Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
28 Novembre 2021

Figlia dona il fegato alla madre per salvarle la vita, a Modena il secondo intervento in piena emergenza Covid

Un trapianto di fegato da donatore vivente in corso di piena emergenza Covid ha salvato la vita ad una paziente affetta da malattia rara e con alto rischio di mortalità, da mesi in attesa di trapianto da cadavere. La donatrice è un’operatrice sanitaria dell’Azienda Ospedaliero – Universitaria e ha fatto il gesto a beneficio della madre. Entrambe le donne sono già state dimesse e in buone condizioni di salute.

L’intervento è firmato dall’équipe guidata da Fabrizio Di Benedetto, Direttore della S.C. di Chirurgia Oncologica Epato-Bilio-Pancreatica e Chirurgia dei Trapianti di fegato all’AOU di Modena e professore all’UniMoRe. “Se confrontiamo il dato con quello nazionale” – precisa il professor Di Benedetto –, vediamo che nel paese gli interventi di trapiantologia del fegato stanno subendo un significativo calo complessivo, fisiologico alla luce del panorama storico internazionale. Nonostante questo trend, il numero di trapianti di fegato eseguiti presso il Policlinico di Modena è stato pari a quello dell’anno scorso, ma abbiamo ritenuto indispensabile rilanciare il programma di trapianto da donatore vivente per ridurre il rischio di mortalità in lista d’attesa”. 

“Il trapianto di fegato da donatore vivente, il secondo che eseguiamo quest’anno – prosegue il professore -, è un intervento che prevede l’impiego di due sale operatorie attive in simultanea per diverse ore del giorno. In questo caso abbiamo lavorato dalle 5 di mattina, ora di apertura della sala operatoria della donatrice (figlia), alle 21, ora di chiusura della sala operatoria della ricevente (mamma), impiegando decine di operatori sanitari tra medici e personale infermieristico. Ringrazio il mio gruppo, il cui lavoro giornaliero ha permesso di raggiungere questo risultato straordinario”.

Come commenta l’Assessore alla Salute della Regione Emilia – Romagna, Raffaele Donini, “L’intervento dell’équipe guidata dal professor Di Benedetto conferma ancora una volta la qualità del nostro sistema sanitario che, anche in tempi di emergenza Covid, continua a mettere in campo risorse e professionalità che portano a questi risultati straordinari. Un risultato della Struttura Complessa di Chirurgia Oncologica Epato-Bilio-Pancreatica e Chirurgia dei Trapianti di Fegato del Policlinico di Modena reso ancor più prezioso dalla generosità della donatrice verso la madre, che ha così potuto ritrovare la prospettiva di una vita normale”.

Come sottolinea il Direttore Generale dell’AOU di Modena, Claudio Vagnini, “l’azienda non può e non intende venir meno all’offerta di cure per tutti i pazienti, considerate sia come trattamenti attivi, sia come protezione dal contagio. A questo fine, abbiamo organizzato un percorso preciso, secondo il quale il paziente accede alla struttura, riceve la cura e viene dimesso con tutte le protezioni e i riguardi del caso, affinché non contragga il virus in ospedale. Siamo orgogliosi dell’operato dell’equipe trapiantologica e di tutte le strutture che stanno lavorando in condizioni straordinarie per curare i nostri malati”. 

La paziente su cui è stato effettuato il trapianto era già in lista per la donazione da cadavere senza però aver ricevuto alcuna opportunità di trapianto. “In Italia e in Europa pochissimi centri sono in grado di eseguire il trapianto di fegato da donatore vivente tra due adulti”, riferisce Massimo Girardis, Direttore di Anestesia e Rianimazione del Policlinico di Modena, fra le specialità maggiormente sotto pressione per l’emergenza Covid. “Qui a Modena possiamo offrire ai pazienti anche questa straordinaria opportunità di cura, ancor più di valore nell’attuale contesto di calo di donazioni”. 

Come conferma Nicola De Maria, dirigente medico di Gastroenterologia, “la paziente è giunta alla nostra attenzione a maggio scorso con un quadro acuto gravissimo di una rara sindrome, nella quale il sistema immunitario distrugge diverse cellule proprie, tra cui quelle delle vie biliari. La signora aveva una bassissima aspettativa di vita e l’unica cura possibile era il trapianto di fegato”.  

“A rendere l’evento ancora più straordinario è la notizia che la donatrice sia un’operatrice sanitaria della nostra azienda”, commenta Luca Sircana, Direttore sanitario dell’AOU. “Questo ci emoziona profondamente, perché ci mostra operatori già provati per il lavoro che stanno svolgendo in emergenza, comunque pronti a compiere gesti come quello di donare una parte di fegato ad un congiunto. La donatrice ha seguito un programma di protezione speciale anti-Covid, fatto di tamponi seriati e quarantena fiduciaria. Pertanto, è stata dimessa in terza giornata post-operatoria con il tampone negativo”.

“Le motivazioni che mi hanno spinto a donare da volontaria una parte del mio fegato a favore di mia madre risiedono nell’affetto che provo per lei e nel mio bisogno di averla accanto nel mio cammino di vita”, ha raccontato la donatrice. “L’amore con l’amore si paga. L’improvvisa criticità delle sue condizioni e l’urgenza di un trattamento appropriato hanno trovato risoluzione in questo intervento: ho fatto ingresso in sala operatoria come paziente, ma anche come infermiera di questo stesso Policlinico, serena e totalmente consapevole. Come operatore sanitaria credo nella scienza, nella medicina, in chi dedica la propria vita al raggiungimento di standard d’eccellenza che poi mette al servizio di ogni singolo cittadino. Ho creduto in questi professionisti che hanno messo in campo le loro conoscenze e conclamate abilità chirurgiche e sarò per sempre loro riconoscente”.

Hanno collaborato con la Chirurgia dei trapianti anche il Servizio di Radiologia del Policlinico diretto dal professor Pietro Torricelli, in particolare la prof.ssa Anna Rita Pecchi che ha seguito donatore e ricevente nel periodo pre- e post- operatorio, il Servizio psicologia AOU, in particolare con le dott.sse Marcella Vandelli e Catia Ghinelli, che hanno messo a disposizione percorsi di valutazione psicologica e di presa in cura durante le diverse fasi trattamentali, e tutto il gruppo di lavoro del Percorso Aziendale Trapianti di Fegato.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

"Il caffè della domenica" di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Appunti di gusto, tutto quello che c’è da sapere della nocciola
La rubrica "Appunti di gusto", a cura di Francesca Monarileggi tutto
Appunti di gusto, tutto quello che c’è da sapere della mela
La rubrica "Appunti di gusto" a cura di Francesca Monarileggi tutto
Glocal
Economia circolare: l’innovazione fa bene all’ambiente
Venerdì 29 ottobre si sono chiusi con risultati ben oltre le più rosee aspettative, Ecomondo e Key Energy, i due saloni dedicati all´economia circolare e alle energie rinnovabili di Italian Exhibition Group.leggi tutto
"Il caffè della domenica" di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Appunti di gusto, tutto quello che c'è da sapere del tè
La rubrica "Appunti di gusto" a cura di Francesca Monarileggi tutto
"E adesso un libro: rubrica di libri". Parla come ami di Maria Giovanna Luini
La rubrica “E adesso un libro” a cura di Francesca Monari.leggi tutto
Glocal
Ecomondo: a Rimini la fiera sull'economia circolare
Dal 26 al 29 ottobre, dalle 9.00 alle 18.30, il quartiere fieristico di Rimini ospita due importanti manifestazioni sull’economia circolare e le energie rinnovabili: Ecomondo e Key Energy 2021.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchTir in fiamme in autostrada
    • WatchEcco il Bosco Martino a Medolla, la nuova area attrezzata grazie a Eurosets
    • WatchInaugurazione nuova sede Oli spa a Medolla

    La buona notizia

    In Emilia-Romagna il 90% dei cittadini oggi è vaccinato contro il Covid
    Per le prime dosi, mentre va avanti la campagna per il terzo richiamo. Lo rende noto il presidente della Regione Stefano Bonaccini[...]
    Tanti bambini per la festa dell'albero a San Prospero
    Durante lo spettacolo ai bimbi viene chiesto di abbracciare un albero. Ma che emozioni percepiscono da questo gesto? C'è chi dice che abbracciare un albero è come abbracciare la mamma o chi sostiene addirittura che durante l'abbraccio l'albero gli abbia detto: "Sei tu il più bello".[...]

    Curiosità

    Venti piscine olimpioniche di foglie cadute: operatori Hera al lavoro per la raccolta
    Venti piscine olimpioniche di foglie cadute: operatori Hera al lavoro per la raccolta
    15 squadre di operatori sono già al lavoro per un’operazione che durerà ancora per tutto il mese di dicembre[...]
    Poste Italiane: 15 francobolli per celebrare i prodotti agroalimentari italiani
    Poste Italiane: 15 francobolli per celebrare i prodotti agroalimentari italiani
    I francobolli e i prodotti filatelici correlati, cartoline, tessere e bollettini illustrativi saranno disponibili presso gli Uffici Postali con sportello filatelico, gli Spazio Filatelia di Firenze, Genova, Milano, Napoli, Roma, Roma1, Torino, Trieste, Venezia Verona e sul sito poste.it.[...]
    Cavezzo, a villa Giardino il corso gratuito di arabo
    Cavezzo, a villa Giardino il corso gratuito di arabo
    Il corso è in special modo rivolto ai bambini e alle bambine della Comunità tunisina, ma è comunque aperto a tutti coloro che desiderino conoscere la lingua araba.[...]
    La Bassa modenese come la Gran Bretagna: anche Bomporto ha i suoi crop circles
    La Bassa modenese come la Gran Bretagna: anche Bomporto ha i suoi crop circles
    Strane forme geometriche sono state immortalate qualche giorno fa da un bomportese e le fotografie degli strani cerchi nei campi della Bassa sono state poi postate sui social.[...]
    Camposanto, calendario "a quattro zampe": si può partecipare con i propri cani e gatti
    Camposanto, calendario "a quattro zampe": si può partecipare con i propri cani e gatti
    L'appuntamento è per domenica 14 novembre, al parco "Daolio", oppure su appuntamento in studio[...]
    Mortizzuolo, alla scuola dell'infanzia "Budri" San Martino arriva a cavallo
    Mortizzuolo, alla scuola dell'infanzia "Budri" San Martino arriva a cavallo
    Proprio come nella celebre leggenda, San Martino è giunto a cavallo per incontrare i bambini della scuola[...]
    Da Bomporto a Modena, ecco le tre sorelle (due gemelle) insegnanti nella stessa scuola
    Da Bomporto a Modena, ecco le tre sorelle (due gemelle) insegnanti nella stessa scuola
    Fanno stampare il proprio nome sulla maglietta per farsi riconoscere[...]
    La Lamborghini mette i baffi per sensibilizzare sulle malattie maschili
    La Lamborghini mette i baffi per sensibilizzare sulle malattie maschili
    In occasione delle Bull Run in moltissime città vogliamo sensibilizzare l'opinione pubblica per la prevenzione e la ricerca scientifica raccogliendo fondi da destinare a questa organizzazione.[...]