Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
28 Novembre 2021

Truffe luce e gas, con la pandemia aumentano i pericoli: ecco come difendersi

Il settore delle utenze energetiche è tra i più colpiti dai casi di truffe e raggiri, che possono causare danni economici considerevoli agli utenti. Con la pandemia, inoltre, i rischi si sono moltiplicati e molte truffe si sono “digitalizzate”. Il nuovo studio dell’Osservatorio SOStariffe.it ha analizzato le più diffuse tipologie di truffe legate alle forniture di luce e gas naturale per la propria casa. Il portale di comparazione di offerte luce e gas ha anche evidenziato i rischi economici per gli utenti e le contromisure per contrastare le truffe.

Il “phishing”: un rischio sempre più concreto in tempi di pandemia

Il “phishing” è quella tipologia di truffa portata avanti tramite canali digitali e Internet. L’obiettivo dei truffatori è ingannare l’ignaro utente sottraendo dati personali o finanziari, password per l’accesso ai propri account e qualsiasi altro dato potenzialmente “monetizzabile”. Il phishing è da tempo utilizzato anche per portare avanti truffe alle bollette di luce e gas.

Con la pandemia e la crescita dell’utilizzo degli strumenti digitali (soprattutto tra utenti poco pratici) il rischio di imbattersi in casi di phishing è aumentato in modo esponenziale.  Questo tipo di truffe, nella maggior parte dei casi, viene effettuato via e-mail.  I truffatori inviano mail che simulano delle comunicazioni del proprio fornitore.

Le e-mail, solitamente, includono un link ad un sito web in cui l’utente viene invitato ad inserire i propri dati d’accesso o i dati della fornitura con l’obiettivo di attivare contratti luce e gas non richiesti. In alcuni casi, i truffatori proveranno ad entrare in possesso dei dati di una carta di pagamento dell’utente, ad esempio, simulando la necessità di pagare una bolletta arretrata per evitare il distacco della fornitura.

Una variante delle truffe di phishing prevede l’invio di un messaggio SMS con un link al sito che verrà utilizzato per la sottrazione dei dati dell’utente. Questo tipo di truffa è potenzialmente più pericolosa in quanto il messaggio SMS, essendo composto da solo testo, potrà essere scambiato più facilmente per un messaggio inviato dal fornitore.

Porta a porta e via call center: i metodi “tradizionali” delle truffe energetiche

Rimangono i metodi di truffa “tradizionali” che continuano ad essere una minaccia. Tramite call center o con l’ancora più abituale sistema porta a porta, i truffatori tentano di sottrarre dati personali e dati della fornitura agli ignari utenti. L’obiettivo principale è l’attivazione di nuovi contratti luce e gas non richiesti.

Tra le truffe più diffuse c’è la “truffa del sì” con cui si fanno pronunciare all’utente alcune parole chiave (“sì”, “confermo”). Con le parole dell’utente verrà realizzata una registrazione fasulla che simulerà l’approvazione di un nuovo contratto.

C’è poi la “truffa della fine del mercato tutelato” in cui si spinge l’utente ad attivare un nuovo contratto di fornitura con l’inganno. Un’altra variante è la “truffa del distributore locale” in cui il venditore, spacciandosi per un distributore locale di energia, propone false offerte con condizioni tariffarie agevolate.

Le truffe basate sull’attivazione di contratti non richiesti avvengono anche “porta a porta”. Gli schemi utilizzati in questo tipo di truffa sono simili a quelli via call center. In questo caso ci sono anche le truffe del finto esattore, in cui il truffatore richiede il pagamento di presunte bollette arretrate, e del finto tecnico.

Come sono cambiate le truffe energetiche in questi ultimi anni

metodi tradizionali (call canter e, soprattutto, porta a porta) non accennano a scomparire ma sono oggi affiancati dalle truffe digitali e, in particolar modo, dai tentativi di phishing legati al settore energetico. L’obiettivo principale resta quello di ottenere i dati necessari per l’attivazione (non richiesta) di un contratto di fornitura energetica. Con il phishing, inoltre, per i truffatori c’è la possibilità di entrare in possesso dei dati personali, delle credenziali d’accesso e dei dati di pagamento degli utenti.

I rischi economici per i consumatori

Per i consumatori, le truffe legate alle forniture di luce e gas possono comportare seri rischi economici. L’attivazione non richiesta di un contratto di fornitura, nella maggior parte dei casi, comporterà un aumento significativo delle bollette con decine di euro in più al mese da pagare rispetto al precedente contratto di fornitura.

Con il phishing i rischi si moltiplicano. La sottrazione dei dati di una carta di pagamento, infatti, potrà portare ad addebiti non richiesti sulla carta stessa. C’è poi il rischio di registrare la violazione dei propri account con danni di vario tipo che vanno dalla sottrazione dei dati personali alla perdita di uno o più account.

Come difendersi dalle truffe del settore energetico

Per difendersi dalle truffe su luce e gas è necessario prestare sempre la massima attenzione. Bastano pochi accorgimenti per prevenire sul nascere qualsiasi tipo di truffa. È fondamentale non condividere i codici POD e PDR (i codici identificativi, rispettivamente, della fornitura di luce e di gas) che sono già noti al proprio fornitore e potranno essere utilizzati da terzi per attivare contratti non richiesti non con nuovo gestore.

Allo stesso modo, non firmare contratti o documenti senza leggere con attenzione quanto riportato e non mostrare o inviare la bolletta a soggetti non identificati. È, inoltre, importante non comunicare dati sensibili a terzi (tali dati sono già noti al proprio fornitore). Per evitare le truffe “porta a porta” è importante non far entrare nessuno in casa e non fornire denaro a presunti rappresentanti del fornitore di energia. Al telefono, inoltre, non utilizzare parole come “sì” e “confermo”.

Bisogna ricordare, inoltre, che non c’è alcun obbligo di cambiare tariffa o fornitore a prescindere da quanto potrà sostenere un venditore disonesto. Per evitare il “phishing” è utile non cliccare mai su alcun link ricevuto via e-mail o SMS e non fornire dati personali o i dati della propria carta. È importante fare riferimento sempre e solo ai canali digitali del proprio fornitore.

La procedura di ripristino veloce di ARERA

Per proteggere i consumatori dalle attivazioni di contratti energetici non richiesti, l’Autorità dell’energia (ARERA) ha reso disponibile, da alcuni anni, una procedura di ripristino veloce (delibera 228/2017/R/com) che consente agli utenti di ritornare alla compagnia precedente. Questa procedura permette la riattivazione della fornitura del cliente truffato, con le stesse condizioni precedenti.

Per aiutare tutti i consumatori ad evitare truffe come queste, SOStariffe.it ha creato un servizio di consulenza gratuito e senza impegno, richiedibile direttamente dal comparatore di offerte luce e gas, https://www.sostariffe.it/energia-elettrica-gas/,  oppure chiamando al numero 02 5005 222.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Appunti di gusto, tutto quello che c’è da sapere della nocciola
La rubrica "Appunti di gusto", a cura di Francesca Monarileggi tutto
Appunti di gusto, tutto quello che c’è da sapere della mela
La rubrica "Appunti di gusto" a cura di Francesca Monarileggi tutto
Glocal
Economia circolare: l’innovazione fa bene all’ambiente
Venerdì 29 ottobre si sono chiusi con risultati ben oltre le più rosee aspettative, Ecomondo e Key Energy, i due saloni dedicati all´economia circolare e alle energie rinnovabili di Italian Exhibition Group.leggi tutto
"Il caffè della domenica" di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Appunti di gusto, tutto quello che c'è da sapere del tè
La rubrica "Appunti di gusto" a cura di Francesca Monarileggi tutto
"E adesso un libro: rubrica di libri". Parla come ami di Maria Giovanna Luini
La rubrica “E adesso un libro” a cura di Francesca Monari.leggi tutto
Glocal
Ecomondo: a Rimini la fiera sull'economia circolare
Dal 26 al 29 ottobre, dalle 9.00 alle 18.30, il quartiere fieristico di Rimini ospita due importanti manifestazioni sull’economia circolare e le energie rinnovabili: Ecomondo e Key Energy 2021.leggi tutto
Appunti di gusto, tutto quello che c'è da sapere del cacao
La rubrica "Appunti di gusto" a cura di Francesca Monarileggi tutto

Sul Panaro on air

  • An error occurred:

    The request cannot be completed because you have exceeded your quota.

    La buona notizia

    In Emilia-Romagna il 90% dei cittadini oggi è vaccinato contro il Covid
    Per le prime dosi, mentre va avanti la campagna per il terzo richiamo. Lo rende noto il presidente della Regione Stefano Bonaccini[...]
    Tanti bambini per la festa dell'albero a San Prospero
    Durante lo spettacolo ai bimbi viene chiesto di abbracciare un albero. Ma che emozioni percepiscono da questo gesto? C'è chi dice che abbracciare un albero è come abbracciare la mamma o chi sostiene addirittura che durante l'abbraccio l'albero gli abbia detto: "Sei tu il più bello".[...]

    Curiosità

    Venti piscine olimpioniche di foglie cadute: operatori Hera al lavoro per la raccolta
    Venti piscine olimpioniche di foglie cadute: operatori Hera al lavoro per la raccolta
    15 squadre di operatori sono già al lavoro per un’operazione che durerà ancora per tutto il mese di dicembre[...]
    Poste Italiane: 15 francobolli per celebrare i prodotti agroalimentari italiani
    Poste Italiane: 15 francobolli per celebrare i prodotti agroalimentari italiani
    I francobolli e i prodotti filatelici correlati, cartoline, tessere e bollettini illustrativi saranno disponibili presso gli Uffici Postali con sportello filatelico, gli Spazio Filatelia di Firenze, Genova, Milano, Napoli, Roma, Roma1, Torino, Trieste, Venezia Verona e sul sito poste.it.[...]
    Cavezzo, a villa Giardino il corso gratuito di arabo
    Cavezzo, a villa Giardino il corso gratuito di arabo
    Il corso è in special modo rivolto ai bambini e alle bambine della Comunità tunisina, ma è comunque aperto a tutti coloro che desiderino conoscere la lingua araba.[...]
    La Bassa modenese come la Gran Bretagna: anche Bomporto ha i suoi crop circles
    La Bassa modenese come la Gran Bretagna: anche Bomporto ha i suoi crop circles
    Strane forme geometriche sono state immortalate qualche giorno fa da un bomportese e le fotografie degli strani cerchi nei campi della Bassa sono state poi postate sui social.[...]
    Camposanto, calendario "a quattro zampe": si può partecipare con i propri cani e gatti
    Camposanto, calendario "a quattro zampe": si può partecipare con i propri cani e gatti
    L'appuntamento è per domenica 14 novembre, al parco "Daolio", oppure su appuntamento in studio[...]
    Mortizzuolo, alla scuola dell'infanzia "Budri" San Martino arriva a cavallo
    Mortizzuolo, alla scuola dell'infanzia "Budri" San Martino arriva a cavallo
    Proprio come nella celebre leggenda, San Martino è giunto a cavallo per incontrare i bambini della scuola[...]
    Da Bomporto a Modena, ecco le tre sorelle (due gemelle) insegnanti nella stessa scuola
    Da Bomporto a Modena, ecco le tre sorelle (due gemelle) insegnanti nella stessa scuola
    Fanno stampare il proprio nome sulla maglietta per farsi riconoscere[...]
    La Lamborghini mette i baffi per sensibilizzare sulle malattie maschili
    La Lamborghini mette i baffi per sensibilizzare sulle malattie maschili
    In occasione delle Bull Run in moltissime città vogliamo sensibilizzare l'opinione pubblica per la prevenzione e la ricerca scientifica raccogliendo fondi da destinare a questa organizzazione.[...]