Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
02 Ottobre 2022

Potenziare l’ospedale di Mirandola, da Pd e liste civiche parte la petizione verso la Regione

Il ritorno di Cardiologia, la carenza di posti letto di area medica, l’attivazione del primariato di anestesia, l’ospedale di comunità per dimettere chi non è più in area acuta ma ha bisogno di altre terapie. E il problema del personale che, come ogni anno, con l’estate si fa più complicato. Sono queste oggi le maggiori criticità dell’ospedale di Mirandola secondo chi ci lavora. Per questo il Gruppo Liste Civiche PD Bassa Modenese, unitamente al Coordinamento PD Bassa Modenese, in campo con una petizione rivolta alla Regione Emilia-Romagna, finalizzata a rafforzare l’obiettivo del potenziamento dell’Ospedale di Mirandola. Così la Regione dovrà sicuramente rispondere sulle questioni che ci interessano. Al primo posto, il ritorno a pieno regime di Cardiologia. Senza il rientro di Cardiologia  – è stato detto chiaro e tondo nella conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa – non può esserci un primo livello per l’ospedale di Mirandola.

Pd e liste civiche si danno un mese e mezzo di tempo per raccogliere le firme e poi consegnarle a inizio settembre nelle mani del Governatore Bonaccini. Non perché ci si senta in qualche modo “traditi” dal presidente della Regione, è stato messo in chiaro da Simone Silvestri, coordinatore del Partito Democratico Bassa Modenese e da Paolo Negro, capogruppo delle Liste Civiche Pd in Ucman, e non perché si sia in competizione con le associazioni di cittadini che da tempo lottano in difesa dell’ospedale e che una petizione l’hanno già raccolta e depositata in Comune. “Coi coi comitati c’è confronto, questo è uno strumento che in vista del Pal può offrire occasione di dare risposta alla Regione”, spiega Silvestri.
“Abbiamo un rapporto positivo con la Regione, con cui fin da subito noi abbiamo scelto un approccio muscolare – argomenta Negro – perché riteniamo che questo territorio meritasse di più e noi abbiamo posto la questione a tutti i livelli. Non ci sentiamo traditi  perché sono stati fatti passi in avanti importanti, quello di Mirandola sarà il distretto che, a parte Carpi per il nuovo ospedale, avrà gli investimenti più significativi è Mirandola, ed è frutto anche di questo lavoro: 50milioni di euro di cui 29 già finanziati”

Sui miglioramenti realizzati all’ospedale di Mirandola negli ultimi due anni si spende Carlo Tassi, presidente della Commissione Sanità dell’Unione Comuni Area Nord Gruppo Liste Civiche PD Bassa Modenese.

Molti risultati sono stati già portati a casa: il primariato di Pneumologia, quello di Ostetricia  – nonostante ci sia ancora la delega per il funzionamento,-  il primariato di Chirurgia ora è autonomo e non più a scavalco con Carpi.

Ora con i nuovi pensionamenti si attende il bando per il primariato di Ortopedia, per Radiologia e per il Pronto Soccorso: i primari devono essere di Mirandola, e non a scavalco

Altri risultati, la nuova Tac e l’osservazione breve pediatrica h 24 per tutelare maggiormente chi viene a partorire a Mirandola e tenere qui chi arriva coi bimbi in pronto soccorso.

La sperimentazione di aree omogenee realizzata dopo il terremoto, quando vennero messi insieme Medicina interna, Cardiologia e Pneumologia e un unico personale che ruotava su più funzioni,  non ha funzionato, bisogna prenderne atto.

E’ urgente il rientro di Cardiologia, promesso a più livelli, visto che ormai la necessità di dover tenere isolati per forza i malati di Covid ora non c’è più. Ma di Cardiologia e dei suoi posti letto ancora non se ne parla e non si capisce bene perché.

 

Illustra Orville Raisi, vice presidente Commissione Sanità | Gruppo Liste Civiche PDBassa Modenese

 

Il personale è uno dei punti più critiche sia per le professioni sanitarie che per i medici. Sono stati tagliati 30 mila posti in dieci anni, e  ne soffriamo di più in quanto territori periferici.
La petizione non è strumento solo per tenere alta l’attenzione ma è un elemento fondamentale per dare sostanza a quanto concordato e deciso per potenziare l’ospedale di Mirandola.
Gli elementi innovativi che abbiamo visto in questi ultimi due anni non c’erano mai stati, è davvero un potenziamento. Ma dobbiamo anche ripristinare ciò che era presente in termini di offerta ospedaliera prima del terremoto.
Perché, magari non colpevolmente, penando di aggiornare i modelli ospedalieri si sono presi il modello delle aree omogenee che qui non hanno funzionato, anche per scarsa attenzione sulla sua realizzazione.
Occorre dunque dare una mission all’ospedale di Mirandola, ovviamente nell’ambito della rete ospedaliera provinciale e dare un ruolo anche alle unità operative e ai Reparti che c’erano.
Il che, non è una guerra tra territorio: tutti devono avere la stessa possibilità di accesso ai servizi. Se noi siamo orfani di una Cardiologia, l’Ausl deve farsi carico di trovare il personale necessario per costituire a Mirandola un reparto che abbia posti letto, tecnologie, infermieri e medici.

 

IL COMUNICATO STAMPA

Il Gruppo consigliare nell’Unione dei Comuni ‘Liste Civiche PD Bassa Modenese’, unitamente al Coordinamento PD della Bassa Modenese, hanno assunto una nuova iniziativa sul tema dell’Ospedale di Mirandola, un petizione rivolta alla Regione Emilia-Romagna, presentata questa mattina in conferenza stampa. 

Sono intervenuti alla conferenza stampa: Paolo Negro, Capogruppo Gruppo Liste Civiche PD; Carlo Tassi, Presidente Commissione Sanità | Gruppo Liste Civiche PD Bassa Modenese; Orville Raisi, Vice Presidente Commissione Sanità | Gruppo Liste Civiche PD Bassa Modenese; Simone Silvestri, Coordinatore Partito Democratico Bassa Modenese.

Simone Silvestri: “Le petizione di cittadini ai sensi dell’articolo 16 dello Statuto della Regione Emilia-Romagna è uno strumento che non abbiamo ancora usato e noi ci facciamo ricorso con la nostra iniziativa per mantenere alta l’attenzione sull’Ospedale di Mirandola e fare un altro passo in avanti”.
Paolo Negro: “Siamo partiti dal confronto con i cittadini con assemblee in tutti i comuni all’inizio della legislatura e da lì ripartiamo con questa petizione. Con lo stesso obiettivo: il potenziamento dell’Ospedale di Mirandola. E’ uno strumento per tenere il punto. La CTSS del luglio di un anno fa ha stabilito che la rete ospedaliera a nord della via Emilia deve essere imperniata su due ospedali di pari livello, Carpi e Mirandola. Un indirizzo che deve essere reso sostanziale, questo è il cuore della petizione. L’ultima CTSS di qualche giorno fa, con la presenza del Presidente Bonaccini, ha confermato oltre 50 milioni di investimenti sulla sanità nel nostro Distretto, tra Ospedale di Mirandola e territorio. I passi in avanti quindi ci sono ma per mettere a valore tutto questo la petizione indica la necessità di sancire nella programmazione provinciale, in modo più solido, la mission dell’Ospedale di Mirandola, gli elementi qualificanti in cui si deve sostanziare e dare piena operatività alla sua pari dignità, secondo il piano di potenziamento condiviso”
Carlo Tassi: “C’è necessità di rafforzare la missione dell’Ospedale di Mirandola di Mirandola e renderla così meno fragile. Penso alla tempistica dilatata e l’incertezza stessa del rientro nell’Ospedale di Mirandola della Unità Operativa Complessa di Cardiologia, dopo la sua delocalizzazione causa Covid. Cardiologia è parte integrante ed essenziale del disegno di potenziamento dell’Ospedale e il ritardo del suo rientro, oltre ad essere inaccettabile, conferma questa necessità”.
Orville Raisi: “I nuovi primari dedicati all’Ospedale di Mirandola, l’OBI pediatrico, la nuova TAC, i cantieri che si sono aperti, sono passi in avanti già operativi di cui diamo atto molto positivamente. Bisogno proseguire con sempre maggiore coerenza. Per questo la petizione ribadisce  tutti i contenuti relativi al necessario potenziamento dell’Ospedale di Mirandola: superare definitivamente le aree omogenee; qualificare ciascun Reparto attribuendo il personale adeguato; la revisionare funzionalmente gli spazi per accogliere nuovi posti letto e le nuove funzioni quali la Medicina d’urgenza; il rientro di tutte funzioni trasferite temporaneamente causa Covid; completare e rendere operative di tutte le specialistiche previste; ripristinare e valorizzazione tutte le sale operatorie; adeguare le attrezzature tecnologiche; ripristinare i posti letto di semintensiva; dar corpo all’interno dell’Ospedale alla sinergia con il Distretto Biomedicale. Il tutto come da programmazione condivisa. La petizione rimarca infine la necessità del ripristino del Reparto di Anestesiologia e Rianimazione, che c’era prima del terremoto, senza la quale non c’è piena attrattività dell’Ospedale per gli anestesisti e quindi la piena operatività del disegno di potenziamento e pari livello dell’Ospedale di Mirandola”

 

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Appunti di gusto| Tutto quello che c’è da sapere del melograno
La rubrica Appunti di gusto, a cura di Francesca Monarileggi tutto
“Il caffè della domenica” di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
“E adesso un libro:rubrica di libri” Sei titoli che dicono leggimi!
La rubrica letteraria a cura dell’autrice mirandolese Francesca Monarileggi tutto
Appunti di gusto | Tutto quello che c’è da sapere della giuggiola
La rubrica Appunti di gusto, a cura di Francesca Monarileggi tutto
Glocal
Il paradosso energetico. E non solo
Da giorni assistiamo ad un vero e proprio assalto mediatico sull’ingiustificato ed indiscriminato aumento del costo dei beni energetici, che metterà in ginocchio imprese e famiglie.leggi tutto
“E adesso un libro: rubrica di libri” Sei titoli che dicono leggimi!
La rubrica letteraria a cura dell'autrice mirandolese Francesca Monarileggi tutto
Appunti di gusto, tutto quello che c'è da sapere della piadina
La rubrica Appunti di gusto, a cura di Francesca Monarileggi tutto
“E adesso un libro: rubrica di libri” Sei titoli che dicono leggimi!
La rubrica letteraria della nostra autrice mirandolese Francesca Monarileggi tutto
"Il caffè della domenica" di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Appunti di gusto. Tutto quello che c’è da sapere dell’anguria
La rubrica Appunti di gusto, a cura di Francesca Monarileggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchIncendio a Dogaro. Nella frazione di San Felice è andata a fuoco una roulotte
    • WatchIts Biomedicale Mirandola, la cerimonia di consegna dei diplomi
    • WatchUn cimitero medievale, in ottime condizioni, scoperto a Mirandola

    La buona notizia

    Inaugurata a San Prospero la palestra intitolata a Luigi Vaccari
    Nella targa posta a suo ricordo una sua celebre frase: "Lo sport ha un solo colore, quello dell'arcobaleno"[...]
    Pork Factor Concordia, 25 mila euro donati a cinque realtà dedicate ai bambini
    Oltre ai I fiol d’la schifosa altre associazioni hanno contribuito: Musicanima; Ciclisti amatoriali di Concordia; Tennis Club Concordia; Avis Concordia; Allenatori giovanili Pol Possidiesi[...]
    A Mirandola ripartono i corsi dell’Università della Libera Età “Bruno Andreolli”
    I corsi sono completamente gratuiti. Gli incontri si svolgeranno presso la “Sala Trionfini” in piazza Ceretti[...]

    Curiosità

    Mirandola, il sindaco incontra i 40 studenti del "Summer camp"
    Mirandola, il sindaco incontra i 40 studenti del "Summer camp"
    Mercoledì 28 settembre, presso le Scuole medie cittadine “Montanari”, il sindaco di Mirandola Alberto Greco ha voluto portare un saluto ai 40 studenti che stanno prendendo parte al "Summer Camp"[...]
    Riuscito il test Nasa: la sonda Dart ha colpito l'asteroide
    Riuscito il test Nasa: la sonda Dart ha colpito l'asteroide
    Il test è stato pensato per mettere alla prova la capacità di deviare un asteroide in caso di possibile collisione con la Terra: immagini raccolte dal minisatellite italiano LiciaCube[...]
    Omar Ahmed, il giovane talento modenese che ha incantato la giuria di X-Factor
    Omar Ahmed, il giovane talento modenese che ha incantato la giuria di X-Factor
    Il giovane ha superato il primo turno di audizioni e continua il processo di selezione del talent.[...]
    Scappa da casa a Reggio Emilia, cagnolina ritrovata a Modena
    Scappa da casa a Reggio Emilia, cagnolina ritrovata a Modena
    Aveva vagato per strada per 11 giorni. Dimagrita e spaesata, è stata riabbracciata dalla sua anziana padrona che la stava cercando incessantemente[...]
    Alcol test volontario al Pattaya, ragazzi e ragazzi hanno a cuore la sicurezza stradale
    Alcol test volontario al Pattaya, ragazzi e ragazzi hanno a cuore la sicurezza stradale
    La campagna della Polizia Locale Area Nord ha coinvolto più di 250 persone[...]
    Il sexting? "Non è tradimento"
    Il sexting? "Non è tradimento"
    A tradire online sarebbe secondo un sondaggio il 75% degli italiani fidanzati o sposati[...]
    A Cavezzo arrivano i sassi portafortuna di Ester Fulloni
    A Cavezzo arrivano i sassi portafortuna di Ester Fulloni
    Data del rilascio: domenica 18 settembre. Chi li trova può tenerseli o farli ancora girare[...]
    Regina Elisabetta, quando Buckingham Palace rispose alla lettera di un bambino di Mirandola
    Regina Elisabetta, quando Buckingham Palace rispose alla lettera di un bambino di Mirandola
    Quattro anni fa, un bambino di Mirandola scrisse una lettera indirizzata alla regina e ricevette risposta da Buckingham Palace[...]
    In vacanza perde un dispositivo collegato al telefono della figlia disabile: lo rintraccia a Cavezzo
    In vacanza perde un dispositivo collegato al telefono della figlia disabile: lo rintraccia a Cavezzo
    E' quanto è accaduto quest'estate, a Cattolica, ad una famiglia di Rovigo: la donna ha scritto un post in un gruppo Facebook cittadino, nella speranza che il dispositivo possa essere restituito[...]
    • malaguti