Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
26 Ottobre 2021

Giovani e droghe, incontro online per genitori e studenti

MODENA – Continuano le azioni nell’ambito del progetto Scuole Sicure: azioni integrate tra prevenzione e contrasto al consumo e spaccio di sostanze stupefacenti, promosso dal Comune di Modena. Dopo la buona partecipazione alla prima edizione di febbraio, giovedì 22 aprile dalle 19 alle 20.30 si replica l’appuntamento a distanza con operatori della Polizia locale di Modena e psicologi del Servizio dipendenze dell’Azienda Usl di Modena.

Le trasformazioni in età adolescenziale, esperienze di sperimentazione, il rischio, la dipendenza da cannabinoidi e le conseguenze sulla salute, oltre che dal punto di vista normativo e legale, sono stati al centro dell’attenzione degli interventi di genitori e educatori intervenuti. Anche giovedì 22 a rispondere a dubbi e domande saranno l’ispettore capo del Nucleo problematiche del territorio Luigi Scannapieco e gli psicologi Roberto Paola e Gioacchino Cutrupia del Servizio dipendenze. L’incontro, infatti, intende essere un momento formativo e di confronto con figure di riferimento per i ragazzi e sarà soprattutto l’occasione per riflettere e confrontarsi, aprire gli occhi su certe situazioni, chiedere consigli e ottenere informazioni utili.

Per partecipare è necessario inviare una richiesta per posta elettronica (info@civibox.it) indicando nome e cognome, se si è genitore o insegnante e specificando l’indirizzo e-mail a cui ricevere il link per la connessione alla piattaforma Zoom.

“Scuole Sicure: azioni integrate tra prevenzione e contrasto al consumo e spaccio di sostanze stupefacenti” è un progetto ammesso a finanziamento dal Ministero dell’Interno. Accanto ad attività di contrasto allo spaccio e al consumo di stupefacenti, ha attivato una serie di interventi educativi di prevenzione con la collaborazione delle istituzioni scolastiche, rivolti a studenti, genitori e docenti.

Negli scorsi mesi gli operatori della Polizia locale e dell’Ausl di Modena, grazie alla collaborazione degli istituti scolastici, si sono confrontati con circa 280 studenti per parlare degli effetti delle droghe sulla psiche e sull’organismo, di come si sviluppano le dipendenze partendo dall’assunzione di quelle che vengono definite “droghe leggere” passando poi quasi automaticamente alle altre sostanze, ma anche delle conseguenze legali, amministrative e penali a cui si va incontro utilizzando o cedendo droghe. Nonostante gli incontri si siano svolti a distanza, i ragazzi hanno interagito volentieri, sottoposto domande e condiviso qualche esperienza che ha stimolato il dibattito guidato dagli operatori dell’Aps Civibox.

Era infine rivolta a operatori della Polizia locale e delle Forze dell’ordine, a educatori e operatori sociali la formazione sulle aggregazioni giovanili che si è svolta nell’ambito del Progetto di Educativa di strada e delle attività che l’amministrazione comunale sta attuando per coinvolgere più soggetti nella gestione di problematiche che riguardano i giovani.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

"E adesso un libro: rubrica di libri". Parla come ami di Maria Giovanna Luini
La rubrica “E adesso un libro” a cura di Francesca Monari.leggi tutto
Glocal
Ecomondo: a Rimini la fiera sull'economia circolare
Dal 26 al 29 ottobre, dalle 9.00 alle 18.30, il quartiere fieristico di Rimini ospita due importanti manifestazioni sull’economia circolare e le energie rinnovabili: Ecomondo e Key Energy 2021.leggi tutto
Appunti di gusto, tutto quello che c'è da sapere del cacao
La rubrica "Appunti di gusto" a cura di Francesca Monarileggi tutto
"E adesso un libro: rubrica di libri". Memorie di un libraio di George Orwell
La rubrica “E adesso un libro” a cura di Francesca Monari.leggi tutto
Consigli di salute
Dentista e bambini: i consigli a prova di sorriso
Come educare i bambini alla figura del dentista e alcune indicazioni dell'ambulatorio dentistico Bolognadent leggi tutto
Glocal
Emiliani: popolo di nuotatori
In Italia oltre 20 milioni di persone praticano uno sport. Un quinto pratica il nuoto. In Emilia-Romagna è presente la più grande concentrazione di piscine pubbliche di tutta Italia.leggi tutto
Appunti di gusto, tutto quello che c’è da sapere del cappuccino
La rubrica "Appunti di gusto" a cura di Francesca Monarileggi tutto
"Il caffè della domenica" di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Appunti di gusto: tutto quello che c'è da sapere del gelato
La rubrica "Appunti di gusto" a cura di Francesca Monarileggi tutto

Sul Panaro on air

  • An error occurred:

    The request cannot be completed because you have exceeded your quota.

    La buona notizia

    Università. Gli studenti dell'Emilia-Romagna da settembre sono tornati alle lezioni in presenza
    Le università, con modalità diverse, hanno garantito il ritorno alle lezioni in aula, con green pass e prenotazioni.[...]
    Università di Modena plastic-free: al via da oggi la consegna di borracce a tutti
    Studenti e studentesse iscritte all’Ateneo emiliano potranno ritirare la borraccia serigrafata con il logo Unimore direttamente nella propria biblioteca di riferimento[...]
    A due scuole di Finale Emilia e San Felice il primo premio Ausl per sana alimentazione e sostenibilità ambientale
    La media sanfeliciana si è aggiudicata il primo premio per Mani in Pasta presentando il video "Ora tocca te", i piccoli finalesi delle Rodari premiati per il loro e-book interattivo[...]

    Curiosità

    Il pizzaiolo Michele De Martino de "La Smorfia" di Modena incanta Napoli
    Il pizzaiolo Michele De Martino de "La Smorfia" di Modena incanta Napoli
    Michele De Martino e Riccardo Vitali, primo e secondo pizzaiolo a "La Smorfia" di Modena, si sono aggiudicati il primo e il secondo posto alla gara di pizza napoletana, senza glutine e contemporanea.[...]
    Celebrazioni dantesche, un dipinto di proprietà della Regione Emilia-Romagna approda alla mostra inaugurata alle Scuderie del Quirinale
    Celebrazioni dantesche, un dipinto di proprietà della Regione Emilia-Romagna approda alla mostra inaugurata alle Scuderie del Quirinale
    Si tratta di “Dante che parte per l’esilio”, opera del pittore bolognese Andrea Besteghi, commissionata da Luigi Pizzardi, primo sindaco della città liberata dall’amministrazione pontificia e poi austriaca per il VI Centenario dalla nascita del Poeta[...]
    Canale cattura-sole, in Emilia-Romagna parte lo studio di fattibilità
    Canale cattura-sole, in Emilia-Romagna parte lo studio di fattibilità
    Nei mesi scorsi in Regione è stato approvato un ordine del giorno, proposto dal Movimento 5 stelle, che impegna la Giunta Bonaccini sulla solarizzazione del Cer[...]
    Aceto balsamico e parmigiano per l'ultima gara in Italia per Valentino Rossi
    Aceto balsamico e parmigiano per l'ultima gara in Italia per Valentino Rossi
    Al campione di Tavullia arrivati in dono prodotti tipici dell'Emilia-Romagna[...]
    Ingresso "trionfale" all'hub vaccinale: Marisa e Benito arrivano in sidecar
    Ingresso "trionfale" all'hub vaccinale: Marisa e Benito arrivano in sidecar
    L'arrivo della coppia ha destato la curiosità dei presenti e del presidente della Regione Stefano Bonaccini che, sulla sua pagina Facebook, ha postato la postato la foto della coppia.[...]
    Abbonamenti pirata a Dazn, Sky, Disney: 1800 persone denunciate
    Abbonamenti pirata a Dazn, Sky, Disney: 1800 persone denunciate
    Denunciato anche l'organizzatore, che ha guadagnato circa mezzo milione di euro dal 2017 al 2020[...]
    Da Mirandola la Pimpa (e Davide Gaddi) fanno scuola. Alla ricerca del meteorite tra Prato e Pistoia citati anche loro
    Da Mirandola la Pimpa (e Davide Gaddi) fanno scuola. Alla ricerca del meteorite tra Prato e Pistoia citati anche loro
    E' infatti una storia di successo quella del mirandolese che un paio d'anni fa andando a spasso con la sua cagnolina sull'argine del Secchia trovò i frammenti della meteora che venne poi chiamata, appunto, "Cavezzo".[...]