Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Sulla buona strada dell’educazione alla sicurezza stradale, in Emilia-Romagna, non esistono piazzole di sosta

Sulla buona strada dell’educazione alla sicurezza stradale, in Emilia-Romagna, non esistono piazzole di sosta.

La Regione è da sempre in prima linea per sensibilizzare le persone alla guida sicura, rispettosa delle norme, ed anche stata tra le prime in Italia a proporre il programma di educazione stradale nelle scuole e a istituire l’Osservatorio per l’educazione alla sicurezza stradale, che ha lo scopo di sensibilizzare, con azioni educative, il cambiamento culturale per una mobilità sicura.

Una corsa all’educazione stradale che non si ferma e, nonostante il rallentamento delle attività dovuto ai mesi di lockdown, torna in pista con un nuovo piano di attività 2020-2021, che è stato presentato oggi in video conferenza stampa, dall’assessore alla Mobilità, Andrea Corsini e dal presidente dell’Osservatorio per l’educazione alla sicurezza stradale dell’Emilia-Romagna, Mauro Sorbi.

In calendario ci sono il rinnovo degli investimenti sulle storiche campagne di comunicazione, due appuntamenti di sensibilizzazione per la campagna ‘Quando Guidi, Guida e Basta’ e due nuovi progetti.

“La sicurezza stradale rappresenta un grande problema sociale ed economico in Italia e di questa criticità non è stata esente l’Emilia – Romagna- spiega l’assessore, Corsini– che, però, per prima a livello nazionale, ha organizzato eventi, spot, azioni concrete finalizzate a sensibilizzare l’utenza e a modificare comportamenti sbagliati, che possono mettere a rischio non solo la vita di chi guida, ma anche di chi può trovarsi sullo stesso percorso. In questo senso è risultata di fondamentale importanza l’inserimento da parte della Regione, a partire dagli anni ’80, del programma di educazione alla sicurezza stradale nelle scuole e il successivo impegno per la creazione dell’Osservatorio, con lo storico impegno per l’obbligatorietà del casco per l’uso dei motocicli, che è diventato legge nazionale proprio a partire da una battaglia promossa dalla nostra Regione”.

“Risulta sempre più fondamentale, quindi, il miglioramento dell’educazione stradale e della preparazione degli utenti della strada per arrivare alla ‘vision zero’, zero morti sulle strade, fissato tra gli obiettivi comunitari. L’attività dell’Osservatorio prevede il coinvolgimento di tutte le tipologie e le fasce di età degli utenti, promuovendo anche modifiche al Codice della Strada, come avvenne quando collaborò affinché il casco fosse reso obbligatorio in moto”.

 

Le campagne

La campagna di comunicazione sociale ‘Quando Guidi, Guida e Basta’ avviata da alcuni anni in collaborazione con ANAS, conferma sul 2020 investimenti per 140mila euro che saranno utilizzati per la progettazione di un piano comunicativo dedicato all’importanza di una guida attenta e al contrasto alla distrazione al volante, alla promozione sui media e alla realizzazione di due appuntamenti con fini educativi a cui prenderanno parte grandi artisti tra cui Anna Tatangelo, Gene Gnocchi, Enrico Ruggeri e Mirko Casadei. Il primo si svolgerà in Piazza Garibaldi a Cerviail 22 agosto e poi a Cesena, in piazza della Libertà, il 6 settembre. Gli incontri avranno luogo dalle 21.30 alle 23.30, nel rispetto delle norme di distanziamento.

Poi ci sono le iniziative new entry: Guida Sicura per i mezzi pesanti, nell’ambito della quale si realizzeranno filmati per sensibilizzare sulle criticità della guida di questa tipologia di veicoli, e il progetto Assicurazione ciclisti che punta a informare i ciclisti, anche attraverso slogan e micro video sui canali digital e social, circa l’opportunità di sottoscrivere una polizza assicurativa per coprire la responsabilità civile in caso di incidenti.

“Il confronto con le forze preposte al controllo della sicurezza stradale ha evidenziato che le criticità presenti prima della pandemia sono tutte ricomparse, in primo piano la distrazione generata dall’uso compulsivo del cellulare mentre si è sulla strada, nessun utente escluso- commenta il presidente dell’Osservatorio, Mauro Sorbi-. Un nuovo problema è rappresentato poi dalla sinistrosità autonoma dei veicoli: l’incidente è generato e coinvolge un solo mezzo. All’origine ci sono atteggiamenti nati dalla distrazione o da malori causati dalla forte pressione emotiva del periodo che si sta vivendo”.

“Il nervosismo, la rabbia che sono alla base di altri comportamenti inidonei che anche negli anni scorsi erano comparsi, crescendo sistematicamente, ora hanno raggiunto livelli di guardia, sensibilmente cresciuti per le ulteriori criticità sociali generate dalla pandemia e dal conseguente lockdown. Perdura il mancato rispetto della distanza di sicurezza, quale storica causa dell’incidentalità. La mobilità sostenibile, la ‘Vision Zero’ e la sicurezza di tutti gli utenti, sono obiettivi di una società civile e si raggiungono congiuntamente, non l’una a discapito delle altre”.

Tante le campagne messe in campo dall’Osservatorio in questi anni tra cui ‘Col casco non ci casco’‘Liberi di guidare sempre’‘Fair play’‘Utenti deboli’ e i progetti educativi-formativi nelle scuole che vanno avanti, nonostante i mesi di lockdown, cambiando formula.

Va in questa direzione, infatti, la nuova modalità dalla campagna ‘Utenti deboli’, finanziata con 120mila euro, che prevede la creazione di un unico raggruppamento delle campagne ‘Col casco non ci casco’, ‘Liberi di guidare’, ‘Fair play’ e ‘Luci su due ruote’.

I temi affrontati saranno quindi l’uso del caschetto in bici da parte dei bambini per arrivare a sensibilizzare gli adulti, il rispetto reciproco sulla strada al fine di renderlo un luogo di vita e la necessità di rendersi visibili quando si usa la bicicletta, ottemperando anche all’obbligo delle norme del Codice della strada. Verrà dunque realizzato un progetto integrato e partecipato con la creazione in primis di brevi filmati per la messa in onda sui network regionali a partire dal prossimo autunno, in modo da coprire l’intero territorio emiliano-romagnolo.

E poi l’Accordo con le Istituzioni scolastiche, attivato nel 1994 e rinnovato negli anni, con scadenza al termine del 2021, che per l’anno scolastico 2019/2020 finanzia le attività di educazione alla sicurezza stradale dei nove Ambiti territoriali scolastici con 108mila euro.

Le attività e le manifestazioni concordate con il mondo della scuola nel primo semestre 2020 hanno avuto un ridimensionamento causa il lockdown, ma i finanziamenti previsti per questa parte dell’anno verranno utilizzati nel periodo iniziale del nuovo anno.

Tra le novità anche l’acquisto di caschetti per baby ciclisti e il Kit proteggi te stesso a 360° contro Covid-19 e l’abuso di alcol alla guida, con un impegno economico di 15mila euro. Il materiale sarà distribuito durante gli eventi in programma per i prossimi mesi.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Glocal
Il miracolo di Marchionne: il modello della fabbrica piatta
Il modello della fabbrica “piatta”. Così Marchionne ha rivoluzionato FCAleggi tutto
Glocal
Le start up innovative in Italia, il nuovo report
Secondo l’ultimo “rapporto sulla situazione delle startup innovative in Italia”, le startup innovative iscritte all’apposito Albo, sono 11.899, il 3,2% di tutte le società di capitali di recente costituzione.leggi tutto
Invalidità e Pensioni, ecco le prestazioni possibili
Ce lo spiega l'esperta risorse umane Francesca Monari con la supervisione di Elisa Bergamaschi, impiegata presso uno studio di Consulenti del Lavoro di Mirandolaleggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Notizie, lavoro e molto altro con Francesca Monarileggi tutto
Lavoro e Ambiente. Un futuro "green" per le nuove generazioni.
Il treno della “rivoluzione verde” sta passando ora, non possiamo permetterci di perderloleggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Notizie, lavoro e molto altro con Francesca Monarileggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Trump: un pericolo per la democrazia
Quanto sta accadendo in questi giorni negli Stati Uniti, deve essere un monito per le democrazie dell’intero Pianeta.leggi tutto
Glocal
L'incompetenza del manager
L’Italia, tra i tanti primati che detiene nel campo dell’inefficienza e dell’inadeguatezza, si trova purtroppo anche ai primi posti, tra i Paesi a capitalismo avanzato, per l’incompetenza dei propri manager.leggi tutto
Glocal
Le organizzazioni aziendali al tempo del Covid-19
Occorre riprogrammare la nostra quotidianità, lasciando da parte gli interessi personali concentrandosi su altre forme di benessere, che tengano conto della salute e degli interessi dell’intera comunità.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    Capriolo esausto salvato nel parcheggio di un'industria ceramica
    Capriolo esausto salvato nel parcheggio di un'industria ceramica
    L'animale è stato preso e curato dai volontari de Il Pettirosso[...]
    La banconota del Comune di Soliera: 50 centesimi del 1873
    La banconota del Comune di Soliera: 50 centesimi del 1873
    Pare ce ne siano in circolazione soltanto due esemplari.[...]
    A Nonantola apre la prima Biblioteca Condominiale
    A Nonantola apre la prima Biblioteca Condominiale
    Coinvolge 4 palazzine , 30 famiglie,4 scaffali e 156 libri divisi in 4 gruppi (39 libri per palazzina).[...]
    Rimesso al nuovo il "Grappolo d'uva" della rotonda modenese
    Rimesso al nuovo il "Grappolo d'uva" della rotonda modenese
    E' l’opera in vetro di Murano installata nell’anello centrale verde della rotatoria tra via Nuova Estense e via Vignolese.[...]
    Mirandola e le terre dei Pico sono online su un nuovo sito web
    Mirandola e le terre dei Pico sono online su un nuovo sito web
    Il sito che verrà aggiornato periodicamente, è ricco di immagini suggestive e si sviluppa in cinque aree tematiche - conosci, esplora, gusto, shopping e agenda - che rendono intuitiva la ricerca dei contenuti.[...]
    Mirandola, Pasta Dallari con i Piccoli Grandi Cuori per il Policlinico di Sant’Orsola
    Mirandola, Pasta Dallari con i Piccoli Grandi Cuori per il Policlinico di Sant’Orsola
    A sostegno di tutti i bambini cardiopatici congeniti e del personale medico ospedaliero che sta lottando contro il Covid.[...]
    Mirandola, alla scoperta dei territorio su tre diversi percorsi ciclabili
    Mirandola, alla scoperta dei territorio su tre diversi percorsi ciclabili
    Si guarda alla bella stagione nella città dei Pico con la tracciatura ed installazione delle indicazioni, avvenuta nei giorni scorsi di tre percorsi ciclabili di varia lunghezza, per appassionati, ma pure per semplici cicloamatori e per le famiglie.[...]
    “Favole al telefono” di Gianni Rodari: l'audiolibro dei record
    “Favole al telefono” di Gianni Rodari: l'audiolibro dei record
    L’audiolibro ha scalato le classifiche nazionali di podcast di racconti per bambini contando 30mila riproduzioni su Youtube e altre sette piattaforme streaming[...]
    Medolla: è nata “L’alveare nell’albero”, l’associazione per chi ama le api
    Medolla: è nata “L’alveare nell’albero”, l’associazione per chi ama le api
    L'associazione si è presentata pubblicamente con un evento online sabato 20 marzo[...]