Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
25 Settembre 2022

Pulmino saltato, la scuola chiude prima e le file per entrare. Genitori di San Felice in crisi di nervi

SAN FELICE – Genitori delle scuole di ordine e grado in crisi di nervi a San Felice. Il nuovo anno scolastico è partito male, nonostante in tanti si siano dati da fare per accogliere i bambini al meglio, con tanti disagi che potevano essere evitati con una solerte programmazione su modello degli altri Comuni e che invece cascano tutti adesso sulle spalle delle famiglie.

Alla scuola materna si è concretizzata la brutta sorpresa della notizia arrivata a dieci giorni dall’apertura dalla scuola e a iscrizioni già fatte, che aveva fatto inalberare in tanti. La scuola chiude prima, alle 16, non c’è più il servizio post scuola che garantiva il Comune fino alle 17.30. Con buona pace di chi esce dall’ufficio a quell’ora.
Il Comune ha anche tagliato il servizio pre scuola, che permettava di portare i piccoli in classe prima delle 8 ed essere quindi puntuali al lavoro. E ha come conseguenza il fatto che i bimbi entrano tutti in una volta. Il primo giorno di scuola si è visto che ci sono state attese anche fino a 20 minuti.

Si tratta di una sospensione – è stato spiegato nella riunione coi genitori delll’altro giorno – che non ha una data di riapertura e che sarebbe giustificata dal fatto che il Comune non ha soldi perchè le norme Covid impongono spese maggiori. Nessuno, in Comune a San Felice, è andato a chiedere come fanno ad esempio a Mirandola, Concordia, Medolla e San Prospero dove il servizio pre oppure post si fa, addirittura fino alle ore 18.30, dandolo in appalto con un bando all’esterno. Bando fatto a suo tempo, settimane fa, coi Comuni che hanno licenziato un capitolo di spesa apposito.

Alla scuola elementare il problema che ora è grande come una casa si è posto già  a giugno, ma nessuno ha dato risposta, In questo caso tutto è nato dall’Unione Comuni Area Nord, che a fine giugno ha dismesso la convenzione con il centro don Bosco che si occupava del dopo scuola per gli alunni della primaria. Le polemiche sono state tante e il don Bosco ha ricordato che  quando  la convenzione stava per scadere, l’autunno scorso il Comune di San Felico si era fatta garante di portare avanti l’iter con Ucman. Poi al don Bosco non ne hanno saputo più nulla.
Nel silenzio la scuola è partita lunedì e i bambini non sanno come raggiungere il post al Don Bosco o se si farà il servizio post nelle aule della loro scuola.
Proteste anche per il servizio scuolabus. Ci hanno scritto un paio di genitori infuriati perchè nessuno aveva comunicato loro  che  – chissà perchè – il servizio per i bimbi della primaria sarebbe partito martedì 15 e non lunedì 14.  Così lunedì mattina alle 7.10 bimbi e mamme erano fuori casa ad aspettare uno scuolabus che non è mai passato.

Infine l’asilo nido, quello degli scriccioli da zero a tre anni. In Emilia-Romagna la Regione ha stabilito che potevano apire sin dal primo settembre, come è sempre stato in passato. A San Felice ha aperto il 14 settembre. Motivo? Si dovevano fare piccoli lavori di adeguamento della sede per le nuove normative anti Covid, lavori che consistono nella sostituzione delle porte-finestra nelle aule. Niente di che, la cosa poteva essere fatta ad agosto quando l’asilo era chiuso. Invece no, i lavori si sono conclusi all’ultimo momento e l’asilo è partito tardi, buon ultimo in tutta la Bassa e con disagi alle famiglie che per due settimane si sono dovute pagare la babysitter.
Non si sa ancora, peraltro, se a settembre si dovrà pagare la retta piena o se sarà dimezzata.

E che dire del traffico? Lunedì nella zona delle nuove scuole dove c’è la primaria e l’asilo nido alle 8 quando entrano tutti c’è stata molta confusione: troppa in tempi in cui bisogna stare molto attenti a evitare assembramenti.

Stress su stress per i genitori sanfelicani. Chi ha un figlio all’asilo, ha speso più soldi in babysitter delle famiglie dei Comuni vicini dove l’asilo è iniziato prima, chi ha un figlio alla materna deve prendere un permesso per andarlo a prendere prima (o si licenzia) e chi ha un figlio alla primaria non può contare più sul fatto che possa rimanerci anche dopo l’orario statale.

Miracoli cercansi  – o almeno, il dono dell’ubiquità – per chi ha due o più figli: alla materna e alla primaria adesso escono entrambi alle 16.

 

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

“Il caffè della domenica” di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
“E adesso un libro:rubrica di libri” Sei titoli che dicono leggimi!
La rubrica letteraria a cura dell’autrice mirandolese Francesca Monarileggi tutto
Appunti di gusto | Tutto quello che c’è da sapere della giuggiola
La rubrica Appunti di gusto, a cura di Francesca Monarileggi tutto
Glocal
Il paradosso energetico. E non solo
Da giorni assistiamo ad un vero e proprio assalto mediatico sull’ingiustificato ed indiscriminato aumento del costo dei beni energetici, che metterà in ginocchio imprese e famiglie.leggi tutto
“E adesso un libro: rubrica di libri” Sei titoli che dicono leggimi!
La rubrica letteraria a cura dell'autrice mirandolese Francesca Monarileggi tutto
Appunti di gusto, tutto quello che c'è da sapere della piadina
La rubrica Appunti di gusto, a cura di Francesca Monarileggi tutto
“E adesso un libro: rubrica di libri” Sei titoli che dicono leggimi!
La rubrica letteraria della nostra autrice mirandolese Francesca Monarileggi tutto
"Il caffè della domenica" di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Appunti di gusto. Tutto quello che c’è da sapere dell’anguria
La rubrica Appunti di gusto, a cura di Francesca Monarileggi tutto
“E adesso un libro: rubrica di libri”. Sei titoli che profumano di estate
La rubrica letteraria della nostra autrice mirandolese Francesca Monari.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchIncendio a Dogaro. Nella frazione di San Felice è andata a fuoco una roulotte
    • WatchIts Biomedicale Mirandola, la cerimonia di consegna dei diplomi
    • WatchUn cimitero medievale, in ottime condizioni, scoperto a Mirandola

    La buona notizia

    Pork Factor Concordia, 25 mila euro donati a cinque realtà dedicate ai bambini
    Oltre ai I fiol d’la schifosa altre associazioni hanno contribuito: Musicanima; Ciclisti amatoriali di Concordia; Tennis Club Concordia; Avis Concordia; Allenatori giovanili Pol Possidiesi[...]
    A Mirandola ripartono i corsi dell’Università della Libera Età “Bruno Andreolli”
    I corsi sono completamente gratuiti. Gli incontri si svolgeranno presso la “Sala Trionfini” in piazza Ceretti[...]
    A Nonantola si asfaltano le ciclabili di via Vittorio Veneto e Provinciale Ovest
    Non si tratta di un semplice ripristino della pavimentazione, oggi sconnessa per la presenza di radici affioranti e tagli per la posa di sottoservizi, ma di una riqualificazione complessiva[...]

    Curiosità

    Omar Ahmed, il giovane talento modenese che ha incantato la giuria di X-Factor
    Omar Ahmed, il giovane talento modenese che ha incantato la giuria di X-Factor
    Il giovane ha superato il primo turno di audizioni e continua il processo di selezione del talent.[...]
    Scappa da casa a Reggio Emilia, cagnolina ritrovata a Modena
    Scappa da casa a Reggio Emilia, cagnolina ritrovata a Modena
    Aveva vagato per strada per 11 giorni. Dimagrita e spaesata, è stata riabbracciata dalla sua anziana padrona che la stava cercando incessantemente[...]
    Alcol test volontario al Pattaya, ragazzi e ragazzi hanno a cuore la sicurezza stradale
    Alcol test volontario al Pattaya, ragazzi e ragazzi hanno a cuore la sicurezza stradale
    La campagna della Polizia Locale Area Nord ha coinvolto più di 250 persone[...]
    Il sexting? "Non è tradimento"
    Il sexting? "Non è tradimento"
    A tradire online sarebbe secondo un sondaggio il 75% degli italiani fidanzati o sposati[...]
    A Cavezzo arrivano i sassi portafortuna di Ester Fulloni
    A Cavezzo arrivano i sassi portafortuna di Ester Fulloni
    Data del rilascio: domenica 18 settembre. Chi li trova può tenerseli o farli ancora girare[...]
    Regina Elisabetta, quando Buckingham Palace rispose alla lettera di un bambino di Mirandola
    Regina Elisabetta, quando Buckingham Palace rispose alla lettera di un bambino di Mirandola
    Quattro anni fa, un bambino di Mirandola scrisse una lettera indirizzata alla regina e ricevette risposta da Buckingham Palace[...]
    In vacanza perde un dispositivo collegato al telefono della figlia disabile: lo rintraccia a Cavezzo
    In vacanza perde un dispositivo collegato al telefono della figlia disabile: lo rintraccia a Cavezzo
    E' quanto è accaduto quest'estate, a Cattolica, ad una famiglia di Rovigo: la donna ha scritto un post in un gruppo Facebook cittadino, nella speranza che il dispositivo possa essere restituito[...]
    EmiliaFoodFest, a Carpi andrà in scena il "processo al gnocco fritto"
    EmiliaFoodFest, a Carpi andrà in scena il "processo al gnocco fritto"
    Domenica 25 settembre, alle 16, presso il Cortile d’onore di Palazzo dei Pio, avrà luogo “Gnocco e i suoi fratelli”, titolo scelto per questo originale talk show-spettacolo[...]
    Mirandola. Quando Sergio Poletti dipinse l'effigie di Elisabetta II
    Mirandola. Quando Sergio Poletti dipinse l'effigie di Elisabetta II
    Un omaggio evidentemente gradito alla Corona poiché l'opera fa attualmente parte della "Royal Collection": suddivisa tra il Castello di Windsor, l'Hampton Curt Palace e, appunto, Buckingham Palace.[...]
    • malaguti