Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
05 Ottobre 2022

“Una mucca alla finestra”, storia immaginaria – ma non troppo – di una tata emiliana ai tempi di Lenin

“Una mucca alla finestra”, è opera prima dell’intellettuale bolognese Luca Billi, che sposta la sua penna dal blog e dai social per dare vita a una immaginaria Adelaide, tata socialista che ritrovatasi in Svizzera prima della rivoluzione russa vede il suo destino intrecciarsi a quello di un giovane Lenin.

Una scelta non casuale, quella di Billi, già amministratore comunale di scuola comunista che nel suo curriculum ha anche l’organizzazione delle Feste de l’Unità a Bologna. La storia di Adelaide si snoda in modo agile e coinvolgente tra i grandi fatti della storia e della lotta di classe.

LA TRAMA

Adelaide Lechner è una giovane maestra elementare, nata alla fine dell’Ottocento a San Giovanni in Persiceto, in provincia di Bologna. Il padre era un funzionario dell’Impero austriaco, che nel 1870 ha deciso di lasciare il lavoro, trasferirsi a Bologna, dove ha conosciuto quella che sarebbe diventata sua moglie. Adelaide a San Giovanni in Persiceto si considera socialista, perché è cresciuta in un territorio in cui il socialismo ha forte radici, perché suo fratello minore Giulio lo è, in maniera molto appassionata, e perché lei vede le ingiustizie di cui sono vittime gli uomini. E soprattutto le donne.
Forse non ha mai riflettuto molto alla sua adesione a questi ideali, nessuno le ha mai chiesto di farlo e neppure lei ne ha mai sentito la necessità. Poi nella vita di Adelaide irrompe la guerra. Giulio che è un convinto neutralista, fugge a Zurigo per non essere coscritto. Alla fine del 1916 la madre muore e Adelaide nel gennaio dell’anno successivo decide che non ha senso che lei rimanga da sola e raggiunge il fratello a Zurigo. Questa decisione le cambierà la vita ed è da qui che comincia il romanzo. Giulio ha in affitto una stanza nella casa del calzolaio Titus Kammerer, al numero 14 della Spiegelgasse. In quella casa, oltre alla famiglia del calzolaio, vivono la vedova di un soldato tedesco con i suoi due figli piccoli e una coppia di esuli russi, Vladimir e Nadja Ulianov.

E così Adelaide si trova all’improvviso a contatto con la storia con la s maiuscola. Arrivata in quella città straniera, in quella casa, Adelaide fa quello che sa fare meglio: accudisce i cinque bambini piccoli che vivono lì, permettendo alle madri di lavorare e di sostenere le loro famiglie. In poche settimane quella maestra della provincia emiliana si ritrova in un mondo che non avrebbe mai immaginato, in quel crocevia di cultura in un mondo dilaniato dalla guerra.

Stringe un forte legame di amicizia, quasi da sorelle, con la moglie di Lenin, un’amicizia che continuerà, seppur in maniera epistolare, quando i Lenin partiranno per Pietrogrado. Ha l’occasione di incontrare James Joyce, Katia Mann, Stefan Zweig, Mileva Maric. Frequenta il Cabaret Voltaire, che si trova al numero 1 della Spiegalgasse, e ha una storia d’amore con il pittore Hans Richter. E grazie a lui conosce gli esponenti del movimento dada, a partire da Hans Arp, Hugo Ball e Tristan Tzara. Ma non smette mai di essere Adelaide. Ma soprattutto quella giovane donna in questi mesi acquista una nuova consapevolezza politica. Insegna a una scuola serale organizzata dal partito per le donne, che Nadja, lei e alcune compagne sono riuscite a mettere in piede, nonostante l’indifferenza degli uomini del partito. Partecipa attivamente alla vita politica, ha un ruolo nello sciopero generale dell’autunno del 1918 e, nel 1922, è tra le fondatrici del partito comunista svizzero. E ha nel suo impegno sempre una particolare attenzione alle donne.

Adelaide soffre per il tradimento di Giulio che, non solo abbandona il partito, ma, sposando l’unica figlia del fabbricante di guanti per cui lavora, diventa lui stesso il padrone della fabbrica, uno dei più duri contro le forze politiche e sindacali che animano la vita politica svizzera. Con la fine della guerra, Zurigo torna a essere una tranquilla città. Gli intellettuali e gli artisti vanno a Parigi, a New York, anche Hans Richter deve fare quella scelta per poter dedicarsi al cinema. Adelaide, che nel frattempo è diventata anche a Zurigo una maestra elementare, rimane invece fedele a quella che è ormai la sua città, al suo lavoro nelle scuole serali, all’impegno a fianco delle donne. A quel suo modo di fare la rivoluzione. Con gentilezza e determinazione, insegnando ai bambini. E soprattutto alle bambine.

 

 

Una mucca alla finestra, pagg. 222, prezzo di copertina € 15,00, in vendita online sul sito della casa editrice Villaggio Maori Edizioni di Catania, www.villaggiomaori.com

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

"E adesso un libro: rubrica di libri" Sei titoli che dicono leggimi!
La rubrica letteraria a cura dell’autrice mirandolese Francesca Monarileggi tutto
Appunti di gusto| Tutto quello che c’è da sapere del melograno
La rubrica Appunti di gusto, a cura di Francesca Monarileggi tutto
“Il caffè della domenica” di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
“E adesso un libro:rubrica di libri” Sei titoli che dicono leggimi!
La rubrica letteraria a cura dell’autrice mirandolese Francesca Monarileggi tutto
Appunti di gusto | Tutto quello che c’è da sapere della giuggiola
La rubrica Appunti di gusto, a cura di Francesca Monarileggi tutto
Glocal
Il paradosso energetico. E non solo
Da giorni assistiamo ad un vero e proprio assalto mediatico sull’ingiustificato ed indiscriminato aumento del costo dei beni energetici, che metterà in ginocchio imprese e famiglie.leggi tutto
“E adesso un libro: rubrica di libri” Sei titoli che dicono leggimi!
La rubrica letteraria a cura dell'autrice mirandolese Francesca Monarileggi tutto
Appunti di gusto, tutto quello che c'è da sapere della piadina
La rubrica Appunti di gusto, a cura di Francesca Monarileggi tutto
“E adesso un libro: rubrica di libri” Sei titoli che dicono leggimi!
La rubrica letteraria della nostra autrice mirandolese Francesca Monarileggi tutto
"Il caffè della domenica" di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchPremiati a Nonantola i migliori produttori di Aceto Balsamico tradizionale
    • WatchOttobre rosa, le iniziative a San Felice sul Panaro e a Concordia sulla Secchia
    • WatchSan Felice rende onore all'Ammiraglio Bergamini

    La buona notizia

    Alluvione Marche, dalla Bassa la solidarietà della Polizia Locale Area Nord
    "Abbiamo restituito una briciola della solidarietà ricevuta durante il terremoto del 2012"[...]
    Tra Nonantola e Sant'Agata allo studio la Ciclabile delle Partecipanze
    Obiettivo, creare un interessante itinerario di rilievo naturalistico e turistico attraverso i territori delle Partecipanze agrarie dei due Comuni[...]
    Inaugurata a San Prospero la palestra intitolata a Luigi Vaccari
    Nella targa posta a suo ricordo una sua celebre frase: "Lo sport ha un solo colore, quello dell'arcobaleno"[...]

    Curiosità

    Mirandola, il sindaco incontra i 40 studenti del "Summer camp"
    Mirandola, il sindaco incontra i 40 studenti del "Summer camp"
    Mercoledì 28 settembre, presso le Scuole medie cittadine “Montanari”, il sindaco di Mirandola Alberto Greco ha voluto portare un saluto ai 40 studenti che stanno prendendo parte al "Summer Camp"[...]
    Riuscito il test Nasa: la sonda Dart ha colpito l'asteroide
    Riuscito il test Nasa: la sonda Dart ha colpito l'asteroide
    Il test è stato pensato per mettere alla prova la capacità di deviare un asteroide in caso di possibile collisione con la Terra: immagini raccolte dal minisatellite italiano LiciaCube[...]
    Omar Ahmed, il giovane talento modenese che ha incantato la giuria di X-Factor
    Omar Ahmed, il giovane talento modenese che ha incantato la giuria di X-Factor
    Il giovane ha superato il primo turno di audizioni e continua il processo di selezione del talent.[...]
    Scappa da casa a Reggio Emilia, cagnolina ritrovata a Modena
    Scappa da casa a Reggio Emilia, cagnolina ritrovata a Modena
    Aveva vagato per strada per 11 giorni. Dimagrita e spaesata, è stata riabbracciata dalla sua anziana padrona che la stava cercando incessantemente[...]
    Alcol test volontario al Pattaya, ragazzi e ragazzi hanno a cuore la sicurezza stradale
    Alcol test volontario al Pattaya, ragazzi e ragazzi hanno a cuore la sicurezza stradale
    La campagna della Polizia Locale Area Nord ha coinvolto più di 250 persone[...]
    Il sexting? "Non è tradimento"
    Il sexting? "Non è tradimento"
    A tradire online sarebbe secondo un sondaggio il 75% degli italiani fidanzati o sposati[...]
    A Cavezzo arrivano i sassi portafortuna di Ester Fulloni
    A Cavezzo arrivano i sassi portafortuna di Ester Fulloni
    Data del rilascio: domenica 18 settembre. Chi li trova può tenerseli o farli ancora girare[...]
    Regina Elisabetta, quando Buckingham Palace rispose alla lettera di un bambino di Mirandola
    Regina Elisabetta, quando Buckingham Palace rispose alla lettera di un bambino di Mirandola
    Quattro anni fa, un bambino di Mirandola scrisse una lettera indirizzata alla regina e ricevette risposta da Buckingham Palace[...]
    In vacanza perde un dispositivo collegato al telefono della figlia disabile: lo rintraccia a Cavezzo
    In vacanza perde un dispositivo collegato al telefono della figlia disabile: lo rintraccia a Cavezzo
    E' quanto è accaduto quest'estate, a Cattolica, ad una famiglia di Rovigo: la donna ha scritto un post in un gruppo Facebook cittadino, nella speranza che il dispositivo possa essere restituito[...]
    • malaguti