Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Apprendimento e nuove tecnologie: a tu per tu con la professoressa Eva Baraldi di San Prospero

SAN PROSPERO- Gli ultimi tredici anni di insegnamento, la professoressa Eva Baraldi– di San Prospero- li ha trascorsi all’istituto Luosi di Mirandola e prima ancora alla scuola media di San Felice. 36 anni di insegnamento della lingua francese felicemente conclusi, tre anni fa, con la pensione.

Ma la professoressa Baraldi sta festeggiando, in questi giorni, un nuovo traguardo professionale importante: la pubblicazione del manuale francese “Français à l’horizon” che segna lo straordinario epilogo della sua decennale esperienza come autrice di libri scolastici.

“Dopo aver detto addio alla carriera di docente ormai tre anni fa, concludo con il manuale Français à l’horizon la mia decennale carriera di autrice di libri scolastici di francese– scrive la Baraldi sui social- con buona pace della mia famiglia che non ne poteva più di vedermi sempre al computer”.

Abbiamo fatto due chiacchiere con la professoressa Baraldi per conoscere qualcosa in più sulla sua esperienza sia come insegnante che come autrice di libri scolastici.

 

Professoressa, come mai dopo tanti anni di insegnamento ha deciso di dedicarsi alla scrittura di manuali per la scuola in lingua francese?

Gli insegnanti sono spesso insoddisfatti dei libri di testo: difficilmente i manuali corrispondono pienamente al metodo del docente o al ritmo della classe. Io li ho sempre usati come spunto, per creare poi un percorso personale, più rispondente al mio modo di lavorare e di interagire con gli alunni.

Da qui la strada è stata breve per giungere, insieme alle colleghe Paola Ruggeri e Sophie Vialle, con le quali condividevo metodi e intenti, a sviluppare il desiderio di dare corpo alle nostre idee. Abbiamo avanzato la nostra  proposta alla casa editrice che l’ha accolta e siamo partite nell’avventura del primo manuale, un libro per gli istituti commerciali.

Il manuale “Français à l’Horizon” è infatti il risultato di un lavoro collettivo tutto al femminile, è corretto?

Più che corretto. Un vasto gruppo di donne di età diverse ha contribuito attivamente alla creazione del libro: le responsabili della casa editrice, lo studio grafico, la redazione, la disegnatrice, le autrici. Ognuna ha dato dato un contributo personale e diverso.

L’insegnamento l’ha aiutata nella sua esperienza nell’editoria, oppure è successo il contrario?

E’ grazie all’esperienza maturata con gli alunni, tenendo conto dei loro bisogni e dei loro interessi che abbiamo elaborato il nostro progetto editoriale. Un libro di testo è una proposta di percorso d’apprendimento che ha al centro il discente. Perché questo percorso abbia successo, è necessario conoscere le potenzialità e le fragilità degli alunni e arrivare a toccare le corde delle loro emozioni. Ciò comporta l’aver conosciuto tanti discenti, aver sperimentato con loro e avere raccolto e valutato i risultati.

Pensando al fatto che lei stessa ha insegnato per diversi anni, vorrei chiederle come concretamente viene usato questo testo in classe dal docente e dall’alunno?

Il docente ha a sua disposizione un’ampia scelta di materiali e di suggerimenti. Il manuale privilegia l’orale prima della forma scritta. Gli alunni impareranno prima ascoltando e solo in un secondo momento, perfezioneranno l’apprendimento scritto.

Il libro di testo è, inoltre, fondato su un tema molto vicino ai giovani, la musica, che ha lo scopo di farli indirettamente appassionare alla lingua. 

Non da ultimo, abbiamo coniugato gli obiettivi didattici con  obiettivi culturali ed educativi, affrontando tematiche come l’ecologia, la parità, la solidarietà.

Ci sono percorsi didattici tradizionali, ma anche attività che pongono l’alunno al centro dell’apprendimento e lo rendono protagonista: lavori a coppie, lavori di gruppo, riflessioni e discussioni che sviluppano lo spirito critico, ricerche sul web e classe capovolta; attività di cittadinanza attiva e digitale.

Video animazioni di grammatica, audio in formato mp3, materiali extra corso fruibili con smartphone e tablet, accesso alle palestre di Cloudschooling: la didattica offerta oggi dal corso “Français à l’Horizon” è improntata senza dubbio sul digitale. Come è cambiato il manuale nel corso degli anni?

Se, inizialmente, il manuale digitale era soltanto una “fotografia” statica del manuale cartaceo, oggi è una “fotografia” interattiva che si anima e si trasforma con un “click” : un argomento di grammatica può essere illustrato da un cartone animato, un argomento di civiltà prende vita cliccando sul link di un video. Tutto diventa più accessibile, sia per l’insegnante che per l’alunno. Basta fotografare una pagina tramite un’applicazione scaricabile sul proprio smartphone, ed ecco che si può svolgere un esercizio a scelta multipla, visualizzare la miniserie del manuale, ascoltare una canzone o un dialogo. Tutto è collegato e interconnesso alla piattaforma del manuale, e alunni e insegnanti si ritrovano in una classe virtuale in cui possono condividere anche materiali extra. “Français à l’horizon”, grazie al digitale, diventa una realtà “aumentata” e “immediata”: tutto è a portata di click.

In generale pensa che la didattica basata sulle tecnologie digitali favorisca l’apprendimento?

E’ fondamentale che la scuola integri nella didattica le nuove tecnologie. Questi sono i mezzi di comunicazione dei giovani e non si può prescindere da essi. Il libro tradizionale è ormai poco attrattivo per la generazione di nativi digitali.

Inoltre, la didattica digitale offre la possibilità di insegnare in modo attivo, valorizzando la partecipazione del discente. Le nuove tecnologie mettono a disposizione strumenti di lavoro, di condivisione e cooperazione che favoriscono anche l’apprendimento indipendente.

Il mondo sta cambiando e anche la scuola deve necessariamente adeguarsi per sostenere lo sviluppo sociale e tecnologico di questo XXI secolo.

Certo,  non si deve confondere il mezzo con il fine. Le nuove tecnologie restano comunque uno strumento che deve essere integrato alle metodologie didattiche prescelte dall’insegnante e anche al percorso di apprendimento dei singoli alunni.

 

 

 

 

 

 

 

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Glocal
L'economia italiana è in fase di ripresa?
L'agenzia di rating Fitch conferma per quest’anno un rating all’Italia “BBB”, con outlook stabile.leggi tutto
Il caffè della domenica", Un piccolo spazio trisettimanale a cura di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Disabilità e Diritto al Lavoro. La storia a lieto fine di Federica Vandelli di San Felice
A 8 anni l'aneurisma cerebrale che le ha cambiato la vita. Oggi il lavoro e la soddisfazione di poter aiutare gli altri. Il racconto di Francesca Monarileggi tutto
Glocal
Dal Covid alla Yolo Economy
Negli Stati Uniti imperversa un fenomeno, che sta cominciando ad interessare anche il vecchio continente: la YOLO ECONOMY, dove YOLO sta per “You Only Live Once”, che tradotto sta per “si vive una volta sola”.leggi tutto
"Il caffè della domenica", Un piccolo spazio trisettimanale a cura di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Il miracolo di Marchionne: il modello della fabbrica piatta
Il modello della fabbrica “piatta”. Così Marchionne ha rivoluzionato FCAleggi tutto
Glocal
Le start up innovative in Italia, il nuovo report
Secondo l’ultimo “rapporto sulla situazione delle startup innovative in Italia”, le startup innovative iscritte all’apposito Albo, sono 11.899, il 3,2% di tutte le società di capitali di recente costituzione.leggi tutto
Invalidità e Pensioni, ecco le prestazioni possibili
Ce lo spiega l'esperta risorse umane Francesca Monari con la supervisione di Elisa Bergamaschi, impiegata presso uno studio di Consulenti del Lavoro di Mirandolaleggi tutto
Lavoro e Ambiente. Un futuro "green" per le nuove generazioni.
Il treno della “rivoluzione verde” sta passando ora, non possiamo permetterci di perderloleggi tutto
Glocal
Trump: un pericolo per la democrazia
Quanto sta accadendo in questi giorni negli Stati Uniti, deve essere un monito per le democrazie dell’intero Pianeta.leggi tutto

Sul Panaro on air

  • An error occurred:

    The request cannot be completed because you have exceeded your quota.

    La buona notizia

    Il centro dove si contrasta l’infertilità: la risposta d’eccellenza alla sterilità di coppia
    Il centro di procreazione medicalmente assistita di Carpi effettua ogni anno circa 120 inseminazioni, il punto di arrivo di un percorso che prevede inquadramento diagnostico e terapia.[...]
    Visite ai parenti: si riaprono gli ospedali
    Sempre seguendo minuziosamente alcune misure di prevenzione e mantenendo comunque alta l'attenzione[...]
    Dall'azienda Omnia più di 20 mila mascherine in dono ai Vigili del fuoco di Finale Emilia
    L'associazione Amici dei Vigili del Fuoco Volontari di Finale Emilia è orgogliosa di fare la propria parte grazie a queste donazioni importanti, che contribuiscono a ridurre la diffusione del Covid19.[...]

    Curiosità

    Nuova insidia online nelle chat di messaggistica: attenzione alla "truffa dell'eredità"
    Nuova insidia online nelle chat di messaggistica: attenzione alla "truffa dell'eredità"
    Occorre prestare la massima attenzione, bloccare il mittente del messaggio ed eventualmente informare la Polizia postale[...]
    Finale Emilia, perché i nuovi parcheggi sembrano più stretti di prima?
    Finale Emilia, perché i nuovi parcheggi sembrano più stretti di prima?
    Le precisazioni in merito del sindaco Sandro Palazzi[...]
    I dati di qualità dell’aria e pollini allergenici sulla nuova App di Arpae
    I dati di qualità dell’aria e pollini allergenici sulla nuova App di Arpae
    I dati - anche su meteo e condizioni del mare - sono aggiornati ogni 3 ore (ogni 15 minuti per la pioggia), con previsioni fino a 48 ore.[...]
    Il calcio, gli amici e altre sciocchezze: esce "6 di recupero" di Gabriele Monari
    Il calcio, gli amici e altre sciocchezze: esce "6 di recupero" di Gabriele Monari
    Giocatori improbabili, una squadra sgangherata e atmosfere della Bassa nel libro [...]
    A Bomporto il Giardino della Gioventù: gli alberi dedicati a Vincenzo Muccioli, Greta Thumberg e Papa Wojtyla
    A Bomporto il Giardino della Gioventù: gli alberi dedicati a Vincenzo Muccioli, Greta Thumberg e Papa Wojtyla
    Gli alberi sono stati comprati con il ricavato della vendita dei sassi del vecchio ponte di Bomporto[...]
    In Emilia-Romagna il Campionato europeo di tiro a volo: nella Nazionale c'è Massimo Bertolini di Concordia
    In Emilia-Romagna il Campionato europeo di tiro a volo: nella Nazionale c'è Massimo Bertolini di Concordia
    o sport che lungo la Via Emilia vanta una solida tradizione, come dimostrano i tanti campioni: dal bolognese Ennio Mattarelli, oro olimpico alle Olimpiadi di Tokio 1964, a Jessica Rossi, campionessa olimpionica a Londra 2012 e portabandiera azzurra ai prossimi Giochi di Tokyo.[...]
    Il saluto degli appassionati di meteoriti a Cavezzo. Con un ringraziamento speciale ai cittadini
    Il saluto degli appassionati di meteoriti a Cavezzo. Con un ringraziamento speciale ai cittadini
    Domenica presso la sala della biblioteca comunale c'è l'assemblea annuale degli appassionati di questi corpi celesti[...]
    Il Ponte nuovo di Bomporto si illumina di rosso nella Giornata del Donatore di Sangue
    Il Ponte nuovo di Bomporto si illumina di rosso nella Giornata del Donatore di Sangue
    Il Comune aderisce all’iniziativa Avis per rendere omaggio ai donatori [...]
    Finale Emilia, comparsi manifesti che spingono l'ex assessora Paganelli a candidarsi a sindaca
    Finale Emilia, comparsi manifesti che spingono l'ex assessora Paganelli a candidarsi a sindaca
    I manifesti sono comparsi in città pochi giorni dopo l'annuncio della ricandidatura da parte del sindaco Sandro Palazzi[...]