Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
24 Maggio 2024
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Operazione “Perseverance” contro la ‘ndrangheta emiliana: i dettagli dell’azione

MODENA- Dalle prime ore dell’alba di venerdì 12 marzo, Polizia di Stato ( nello specifico la Questura di Reggio Emilia coadiuvata dalla Squadra Mobile di Parma) e l' Arma dei Carabinieri (Comando Provinciale di Modena) hanno eseguito 35 perquisizioni nelle province di Reggio Emilia, Modena, Ancona, Parma, Crotone, Milano, Prato, Pistoia e Latina, nel cui contesto sono state eseguite 10 misure cautelari personali (sette custodie in carcere, due arresti domiciliari e una misura interdittiva). Da quanto emerso dal comunicato stampa diramato dai Carabinieri, i provvedimenti sono stati emessi dal G.I.P. del Tribunale di Bologna, il dottore Alberto Ziroldi, su richiesta della Procura della Repubblica di Bologna (Direzione Distrettuale Antimafia) sulla base degli esiti delle risultanze di due filoni investigativi coordinati dal Procuratore della Repubblica, il dottore Giuseppe Amato e la dottoressa Beatrice Ronchi e che complessivamente vedono indagati 29 cittadini italiani.
Il punto di convergenza delle indagini svolte dall’Arma dei Carabinieri e dalla Polizia di Stato è rappresentato da Sarcone Grande Giuseppe, gravemente indiziato di essere uno degli attuali vertici dell’associazione di matrice ‘ndranghetista operante in Emilia. Si tratta dell’ultimo fratello rimasto in libertà dei noti Sarcone Nicolino, Gianluigi e Carmine, già arrestati e condannati come esponenti della ‘ndrangheta emiliana nell’ambito dell’operazione AEMILIA. Il progetto investigativo ha consentito di documentare le condotte di 29 soggetti, i 10 destinatari delle misure cautelari e altri 19 indagati, diversi dei quali colpiti dal provvedimento cautelare reale, ritenuti gravemente indiziati di reati quali l’appartenenza ad associazione di tipo mafioso, finalizzata, tra l’altro, all’attività di recupero credito di natura estorsiva e al trasferimento fraudolento di valori mediante l’attribuzione fittizia della titolarità o disponibilità di denaro, beni o altre utilità, al fine di eludere le disposizioni di legge in materia di misure di prevenzione patrimoniali, ovvero di agevolare la commissione dei delitti di riciclaggio e di reimpiego di denaro, beni o utilità di provenienza illecita, anche tramite falsità ideologiche in atti pubblici commesse da pubblici ufficiali e da privati. In particolare, l’Arma dei Carabinieri di Modena, partendo dalle risultanze investigative della nota indagine AEMILIA (che ha visto impegnati dal 2010 al 2015 il Nucleo Investigativo di Modena con quello di Parma e la Compagnia di Fiorenzuola D’Arda) e dell’altrettanto nota indagine della Polizia di Stato GRIMILDE (relativa agli anni dal 2015 al 2019) avviando sin dal 2017 una rilettura di oltre trent’anni di eventi delittuosi lungo l’asse Cutro - Reggio Emilia, ha sviluppato l’attività investigativa facendo luce sulla figura di Sarcone Grande Giuseppe, rimasto fino a quel momento al margine delle investigazioni e delle sentenze emesse all’esito dei noti processi che hanno visto invece condannati gli altri tre fratelli Sarcone Nicolino, Gianluigi e Carmine, tutt’ora detenuti per associazione di tipo mafioso. L’indagine rafforza la conoscenza dell’organigramma del sodalizio ‘ndranghetistico emiliano, storicamente legato alla cosca Grande Aracri di Cutro e operante in autonomia nel territorio emiliano, con enorme capacità di infiltrazione nei settori centrali dell' economia e della vita civile. L’indagine ha permesso di accertare come Sarcone Grande Giuseppe, per il tramite di prestanome, abbia di fatto gestito attività economiche nelle province di Modena e Reggio Emilia (sale scommesse, officine meccaniche, carrozzerie, società immobiliari) nel tentativo di salvaguardare il proprio patrimonio da prevedibili sequestri, alla luce della misura di prevenzione patrimoniale già emessa nel settembre del 2014 nei confronti della famiglia. L’attività ha consentito di sequestrare cinque società (due a Modena e tre a Reggio Emilia), quattro  complessi immobiliari (tre a Cutro e uno a Reggio Emilia) oltre a un’autovettura: tutto risultato riconducibile alla nota famiglia calabrese. Tra i reati contestati agli altri indagati nel procedimento figurano anche quelli di trasferimento fraudolento di valori e falsità ideologica. Alcuni episodi tra i più emblematici emersi nelle fasi investigative riguardano anche il tentativo di acquisire, tramite prestanome, la gestione di un’area di servizio in provincia di Reggio Emilia e di una sala slot e scommesse nella città di Modena, attraverso la costituzione, da parte di soggetti compiacenti, di apposite società, tutte di fatto occultamente gestite dal Sarcone. Il filone investigativo della Polizia di Stato di Reggio Emilia si è in principio incentrato sulla figura di Muto Salvatore classe 85 (fratello di Luigi classe 75 e di Antonio classe 78 entrambi condannati anche di recente dalla Corte d’Appello di Bologna, nel processo AEMILIA, per il reato di associazione di stampo mafioso) che, tornato in libertà, proseguiva l’attività illecita dei fratelli, mettendo tra l’altro in contatto, per affari illeciti, la cosca emiliana con un’insospettabile coppia di cittadini modenesi incensurati. La coppia modenese affidava al sodalizio ndranghetistico emiliano un primo incarico consistente nel provocare lesioni gravissime a una donna che, poiché si prendeva cura di parenti in età avanzata, era suo malgrado divenuta ostacolo per i coniugi all’acquisizione illecita di un ingente patrimonio posseduto dagli anziani indifesi. L’immediata attività di contrasto della Squadra Mobile reggiana, effettuata attraverso perquisizioni e verbalizzazioni, induceva fortunatamente i committenti ad abbandonare l’obiettivo per il timore degli inquirenti. Un secondo incarico che i coniugi modenesi hanno affidato alla consorteria di ‘ndrangheta emiliana aveva per oggetto il “recupero crediti” di natura estorsiva di un' ingente somma di denaro (quantificata, nei dialoghi captati, in oltre 2 milioni di euro) di probabile provenienza illecita. Per intimorire il debitore, Muto si è rivolto a Cordua Domenico e a Friyio Giuseppe, a carico dei quali il G.I.P. Distrettuale rilevava gravi e concordanti indizi in ordine all’appartenenza alla consorteria ‘ndranghetistica operante in Emilia. Cordua e Friyio si sono appostati presso l’abitazione in Toscana del debitore e, sorprendendolo all’uscita, gli hanno consegnato i documenti del presunto credito, accompagnandoli con evidente scopo intimidatorio, con le foto di suoi stretti parenti. L’intervento, a difesa delle asserite ragioni della vittima dell’azione estorsiva, consentiva di registrare l’entrata in scena di Sarcone Grande Giuseppe, quale vertice, in libertà, del gruppo ‘ndranghetistico emiliano. L’azione di Sarcone Grande e del suo collaboratore Caso Giuseppe (nei cui confronti il G.I.P. ha ritenuto sussistere gravi indizi per il reato di concorso esterno in associazione mafiosa) si svolgeva con dinamiche tipicamente mafiose poiché le “trattative” sull’esistenza ed esigibilità del credito venivano affrontate nel corso di riunioni di ‘ndrangheta che venivano, puntualmente, documentate dalla Squadra Mobile reggiana. Nel corso delle indagini, poi, veniva rinvenuta e sottoposta a sequestro un’arma comune da sparo con matricola abrasa illegalmente detenuta e portata, in concorso, da Friyio e Cordua.
https://www.youtube.com/watch?v=JEU0VC3aMvg  
SulPanaro Expo

RESTO D'ITALIA E MONDO

Rubriche

Un raggio di sole tra la cronaca, per te le poesie di Luigi Golinelli - 4
Arte - E' la rubrica per un momento di tregua dalla frenesia della cronaca, pubblicando le poesie che il poeta Luigi Golinelli di San Felice Sul Panaro ha gentilmente messo a disposizione per voi lettori.
Un raggio di sole tra la cronaca, per te le poesie di Luigi Golinelli - 3
Arte - E' la rubrica per un momento di tregua dalla frenesia della cronaca, pubblicando le poesie che il poeta Luigi Golinelli di San Felice Sul Panaro ha gentilmente messo a disposizione per voi lettori.
Glocal
Il loop della scarsità
Glocal - La nostra è un’epoca plasmata da un eccesso di stimoli che ci seducono nella direzione dell’accumulo: consumare più del necessario, acquistare oggetti inutili e cercare piaceri effimeri.
Un raggio di sole tra la cronaca, per te le poesie di Luigi Golinelli - 2
Arte - E' la rubrica per un momento di tregua dalla frenesia della cronaca, pubblicando le poesie che il poeta Luigi Golinelli di San Felice Sul Panaro ha gentilmente messo a disposizione per voi lettori.
“E adesso un libro” | Rubrica di libri - 6 titoli da non perdere
Rubrica - La rubrica letteraria a cura dell’autrice mirandolese Francesca Monari.
Appunti di gusto | Tutto quello che c’è da sapere della focaccia fiorita
Rubrica - Creatività, ortaggi e farine; questi gli ingredienti che danno vita a questa scenografica focaccia. Rubrica a cura di Francesca Monari
Superbonus - nuova comunicazione preventiva
Rubrica - Ce ne parla il dottor Alessandro Bergonzini: commercialista e revisore legale, residente a Camposanto
Linee guida per i Social | Ecco come creare post perfetti in pochi e semplici passaggi
Rubrica - Ed eccoci al terzo appuntamento con Susanna Baraldi, titolare di un’agenzia di comunicazione mirandolese. Oggi impareremo a destreggiarci tra post, reel e video.
Un raggio di sole tra la cronaca, per te le poesie di Luigi Golinelli - 1
Il punto - E' la rubrica che abbiamo deciso di avviare per un momento di tregua dalla frenesia della cronaca, pubblicando le poesie che il poeta Luigi Golinelli di San Felice Sul Panaro ha gentilmente messo a disposizione per voi lettori.

Sul Panaro on air

    • WatchI Rulli Frulli volano a New York: portano le frittelle di Finale Emilia all'ONU
    • WatchRiapre il Duomo di Finale Emilia a 12 anni dal terremoto - LE IMMAGINI DEL DRONE
    • WatchIl soccorso elicotteri dei Vigili del fuoco 👨‍🚒 compie 70 anni: la cerimonia a Modena
  • I più letti

  • Most Read Posts

    • Non ci sono elementi
  • La buona notizia

    La storia
    Destinazione New York per i Rulli Frulli: da Finale Emilia portano le frittelle della Bassa all'Onu
    L'occasione è la conferenza annuale degli Stati che hanno siglato la Convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità
    Fatto in casa
    Parchi dei quartieri in festa a San Felice: ecco il programma di "Estate nei parchi"
    Si comincia sabato 25 maggio a Dogaro. Poi il 31 Villa Gardè, il 6 giugno a Rivara, il 15 a Confine, il 20 al parco Puviani, il 27 al parco Conad, il 2 luglio a San Biagio, l’11 al parco Ciro Menotti, il 13 luglio al parco Estense, il 25 luglio a Pavignane
    Salute
    Riconoscimento per l’Endoscopia Ausl: studio sul trattamento delle ulcere sanguinanti pubblicato sulla principale rivista di settore
    L’équipe diretta dal dottor Mauro Manno è stata infatti protagonista al recente congresso della Società Europea di Endoscopia Digestiva (ESGE) che si è tenuto a Berlino

    Curiosità

    Solara, i pavoni diventano un caso: "Danneggiano auto e tetti delle case"
    Il caso
    Solara, i pavoni diventano un caso: "Danneggiano auto e tetti delle case"
    Tra gli abitanti della frazione di Bomporto c'è chi chiede che per gli animali si trovi un'area protetta
    Il fleximan della differenziata individuato a Bomporto: col cacciavate contro i cassonetti
    Il punto
    Il fleximan della differenziata individuato a Bomporto: col cacciavate contro i cassonetti
    La Polizia Locale del Sorbara lo ha trovato con le videotrappole: aveva danneggiato con un cacciavite l’apertura elettronica dei cassonetti per la raccolta differenziata dei rifiuti per ben due volte, in due distinte giornate
    Le migliori città per la movida in Italia: Modena al sesto posto
    Curiosità
    Le migliori città per la movida in Italia: Modena al sesto posto
    Un recente studio di BonusFinder Italia ha analizzato le 50 città più grandi d’Italia tenendo conto di diversi fattori chiave che caratterizzano l'esperienza di divertimento.
    Il Guercino torna a casa, a Finale Emilia, 12 anni dopo il terremoto
    Taglio del nastro
    Il Guercino torna a casa, a Finale Emilia, 12 anni dopo il terremoto
    Vale più di tre milioni di euro - è questa la stima dell'assicurazione - e sul mercato  dell'arte è ambitissimo: gli americani vanno pazzi per le opere dell'artista centese
    Da Mirandola a Bordeaux, piccoli musicisti della Bassa in missione in Francia
    Per i più piccoli
    Da Mirandola a Bordeaux, piccoli musicisti della Bassa in missione in Francia
    Continuano le attività a Bordeaux per la piccola delegazione della Fondazione Scuola di Musica Carlo e Guglielmo Andreoli.
    Per la riapertura del duomo di Finale Emilia un annullo postale speciale
    Ultime notizie
    Per la riapertura del duomo di Finale Emilia un annullo postale speciale
    In occasione della riapertura al culto del Duomo di Finale Emilia che avverrà domenica 26 maggio, Poste Italiane attiverà un Ufficio Postale Temporaneo
    Aurora boreale visibile anche sui cieli della Bassa modenese
    Curiosità
    Aurora boreale visibile anche sui cieli della Bassa modenese
    Lo storico evento, rarissimo alle nostre latitudini, sarà probabilmente visibile anche nella serata di oggi, sabato 11 maggio
    La corona di Mary of Modena, Maria Beatrice d'Este regina d'Inghilterra, torna nel modenese
    La storia
    La corona di Mary of Modena, Maria Beatrice d'Este regina d'Inghilterra, torna nel modenese
    Una grande occasione per conoscere la storia straordinaria della principessa modenese, non così nota, unica donna italiana che diventò regina d'Inghilterra.
    A Zocca il concorso per scegliere chi suona sul palco di Vasco Rossi a Milano e Bari
    L'incontro
    A Zocca il concorso per scegliere chi suona sul palco di Vasco Rossi a Milano e Bari
    A Zocca nasce il “Festival occa paese della musica” concorso canoro in collaborazione con Vasco Rossi
    Aceto balsamico, al solierese Fabio Franciosi il titolo di “Re della tavola”
    Ultime notizie
    Aceto balsamico, al solierese Fabio Franciosi il titolo di “Re della tavola”
    Al 19° “Palio della Ghirlandina” dedicato alla produzione familiare di aceto tradizionale di Modena di qualità

    chiudi