Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
28 Gennaio 2022

Pericoltura, l’allarme degli addetti: “Crisi epocale, la pera emiliano-romagnola rischia l’estinzione”

MIRANDOLA E DINTORNI – “La pericoltura è cultura: non si potrebbe esprimere in maniera differente il legame profondissimo che intercorre fra la nostra terra e quel frutto antico e delizioso, che è la pera. Oggi, purtroppo, tale prodotto agricolo è in gravissimo pericolo: rischia sostanzialmente, nella nostra area geografica, l’estinzione”. Non utilizza mezzi termini Luigi Golinelli, dottore in Scienze agrarie e proprietario, assieme al fratello Massimo, di diversi ettari di pereto, per descrivere la crisi epocale attraversata dal settore in questo frangente.

“Dal 2013, siamo impegnati a combattere contro quel nemico insidiosissimo e pervasivo che è la cimice asiatica, a cui danno manforte parassiti come l’alternaria e la valsa ceratosperma:” spiega Golinelli, “si tratta di veri flagelli per i nostri frutteti, ai quali quest’anno si è aggiunta la gelata primaverile. Il concorrere di questi elementi ha fatto sì che le raccolte risultino quasi inesistenti, determinando la sparizione di circa l’80% del fatturato. E’ un vulnus drammatico, che non consentirà a tanti colleghi di rientrare delle spese sostenute per la gestione degli impianti, con una conseguente, eguale ricaduta su tutta la filiera: a risentirne, grossisti, cooperative, linee di lavorazione e anche i tanti lavoratori stagionali, annualmente impegnati nella raccolta della frutta. Personalmente, se gli anni scorsi, a questo fine, ero solito ingaggiare fino a venticinque nuove unità, quest’anno mi avvarrò esclusivamente di manodopera “fissa”, data appunto la scarsissima quantità di pere”.

Un disagio, quello degli imprenditori agricoli, mitigato solo in parte dall’intervento delle polizze assicurative. “Il sistema assicurativo propone tariffe troppo alte,” prosegue Golinelli, “mentre i risarcimenti risultano irrisori. Nel nostro caso, occorre che sia lo Stato a farsi tutore, agendo con detassazioni, contributi e indennizzi. Le aziende in crisi a causa dell’emergenza Covid sono state giustamente sostenute, ma ora tocca a noi ricevere gli incentivi di cui il settore necessita. Varietà antiche e pregiate come la Kaiser, l’Abate Fetel e la Decana rischiano di scomparire, travolte una crisi senza precedenti: si tratterebbe di un colpo micidiale per l’intero comparto agroalimentare, che individua nella pera emiliano-romagnola una protagonista insostituibile”.

L’intervento delle istituzioni è auspicato da tanti addetti del settore, i quali invocano l’azione dello Stato come ultima chance per tentare di salvare i pereti della regione. “Ci stiamo organizzando,” conclude Golinelli “per far udire a chi di dovere il nostro disagio. Ho infatti creato una chat, dal titolo provocatorio Pere a due euro, in cui mi confronto con diversi colleghi a proposito delle difficoltà che stiamo attraversando: al momento, siamo circa settanta partecipanti, ma mi piacerebbe che tanti altri imprenditori e coltivatori si unissero. Dobbiamo fare fronte comune, le circostanze avverse lo richiedono. E’ importante che la nostra voce giunga fino alla Regione e al Governo, dai quali al momento non sono ancora arrivate risposte: senza interventi rapidi, tempestivi, si rischia un collasso irreversibile. La questione è di un’urgenza improrogabile, le istituzioni agiscano”.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Appunti di gusto, tutto quello che c'è da sapere della birra
La rubrica "Appunti di gusto", a cura di Francesca Monarileggi tutto
“Il caffè della domenica” di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Consigli di salute
Impianti dentali: i vantaggi
Vuoi tornare ad avere un sorriso splendente in maniera rapida e senza problemi? L’impianto dentale potrebbe essere la soluzione ai tuoi problemi.leggi tutto
Appunti di gusto, tutto quello che c'è da sapere del latte
La rubrica "Appunti di gusto", a cura di Francesca Monarileggi tutto
Glocal
Perché esiste il fenomeno dei no-vax?
Grazie ad un’attenta e pianificata campagna vaccinale il morbillo è praticamente sparito nei Paesi a capitalismo avanzato. Purtroppo ancor oggi esistono focolai di morbillo nei Paesi in via di sviluppo.leggi tutto
Appunti di gusto, tutto quello che c’è da sapere della cannella
La rubrica "Appunti di gusto", a cura di Francesca Monarileggi tutto

Sul Panaro on air

  • An error occurred:

    The request cannot be completed because you have exceeded your quota.

    La buona notizia

    Nuovo numero di telefono Ausl Modena per chi ha problemi con l'isolamento Covid
    Si ricorda ai cittadini che in caso di sintomi non bisogna recarsi né in farmacia né in ospedale, ma contattare immediatamente il medico di medicina generale o il pediatra.[...]
    Mirandola, alla Medtronic nuovo impianto per ridurre le emissioni di Co2
    L'azienda, inoltre, continua ad espandersi: è stata siglata, infatti, l’acquisizione per 925 milioni di dollari di Affera Inc[...]
    Trapianti di fegato, Modena al top nazionale
    Un anno da record quello appena trascorso, nonostante le criticità per il mondo della sanità, specie per i trapianti da donatore vivente[...]

    Curiosità

    "Il cacciatore di anatre" sbarca su Prime: è il film collettivo della Bassa Modenese
    "Il cacciatore di anatre" sbarca su Prime: è il film collettivo della Bassa Modenese
    Il film racconta un pezzo della nostra storia, e più di 500 persone tra Mirandola, Finale Emilia e San Felice vi hanno partecipato[...]
    Elisabetta Belloni, chi è la "modenese" di cui si parla per la presidenza della Repubblica
    Elisabetta Belloni, chi è la "modenese" di cui si parla per la presidenza della Repubblica
    Sessantaquattro anni, madre di Sestola e casa di famiglia sull'Appennino Modenese, è attualmente direttrice generale del Dipartimento delle informazioni per la sicurezza[...]
    Anziani cardiopatici, imparare a usare Internet per essere curati meglio
    Anziani cardiopatici, imparare a usare Internet per essere curati meglio
     Solo il 25% dei pazienti cardiologici dai 75 anni in su utilizza mezzi digitali convenzionali come motori di ricerca, mail, smartphone e app, secondo uno studio della Cardiologia del Policlinico di Modena[...]
    San Sebastiano, consegnati gli encomi agli agenti di Polizia Locale Mirandola
    San Sebastiano, consegnati gli encomi agli agenti di Polizia Locale Mirandola
    Sono andati al commissario Emanuela Ragazzi, all'assistente capo Valerio Zoni all'agente Danilo Cardella e all'agente Di Canosa[...]
    Covid, faceva tamponi abusivi nel suo negozio di scarpe a Mirandola
    Covid, faceva tamponi abusivi nel suo negozio di scarpe a Mirandola
    Il commerciante non solo effettuava direttamente i prelievi dai nasi delle persone con sospetto di contagio, ma poi effettuava anche il controllo e l'analisi.[...]
    Si dimette il sindaco di Bomporto Angelo Giovannini
    Si dimette il sindaco di Bomporto Angelo Giovannini
    Scrive: "Ci ho provato, mi arrendo e cedo il posto, magari a qualcuno tra i tanti sempre pronti a insegnare come fare o a dirci che ci teniamo strette le poltrone"[...]
    Attacco hacker durante convegno in Senato: video porno durante l'intervento della senatrice Mantovani
    Attacco hacker durante convegno in Senato: video porno durante l'intervento della senatrice Mantovani
    Momenti di imbarazzo nel corso di un incontro, trasmesso in streaming, sulla "Pubblica amministrazione trasparente"[...]
    La sulada, una torta squisita da salvare
    La sulada, una torta squisita da salvare
    L'appello del giornalista dendrogastronomico Carlo Mantovani[...]
    In aeroplano per 22 mila km per per raggiungere la Kamchatka
    In aeroplano per 22 mila km per per raggiungere la Kamchatka
    Ad affrontare questa avventura a tappe 35 piloti, tra uomini e donne, provenienti dall'Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Puglia, Veneto e Sicilia.[...]
    Finale Emilia a "C'è posta per te", la commovente storia di Salvatore Loverso
    Finale Emilia a "C'è posta per te", la commovente storia di Salvatore Loverso
    Domenica da Maria De Filippi in scena è stato chiamato Salvatore, invitato da un "postino" del programma che era arrivato nei giorni scorsi a Finale Emilia.[...]