Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
23 Ottobre 2021

Pulmino saltato, la scuola chiude prima e le file per entrare. Genitori di San Felice in crisi di nervi

SAN FELICE – Genitori delle scuole di ordine e grado in crisi di nervi a San Felice. Il nuovo anno scolastico è partito male, nonostante in tanti si siano dati da fare per accogliere i bambini al meglio, con tanti disagi che potevano essere evitati con una solerte programmazione su modello degli altri Comuni e che invece cascano tutti adesso sulle spalle delle famiglie.

Alla scuola materna si è concretizzata la brutta sorpresa della notizia arrivata a dieci giorni dall’apertura dalla scuola e a iscrizioni già fatte, che aveva fatto inalberare in tanti. La scuola chiude prima, alle 16, non c’è più il servizio post scuola che garantiva il Comune fino alle 17.30. Con buona pace di chi esce dall’ufficio a quell’ora.
Il Comune ha anche tagliato il servizio pre scuola, che permettava di portare i piccoli in classe prima delle 8 ed essere quindi puntuali al lavoro. E ha come conseguenza il fatto che i bimbi entrano tutti in una volta. Il primo giorno di scuola si è visto che ci sono state attese anche fino a 20 minuti.

Si tratta di una sospensione – è stato spiegato nella riunione coi genitori delll’altro giorno – che non ha una data di riapertura e che sarebbe giustificata dal fatto che il Comune non ha soldi perchè le norme Covid impongono spese maggiori. Nessuno, in Comune a San Felice, è andato a chiedere come fanno ad esempio a Mirandola, Concordia, Medolla e San Prospero dove il servizio pre oppure post si fa, addirittura fino alle ore 18.30, dandolo in appalto con un bando all’esterno. Bando fatto a suo tempo, settimane fa, coi Comuni che hanno licenziato un capitolo di spesa apposito.

Alla scuola elementare il problema che ora è grande come una casa si è posto già  a giugno, ma nessuno ha dato risposta, In questo caso tutto è nato dall’Unione Comuni Area Nord, che a fine giugno ha dismesso la convenzione con il centro don Bosco che si occupava del dopo scuola per gli alunni della primaria. Le polemiche sono state tante e il don Bosco ha ricordato che  quando  la convenzione stava per scadere, l’autunno scorso il Comune di San Felico si era fatta garante di portare avanti l’iter con Ucman. Poi al don Bosco non ne hanno saputo più nulla.
Nel silenzio la scuola è partita lunedì e i bambini non sanno come raggiungere il post al Don Bosco o se si farà il servizio post nelle aule della loro scuola.
Proteste anche per il servizio scuolabus. Ci hanno scritto un paio di genitori infuriati perchè nessuno aveva comunicato loro  che  – chissà perchè – il servizio per i bimbi della primaria sarebbe partito martedì 15 e non lunedì 14.  Così lunedì mattina alle 7.10 bimbi e mamme erano fuori casa ad aspettare uno scuolabus che non è mai passato.

Infine l’asilo nido, quello degli scriccioli da zero a tre anni. In Emilia-Romagna la Regione ha stabilito che potevano apire sin dal primo settembre, come è sempre stato in passato. A San Felice ha aperto il 14 settembre. Motivo? Si dovevano fare piccoli lavori di adeguamento della sede per le nuove normative anti Covid, lavori che consistono nella sostituzione delle porte-finestra nelle aule. Niente di che, la cosa poteva essere fatta ad agosto quando l’asilo era chiuso. Invece no, i lavori si sono conclusi all’ultimo momento e l’asilo è partito tardi, buon ultimo in tutta la Bassa e con disagi alle famiglie che per due settimane si sono dovute pagare la babysitter.
Non si sa ancora, peraltro, se a settembre si dovrà pagare la retta piena o se sarà dimezzata.

E che dire del traffico? Lunedì nella zona delle nuove scuole dove c’è la primaria e l’asilo nido alle 8 quando entrano tutti c’è stata molta confusione: troppa in tempi in cui bisogna stare molto attenti a evitare assembramenti.

Stress su stress per i genitori sanfelicani. Chi ha un figlio all’asilo, ha speso più soldi in babysitter delle famiglie dei Comuni vicini dove l’asilo è iniziato prima, chi ha un figlio alla materna deve prendere un permesso per andarlo a prendere prima (o si licenzia) e chi ha un figlio alla primaria non può contare più sul fatto che possa rimanerci anche dopo l’orario statale.

Miracoli cercansi  – o almeno, il dono dell’ubiquità – per chi ha due o più figli: alla materna e alla primaria adesso escono entrambi alle 16.

 

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Appunti di gusto, tutto quello che c'è da sapere del cacao
La rubrica "Appunti di gusto" a cura di Francesca Monarileggi tutto
"E adesso un libro: rubrica di libri". Memorie di un libraio di George Orwell
La rubrica “E adesso un libro” a cura di Francesca Monari.leggi tutto
Consigli di salute
Dentista e bambini: i consigli a prova di sorriso
Come educare i bambini alla figura del dentista e alcune indicazioni dell'ambulatorio dentistico Bolognadent leggi tutto
Glocal
Emiliani: popolo di nuotatori
In Italia oltre 20 milioni di persone praticano uno sport. Un quinto pratica il nuoto. In Emilia-Romagna è presente la più grande concentrazione di piscine pubbliche di tutta Italia.leggi tutto
Appunti di gusto, tutto quello che c’è da sapere del cappuccino
La rubrica "Appunti di gusto" a cura di Francesca Monarileggi tutto
"Il caffè della domenica" di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Appunti di gusto: tutto quello che c'è da sapere del gelato
La rubrica "Appunti di gusto" a cura di Francesca Monarileggi tutto
"Il caffè della domenica" di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto

Sul Panaro on air

  • An error occurred:

    The request cannot be completed because you have exceeded your quota.

    La buona notizia

    Mirandola, “Tutto Finto Tutto Vero” ecco la nuova stagione dell'Auditorium Montalcini
    Un invito rivolto a tutti gli spettatori per condividere nuovamente un rito collettivo che oggi può ritornare ad essere vissuto dal vivo e in sicurezza.[...]
    Psicologo e psichiatra, martedì un Open Day virtuale e gratuito aperto a tutti nell'ambito di Màt
    Un evento a cura Dipartimento Salute Mentale di Modena con lo scopo di fornire chiarimenti, indicazioni, pareri e consulti relativi alla salute mentale adulti.[...]

    Curiosità

    Ingresso "trionfale" all'hub vaccinale: Marisa e Benito arrivano in sidecar
    Ingresso "trionfale" all'hub vaccinale: Marisa e Benito arrivano in sidecar
    L'arrivo della coppia ha destato la curiosità dei presenti e del presidente della Regione Stefano Bonaccini che, sulla sua pagina Facebook, ha postato la postato la foto della coppia.[...]
    Abbonamenti pirata a Dazn, Sky, Disney: 1800 persone denunciate
    Abbonamenti pirata a Dazn, Sky, Disney: 1800 persone denunciate
    Denunciato anche l'organizzatore, che ha guadagnato circa mezzo milione di euro dal 2017 al 2020[...]
    Da Mirandola la Pimpa (e Davide Gaddi) fanno scuola. Alla ricerca del meteorite tra Prato e Pistoia citati anche loro
    Da Mirandola la Pimpa (e Davide Gaddi) fanno scuola. Alla ricerca del meteorite tra Prato e Pistoia citati anche loro
    E' infatti una storia di successo quella del mirandolese che un paio d'anni fa andando a spasso con la sua cagnolina sull'argine del Secchia trovò i frammenti della meteora che venne poi chiamata, appunto, "Cavezzo".[...]
    La Nasa sceglie lo scatto del modenese Luca Fornaciari: è la galassia M33
    La Nasa sceglie lo scatto del modenese Luca Fornaciari: è la galassia M33
    Luca Fornaciari, fotografo di professione, da quasi 10 anni si occupa di fotografia astronomica.[...]
    Il Duomo di Mirandola mai così bello, con le installazioni del Paradiso di Dante
    Il Duomo di Mirandola mai così bello, con le installazioni del Paradiso di Dante
    Grande il consenso tra i mirandolesi. Mentre qualche perplessità ha suscitato il Diavolo dell'Inferno dantesco in piazza[...]
    Cinema, sport e inclusione: presentato il docufilm "Tanta Strada"
    Cinema, sport e inclusione: presentato il docufilm "Tanta Strada"
    Il lungometraggio, girato in Emilia-Romagna, lancia un messaggio chiaro: si può essere felici con lo sport, la natura e la compagnia. A prescindere dalle proprie capacità.[...]
    L'astrofisica sbarca su Youtube con la mirandolese Andrealuna Pizzetti
    L'astrofisica sbarca su Youtube con la mirandolese Andrealuna Pizzetti
    "On Planet 9" è il progetto creato dalla Pizzetti e altre quattro dottorande: le cinque giovani studiano astrofisica alla Clemson University, nella Carolina del sud.[...]