Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Modena zona rossa, il j’accuse degli amministratori Pd: “Noi ignorati, c’è pressappochismo e solo belle parole”

RAVARINO – “Noi ignorati, c’è pressappochismo e solo belle parole”. Emerge sui social l’amarezza di assessori e sindaci democrat per come è stata gestita la comunicazione dell’ingresso in zona rossa e la scelta di chiudere le scuole. I “piani alti” della Regione a guida Bonaccini sembrano essersi dimenticati di chi è sul territorio. Dure le proteste dalla base del Pd, anche nella Bassa.

Scrive ad esempio Patrizio Piga, assessore di centrosinistra con deleghe alla Pubblica istruzione, alle Politiche per l’infanzia e a Innovazione e Comunicazione del Comune di Ravarino, si è sfogato, attraverso un post su Facebook, riguardo alla poca chiarezza sulla gestione dell’ingresso della provincia di Modena in zona rossa a partire da giovedì 4 marzo. Di seguito, il contenuto del suo post:

“E’ stata l’ennesima giornata impiegata a far fronte al groviglio di informazioni contraddittorie e confuse che provenivano dai vari pulpiti. La cosa odiosa è proprio quella di dare notizie, alle persone che chiedono chiarimenti, ed essere smentiti dopo poco. Nonostante abbia segnalato le varie incongruenze, le risposte dagli alti livelli della politica non arrivavano. Siamo stati costretti ad apprendere da giornalisti per mezzo di post, le varie contraddizioni raccontate da questo o da quel rappresentante, rimanendo noi amministratori all’ultimo posto. Peccato però che non comprendano che siamo al primo posto quando dobbiamo dare le risposte ai cittadini e prenderci le responsabilità. Sono davvero stufo di questo pressappochismo, tante belle parole ma quando si tratta di fare….Giudicate voi”.

Piga non è, però, l’unico, tra le persone con ruoli di responsabilità nelle amministrazioni locali della provincia di Modena, a esprimere perplessità riguardo alle modalità con cui la zona rossa è stata decretata fino al 21 marzo. Anche il sindaco di Medolla, Alberto Calciolari, dipendente regionale, infatti, ha pubblicato un post sul proprio profilo Facebook in cui evidenzia come i dati in materia di Covid a Medolla in questi giorni siano migliori rispetto a quelli di inizio febbraio ed esprime amarezza per la chiusura delle scuole:

“Ancora una volta, come un anno fa, un provvedimento di chiusura delle scuole colpisce le nostre comunità. E, con esso, forti limitazioni alla circolazione delle persone e alla funzionalità delle attività commerciali e della ristorazione. Questo duro provvedimento viene adottato in un momento nel quale a Medolla la forza del Covid non è all’apice (ad oggi si registrano 49 isolamenti per contatti; 22 persone affette in cura al domicilio; 3 persone affette in cura in ospedale). I dati odierni sono molto inferiori a quelli di un mese fa, ma questo virus ci ha abituato a continue ed imprevedibili modifiche della propria forza: ritorni di fiamma di una malattia insidiosa, che sta attaccando pesantemente, tra le altre, le provincie di Modena e di Bologna, di fronte alla quale, tuttavia, ora abbiamo due armi: oltre alla prevenzione, da due mesi ci sono i vaccini. Abbiamo assistito nelle scorse settimane all’apertura del punto di vaccinazione di Mirandola: efficiente, ben organizzato, funzionale. Un esempio di buon funzionamento della sanità pubblica di questa regione. Ma la diffusione del virus è più veloce dei nostri pensieri, della nostra capacità di acquisire i vaccini e di vaccinare le persone. E ancora una volta ci viene chiesta una prova. Tra le altre cose dobbiamo alleggerire la pressione reale o potenziale sugli ospedali delle nostre province: non possiamo permetterci il collasso delle nostre strutture sanitarie. Perché la lotta al Covid si vince anche così. Ho ancora negli occhi l’amarezza di alcune insegnanti che ho incontrato oggi alla fine delle lezioni. Mi chiedevano rassicurazioni sulla brevità della chiusura delle scuole. Rassicurazioni che non potevo dare, ma solo auspicare. E non potevo che condividere questa amarezza: la scuola è una delle più importanti istituzioni della nostra società perché è il luogo dove si costruiscono le coscienze delle nuove generazioni e dove si edificano i cittadini del futuro. Questo sacrificio, ora richiesto, non andrà perso”.
Scontento lo esprime anche il sindaco di Modena, Giancarlo Muzzarelli
Il Governo Draghi era partito dicendo che la scuola era l’assoluta priorità e si era dato l’obiettivo di salvaguardare e ampliare la didattica in presenza.
Purtroppo il primo provvedimento concreto del nuovo Esecutivo è in contraddizione.
Il DPCM di ieri, infatti, mentre conferma l’impostazione delle ‘zone a colori’ dell’esecutivo Conte Bis, aggiunge una stretta forte sulle scuole e sui servizi educativi “0-6 anni”, prevedendo tra l’altro la chiusura di tutti questi servizi in zona rossa (il precedente DPCM prevedeva didattica in presenza sino alla prima media compresa).
Sia chiaro: vedo i dati sui contagi dei giovani e mi preoccupo, con la variante inglese ora prevalente.
Ma rimango convinto che, rispettando le regole ed i protocolli (un grande grazie a maestre, maestri, docenti, personale Ata), la scuola continui ad essere un luogo sicuro per i nostri figli e nipoti; un luogo di formazione, civiltà e democrazia che deve rimanere aperto il più possibile.
La mia opinione sulla scuola è dunque diversa rispetto a quanto scritto nel DPCM e l’ho ribadita negli incontri istituzionali di questi giorni.
Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Glocal
Il miracolo di Marchionne: il modello della fabbrica piatta
Il modello della fabbrica “piatta”. Così Marchionne ha rivoluzionato FCAleggi tutto
Glocal
Le start up innovative in Italia, il nuovo report
Secondo l’ultimo “rapporto sulla situazione delle startup innovative in Italia”, le startup innovative iscritte all’apposito Albo, sono 11.899, il 3,2% di tutte le società di capitali di recente costituzione.leggi tutto
Invalidità e Pensioni, ecco le prestazioni possibili
Ce lo spiega l'esperta risorse umane Francesca Monari con la supervisione di Elisa Bergamaschi, impiegata presso uno studio di Consulenti del Lavoro di Mirandolaleggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Notizie, lavoro e molto altro con Francesca Monarileggi tutto
Lavoro e Ambiente. Un futuro "green" per le nuove generazioni.
Il treno della “rivoluzione verde” sta passando ora, non possiamo permetterci di perderloleggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Notizie, lavoro e molto altro con Francesca Monarileggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Trump: un pericolo per la democrazia
Quanto sta accadendo in questi giorni negli Stati Uniti, deve essere un monito per le democrazie dell’intero Pianeta.leggi tutto
Glocal
L'incompetenza del manager
L’Italia, tra i tanti primati che detiene nel campo dell’inefficienza e dell’inadeguatezza, si trova purtroppo anche ai primi posti, tra i Paesi a capitalismo avanzato, per l’incompetenza dei propri manager.leggi tutto
Glocal
Le organizzazioni aziendali al tempo del Covid-19
Occorre riprogrammare la nostra quotidianità, lasciando da parte gli interessi personali concentrandosi su altre forme di benessere, che tengano conto della salute e degli interessi dell’intera comunità.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    San Felice, un nuovo progetto per Cherif
    San Felice, un nuovo progetto per Cherif
    Dopo l'interruzione, per amore, del viaggio intorno al mondo, il ragazzo che nel 2012 aiutò la comunità di San Felice aprirà un ristorante di specialità italiane[...]
    La scienziata Laura Bassi Veratti protagonista del doodle di Google
    La scienziata Laura Bassi Veratti protagonista del doodle di Google
    Laura Bassi è stata la seconda donna a laurearsi in Italia e la prima a ottenere una cattedra universitaria. [...]
    Capriolo esausto salvato nel parcheggio di un'industria ceramica
    Capriolo esausto salvato nel parcheggio di un'industria ceramica
    L'animale è stato preso e curato dai volontari de Il Pettirosso[...]
    La banconota del Comune di Soliera: 50 centesimi del 1873
    La banconota del Comune di Soliera: 50 centesimi del 1873
    Pare ce ne siano in circolazione soltanto due esemplari.[...]
    A Nonantola apre la prima Biblioteca Condominiale
    A Nonantola apre la prima Biblioteca Condominiale
    Coinvolge 4 palazzine , 30 famiglie,4 scaffali e 156 libri divisi in 4 gruppi (39 libri per palazzina).[...]
    Rimesso al nuovo il "Grappolo d'uva" della rotonda modenese
    Rimesso al nuovo il "Grappolo d'uva" della rotonda modenese
    E' l’opera in vetro di Murano installata nell’anello centrale verde della rotatoria tra via Nuova Estense e via Vignolese.[...]
    Mirandola e le terre dei Pico sono online su un nuovo sito web
    Mirandola e le terre dei Pico sono online su un nuovo sito web
    Il sito che verrà aggiornato periodicamente, è ricco di immagini suggestive e si sviluppa in cinque aree tematiche - conosci, esplora, gusto, shopping e agenda - che rendono intuitiva la ricerca dei contenuti.[...]
    Mirandola, Pasta Dallari con i Piccoli Grandi Cuori per il Policlinico di Sant’Orsola
    Mirandola, Pasta Dallari con i Piccoli Grandi Cuori per il Policlinico di Sant’Orsola
    A sostegno di tutti i bambini cardiopatici congeniti e del personale medico ospedaliero che sta lottando contro il Covid.[...]
    Mirandola, alla scoperta dei territorio su tre diversi percorsi ciclabili
    Mirandola, alla scoperta dei territorio su tre diversi percorsi ciclabili
    Si guarda alla bella stagione nella città dei Pico con la tracciatura ed installazione delle indicazioni, avvenuta nei giorni scorsi di tre percorsi ciclabili di varia lunghezza, per appassionati, ma pure per semplici cicloamatori e per le famiglie.[...]