Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
05 Ottobre 2022

Tecnopolo di Mirandola, intervista alla direttrice Barbara Bulgarelli

MIRANDOLA – La stampa in 3d di materiale biologico, la sensoristica per i dispositivi medici, la caratterizzazione dei materiali, la tossicologia. E naturalmente, il biomedicale. Il Tecnopolo di Mirandola si allarga e guarda al futuro.
Ne abbiamo parlato con Barbara Bulgarelli, direttrice del TPM intitolato al fondatore del nostro settore biomedicale, Mario Veronesi.

Bulgarelli, tracciamo un bilancio della presenza del Tecnopolo a Mirandola, ormai sono sette anni.

Il rapporto col territorio è molto buono, c’è interesse ed è stato riconosciuto come preziosa opportunità di sviluppo per un’area che è stata colpita dal terremoto e che voleva ricostruire e ritrovare slancio. Noi ci occupiamo di progetti di ricerca, progetti di innovazione di prodotto, facciamo servizi avanzati per le imprese e con l’incubatore TPM Cube ci occupiamo anche di start up. Un caso di successo è ad esempio una start up che è stata incubata da noi, che si è sviluppata e ora è tornata con il suo laboratorio nei nuovi spazi che abbiamo inaugurato il 22 giugno.

 

Quanti sono oggi i dipendenti?

Abbiamo 17 persone tra ricercatori, project manager, responsabile qualità e segreteria. Punto di forza di questo complesso sono i suoi sei laboratori, dove lavorano ricercatori e a capo dei quali ci sono 3 professori dell’Università di Modena e Reggio Emilia.

Come si struttura il rapporto con gli imprenditori locali?

I Tecnopoli per definizione sono laboratori che hanno un approccio diretto col mondo dell’impresa. Hanno questo nel Dna, favorire il rapporto tra impresa e mondo della ricerca e promuovere il trasferimento tecnologico ma anche lo sviluppo di start up in ambito biomed, biotech e nanotech. Promuoviamo progetti per imprese e start up e  individuiamo il percorso più adeguato e i finanziamenti necessari. Networking e matching di competenze sono servizi che sviluppiamo a corollario.

Negli spazi dove era stato ospitato il liceo Pico e l’Istituto Luosi dopo il terremoto avete inaugurato recentemente il Biomedical village, di cosa si tratta?

E’ un vero e proprio villaggio della conoscenza e dell’innovazione, che mette insieme il TPM, il nuovo incubatore TPM Cube e comprende anche l’Istituto Tecnico Superiore ‘Nuove tecnologie della Vita’. E’ stato reso possibile grazie a un

investimento complessivo di oltre 1,7 milioni milioni di euro. Oltre alla scuola, ci sono anche i laboratori di impresa per facilitare la collaborazione e luoghi di connessione con le imprese gestiti dal Tecnopolo. Questo spazio racchiude la value chain dell’innovazione: idee, saperi e competenze che si completa con l’attività di ricerca sviluppata dai laboratori del tecnopolo. Abbiamo nuovi spazi per le start up e presto apriremo una call per portarne di nuove

Come avete contribuito all’emergenza nazionale dovuta all’epidemia Coronavirus?

Qui abbiamo sviluppato un nuovo sistema di test per la certificazione delle mascherine chirurgiche, passaggio importante per velocizzare la verifica della correttezza e dell’adeguamento alle disposizioni di legge. Eravamo uno dei laboratori di riferimento in Italia. Abbiamo anche collaborato con alcune aziende per lo sviluppo di sistemi di sanificazione dell’aria in ambienti chiusi.

Il biomedicale ha avuto un ruolo cruciale in quel periodo. Ora tornerà ad essere cosa da addetti ai lavori?

Il tema della salute oggi è cruciale. Il Covid ha evidenziato quanto sia importante l’industria della salute. Nel nostro distretto sono stati realizzati dispositivi importanti, come i caschi per la respirazione, si è avviata la digitalizzazione nel biomedicale. La tendenza è questa, sviluppo digitale della medicina territoriale.

Meno ospedali e più computer?

L’ospedalizzazione deve essere una delle risposte, ma ne possono essere messe in campo tante, pensate per bisogni specifici. Si possono realizzare sistemi di cura che rispondano in modo diverso ai nuovi bisogni sociali. Il sistema di cura deve essere complesso e articolato e offrire opportunità di cura più vicine alle esigenze individuali.

A settembre arriva a Mirandola la Summer Camp, organizzato dall’Università. Di che si tratta?

A settembre, per tre giorni, ci sarà un percorso di conoscenza della realtà biomedicale fatto di imprese e Tecnopolo riservato a studenti che stanno frequentando la laurea triennale in “Ingegneria dei sistemi medicali per la persona” promossa da tre atenei: Modena,Verona e Trento.  Per il Summer Camp di Mirandola è stato coinvolto anche il Tecnopolo e coinvolgerà 40 ragazze e ragazzi che conosceranno la nostra realtà.

Il Tecnopolo di Mirandola ha una direttrice donna. Bulgarelli, ha rotto il tetto di cristallo?

Il nostro Tecnopolo ha una forte presenza femminile, abbiamo donne che hanno iniziato giovani, hanno messo su famiglia e continuano a lavorare con noi. Ma nelle scelte che facciamo valutiamo le competenze e non il genere. L’Innovazione è donna e uomo.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

"E adesso un libro: rubrica di libri" Sei titoli che dicono leggimi!
La rubrica letteraria a cura dell’autrice mirandolese Francesca Monarileggi tutto
Appunti di gusto| Tutto quello che c’è da sapere del melograno
La rubrica Appunti di gusto, a cura di Francesca Monarileggi tutto
“Il caffè della domenica” di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
“E adesso un libro:rubrica di libri” Sei titoli che dicono leggimi!
La rubrica letteraria a cura dell’autrice mirandolese Francesca Monarileggi tutto
Appunti di gusto | Tutto quello che c’è da sapere della giuggiola
La rubrica Appunti di gusto, a cura di Francesca Monarileggi tutto
Glocal
Il paradosso energetico. E non solo
Da giorni assistiamo ad un vero e proprio assalto mediatico sull’ingiustificato ed indiscriminato aumento del costo dei beni energetici, che metterà in ginocchio imprese e famiglie.leggi tutto
“E adesso un libro: rubrica di libri” Sei titoli che dicono leggimi!
La rubrica letteraria a cura dell'autrice mirandolese Francesca Monarileggi tutto
Appunti di gusto, tutto quello che c'è da sapere della piadina
La rubrica Appunti di gusto, a cura di Francesca Monarileggi tutto
“E adesso un libro: rubrica di libri” Sei titoli che dicono leggimi!
La rubrica letteraria della nostra autrice mirandolese Francesca Monarileggi tutto
"Il caffè della domenica" di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto

Sul Panaro on air

  • An error occurred:

    The request cannot be completed because you have exceeded your quota.

    La buona notizia

    Alluvione Marche, dalla Bassa la solidarietà della Polizia Locale Area Nord
    "Abbiamo restituito una briciola della solidarietà ricevuta durante il terremoto del 2012"[...]
    Tra Nonantola e Sant'Agata allo studio la Ciclabile delle Partecipanze
    Obiettivo, creare un interessante itinerario di rilievo naturalistico e turistico attraverso i territori delle Partecipanze agrarie dei due Comuni[...]
    Inaugurata a San Prospero la palestra intitolata a Luigi Vaccari
    Nella targa posta a suo ricordo una sua celebre frase: "Lo sport ha un solo colore, quello dell'arcobaleno"[...]

    Curiosità

    Mirandola, il sindaco incontra i 40 studenti del "Summer camp"
    Mirandola, il sindaco incontra i 40 studenti del "Summer camp"
    Mercoledì 28 settembre, presso le Scuole medie cittadine “Montanari”, il sindaco di Mirandola Alberto Greco ha voluto portare un saluto ai 40 studenti che stanno prendendo parte al "Summer Camp"[...]
    Riuscito il test Nasa: la sonda Dart ha colpito l'asteroide
    Riuscito il test Nasa: la sonda Dart ha colpito l'asteroide
    Il test è stato pensato per mettere alla prova la capacità di deviare un asteroide in caso di possibile collisione con la Terra: immagini raccolte dal minisatellite italiano LiciaCube[...]
    Omar Ahmed, il giovane talento modenese che ha incantato la giuria di X-Factor
    Omar Ahmed, il giovane talento modenese che ha incantato la giuria di X-Factor
    Il giovane ha superato il primo turno di audizioni e continua il processo di selezione del talent.[...]
    Scappa da casa a Reggio Emilia, cagnolina ritrovata a Modena
    Scappa da casa a Reggio Emilia, cagnolina ritrovata a Modena
    Aveva vagato per strada per 11 giorni. Dimagrita e spaesata, è stata riabbracciata dalla sua anziana padrona che la stava cercando incessantemente[...]
    Alcol test volontario al Pattaya, ragazzi e ragazzi hanno a cuore la sicurezza stradale
    Alcol test volontario al Pattaya, ragazzi e ragazzi hanno a cuore la sicurezza stradale
    La campagna della Polizia Locale Area Nord ha coinvolto più di 250 persone[...]
    Il sexting? "Non è tradimento"
    Il sexting? "Non è tradimento"
    A tradire online sarebbe secondo un sondaggio il 75% degli italiani fidanzati o sposati[...]
    A Cavezzo arrivano i sassi portafortuna di Ester Fulloni
    A Cavezzo arrivano i sassi portafortuna di Ester Fulloni
    Data del rilascio: domenica 18 settembre. Chi li trova può tenerseli o farli ancora girare[...]
    Regina Elisabetta, quando Buckingham Palace rispose alla lettera di un bambino di Mirandola
    Regina Elisabetta, quando Buckingham Palace rispose alla lettera di un bambino di Mirandola
    Quattro anni fa, un bambino di Mirandola scrisse una lettera indirizzata alla regina e ricevette risposta da Buckingham Palace[...]
    In vacanza perde un dispositivo collegato al telefono della figlia disabile: lo rintraccia a Cavezzo
    In vacanza perde un dispositivo collegato al telefono della figlia disabile: lo rintraccia a Cavezzo
    E' quanto è accaduto quest'estate, a Cattolica, ad una famiglia di Rovigo: la donna ha scritto un post in un gruppo Facebook cittadino, nella speranza che il dispositivo possa essere restituito[...]
    • malaguti