Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
23 Gennaio 2022

Euro4 diesel, Legambiente: “Attuare il blocco e accompagnare la transizione verso una mobilità a zero emissioni”

Non è più il momento di proroghe: è questa la posizione di Legambiente in merito allo stop ai veicoli Euro4 diesel, una misura prevista dal Piano Aria Integrato della Regione Emilia-Romagna fin dal 2018 e il cui avvio era stato posticipato dal 1° ottobre 2020 al gennaio 2021, ma che oggi viene nuovamente rinviata.

Non sfugge che l’accordo sul blocco degli Euro4, firmato dal Ministero dell’Ambiente e dalle Regioni del Bacino Padano con l’obiettivo di dimostrare all’Unione Europea l’impegno italiano per migliorare la scarsa qualità dell’aria respirata nelle nostre città e quindi evitare di pagare le considerevoli sanzioni previste, era privo di una data limite (si era parlato del 1° gennaio per Veneto e Piemonte, e dell’11 gennaio per Lombardia ed Emilia-Romagna). È tuttavia evidente come, in un contesto fortemente impattato da episodi di elevato inquinamento atmosferico come la pianura padana, la necessità del blocco sia più giustificata dai dati relativi alle emissioni: quelle di una sola auto a gasolio Euro 4 sono comparabili a quelli provenienti da 7 automobili diesel più recenti (con omologazione 2020) o a 20 auto a benzina nuove.

Non va meglio, in realtà, con le auto diesel Euro5 protagoniste dello scandalo sulle emissioni “Dieselgate”, le prossime a non poter più circolare nelle nostre città: proprio per questo chi compra oggi un’auto a combustione, anche quelle recentemente incentivate dal governo (sotto i 135 grammi di CO2/km), dovrebbe considerare che tra una decina d’anni non potrà più circolare in città, come succede oggi con gli Euro4 (a loro volta fortemente incentivati nel 2007).

“Le Regioni avevano chiesto il posticipo dell’entrata in vigore della misura con la scusa della riduzione delle emissioni complessive rispetto all’ordinario dovute al lockdown”, dichiara Stefano Ciafani, presidente di Legambiente. “Una scusa poco fondata, perché la pandemia da Covid non è una buona ragione per abbassare la guardia sull’inquinamento: entrambi sono da considerarsi, purtroppo, una causa importante di co-morbidità, che ha portato al decesso prematuro decine di migliaia di persone nel corso del 2020. La pandemia è quindi una ragione di più per bloccare subito i diesel Euro4 e veicoli più inquinanti, in tutte le città inquinate d’Italia. Seguirà poi lo stop agli Euro5, previsto nel 2025.”

Parallelamente al blocco dei mezzi più inquinanti, che a questo punto necessita di un forte indirizzo da parte del Ministero per evitare ulteriori compromessi al ribasso, è necessario un piano che accompagni cittadini e imprese alla dismissione: un piano che colpevolmente finora nessuno ha predisposto, ma necessario per fissare davvero uno stop. Da un lato occorrono incentivi alla rottamazione capaci di indirizzare gli investimenti privati verso l’acquisto di veicoli meno inquinanti e l’utilizzo di mezzi di trasporto alternativi all’auto propria (in particolare per chi vive in città), dall’altro un piano di comunicazione mirata a cittadini e imprese per favorire questa transizione.
Sotto questo punto di vista i 21 milioni stanziati dalla Regione dovranno essere incrementati ed investiti in maniera oculata, misurando i reali impatti delle misure che saranno adottate. Allo stesso tempo è necessario disinvestire dalle grandi infrastrutture autostradali, doppiamente dannose in quanto incentivo al trasporto di persone e merci su gomma e destinatarie di ingenti quantità di denaro pubblico che dovrebbero essere al contrario impiegate per finanziare misure a sostegno della mobilità sostenibile e a zero emissioni.

Una volta entrato in vigore il blocco, saranno 1,6 milioni i vecchi mezzi diesel Euro 4 (auto e camion del bacino padano che non potranno più circolare di giorno all’interno delle principali città della Pianura Padana: si tratta di meno del 10% dell’intero parco di veicoli, che ammonta a 17 milioni di mezzi.
Per quanto riguarda Modena, gli Euro 4 destinati a fermarsi sono 10693, poco meno dell’8% dei veicoli circolanti; su un parco veicoli di 135618, invece gli Euro0 sono 10251 e gli Euro1, 2 e 3 sono invece 9900 (per i dati di dettaglio sui capoluoghi dell’Emilia-Romagna si veda la tabella in calce a questo link).

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Consigli di salute
Impianti dentali: i vantaggi
Vuoi tornare ad avere un sorriso splendente in maniera rapida e senza problemi? L’impianto dentale potrebbe essere la soluzione ai tuoi problemi.leggi tutto
Appunti di gusto, tutto quello che c'è da sapere del latte
La rubrica "Appunti di gusto", a cura di Francesca Monarileggi tutto
Glocal
Perché esiste il fenomeno dei no-vax?
Grazie ad un’attenta e pianificata campagna vaccinale il morbillo è praticamente sparito nei Paesi a capitalismo avanzato. Purtroppo ancor oggi esistono focolai di morbillo nei Paesi in via di sviluppo.leggi tutto
Appunti di gusto, tutto quello che c’è da sapere della cannella
La rubrica "Appunti di gusto", a cura di Francesca Monarileggi tutto
“Il caffè della domenica” di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Trasferirsi da Carpi a Cagliari e poi a Dubai per amore della professione: intervista a Federico Diacci
L'intervista, a cura di Francesca Monari, al paesaggista carpigiano Federico Diacci.leggi tutto

Sul Panaro on air

  • An error occurred:

    The request cannot be completed because you have exceeded your quota.

    La buona notizia

    Pioggia di finanziamenti a Mirandola per le piste ciclabili. Anche nelle frazioni
    Obiettivo, favorire gli spostamenti sostenibili in bicicletta, come quello casa-scuola o casa-lavoro, per circa 3 km[...]
    Con terza dose e Fse, inizia e finisce la quarantena con l'autotest
    È una procedura che potrà essere utilizzata dai cittadini assistiti in Emilia-Romagna: circa due milioni con queste caratteristiche[...]

    Curiosità

    San Sebastiano, consegnati gli encomi agli agenti di Polizia Locale Mirandola
    San Sebastiano, consegnati gli encomi agli agenti di Polizia Locale Mirandola
    Sono andati al commissario Emanuela Ragazzi, all'assistente capo Valerio Zoni all'agente Danilo Cardella e all'agente Di Canosa[...]
    Covid, faceva tamponi abusivi nel suo negozio di scarpe a Mirandola
    Covid, faceva tamponi abusivi nel suo negozio di scarpe a Mirandola
    Il commerciante non solo effettuava direttamente i prelievi dai nasi delle persone con sospetto di contagio, ma poi effettuava anche il controllo e l'analisi.[...]
    Si dimette il sindaco di Bomporto Angelo Giovannini
    Si dimette il sindaco di Bomporto Angelo Giovannini
    Scrive: "Ci ho provato, mi arrendo e cedo il posto, magari a qualcuno tra i tanti sempre pronti a insegnare come fare o a dirci che ci teniamo strette le poltrone"[...]
    Attacco hacker durante convegno in Senato: video porno durante l'intervento della senatrice Mantovani
    Attacco hacker durante convegno in Senato: video porno durante l'intervento della senatrice Mantovani
    Momenti di imbarazzo nel corso di un incontro, trasmesso in streaming, sulla "Pubblica amministrazione trasparente"[...]
    La sulada, una torta squisita da salvare
    La sulada, una torta squisita da salvare
    L'appello del giornalista dendrogastronomico Carlo Mantovani[...]
    In aeroplano per 22 mila km per per raggiungere la Kamchatka
    In aeroplano per 22 mila km per per raggiungere la Kamchatka
    Ad affrontare questa avventura a tappe 35 piloti, tra uomini e donne, provenienti dall'Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Puglia, Veneto e Sicilia.[...]
    Finale Emilia a "C'è posta per te", la commovente storia di Salvatore Loverso
    Finale Emilia a "C'è posta per te", la commovente storia di Salvatore Loverso
    Domenica da Maria De Filippi in scena è stato chiamato Salvatore, invitato da un "postino" del programma che era arrivato nei giorni scorsi a Finale Emilia.[...]
    "Ho deciso", è uscito il nuovo rap di Luca Liuzzo
    "Ho deciso", è uscito il nuovo rap di Luca Liuzzo
    Per il giovane artista di Camposanto è il momento di esordire anche alla regia[...]
    Medolla, tornano i gufi: esemplari avvistati sugli alberi del vialetto che porta alla scuola primaria
    Medolla, tornano i gufi: esemplari avvistati sugli alberi del vialetto che porta alla scuola primaria
    Era già accaduto nel 2020: a testimonianza della loro presenza, le foto realizzate da alcuni fotografi naturalistici[...]
    Messaggio che avverte dell'arrivo di un vocale: attenzione alla nuova truffa tramite Sms
    Messaggio che avverte dell'arrivo di un vocale: attenzione alla nuova truffa tramite Sms
    Una volta aperto il link contenuto nell'Sms, si prende un virus che infetta lo smartphone oppure si sottoscrive un abbonamento non voluto[...]