Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
16 Settembre 2021

Nuovo acceleratore lineare di Carpi: consentirà le migliori terapie nel trattamento oncologico

CARPI- Terminati i lavori di aggiornamento, da mercoledì 24 febbraio, sono terminati i lavori di aggiornamento e l’Acceleratore Lineare della Radioterapia di Carpi è entrato in funzione.

Un lavoro sinergico tra l’Azienda Usl, l’Azienda Ospedaliero- Universitaria di Modena, l’Amo (Associazione Malati Oncologici di Carpi) e il Servizio Unico di ingegneria Clinica e Fisica Medica AOU che ha portato alla realizzazione di un progetto che permetterà quasi tutti i trattamenti radioterapici, rinforzando ulteriormente la radioterapia di tutta la Provincia.

La Radioterapia Oncologica può contare su 5 acceleratori lineari (4 a Modena e 1 a Carpi), esegue circa 2000 trattamenti ogni anno e tra le 200 e le 300 prestazioni al giorno. Di queste, circa il 20% viene svolto a Carpi.

 L’upgrade dell’acceleratore lineare di Carpi – commenta l’ingegnere Marco Martignon del Servizio Unico Ingegneria Clinica – ci ha consentito di allineare l’apparecchiatura in uso ai più recenti standard tecnologici presenti sul mercato mediante l’utilizzo di tecniche avanzate come VMAT, IGRT, Radiochirurgia e l’implementazione di CBCT (Cone Beam CT) negli approcci più complessi per ridurre gli effetti collaterali, come per esempio quelli cardiaci e nel trattamento del cancro della mammella, dove sistemi computerizzati che controllano il respiro (Surface Tracking) delle pazienti riescono a minimizzare l’esposizione cardiaca. L’acceleratore così aggiornato consente inoltre l’intercambiabilità delle altre tecnologie in uso presso Ospedale Policlinico di Modena grazie anche alla possibilità di uniformare e distribuire i piani di trattamento data dal rinnovato TPS (Treatment Planning System) di recente implementazione da parte dell’Azienda Ospedaliero Universitaria”  .

Grazie alla stretta collaborazione tra il Servizio delle tecnologie informatiche, l’ingegneria clinica e la fisica sanitaria, lo strumento sarà capace di offrire alte prestazioni e costituire il cuore tecnologico del nuovo progetto per la pianificazione radioterapica avanzata.

Stiamo parlando – spiegano il dottore Gabriele Guidi della Fisica Sanitaria dell’AOU di Modena e il dottore Roberto Savigni dello STI – di un sistema di calcolo ad alte prestazioni (HPC – High Performance Computing) del valore di circa 400mila euro che consente da un lato di adattare il piano terapeutico all’evoluzione clinica del paziente e dall’altro l’intercambiabilità dell’apparecchiatura senza mutare l’efficacia del trattamento. Questa ultima applicazione consente di assegnare l’apparecchiatura più adatta in quel momento alla situazione organizzativa e alla comodità del paziente. Riusciamo, infine, ad automatizzare processi di elevata complessità che normalmente richiedono tempi estesi di interazione con il computer, come la contornazione dei target e organi a rischio, oltre a poter sviluppare piani di trattamento su molteplici acceleratori lineari nel medesimo istante”.

“La potenza della nostra rete radioterapica integrata tra Carpi e Modena – commenta il professore Frank Lohr, direttore della Radioterapia – consente di offrire ai nostri pazienti le migliori terapie possibili nel trattamento oncologico. Insieme alla Chirurgia, infatti, assicura un massimo controllo locale della maggior parte delle malattie oncologiche, sia in pazienti con una malattia localmente limitata ma anche in pazienti dove la malattia si trova anche a distanza. La nuova tecnologia consente interventi locali per controllare manifestazioni di malattia che dall’inizio della terapia non rispondono o non rispondono più a tali farmaci dopo un periodo iniziale. Interventi che devono essere sia efficaci, sia di minima invasività“.

Commenta il dottore Fabrizio Artioli, direttore U.O. Medicina Oncologica Area Nord dell’Azienda USL di Modena: “Sempre di più si parla di Oncologia personalizzata e di precisione. Tutto questo è reso possibile dall’integrazione di tutte le terapie a nostra disposizione: chirurgia, oncologia medica, radioterapia. Le conquiste realizzate nei vari campi trovano rapida applicazione e consentono di curare al meglio i malati. Avere Acceleratori lineari di ultima generazione è come avere farmaci a “bersaglio molecolare” di ultima generazione, efficaci sul tumore e con scarsa tossicità sugli altri organi. Da tutto questo deriva il riconoscimento che dobbiamo a coloro che hanno fatto in modo che Carpi abbia ora un Acceleratore moderno che si integra con la Rete Radioterapia provinciale, rendendo la Provincia di Modena una delle più attrezzate a livello italiano”.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

"Il caffè della domenica" di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Consigli di salute
Dente del giudizio: cos'è e cosa fare
Hai male al dente del giudizio e vuoi saperne di più prima di estrarlo? Questo post fa al caso tuo!leggi tutto
Appunti di gusto: tutto quello che c'è da sapere sul pomodoro
La rubrica "Appunti di gusto" a cura di Francesca Monarileggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Il caffè della domenica", Un piccolo spazio trisettimanale a cura di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
L'economia italiana è in fase di ripresa?
L'agenzia di rating Fitch conferma per quest’anno un rating all’Italia “BBB”, con outlook stabile.leggi tutto
Il caffè della domenica", Un piccolo spazio trisettimanale a cura di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Disabilità e Diritto al Lavoro. La storia a lieto fine di Federica Vandelli di San Felice
A 8 anni l'aneurisma cerebrale che le ha cambiato la vita. Oggi il lavoro e la soddisfazione di poter aiutare gli altri. Il racconto di Francesca Monarileggi tutto
Glocal
Dal Covid alla Yolo Economy
Negli Stati Uniti imperversa un fenomeno, che sta cominciando ad interessare anche il vecchio continente: la YOLO ECONOMY, dove YOLO sta per “You Only Live Once”, che tradotto sta per “si vive una volta sola”.leggi tutto

Sul Panaro on air

  • An error occurred:

    The request cannot be completed because you have exceeded your quota.

    La buona notizia

    Mirandola diventa "galleria a cielo aperto" tra arte urbana e Divina Commedia
    Percorso di arte urbana ispirato a Dante Alighieri in partenza il 15 settembre.[...]
    Mascherina a scuola, gli psicologi ER: "Per bambini e adolescenti non rappresenta un problema"
    Giovani, mascherine e scuola: l'intervento della dottoressa Francesca Cavallini, coordinatrice del gruppo di lavoro di Psicologia Scolastica dell'Ordine degli Psicologi dell'Emilia-Romagna[...]

    Curiosità

    Massa Finalese, l'incredibile storia di Giulia e Leda: si sposano grazie all'incontro col "bambino zero" di "Veleno"
    Massa Finalese, l'incredibile storia di Giulia e Leda: si sposano grazie all'incontro col "bambino zero" di "Veleno"
    Grazie alla conoscenza comune del "bambino zero" e del giornalista Pablo Trincia, Giulia e Leda si sono conosciute e sposate nel giro di pochi mesi[...]
    Percepiva il reddito di cittadinanza vivendo ai Caraibi, denunciata per truffa aggravata
    Percepiva il reddito di cittadinanza vivendo ai Caraibi, denunciata per truffa aggravata
    La donna, rientrata in Italia per chiedere il beneficio, una volta ottenutolo è tornata nell’arcipelago caraibico[...]
    A Finale Emilia volontari danno lezione di emergenza coi giochi istruttivi per i bimbi
    A Finale Emilia volontari danno lezione di emergenza coi giochi istruttivi per i bimbi
    Ai piccoli è stato mostrato cosa significa essere volontari del soccorso[...]
    Più di 140 partecipanti per  la Pedalenta a Cavezzo
    Più di 140 partecipanti per la Pedalenta a Cavezzo
    La passeggiata per il paese in bicicletta è stata anche anche l’occasione per far conoscere ai giovanissimi le strade del proprio paese. [...]
    Scuola rimessa a nuovo per i bimbi dell'elementare di San Prospero
    Scuola rimessa a nuovo per i bimbi dell'elementare di San Prospero
    I lavori, iniziati l’indomani della chiusura delle scuole e terminati in tempo utile, ammontano a 710.000 euro d[...]
    Scuola, a Mirandola e Finale Emilia prima campanella per oltre 4700 studenti
    Scuola, a Mirandola e Finale Emilia prima campanella per oltre 4700 studenti
    35mila gli studenti in tutto il modenese, 70 le nuove aule a disposizione.[...]
    Il campione di canottaggio Abbagnale a Soliera per un tatuaggio olimpico da Alle Tattoo
    Il campione di canottaggio Abbagnale a Soliera per un tatuaggio olimpico da Alle Tattoo
    Non è il primo atleta che ha deciso di tatuarsi un ricordo indelebile di questa meravigliosa olimpiade[...]
    Droni in volo nei cieli di Soliera, ecco perché
    Droni in volo nei cieli di Soliera, ecco perché
    Il territorio comunale di Soliera sarà interessato dal rilievo delle case sparse tramite droni a partire da martedì 7 a sabato 25 settembre.[...]
    Cinema, le produzioni e i protagonisti dell’Emilia-Romagna alla Mostra di Venezia
    Cinema, le produzioni e i protagonisti dell’Emilia-Romagna alla Mostra di Venezia
    In concorso nella sezione Orizzonti un documentario sostenuto dalla Regione[...]
    Concorso "Miss Universe Italy": a San Felice la prima finale regionale
    Concorso "Miss Universe Italy": a San Felice la prima finale regionale
    A presentare l'evento "La strana coppia" di Radio Bruno.[...]