Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Sarà tolto il laghetto dal parco delle piscine a San Felice

SAN FELICE SUL PANARO – Sarà tolto il laghetto dal parco delle piscine a San Felice. Lo ha deciso il Comune, valutando che questa sia la soluzione migliore per garantire la salubrità di tutta l’area.

Addio dunque, al romantico laghetto teatro di tante foto matrimioniali e delle passeggiate coi bambini che si divertivano a vedere gli animali.
Il problema è che il laghetto è un ecosistema dall’equlibrio difficile da mantenere, specie se ci sono cittadini che  – consapevolemente o no – fanno danni. Meglio toglierlo del tutto, è stato deciso.

Il problema è che erano già stati stanziati un bel po’ di soldi per la sua gestione e la sua manutenzione, lasciati in eredità alla nuova giunta Goldoni dall’amministrazione Silvestri che aveva, in particolare, stanziato 45 mila euro per un nuovo ponte che attraversasse il laghetto.

Poi cosa è successo? Ecco la ricostruzione del Comune:

Nell’inverno del 2018 sono stati smantellati i due ponti di legno del parco Estense di San Felice sul Panaro, nei pressi della piscina e la precedente Amministrazione ha fatto realizzare uno solo dei due ponti, peraltro in ferro.
Per l’intervento sono stati stanziati inizialmente 56 mila 974 euro, con determina 460 del 22 dicembre 2018 che prevedeva anche il rifacimento della staccionata presente. Nella determina però non erano incluse la verifica di sicurezza delle spalle del ponte e il collaudo statico (altri 3.352 euro) che sono stati effettuati dietro incarico dell’attuale Amministrazione. In fase di collaudo statico è poi emerso che occorrevano anche le fondazioni per il ponte, che nel frattempo era stato realizzato, e sono pervenuti al Comune due preventivi uno da 14.350 euro + Iva e uno da 8. 429+Iva.

Poi tutto si è fermato, causa Covid e per l’intervento dell’Ausl perché la situazione igienico-sanitaria dell’area era già gravemente compromessa. Il parco era occupato da una colonia di nutrie e di altri animali selvatici che vagavano liberi nelle vie adiacenti arrivando in alcuni casi anche a invadere la carreggiata stradale con conseguente pericolo per la sicurezza. Senza contare i problemi igienici relativi alle deiezioni sparse un po’ ovunque. Una situazione molto seria che l’attuale Amministrazione si è trovata in eredità e che ha cercato di risolvere pur tra vari problemi, anche in seguito alle segnalazioni dell’Ausl sui possibili rischi per la salute dei cittadini. In un primo tempo sono state collocate delle trappole per la cattura delle nutrie. Ebbene queste trappole venivano sistematicamente aperte e gli animali fatti fuggire.

Poi l’emergenza Covid ha bloccato, come detto, tutto. Nei giorni scorsi è arrivato al Comune di San Felice sul Panaro il via libera del Servizio Veterinario dell’Ausl per svuotare il laghetto e riempirlo con terreno vergine di campagna e colmare così l’invaso per motivi sanitari. È un intervento anche in ottica di prevenzione della proliferazione delle zanzare, visto che i pesci messi nel laghetto per nutrirsi delle larve delle zanzare venivano sistematicamente predati dalle tartarughe che i cittadini gettavano nel laghetto. Si tratta soprattutto di tartarughe in molti casi non di razze autoctone. Quindi, senza i pesci a nutrirsi delle larve delle zanzare, si era creato una sorta di habitat ideale per questi ed altri insetti nocivi.

Gli animali saranno catturati e ricollocati in aree idonee alla loro tutela e al loro benessere. Ovviamente, chiuso il laghetto, il ponte non potrà più essere utilizzato in quella zona e al momento si sta valutando un’altra sua collocazione. È inoltre allo studio dell’Amministrazione comunale un progetto per valorizzare l’area e trasformare il parco, orientandolo verso il wellness.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Lettere persiane
Si torna a scuola, incipit vita nova - LA RIFLESSIONE
E un’autentica paideia civica ed esistenziale, capace di formare la mente e l’anima degli individui educandoli al Mondo della Vita, secondo lo studente mirandolese Giovanni Battista Olianileggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
La biodiversità che non ti aspetti: le Valli mirandolesi
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta della Stazione Ornitologica Modenese che si trova a Mirandolaleggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
Un paradiso terrestre per piante e uccelli: le Meleghine a Finale Emilia - La natura della Bassa che non ti aspetti
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta dell'oasi faunistica nata dall’impianto di fitodepurazioneleggi tutto
Glocal
Crisi economica: l'innovazione tecnologica come cura
La crisi economica da Covid-19 ci impone di riprogettare il modello imprenditoriale delle nostre imprese, mentre in alcuni casi si dovrà riprendere il primordiale concetto di “innovazione di prodotto e di processo”.leggi tutto
Glocal
Dall'emergenza sanitaria all'emergenza occupazionale
Sono in corso in questi giorni alcune misure per contrastare il danno occupazionale. Tra le misure: incentivi per far ripartire le assunzioni stabili, meno paletti sui contratti a termine, nuove risorse per la Cig e detassazione degli aumenti dei Ccnl.leggi tutto
Glocal
BTP Futura, il primo titolo di Stato interamente dedicato ai risparmiatori retail
Il Governo presenta una vera e propria novità per i risparmiatori italiani particolarmente affezionati ai titoli di Stato: il BTP Futura. Un nuovo Titolo di Stato dedicato esclusivamente ai risparmiatori individuali.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    Pit, dalla Spagna a Modena, cane antidroga al servizio della Polizia Locale
    Pit, dalla Spagna a Modena, cane antidroga al servizio della Polizia Locale
    Il sindaco Gian Carlo Muzzarelli al Comando per augurare buon lavoro alla nuova Unità cinofila che sarà impiegata anche nell’ambito del progetto Scuole sicure[...]
    Consiglieri comunali indisciplinati a Finale, la reprimenda del presidente Saletti
    Consiglieri comunali indisciplinati a Finale, la reprimenda del presidente Saletti
    In nemmeno un anno che siede sullo scranno più importante dell'assise ne ha visto di tutte i colori[...]
    La compagnia delle Mo.re torna in scena: da Nonantola, Ravarino e Bomporto ai teatri emiliani
    La compagnia delle Mo.re torna in scena: da Nonantola, Ravarino e Bomporto ai teatri emiliani
    Il cast è formato da ragazzi e ragazze,guidati dal fondatore Maicol Piccinini, di Nonantola[...]
    Le immagini più belle di #EViaggioItaliano, il tour nazionale su veicoli elettrici
    Le immagini più belle di #EViaggioItaliano, il tour nazionale su veicoli elettrici
    Il progetto che rilancia il turismo sostenibile per valorizzare il patrimonio enogastronomico, culturale e imprenditoriale italiano[...]
    Da Berlino a Finale per visitare le Meleghine
    Da Berlino a Finale per visitare le Meleghine
    Paolo Saletti ha condiviso sul proprio profilo Facebook un incontro curioso e inaspettato avvenuto durante un sopralluogo alle Meleghine[...]
    Alessandro Bergonzini, la passione per la storia al servizio della narrazione
    Alessandro Bergonzini, la passione per la storia al servizio della narrazione
    Intervista all'autore di Camposanto de "Nel giardino della salamandra" e "Naamah"[...]
    Il coraggio di cambiare lavoro, la storia di Arianna Gamberini
    Il coraggio di cambiare lavoro, la storia di Arianna Gamberini
    Si è messa in proprio come consulente di immagine lasciando il posto da dipendente: l'esperta di lavoro Francesca Monari l'ha intervistata[...]
    Sono arrivati i fenicotteri nelle valli mirandolesi
    Sono arrivati i fenicotteri nelle valli mirandolesi
    Sono stati immortalati in tutta la loro bellezza da Raffaele Gemmato mentre facevano sosta nella Bassa nel loro lungo volo verso Sud[...]