Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
23 Settembre 2021

Arriva “Tipì”: l’eco tenda per rilanciare il turismo locale in chiave green

MODENA- E’ arrivata sulle colline modenesi Tipì, la prima eco-tenda in materiale riciclato che punta a rilanciare il turismo locale in chiave green. 

Secondo l’Osservatorio del Turismo Outdoor, tra i  45 e i 49 milioni di viaggiatori – di cui il 55% italiani –  hanno scelto di passare le proprie vacanze estive in strutture ricettive all’aria aperta. Complice il periodo che ha visto sempre più distanziamento sociale alla base  della nostra quotidianità e la voglia di ritrovare una connessione con la natura e l’ambiente  che ci circonda, l’esperienza de glamping è diventata una soluzione sempre più diffusa per trascorrere le giornate di vacanza tra relax e avventura.

“Tipì si propone come soluzione originale per tutte quelle strutture ricettive che desiderano ampliare la loro offerta di soggiorno, rivoluzionando il modo di vivere il paesaggio circostante.

Il primo prototipo è installato nella cornice del Parco Regionale dei Sassi di Roccamalatina presso l’Agriturismo Casa Rastelli, a soli 30km da Modena, per favorire nuove pratiche di turismo sostenibile anche in provincia” – dice Riccardo Arletti, il giovane imprenditore carpigiano che ha fondato la Start Up

“Con Tipì puntiamo ad aggiungere all’esperienza del glamping una particolare attenzione alla sostenibilità e alla valorizzazione del territorio con la nostra eco-tenda smontabile realizzata in legno e dal tessuto ottenuto da filato certificato ReMade in Italy, realizzato al 50% con scarti di tessuto derivante dal confezionamento delle tende da sole. Turismo in chiave green insomma”- spiega Arletti.

 

Glamping; ovvero Glamour e Comfort, è corretto?

“L’intento è quello di regalare una vera immersione nel territorio curando ogni minimo particolare durante il soggiorno dei viaggiatori. Proprio per questo, l’esperienza Tipi’ è arricchita da numerosi oggetti e accessori ecosostenibili che accompagnano l’ospite durante il soggiorno: troviamo, infatti, zaini e porta oggetti realizzati in fibra di cellulosa certificata FSC, ma non solo, arredi ottenuti dal riciclo di bottiglie di plastica PET, cotone organico e tanto altro ancora.”

 

Come è nata l’idea?

L’idea mi è venuta durante la stesura della tesi: ho scritto un elaborato sulla via degli Dei e, studiando come il tragitto abbia influenzato l’economia dei luoghi che ha attraversato, mi sono reso conto che in determinate zone c’era del grosso potenziale ma mancavano strutture ricettive in grado di ospitare gli escursionisti- racconta Riccardo Arletti- Da qui l’idea di creare una struttura ricettiva da integrare nel paesaggio per ospitare le persone e successivamente la voglia di proporre questa tipologia di soluzione anche alle strutture già presenti nel territorio” .

 

Quale il prossimo obiettivo?

Quello di sviluppare ed esportare questa filosofia anche ad altri agriturismi, strutture e rifugi, tenendo sempre a mente l’importanza del territorio e soprattutto della sostenibilità”.

 

Una buona idea da sola non basta. Cos’altro occorre?

“Sicuramente tanta passione e determinazione così come la consapevolezza che non si può essere perfetti in tutto fin da subito. Fortunatamente ho avuto il sostegno di aziende ed imprenditori che hanno creduto fin da subito nel mio progetto aiutandomi a migliorarlo e permettendomi di utilizzare i loro fantastici prodotti per allestire e arredare della mia installazione. Sicuramente senza l’appoggio dell’Agriturismo Casa Rastelli che ci ha fatto sentire come a casa e fornendoci numerosi consigli tutto questo non sarebbe stato possibile in tempi così rapidi”.

 

In conclusione e in base alla tua esperienza, quant’è difficile lanciare una Start Up in Italia?

“In Italia ho scoperto un universo intorno alle startup, sicuramente ciò che influisce molto è il settore di riferimento. Un’idea valida in un settore hi-tech o digitale sicuramente è in grado di accedere più facilmente a fondi pubblici o privati e risultare allo stesso tempo più appetibile per eventuali investitori. Sicuramente la burocrazia non aiuta, avere nel mio caso regolamenti che regolano l’attività extra-alberghiera molto differenti da un territorio all’altro sicuramente è un grosso problema. Personalmente ritengo che lanciare una startup in Italia è sicuramente più  difficile che in altri paesi, ma che le sfide vere nel fare impresa sono ben altre. Per un prodotto come il mio, basato su una piccola produzione di qualità trovarmi in un paese circondato da tante bellezze ed eccellenze sicuramente aiuta”. 

 

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Appunti di gusto: tutto quello che c'è da sapere del gelato
La rubrica "Appunti di gusto" a cura di Francesca Monarileggi tutto
"Il caffè della domenica" di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Consigli di salute
Dente del giudizio: cos'è e cosa fare
Hai male al dente del giudizio e vuoi saperne di più prima di estrarlo? Questo post fa al caso tuo!leggi tutto
Appunti di gusto: tutto quello che c'è da sapere sul pomodoro
La rubrica "Appunti di gusto" a cura di Francesca Monarileggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Il caffè della domenica", Un piccolo spazio trisettimanale a cura di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
L'economia italiana è in fase di ripresa?
L'agenzia di rating Fitch conferma per quest’anno un rating all’Italia “BBB”, con outlook stabile.leggi tutto
Il caffè della domenica", Un piccolo spazio trisettimanale a cura di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Disabilità e Diritto al Lavoro. La storia a lieto fine di Federica Vandelli di San Felice
A 8 anni l'aneurisma cerebrale che le ha cambiato la vita. Oggi il lavoro e la soddisfazione di poter aiutare gli altri. Il racconto di Francesca Monarileggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchNuovo Pronto Soccorso di Mirandola, intervista al dottor Stefano Toscani
    • WatchFinale Emilia, saluto del consiglio comunale al luogotenente Cappello
    • WatchLa Bike Map delle Ciclovie nella Bassa Modenese

    La buona notizia

    Centro anziani, riprende l'attività in presenza a Camposanto
    Commenta la sindaca: "Sappiamo tutti quanto questi eventi siano utili per aggregare, a miglioramento della vita ed a smantellamento della solitudine, amplificata anche dalla pandemia"[...]
    Bomporto, la biblioteca Tolkien "si rifà il look"
    Nuove proposte artistiche e iniziative culturali, scelte attraverso una procedura a evidenza pubblica, da Enti del Terzo Settore, cooperative e ditte specializzate.[...]

    Curiosità

    Cavallo scavalca la recinzione e se ne va a spasso
    Cavallo scavalca la recinzione e se ne va a spasso
    La sua presenza, però, non è passata inosservata[...]
    Fa un bonifico ma arriva a un truffatore: imbroglio sventato dai Carabinieri
    Fa un bonifico ma arriva a un truffatore: imbroglio sventato dai Carabinieri
    Vittima un imprenditore che voleva spostare 15 mila euro[...]
    Animali, dopo il lockdown più rinunce di cani e gatti
    Animali, dopo il lockdown più rinunce di cani e gatti
    In aumento il numero degli animali affidati alle strutture intercomunali: quest’anno già oltre 50, mentre continuano i controlli sulle staffette illegali dal sud Italia[...]
    Massa Finalese, l'incredibile storia di Giulia e Leda: si sposano grazie all'incontro col "bambino zero" di "Veleno"
    Massa Finalese, l'incredibile storia di Giulia e Leda: si sposano grazie all'incontro col "bambino zero" di "Veleno"
    Grazie alla conoscenza comune del "bambino zero" e del giornalista Pablo Trincia, Giulia e Leda si sono conosciute e sposate nel giro di pochi mesi[...]
    Percepiva il reddito di cittadinanza vivendo ai Caraibi, denunciata per truffa aggravata
    Percepiva il reddito di cittadinanza vivendo ai Caraibi, denunciata per truffa aggravata
    La donna, rientrata in Italia per chiedere il beneficio, una volta ottenutolo è tornata nell’arcipelago caraibico[...]
    A Finale Emilia volontari danno lezione di emergenza coi giochi istruttivi per i bimbi
    A Finale Emilia volontari danno lezione di emergenza coi giochi istruttivi per i bimbi
    Ai piccoli è stato mostrato cosa significa essere volontari del soccorso[...]
    Più di 140 partecipanti per  la Pedalenta a Cavezzo
    Più di 140 partecipanti per la Pedalenta a Cavezzo
    La passeggiata per il paese in bicicletta è stata anche anche l’occasione per far conoscere ai giovanissimi le strade del proprio paese. [...]
    Scuola rimessa a nuovo per i bimbi dell'elementare di San Prospero
    Scuola rimessa a nuovo per i bimbi dell'elementare di San Prospero
    I lavori, iniziati l’indomani della chiusura delle scuole e terminati in tempo utile, ammontano a 710.000 euro d[...]
    Scuola, a Mirandola e Finale Emilia prima campanella per oltre 4700 studenti
    Scuola, a Mirandola e Finale Emilia prima campanella per oltre 4700 studenti
    35mila gli studenti in tutto il modenese, 70 le nuove aule a disposizione.[...]