Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
16 Giugno 2024
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Giornata contro la violenza sulle donne. Casa delle Donne: «Tutti i giorni sia il 25 novembre»

MODENA- Un mese di iniziative per dire no alla violenza sulle donne e sensibilizzare la cittadinanza. In occasione dei dieci anni dalla ratifica italiana della Convenzione di Istanbul sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica, la Casa delle Donne di Modena promuove l'iniziativa “Il contrasto alla violenza sulle donne in Europa dopo l'adesione dell'Unione europea alla Convenzione di Istanbul” prevista per venerdì 17 novembre 2023 dalle ore 10 alle 13 presso la Sala Renata Bergonzoni (Strada Vaciglio nord 6), con Sara De Vido, docente Università Ca’ Foscari di Venezia e una delle massime esperte a livello europeo in materia.

Nel 2023, ad oggi, sono state accolte dal Centro antiviolenza di Modena gestito dall'Associazione Casa delle Donne contro la violenza, 432 donne (al 31 ottobre 2022 erano 389, con un aumento del 9%). Di queste, le italiane sono il 50%, le straniere quasi il 46.7%: i dati sulla nazionalità delle donne accolte sono allineati agli anni precedenti e al trend regionale e nazionale. Le donne con figli/e sono il 70% del totale e di queste donne il 55.7% dei figli/e subisce violenza assistita e/o diretta, dato quest’ultimo leggermente in calo rispetto all’anno precedente quando era il 60%.

Questo può essere dovuto al fatto che in diverse situazioni i figli sono maggiorenni e quindi vivono altrove, per cui non sono coinvolti e/o a conoscenza delle violenze, oppure al fatto che negli ultimi mesi del 2023 è aumentato il numero di donne accolte di giovane età non aventi figli. Rimane preponderante la violenza da parte dei partner (mariti, conviventi, fidanzati), ma si sta stabilizzando su percentuali sempre più elevate la violenza da parte di altri familiari o parenti, in particolare all’interno delle famiglie d’origine.

Grazie ai fondi regionali destinati a sostenere l’autonomia abitativa di donne vittime di violenza e in percorso con il Centro Antiviolenza, è stato possibile, ad oggi, sostenere 15 donne per il pagamento di affitti, rate del mutuo, mobilio, contributi per il pagamento di ostelli in caso di uscita da casa a causa della violenza, e sono stati stanziati contributi per l’avvio dell’autonomia delle donne. L'Associazione Casa delle Donne contro la violenza anche quest'anno ha intrapreso decine di percorsi con le donne anche con il Progetto AutonoMie, il Progetto Rielaborando e il Progetto OLS-oltre la strada e lo sfruttamento sessuale e lavorativo, attraverso colloqui personalizzati, percorsi di ospitalità, corsi, gruppi con le donne e laboratori.

L’Associazione Gruppo Donne e Giustizia ha fornito consulenze legali, fiscali e psicologiche a oltre 300 donne tra italiane e migranti, nel territorio di Modena, Castelfranco Emilia, Nonantola, Carpi e Pavullo, in rete con i servizi di territorio pubblici e privati. Inoltre, nel corso dell’anno, è stato attivato un gruppo di auto mutuo aiuto sul tema della “dipendenza affettiva” che ha coinvolto un gruppo di 10 donne coordinate da una psicoterapeuta. Tra le diverse tipologie di disagio psicologico le donne segnalano in particolare: abusi sessuali in età infantile, tradimenti e minacce, disinteresse alla vita familiare, assenza di comunicazione, persecuzioni e stalking, mobbing. Di particolare significato sono state la raccolta fondi “Romagna nel cuore” per la popolazione alluvionata dell’Emilia-Romagna in collaborazione con Modena Aiutiamoci e Ologramma Aps, e la partecipazione al progetto “Cambia il finale” promosso dalla Associazione italiana sclerosi multipla, che ha previsto la realizzazione di diversi incontri di formazione sulle forme di violenze, stereotipi, linguaggio e radici della violenza e diritti delle donne con disabilità.   

La Casa delle Donne di Modena offre un panorama assai ricco, con sei diverse realtà attive in ambiti molto diversi tra loro; oltre alle già citate Associazione Gruppo Donne e Giustizia e Associazione Casa delle donne contro la violenza - impegnate più direttamente nel contrasto alla violenza sulle donne - ci sono: Associazione Differenza Maternità; UDI-Unione Donne in Italia di Modena; Centro documentazione donna; Associazione Donne nel Mondo.

Quelli forniti sono solo alcuni dati che cercano di dare una visione del grande lavoro di rete portato avanti dalle singole realtà associative che compongono la Casa delle Donne, ognuna nel proprio ambito specifico. In occasione della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne 2023, la Casa spalanca le porte per accogliere pensieri e riflessioni attraverso una serie di incontri e iniziative durante tutto il mese di novembre (il programma completo su www.lacasadelledonnemodena.it)

Oltre ai numeri e ai dati sul tema della violenza maschile contro le donne, indispensabili per leggere la realtà, c'è la lotta politica di associazioni come l'UDI - Unione donne in Italia di Modena che nell’ultimo periodo ha preso parte, attraverso la costituzione di parte civile, a processi penali per sostenere donne lese nella loro autodeterminazione. L’associazione è inoltre fortemente impegnata nel far rilevare in ogni occasione utile che la Convenzione di Istanbul resta inapplicata in diversi frangenti, a partire dalla prevenzione nelle scuole, non sufficientemente coinvolte nel processo di cambiamento culturale auspicato, e fisicamente al fianco delle donne, anche extra Regione, che denunciano la sottrazione di Stato dei figli a seguito di separazioni e denunce per maltrattamenti, e che chiedono una mobilitazione a loro sostegno per non essere lasciate sole e non credute. L’azione dell'UDI di Modena prosegue attraverso momenti di periodico confronto pubblico con la cittadinanza e di mobilitazione con lo scopo di informare, sensibilizzare e costruire nuovi presupposti per una convivenza pacifica e rispettosa fra le persone; UDI sta inoltre fronteggiando un tema di disconoscimento politico, che fa paventare la cancellazione dal Registro Unico Nazionale del Terzo Settore nei suoi riguardi, in nome del fatto che discriminerebbe gli uomini: la posta in gioco è la sopravvivenza stessa delle realtà femminil-femministe separatiste di cui UDI è certamente una delle sue più storiche ed autorevoli espressioni.

Nel corso del 2022, il Centro documentazione donna ha realizzato 100 iniziative culturali e di sensibilizzazione tra convegni e seminari, dibattiti e tavole rotonde, spettacoli, mostre, letture animate e camminate, e si rafforza l’impegno nei percorsi laboratoriali di una cultura della parità e di prevenzione rivolti alle scuole.  Raddoppiati rispetto all’anno precedente i numeri: sono state coinvolte 64 classi di 14 scuole dalle scuole d’infanzia alle superiori a Modena e provincia, per un totale di 1.600 alunni e alunne e 153 incontri realizzati (pari a 306 ore di attività in aula). Oltre che nel contesto scolastico, nel 2022 si sono realizzate alcune attività rivolte ai GET – Gruppi Educativi Territoriali del Distretto Ceramico, e si è intensificata la collaborazione con l’Università di Modena e Reggio Emilia nella costruzione di incontri, seminari e convegni.

L’Associazione Differenza Maternità Modena sostiene e favorisce la maternità come scelta e come compito e responsabilità condivise nella coppia ma anche nella società. Lavorando su queste conoscenze e consapevolezze, nonché sull’incontro e l’ascolto tra donne, Differenza Maternità interviene nella prevenzione della violenza sulle donne insieme alle altre associazioni della Casa. Le volontarie dell'associazione hanno accolto donne vittime di stalking e donne picchiate indirizzandole poi ai servizi della Casa preposti; Differenza Maternità aderisce e sostiene progetti in favore del contrasto alla violenza; crede nell’importanza della prevenzione attraverso momenti di sensibilizzazione pubblici e nelle scuole e nelle sue attività insegna il rispetto della persona, l’importanza della buona relazione, della comprensione e dell’imparare a sostenersi.
SulPanaro Expo

Rubriche

Al giardino ancora non l’ho detto | Rubrica Botanica | La pianta del Caffè
Rubrica - La rubrica botanica cura di Francesca Monari
Un raggio di sole tra la cronaca, per te le poesie di Luigi Golinelli - 5
Arte - E' la rubrica per un momento di tregua dalla frenesia della cronaca, con le poesie che il poeta Luigi Golinelli di San Felice Sul Panaro ha gentilmente messo a disposizione per voi lettori.
Un raggio di sole tra la cronaca, per te le poesie di Luigi Golinelli - 4
Arte - E' la rubrica per un momento di tregua dalla frenesia della cronaca, pubblicando le poesie che il poeta Luigi Golinelli di San Felice Sul Panaro ha gentilmente messo a disposizione per voi lettori.
Un raggio di sole tra la cronaca, per te le poesie di Luigi Golinelli - 3
Arte - E' la rubrica per un momento di tregua dalla frenesia della cronaca, pubblicando le poesie che il poeta Luigi Golinelli di San Felice Sul Panaro ha gentilmente messo a disposizione per voi lettori.
Glocal
Il loop della scarsità
Glocal - La nostra è un’epoca plasmata da un eccesso di stimoli che ci seducono nella direzione dell’accumulo: consumare più del necessario, acquistare oggetti inutili e cercare piaceri effimeri.
Un raggio di sole tra la cronaca, per te le poesie di Luigi Golinelli - 2
Arte - E' la rubrica per un momento di tregua dalla frenesia della cronaca, pubblicando le poesie che il poeta Luigi Golinelli di San Felice Sul Panaro ha gentilmente messo a disposizione per voi lettori.
“E adesso un libro” | Rubrica di libri - 6 titoli da non perdere
Rubrica - La rubrica letteraria a cura dell’autrice mirandolese Francesca Monari.
Appunti di gusto | Tutto quello che c’è da sapere della focaccia fiorita
Rubrica - Creatività, ortaggi e farine; questi gli ingredienti che danno vita a questa scenografica focaccia. Rubrica a cura di Francesca Monari

Sul Panaro on air

    • WatchSit in per Anna, la medica vittima di femminicidio. a San Felice sul Panaro
    • WatchA Mirandola la rabbia dei lavoratori licenziati alla Bellco. La manifestazione del 15 giugno 2024
    • Watch"La sua una produzione scientifica molto rilevante". Al Policlinico il ricordo della doc Anna
  • La buona notizia

    Ultime notizie
    Un’esperienza in barca a vela per sei ragazzi guariti dal cancro al Policlinico di Modena
    Nell’ambito del progetto di Sea Therapy è stato possibile far partecipare un gruppo di ex pazienti alla Triton Cup ospitata di recente nel Parco dell’Arcipelago Toscano
    L'anniversario
    Giornata del donatore, una visita ai Sassi di Roccamalatina con Avis
    Previste escursioni guidate, giochi per i bambini, incontri sulla storia alla scoperta di questo suggestivo luogo protetto del nostro Appennino. 
    Le novità per la salute
    A Ravarino apre l’ambulatorio dell’infermiera di comunità
    Prevenzione e non solo: il monitoraggio dei pazienti cronici è uno degli aspetti più importanti del lavoro dell’infermiere di comunità

    Curiosità

    Coi cartelli in latino il Casanova di San Pietro in Elda apre i corsi in piscina
    La storia
    Coi cartelli in latino il Casanova di San Pietro in Elda apre i corsi in piscina
    Seguire le regole aiuta a mantenere un ambiente sereno e piacevole per tutti. Ai "rari nantes" Mirco Scacchetti lo spiega pure in latino
    Il primo romanzo di Elena Bosi prende vita. E racconta Concordia allegra e disperata, leggera e disperata
    La storia
    Il primo romanzo di Elena Bosi prende vita. E racconta Concordia allegra e disperata, leggera e disperata
    E' nata nel 1978 e vive a Mirandola ma è di Concordia, dove è cresciuta. Traduce, insegna e scrive. "Mio padre è nato per i piedi" è il suo primo romanzo.
    Nuova casa per alcuni degli asinelli di San Possidonio: si è reso necessario il trasloco per 15 di loro
    Curiosità
    Nuova casa per alcuni degli asinelli di San Possidonio: si è reso necessario il trasloco per 15 di loro
    Per salvarli, dopo il fallimento del loro allevamento, venne attivata una raccolta fondi online che raggiunse la cifra di 56mila euro per un progetto diverso, una adozione a distanza
    La circonvallazione a doppio senso, il certificato di battesimo, la cassaforte violata: ecco gli highlights del confronto politico a Mirandola
    Politica
    La circonvallazione a doppio senso, il certificato di battesimo, la cassaforte violata: ecco gli highlights del confronto politico a Mirandola
    I candidati sindaco Letizia Budri, Carlo Bassoli, Giorgio Siena e Giorgio Cavazza sotto al fuoco di fila dei giornalisti della Bassa
    A Modena la festa per la Polizia Locale, ecco gli agenti (con cane poliziotto) premiati
    Il punto
    A Modena la festa per la Polizia Locale, ecco gli agenti (con cane poliziotto) premiati
    Tanti i casi in cui è stato necessario prestare soccorso ad anziani in difficoltà
    Il Comando di Modena sul podio del campionato italiano Vigili del Fuoco di nuoto
    I risultati
    Il Comando di Modena sul podio del campionato italiano Vigili del Fuoco di nuoto
    Grande soddisfazione espressa per la buona riuscita della manifestazione che ha visto partecipare circa 200 vigili del fuoco provenienti da tutta Italia
    Solara, i pavoni diventano un caso: "Danneggiano auto e tetti delle case"
    Il caso
    Solara, i pavoni diventano un caso: "Danneggiano auto e tetti delle case"
    Tra gli abitanti della frazione di Bomporto c'è chi chiede che per gli animali si trovi un'area protetta
    Il fleximan della differenziata individuato a Bomporto: col cacciavate contro i cassonetti
    Il punto
    Il fleximan della differenziata individuato a Bomporto: col cacciavate contro i cassonetti
    La Polizia Locale del Sorbara lo ha trovato con le videotrappole: aveva danneggiato con un cacciavite l’apertura elettronica dei cassonetti per la raccolta differenziata dei rifiuti per ben due volte, in due distinte giornate
    Le migliori città per la movida in Italia: Modena al sesto posto
    Curiosità
    Le migliori città per la movida in Italia: Modena al sesto posto
    Un recente studio di BonusFinder Italia ha analizzato le 50 città più grandi d’Italia tenendo conto di diversi fattori chiave che caratterizzano l'esperienza di divertimento.
    Il Guercino torna a casa, a Finale Emilia, 12 anni dopo il terremoto
    Taglio del nastro
    Il Guercino torna a casa, a Finale Emilia, 12 anni dopo il terremoto
    Vale più di tre milioni di euro - è questa la stima dell'assicurazione - e sul mercato  dell'arte è ambitissimo: gli americani vanno pazzi per le opere dell'artista centese

    chiudi