Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
27 Gennaio 2023

Impresa Bianchini di San Felice, il Comune di Modena valuta ipotesi di costituzione di parte civile

L’ipotesi che il Comune di Modena possa costituirsi parte civile nel processo relativo all’impresa Bianchini costruzioni di San Felice sul Panaro verrà esaminata nei prossimi giorni, sulla base dell’ordine del giorno approvato venerdì 4 dicembre dal Consiglio comunale che invita l’amministrazione, appunto, a valutare questo atto, dopo la verifica della fattibilità dal punto di vista giuridico.

La richiesta era stata presentata da Sinistra per Modena, l’ha illustrata Federico Trianni, e sottoscritta anche da Modena civica e Verdi, per essere poi approvata anche da Pd e Movimento 5 stelle. Contrari Lega Modena, Forza Italia e Fratelli d’Italia – Popolo della Famiglia.

Nella presentazione del documento, riferito al processo sulla vicenda della reiscrizione dell’azienda Bianchini alla “white list” della Prefettura di Modena, il consigliere Trianni ha ricordato che il caso giudiziario è nato a seguito dell’inchiesta Aemilia sulle infiltrazioni della criminalità organizzata nel territorio. Nel processo in questione, comunque, i 12 imputati devono rispondere, a vario titolo, dei reati di minacce a corpo politico, amministrativo e giudiziario dello Stato, rivelazione di segreti d’ufficio e minacce e oltraggio a pubblico ufficiale.

Nell’ordine del giorno si sottolinea che l’accusa è di aver agito “con mezzi illeciti per favorire l’azienda, già colpita da interdittiva antimafia prefettizia”, col risultato che l’eventuale inclusione nella ‘white list’ avrebbe “consentito la partecipazione ad appalti pubblici delle amministrazioni comunali, rendendo permeabile il nostro Comune alle infiltrazioni”.

Tra gli imputati, oltre all’ex senatore Carlo Giovanardi, l’ordine del giorno approvato ricorda i nomi di Augusto Bianchini, Alessandro Bianchini, Mario Ventura, Bruna Braga, Giuseppe Marco De Stavola, Gian Carla Moscattini, Daniele Lambertucci, Ilaria Colzi, Alessandro Tufo, Giuliano Michelucci, Giulio Musto.

Il consigliere Trianni, inoltre, ha sottolineato l’impegno dell’Ente locale a garanzia del mercato economico, citando anche l’adesione alla carta dell’associazione Avviso Pubblico, al sostegno alle iniziative di educazione alla legalità e al conferimento della cittadinanza onoraria al magistrato Antonino Di Matteo. Condannando quindi i presunti fatti al centro del processo, ipotizzando “il danno scaturito dal tentativo di inquinamento delle procedure d’appalto”, la mozione sollecita la giunta a verificare la possibilità di richiesta di costituzione di parte civile, proseguendo nel frattempo “il percorso di lotta alle mafie e di contrasto ai tentativi di corruzione nella pubblica amministrazione”.

Ala Comune, infine, si chiede di attivarsi col Parlamento per promuovere una riforma dell’articolo 416 bis del Codice penale, che regolamenta l’associazione a delinquere di stampo mafioso, “per definire il perimetro oggi più appropriato relativo a questo reato”.

Aprendo il dibattito per Lega Modena, Antonio Baldini ha sottolineato l’estraneità del Comune di Modena a questa vicenda, perché “non è coinvolto né ha subìto danni patrimoniali, se non in maniera eventuale e ipotetica”. Secondo il consigliere “le azioni antimafia, necessarie per mantenere l’attenzione sull’illegalità, non devono basarsi su operazioni-spot come questo ordine del giorno”. Anche Giovanni Bertoldi ha osservato che “non riscontriamo alcun interesse dell’Ente in questo caso. I fatti non sono avvenuti in città ma nel territorio provinciale, col coinvolgimento di soggetti non legati al Comune di Modena”. Precisando che “dalle accuse giudiziarie contestate è caduta l’aggravante mafiosa”, secondo il consigliere “la mozione nasconde un goffo tentativo politico di entrare in una vicenda che coinvolge il senatore Giovanardi”.

Per Giovanni Silingardi (Movimento 5 stelle) il punto principale dell’ordine del giorno “è quello che fa riferimento all’impegno di farsi portavoce per modificare l’articolo 416 bis. Oggi la mafia ha cambiato il suo modo di agire, superando l’intimidazione fisica che invece nell’attuale Codice risulta centrale”. Il consigliere ha poi osservato l’importanza dell’Ente e della società civile “di mantenere il focus sui fenomeni corruttivi, anche se non sfociano in episodi di fattispecie penale”.

Elisa Rossini (Fratelli d’Italia – Popolo della famiglia) ha ricordato che la richiesta di costituirsi parte civile “si effettua se il richiedente risulta parte lesa o danneggiata: in questo caso, quindi, la richiesta è fuori luogo e ideologica in senso negativo”. In aggiunta, “l’Assemblea non ha gli elementi per capire se sussistano gli estremi per la procedere”. Inoltre, ragionando sulle modalità di modifica del 416 bis citate nel documento, “la mozione resta vaga, manca un’indicazione sulle possibili variazioni”.

Anche Piergiulio Giacobazzi (Forza Italia) si è interrogato sulle modalità di richiesta di costituzione di parte civile: “Se il Comune avesse riscontrato un danno subìto dalla città – ha dichiarato – avrebbe potuto muoversi con un atto di giunta”. Il consigliere ha poi richiamato “all’attenzione nell’utilizzare questo strumento, visti i molti casi di ribaltamento delle pronunce nei vari gradi di giudizio. Non bisogna aver fretta, peraltro in alternativa esiste la richiesta di risarcimento danni successiva a un’eventuale sentenza penale”.

Il capogruppo Pd Antonio Carpentieri ha messo l’accento “sulla rilevanza pubblica della ‘white list’ delle aziende ‘pulite, da cui anche il Comune attinge per gli appalti. Quindi l’interesse non è solo dell’Ente ma dell’intera comunità, perché esiste il rischio che si inneschino meccanismi non virtuosi che riguardano la collettività”. Il capogruppo ha precisato che “con questa mozione presentiamo una richiesta politica alla giunta, chiamata a esprimersi dopo una verifica che troverà le basi in una valutazione legale. Naturalmente deciderà poi il giudice in Tribunale se accogliere o meno la richiesta”.

Paola Aime (Verdi) ha fatto presente che questo ordine del giorno richiama l’impegno dell’Amministrazione nella lotta per la legalità, dalla possibilità di corruzione alle infiltrazioni della criminalità organizzata: “Tutti i fenomeni illeciti – ha spiegato – costituiscono un danno morale, economico e lavorativo che investe il tessuto sano della società e le aziende che rischiano di non poter lavorare nel libero mercato perché la mafia opera al posto loro”.

Camilla Scarpa (Sinistra per Modena) ha ribadito la centralità “delle questioni sulla legalità”, tra cui appunto la ‘white list’ che è uno strumento fondamentale, e l’importanza “che questo tema venga affrontato dal Consiglio comunale”. La richiesta di costituirsi parte civile, ha aggiunto, rientra nel contesto del sostegno “delle azioni a difesa della legalità e della promozione di una cultura della legalità”.

Nel dibattito è intervenuto anche l’assessore alla Legalità Andrea Bosi: “Il Comune di Modena – ha detto – da anni è impegnato per la legalità e contro la mafia grazie anche al lavoro unanime del Consiglio sul tema della promozione della legalità”. In questo ambito ha rilevato l’obiettivo, riportato anche nella mozione, “di stimolare il dibattito del Governo sul reato definito dall’articolo 416 bis del Codice penale e dell’aggravante mafiosa”.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

“E adesso un libro: rubrica di libri” Sei titoli che dicono leggimi!
La rubrica letteraria a cura dell’autrice mirandolese Francesca Monarileggi tutto
“Il caffè della domenica” di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Appunti di gusto | Tutto quello che c’è da sapere dello zabaione
La rubrica Appunti di gusto, a cura di Francesca Monarileggi tutto
"E adesso un libro: rubrica di libri" Sei titoli che dicono leggimi!
La rubrica letteraria a cura dell’autrice mirandolese Francesca Monarileggi tutto
Consigli di salute
Quando si perdono i denti, vanno sostituiti. Anche quelli dietro che non si vedono
Si può creare un’instabilità di tutta l’arcata dentale, quindi cefalee e problemi posturali, dolori alle articolazioni, mal di schiena e tensioni muscolari.leggi tutto
Consigli di salute
Perchè si devono raddrizzare i denti storti?
I denti storti rappresentano principalmente un fattore estetico se non interferiscono con l’occlusione della bocca. E rappresentano una difficoltà aggiuntiva alla corretta igiene oraleleggi tutto
Appunti di gusto | Tutto quello che c’è da sapere sulla pasta choux
La rubrica Appunti di gusto, a cura di Francesca Monarileggi tutto
“E adesso un libro: rubrica di libri” Sei titoli che dicono leggimi!
La rubrica letteraria a cura dell’autrice mirandolese Francesca Monarileggi tutto

Sul Panaro on air

  • An error occurred:

    The request cannot be completed because you have exceeded your quota.

    La buona notizia

    E' nato il "Calendario della memoria" dell'Anpi di Modena
    Il Progetto è parte delle iniziative che l’ANPI provinciale di Modena intende realizzare per ricordare gli 80 anni dall'inizio della Lotta di Liberazione (1943-2023).[...]
    Appennino modenese, caduti altri 20 centimetri di neve
    I mezzi spargisale sono 27 (13 in montagna e 14 in pianura), più nove di proprietà della Provincia, oltre a 14 mezzi “combinati” cioè sia spartineve che spargisale[...]
    A Modena si realizza una scuola jolly da usare quando nelle altre si fanno i lavori
    Sarà uno spazio scolastico da utilizzare ogni volta che serve, senza creare disagi agli studenti e soprattutto garantendo la piena continuità delle lezioni.[...]

    Curiosità

    A Carpi boom di multe per le infrazioni col semaforo rosso: se ne fa una ogni due ore. Ogni giorno
    A Carpi boom di multe per le infrazioni col semaforo rosso: se ne fa una ogni due ore. Ogni giorno
    Il semaforo più "bucato" è quello nell’intersezione fra via Guastalla e la tangenziale “Losi”, in direzione ovest (cioè verso Rio Saliceto)[...]
    Modena, una grande coperta in piazza Grande contro la violenza sulle donne
    Modena, una grande coperta in piazza Grande contro la violenza sulle donne
    La grande coperta sarà formata da quadrati di 50x50 cm eseguiti ai ferri o all’uncinetto da chiunque voglia partecipare all'iniziativa[...]
    Il libro bomba del principe Harry tradotto in Italia a Carpi: "Tutto rimasto segreto fino all'ultimo"
    Il libro bomba del principe Harry tradotto in Italia a Carpi: "Tutto rimasto segreto fino all'ultimo"
    Parla una delle traduttrici italiane della casa editrice, la carpigiana Sara Crimi[...]
    Buon compleanno Liliana Cavani, per la regista carpigiana grande festa per i suoi 90 anni
    Buon compleanno Liliana Cavani, per la regista carpigiana grande festa per i suoi 90 anni
    A Roma il sottosegretario alla Cultura Vittorio Sgarbi ha organizzato per la cineasta conterranea un rendez vous nella sede del Ministero con tutti i grandi nomi della cultura[...]
    Alle Tattoo, al MAT75 di Limidi di Soliera saranno esposti i tatuaggi dedicati a Gianluca Vialli
    Alle Tattoo, al MAT75 di Limidi di Soliera saranno esposti i tatuaggi dedicati a Gianluca Vialli
    Tante le persone recatesi nello shop di Alle Tattoo per commemorare attraverso un tatuaggio la scomparsa del grande campione[...]
    Modena al terzo posto tra le città italiane più educate
    Modena al terzo posto tra le città italiane più educate
    Preply - piattaforma globale di apprendimento delle lingue - ha realizzato uno studio per individuare le città più educate d’Italia[...]
    Disegnate a Soliera da Alle Tattoo le nuove divise del Volley Modena
    Disegnate a Soliera da Alle Tattoo le nuove divise del Volley Modena
    La collaborazione tra lo sport e l'artista modenese sfocerà anche in eventi benefici dove si potranno acquistare le maglie delle giocatrici[...]
    L'Ucraina e la regina Elisabetta, gli Australian Open e le elezioni. Ma anche Drusilla, Blanco e Vlahovic: ecco il 2022 delle ricerche web
    L'Ucraina e la regina Elisabetta, gli Australian Open e le elezioni. Ma anche Drusilla, Blanco e Vlahovic: ecco il 2022 delle ricerche web
    Su Internet cerchiamo sempre notizie e aggiornamenti su quanto accade attorno a noi, e il motore di ricerca Google lo ha messo in classifica.[...]
    Capodanno 2023: Sharm El Sheik, Caraibi, Santo Domingo, Marocco, Dubai, Fuerteventura le mete preferite
    Capodanno 2023: Sharm El Sheik, Caraibi, Santo Domingo, Marocco, Dubai, Fuerteventura le mete preferite
    Chi può se ne va insomma all'estero, al caldo. Mentre chi ama la neve e resta in Italia sceglie Marilleva a pochi passi dalle più belle piste da sci del Trentino.[...]
    Niente tasse regionali alle compagnie aeree se evitano di sorvolare le aree densamente abitate di Bologna
    Niente tasse regionali alle compagnie aeree se evitano di sorvolare le aree densamente abitate di Bologna
    I voli si sposteranno verso la Bassa percjè decolleranno dalla pista 30 Nord-Ovest, verso zona Bargellino[...]
    • malaguti