Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
18 Luglio 2024
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Giornata mondiale Tumore al Pancreas: Il Centro oncologico illuminato di viola per sensibilizzare su prevenzione e ricerca

MODENA- Giovedì 16 novembre in occasione della Giornata mondiale del Tumore al Pancreas, le Strutture complesse di Oncologia medica e di Chirurgia oncologica Epato-Bilio-Pancreatica (EBP) e Trapianti dell’Azienda Ospedaliero – Universitaria di Modena e Reggio Emilia, guidate dai professori Massimo Dominici e Fabrizio Di Benedetto, aderiranno alla campagna di sensibilizzazione nazionale “Facciamo luce sul tumore al pancreas”, patrocinata dall'Associazione Nastro Viola.

“In Italia nel 2020, secondo l’Associazione italiana dei Registri Tumori sono state stimate circa 14.300 nuove diagnosi di tumore del pancreas e a Modena i nuovi casi sono circa 160 ogni anno, con un tasso di mortalità ancora molto elevata”- ricorda il professor Dominici. Nella serata del 16 novembre, il Padiglione Beccaria sarà illuminato di viola per sensibilizzare su questa patologia.

In AOU è attivo il percorso diagnostico terapeutico assistenziale (PDTA) per il trattamento delle neoplasie del pancreas, fondato sulla multidisciplinarietà, che vede coinvolte le Unità operative di Gastroenterologia, Endoscopia digestiva, Medicina Interna, Medicina Interna ed Area Critica, Pronto Soccorso e Medicina d’urgenza, Radioterapia, Malattie del Metabolismo e Nutrizione clinica, Psicologia Ospedaliera, Medicina Nucleare, Anatomia Patologica, Radiologia Chirurgia Oncologica EBP e Trapianti, Oncologia. Coordinato dal dottor Roberto Ballarin, chirurgo della S.C. di Chirurgia Oncologica EBP e Trapianti, Diretta dal Prof. Fabrizio Di Benedetto, il PDTA offre tempestività degli accertamenti clinico-strumentali e la scelta della strategia terapeutica più idonea.

Negli ultimi 12 mesi, il team multidisciplinare ha discusso circa 300 casi di pazienti con neoplasia pancreatica. “La revisione delle immagini radiologiche dei singoli casi eseguita collegialmente permette una miglior definizione diagnostica e consente di scegliere il percorso terapeutico più adatto per il singolo paziente. Nell’ultimo anno, inoltre, la struttura dell’AOU di Modena è stata iscritta nel registro Italiano multicentrico osservazionale di sorveglianza prospettica dei soggetti a rischio genetico di cancro del pancreas (IRFARPC). Questo consentirà di identificare gli individui a maggior rischio e permettere una diagnosi precoce” – sottolinea la prof.ssa Annarita Pecchi, referente della patologia all’interno della Struttura Complessa di Radiologia.

Sebbene la chirurgia rappresenti ancora oggi l’unico trattamento radicale per il tumore del pancreas, essa è applicabile in una piccola frazione dei pazienti. Qui a Modena ci sono circa 60 interventi chirurgici/anno e la maggior parte di questi vengono eseguiti con avanzate tecniche robotiche che comportano una minima invasività consentendo così una rapida ripresa dei pazienti.  Questo aspetto è molto importante per permettere al paziente di affrontare i successivi trattamenti di chemioterapia e/o radioterapia necessari a consolidare il risultato della nostra chirurgia” – spiega il professor Fabrizio Di Benedetto. Per gli altri pazienti non operabili, spesso con malattia metastatica, diverse combinazioni di chemioterapici sono state impiegate negli anni, come pure farmaci a bersaglio molecolare o trattamenti basati sul potenziamento della risposta immunitaria. Nonostante questi approcci, il quadro clinico risulta ancora estremamente severo con bassa sopravvivenza a 5 anni dalla diagnosi. 

La mancanza di una risposta terapeutica – aggiunge il dott. Andrea Spallanzani, della struttura di Oncologia DH - è dovuta anche alle caratteristiche cliniche di questo tumore, tra cui sintomi poco chiari nelle prime fasi della malattia con conseguente diagnosi tardiva oltre che un ambiente tumorale ricco di elementi fibrotici che, come una fitta ragnatela, rende difficile l’azione dei farmaci. Ad oggi i dati ci indicano che proprio quella ragnatela sembra essere alla base della progressione del tumore causando resistenza ai farmaci, alla radioterapia e causando le recidive. Senza di essa il tumore potrebbe essere più “nudo” e quindi più vulnerabile”.

Giovedì 16 novembre il nostro Policlinico con il COM si illuminerà di luce Viola proprio per ricordare a tutti noi quanto ancora sia necessario investire nella ricerca, in nuove tecniche chirurgiche e nella prevenzione per combattere questa neoplasia così aggressiva” - aggiunge il dottor Roberto Ballarin.

Proprio dall’idea di ricercare nuove strategie in grado di manipolare la ragnatela del tumore del pancreas e grazie al generoso supporto dell’Associazione Nastro Viola, della fondazione AIRC e dai fondi del Piano Nazionale Ripresa e Resilienza (PNRR) nel progetto HEAL Italia, il gruppo di ricercatori guidato dal professor Dominici e della dr.ssa Giulia Grisendi sta conducendo studi per nuove cure a base di cellule capaci di bersagliare il tumore e la sua ragnatela. “Abbiamo sviluppato un farmaco a base di cellule killer sane che provengono da tessuto adiposo del paziente e che sono modificate per produrre sostanze capaci di uccidere il tumore senza però danneggiare i tessuti sani circostanti - spiega la dr.ssa Giulia Grisendi - Sulla base di questi dati di laboratorio abbiamo dimostrato che le cellule killer possono svolgere il loro effetto anti-tumorale e anti-ragnatela anche in combinazione con la chemioterapia. Proprio sulla base di questi incoraggianti risultati, in collaborazione con la radiologia e la chirurgia, questa nuova strategia terapeutica sarà oggetto di una sperimentazione clinica su un selezionato gruppo di pazienti che partirà nella seconda metà del 2024”.

La Giornata mondiale del Tumore al Pancreas – conclude il prof. Massimo Dominici – è fondamentale per condividere ogni anno gli sforzi che medici e ricercatori profondono per provare a cambiare la storia naturale di questo implacabile nemico. Speriamo che vedendo la luce Viola i cittadini Modenesi pensino da un lato a chi dedica la propria carriera alla ricerca per trovare nuove cure, e dall’altro a tutti quei pazienti che la lotta la stanno combattendo o, loro malgrado, l’hanno persa. A loro, a tutti noi, va la luce Viola”.

SulPanaro Expo

Rubriche

Glocal
Gli indignati
Glocal - La nazionale azzurra di calcio ci ha deluso. Un sentimento di delusione che si è trasformato velocemente in un sentimento di indignazione sociale.
APPUNTI DI GUSTO | Tutto quello che c’è da sapere delle noci brasiliane
Rubrica - Sono semi oleosi provenienti dalle piante di Bertholletia excelsa -in onore dello scienziato francese Claude-Louis Berthollet- e sono conosciute anche come noci dell’Amazzonia perché è nella foresta amazzonica che crescono.
Glocal
Ricchezza e povertà degli italiani
Rubrica - Italia al 18° posto nella classifica europea del PIL pro capite stilata dal Fondo Monetario Internazionale.
Un raggio di sole tra la cronaca, per te le poesie di Luigi Golinelli - 6
Arte - E' la rubrica per un momento di tregua dalla frenesia della cronaca, con le poesie che il poeta Luigi Golinelli di San Felice Sul Panaro ha gentilmente messo a disposizione per voi lettori.
Estetica, espressività e decorazione | Il Liberty industriale a San Possidonio
Rubrica - Ed eccoci ad una nuova uscita dedicate all’Art Nouveau, la rubrica di Francesca Monari, nata dalla collaborazione con Sara Zoni
Al giardino ancora non l’ho detto | Rubrica Botanica | La pianta del Caffè
Rubrica - La rubrica botanica cura di Francesca Monari
Un raggio di sole tra la cronaca, per te le poesie di Luigi Golinelli - 5
Arte - E' la rubrica per un momento di tregua dalla frenesia della cronaca, con le poesie che il poeta Luigi Golinelli di San Felice Sul Panaro ha gentilmente messo a disposizione per voi lettori.

Sul Panaro on air

  • An error occurred:

    The request cannot be completed because you have exceeded your quota.

  • La buona notizia

    La solidarietà
    Bomporto, inaugurata una cisterna in Madagascar grazie alla solidarietà della comunità
    Associazioni e cittadini bomportesi hanno sostenuto un’iniziativa benefica rivolta agli abitanti del villaggio di Andaromihomaky
    La storia
    Neonato salvato sull'isola di Martinica grazie a un dispositivo prodotto dalla Eurosets di Medolla
    Il bimbo di un mese e mezzo era affetto da bronchiolite acuta e non era in grado di respirare autonomamente a causa dell’infezione virale
    Il ricordo
    Viaggiare con gli animali domestici, i consigli del veterinario
    E' bene pensare di mettere in valigia anche un kit per il proprio amico a quattro zampe: ad esempio soluzione fisiologica, pomate protettive e lenitive, antiparassitari repellenti.

    Curiosità

    I tortellini si piazzano diciannovesimi in Italia tra i piatti più amati
    Curiosità
    I tortellini si piazzano diciannovesimi in Italia tra i piatti più amati
    Per gli italiani sono tra i meno ‘social’.
    L'84% adolescenti si fida dei medici, il 90% di genitori e amici. E basta
    Ambiente
    L'84% adolescenti si fida dei medici, il 90% di genitori e amici. E basta
    Preoccupa che oltre determinate soglie, la famiglia rischia di diventare familismo e l'amicizia 'clan', se non addirittura 'gang'
    Mirandola, automobilista ghanese presenta alla Polizia Locale patente falsa polacca
    Ultime notizie
    Mirandola, automobilista ghanese presenta alla Polizia Locale patente falsa polacca
    Sono stati 16 i posti di blocco effettuati in sette giorni dalla Municipale, con 179 mezzi controllati fra auto (168) e 11 fra autoarticolati e Tir
    Italiani preoccupati per reddito e salute. E aumentano i timori per il cambiamento climatico
    Da sapere
    Italiani preoccupati per reddito e salute. E aumentano i timori per il cambiamento climatico
    Con il mondo in ripresa dalla pandemia, gli italiani devono fronteggiare nuove e vecchie preoccupazioni che li rendono generalmente più insicuri rispetto alla media europea.
    Pasta "fuori orario", la scelgono due giovani su tre: la spaghettata di mezzanotte è un rito per 3 su 4
    Curiosità
    Pasta "fuori orario", la scelgono due giovani su tre: la spaghettata di mezzanotte è un rito per 3 su 4
    E' quanto rivela la ricerca "GenZ e Pasta: amore ai pasti e non solo...", condotta dai pastai di Unione Italiana Food in collaborazione con AstraRicerche
    E’ di Modena il miglior Balsamico Tradizionale: a Stefania e Roberto Antichi il 58° Palio di San Giovanni
    Arte
    E’ di Modena il miglior Balsamico Tradizionale: a Stefania e Roberto Antichi il 58° Palio di San Giovanni
    In classifica anche l'aceto balsamico di Stefano Pivetti di San Prospero
    Bomporto, la miniserie televisiva "Mountainmen. Linea gotica 1945" vola negli Stati Uniti
    Curiosità
    Bomporto, la miniserie televisiva "Mountainmen. Linea gotica 1945" vola negli Stati Uniti
    Il ponte che conduce al Museo della Decima Divisione a Fort Drum (New York) è stato battezzato con il nome di “Bomporto Bridge”
    Coi cartelli in latino il Casanova di San Pietro in Elda apre i corsi in piscina
    La storia
    Coi cartelli in latino il Casanova di San Pietro in Elda apre i corsi in piscina
    Seguire le regole aiuta a mantenere un ambiente sereno e piacevole per tutti. Ai "rari nantes" Mirco Scacchetti lo spiega pure in latino
    Il primo romanzo di Elena Bosi prende vita. E racconta Concordia allegra e disperata, leggera e disperata
    La storia
    Il primo romanzo di Elena Bosi prende vita. E racconta Concordia allegra e disperata, leggera e disperata
    E' nata nel 1978 e vive a Mirandola ma è di Concordia, dove è cresciuta. Traduce, insegna e scrive. "Mio padre è nato per i piedi" è il suo primo romanzo.
    Nuova casa per alcuni degli asinelli di San Possidonio: si è reso necessario il trasloco per 15 di loro
    Curiosità
    Nuova casa per alcuni degli asinelli di San Possidonio: si è reso necessario il trasloco per 15 di loro
    Per salvarli, dopo il fallimento del loro allevamento, venne attivata una raccolta fondi online che raggiunse la cifra di 56mila euro per un progetto diverso, una adozione a distanza

    chiudi