nostre richieste di chiarimento e di intervista. La scuola non ci ha mai risposto.
Eppure quel che tutti vogliamo sapere è semplice, una risposta in nome della trasparenza andrebbe data.

A ottobre inoltrato, invece, si sa solo che come annunciato a settembre, gli unici studenti a cui al momento è stato concesso di rientrare a scuola normalmente sono quelli iscritti al primo anno, circa 300 ragazzi e ragazze.

Fino a venerdì scorso le altre classi dovevano ancora seguire le lezioni a distanza per 4 o 5 giorni alla settimana anche se, a partire dal 5 ottobre, le lezioni in presenza aumenteranno gradualmente per tutti con la possibilità di andare a scuola 4 giorni su 6. Purtroppo, i disagi continueranno e, nella maggioranza delle classi, 7 studenti diversi alla settimana saranno costretti a frequentare tutti i giorni da casa.

Questo problema sarebbe causato proprio dalla mancanza dello spazio utile a garantire il distanziamento sociale. Infatti, su indicazioni della Provincia, cinque aule del Barozzi sono state assegnate al Liceo Muratori. 10 aule della succursale sono invece state assegnate al Fermi. Al Barozzi spettano in risarcimento 10 aule dell’ex mensa CIR, insufficienti per il numero degli studenti e per garantire lezioni in sicurezza.

Il 3 settembre nel gruppo Facebook “Giù le mani dal Barozzi” gli studenti scrivevano:

“Il 16 luglio la nostra Dirigente Scolastica ha brutalmente appreso da una comunicazione inviata dalla provincia di Modena che alcuni locali (il laboratorio di Chimica, il laboratorio linguistico, 3 aule e 2 bagni) dell’ITES Jacopo Barozzi di Modena saranno ceduti al Liceo Muratori, comunicazione che non è stata preceduta da alcun colloquio (…). Durante il Consiglio di Istituto aperto a tutti, convocato per il 31 luglio 2020 per discutere di questa assurda decisione, abbiamo appreso da un comunicato stampa della Provincia che la decisione è stata presa. Tutto questo senza mai confrontarsi con noi studenti, con i docenti e soprattutto con la nostra Dirigente”.

Per questa ragione il 14 e il 15 settembre insegnanti, genitori e alunni riuniti nel gruppo hanno dato vita a una catena umana di protesta davanti all’istituto chiedendo spiegazioni e maggiore considerazione da parte della Provincia che in un comunicato ha affermato:

“I metri quadrati a disposizione per studente sono 4,6 al Barozzi (con 1.272 iscritti), contro per esempio i 3,9 al Muratori San Carlo (1.380 iscritti su tre sedi) e Fermi (1146 iscritti) e i 3 del Selmi (913 iscritti). Proprio la relativa disponibilità di spazi al Barozzi ha consentito il passaggio di quattro aule al Muratori San Carlo per risolvere, almeno in parte, i problemi del liceo, quest’anno in emergenza a causa dell’elevato numero di aule di dimensioni insufficienti nell’edificio di via Cittadella; il liceo ricorre alla didattica a distanza a rotazione per tutti gli studenti dalla seconda classe alla quarta, come avviene in diversi istituti superiori modenesi per rispettare le regole sul distanziamento”.

La risposta ha lasciato ben poche speranze all’istituto a cui la Provincia non sembra intenzionata a fornire ulteriori aule.

Oggi Lorenzo Luchena, il rappresentante di istituto degli studenti, ci ha segnalato che dalla Provincia non ci sono stati ulteriori aggiornamenti e che le aule oggetto di contesa non sono ancora passate agli altri istituti. Il grande numero di ore effettuate con la didattica a distanza è stato causato perlopiù dall’organizzazione delle classi e degli orari delle lezioni. Per questo si prevede, finché le aule non passeranno agli altri istituti, un incremento della frequenza e delle lezioni in presenza.

 

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

"Il caffè della domenica" di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Appunti di gusto, tutto quello che c’è da sapere della nocciola
La rubrica "Appunti di gusto", a cura di Francesca Monarileggi tutto
Appunti di gusto, tutto quello che c’è da sapere della mela
La rubrica "Appunti di gusto" a cura di Francesca Monarileggi tutto
Glocal
Economia circolare: l’innovazione fa bene all’ambiente
Venerdì 29 ottobre si sono chiusi con risultati ben oltre le più rosee aspettative, Ecomondo e Key Energy, i due saloni dedicati all´economia circolare e alle energie rinnovabili di Italian Exhibition Group.leggi tutto
"Il caffè della domenica" di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Appunti di gusto, tutto quello che c'è da sapere del tè
La rubrica "Appunti di gusto" a cura di Francesca Monarileggi tutto
"E adesso un libro: rubrica di libri". Parla come ami di Maria Giovanna Luini
La rubrica “E adesso un libro” a cura di Francesca Monari.leggi tutto
Glocal
Ecomondo: a Rimini la fiera sull'economia circolare
Dal 26 al 29 ottobre, dalle 9.00 alle 18.30, il quartiere fieristico di Rimini ospita due importanti manifestazioni sull’economia circolare e le energie rinnovabili: Ecomondo e Key Energy 2021.leggi tutto

Sul Panaro on air

  • An error occurred:

    The request cannot be completed because you have exceeded your quota.

    La buona notizia

    Per i piccoli pazienti di oncoematologia arrivano i Blood Brothers Avis
    L'associazione modenese per il dono del sangue ha portato in regalo 56 pupazzi ai piccoli pazienti della Struttura di Oncoematologia Pediatrica del Policlinico[...]
    I ragazzi e le ragazze delle Sassi di Soliera a lezione di legalità coi Carabinieri
    Bullismo, all’uso dei social networks e alla violenza di genere: si è discusso di questo nell'incontro[...]
    Accese le luminarie di Natale a Mirandola
    Luci & Tradizioni, la due giorni di festa dedicata alle tradizioni mirandolesi, tra cui la pcaria del maiale e la preparazione di specialità tipiche[...]

    Curiosità

    Adolescenti e pandemia, la voce dei giovani dell'Emilia-Romagna alle prese con l'emergenza sanitaria
    Adolescenti e pandemia, la voce dei giovani dell'Emilia-Romagna alle prese con l'emergenza sanitaria
    I risultati della ricerca promossa dalla Regione tra 20.750 ragazze e ragazzi dagli 11 ai 19 anni[...]
    Per i volontari di Protezione Civile è November (t)Raining
    Per i volontari di Protezione Civile è November (t)Raining
    Più di 70 volontari si sono esercitati in diversi campi, dalla logistica alle radiocomunicazioni, dalla cucina all'amministrazione.[...]
    Cavezzo, il mottese Edoardo Benatti a Dakar in taxi per sostenere la popolazione locale
    Cavezzo, il mottese Edoardo Benatti a Dakar in taxi per sostenere la popolazione locale
    E' possibile aiutare Edoardo partecipando ad una pizzata in cui parlerà del suo progetto riguardante questo "rally Cavezzo-Dakar"[...]
    Comparve insieme all'amante nel video di una canzone di Gigi D'Alessio: ottiene risarcimento
    Comparve insieme all'amante nel video di una canzone di Gigi D'Alessio: ottiene risarcimento
    La diffusione del video sotto forma di Dvd costò alla donna la fine del matrimonio[...]
    A Carpi accese in centro le luminarie di Natale
    A Carpi accese in centro le luminarie di Natale
    Nonostante la pioggia, tante persone, soprattutto bambini entusiasti in particolare per l'installazione artistica di Lorenzo Lunati:[...]
    Venti piscine olimpioniche di foglie cadute: operatori Hera al lavoro per la raccolta
    Venti piscine olimpioniche di foglie cadute: operatori Hera al lavoro per la raccolta
    15 squadre di operatori sono già al lavoro per un’operazione che durerà ancora per tutto il mese di dicembre[...]
    Poste Italiane: 15 francobolli per celebrare i prodotti agroalimentari italiani
    Poste Italiane: 15 francobolli per celebrare i prodotti agroalimentari italiani
    I francobolli e i prodotti filatelici correlati, cartoline, tessere e bollettini illustrativi saranno disponibili presso gli Uffici Postali con sportello filatelico, gli Spazio Filatelia di Firenze, Genova, Milano, Napoli, Roma, Roma1, Torino, Trieste, Venezia Verona e sul sito poste.it.[...]
    Cavezzo, a villa Giardino il corso gratuito di arabo
    Cavezzo, a villa Giardino il corso gratuito di arabo
    Il corso è in special modo rivolto ai bambini e alle bambine della Comunità tunisina, ma è comunque aperto a tutti coloro che desiderino conoscere la lingua araba.[...]
    La Bassa modenese come la Gran Bretagna: anche Bomporto ha i suoi crop circles
    La Bassa modenese come la Gran Bretagna: anche Bomporto ha i suoi crop circles
    Strane forme geometriche sono state immortalate qualche giorno fa da un bomportese e le fotografie degli strani cerchi nei campi della Bassa sono state poi postate sui social.[...]