Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
07 Dicembre 2022

Medolla, inaugurata “Villa Franca”, sorta sulle ceneri del demolito “Direzionale 110”

MEDOLLA – Negozi, show room, uffici bancari e commerciali, magazzini e attività artigianali: esercizi che tornano a casa in un nuovo edificio ‘Villa Franca’, più moderno e sicuro di quello – il ‘Direzionale 110’ – irrimediabilmente danneggiato dalle scosse del terremoto del 20 e 29 maggio 2012, che allora ospitava undici attività produttive di diversa natura mentre oggi sono già dodici.

La struttura si trova lungo la Statale 12 Abetone-Brennero nel comune di Medolla, bassa pianura modenese, e con i suoi 3.600 metri quadrati destinati alle attività e 2.400 per i parcheggi coperti rappresenta una svolta rispetto al passato: ‘Villa Franca’ è infatti una corte chiusa, nel classico stile della Pianura Padana.

L’intero complesso è stato completamente demolito e successivamente ricostruito con un contributo della Regione di 8,8 milioni di euro. Si tratta di uno degli interventi privati col contributo regionale più rilevante, per lavori completati in meno di quattro anni: dal set 2017 al luglio 2021.

Ieri l’inaugurazione con il presidente e Commissario delegato alla ricostruzione, Stefano Bonaccini, assieme al sindaco di Medolla, Alberto Calciolari, l’impresa che ha realizzato l’intervento e gli operatori economici presenti nel direzionale.

“E’ una soddisfazione vedere come riprenda a vivere uno spazio importante, fatto di servizi e  terziario, attività che vogliono dire lavoro e sviluppo nel territorio- afferma Bonaccini-. Un’altra chiara testimonianza della vitalità economica delle nostre comunità locali, che non solo hanno resistito alle avversità, prima il terremoto poi la crisi pandemica, ma sono cresciute più forti di prima. Questo, in primo luogo, grazie alle persone che vivono nell’area del cratere, in assoluto i protagonisti di questi anni: lavoratori, imprenditori piccoli e grandi, artigiani, commercianti, e davvero tutti i cittadini. Uomini, donne e giovani di grande volontà e tenacia, a cui le istituzioni, i sindaci e gli amministratori locali hanno guardato e guardano per una collaborazione e un’azione comune che si è dimostrata efficace”.

L’edificio di nuova costruzione avrà le stesse finalità e destinazioni di quello demolito e superficie leggermente inferiore al preesistente sia nella sua totalità che per le varie unità immobiliari in esse ricomprese. L’intervento si colloca nella periferia sud di Medolla, prospiciente la strada statale, in una zona che negli ultimi anni ha subito profonde trasformazioni e dove sono sorte tipologie e funzioni diversificate quali industriali, commerciali, direzionali e residenziali.

L’intervento

Il nuovo edificio è caratterizzato da fondazioni che si dividono in due tipologie strutturali, la prima costituita da platee su pali da realizzarsi in corrispondenza delle strutture di fondazione del preesistente edificio (con riutilizzo delle strutture profonde dell’edificio preesistente) e la seconda costituita da plinti su pali e travi di collegamento. Nella parte di fabbricato dove non sono presenti le strutture fondali dell’edificio preesistente la fondazione è stata realizzata con plinti rettangolari e pali di fondazione in cemento armato, il tutto ricollegato da un graticcio di travi di collegamento. I pilastri, anch’essi in cemento armato, spiccano dalla fondazione e sono collegati a livello dei solai intermedi da un graticcio di travi che sorreggono un solaio prefabbricato di tipo alveolare. Il solaio di copertura è realizzato con una struttura portante in acciaio, costituita da capriate reticolari ed arcarecci su cui è disposto un pannello ligneo con isolante. La parte del solaio di copertura verso la corte interna è invece realizzata con struttura portante primaria e secondaria di tipo ligneo. È stata prevista la realizzazione di un impianto fotovoltaico tramite la posa di pannelli fotovoltaici del tipo multi-cristallino.

LEGGI ANCHE:

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

APPUNTI DI GUSTO | Tutto quello che c’è da sapere della torta delle rose
Francesca Monari ci invita a degustare questo dolce dal fascino antico, soffice a lentissima lievitazione e lavorazione tipico della città di Mantova.leggi tutto
"E adesso un libro: rubrica di libri" Sei titoli che dicono leggimi!
La rubrica letteraria a cura dell’autrice mirandolese Francesca Monarileggi tutto
Consigli di salute
Come proteggere la tua bocca durante le feste? Ecco i consigli del dentista!
I dolci che costellano il periodo natalizio possono facilitare l’insorgere di carie: cioccolata, torroni e panettoni, ma anche bevande gassate e calici di spumante possono aggredire lo smalto dei dentileggi tutto
Glocal
Il partito dei disillusi e i governi dei migliori
Durante i sette trimestri del governo Draghi l’Italia è stata l’unica economia del G7 che ha visto aumentare il PIL trimestre su trimestre.leggi tutto
“Il caffè della domenica” di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Appunti di gusto| Tutto quello che c’è da sapere del cachi
La rubrica Appunti di gusto, a cura di Francesca Monarileggi tutto
E adesso un libro: rubrica di libri" Sei titoli che dicono leggimi!
La rubrica letteraria a cura dell’autrice mirandolese Francesca Monarileggi tutto
Prevenire la carie nei molari dei bambini? Si può
Attraverso la sigillatura dei solchi, una procedura assolutamente non invasiva ma in grado di limitare il rischio carie.leggi tutto
"E adesso un libro: rubrica di libri" Sei titoli che dicono leggimi!
La rubrica letteraria a cura dell’autrice mirandolese Francesca Monarileggi tutto
Appunti di gusto | Tutto quello che c’è da sapere dell’africanetto
La rubrica Appunti di gusto, a cura di Francesca Monarileggi tutto

Sul Panaro on air

  • An error occurred:

    The request cannot be completed because you have exceeded your quota.

    La buona notizia

    Giornata della disabilità, i ragazze e le ragazze di Anffas Mirandola si raccontano in un video
    La ricerca del benessere, la voglia di stare insieme, la socializzazione e l'inclusione sono sempre i principi ispiratori di qualsiasi esperienza ed attività proposta da Anffas[...]
    "Natale a casa di Lucio": i presepi dell'artista Marcello Aversa in mostra nella casa di Lucio Dalla
    In una delle sue più celebri canzoni, “L’anno che verrà”, Lucio Dalla immaginava il futuro desiderato come quello in cui “sarà tre volte Natale” ed era questo, infatti, il periodo dell’anno che preferiva[...]

    Curiosità

    Un coccodrillo marino pasto indigesto del Giurassico: i risultati di uno studio Unimore e UniPd
    Un coccodrillo marino pasto indigesto del Giurassico: i risultati di uno studio Unimore e UniPd
    Un nuovo studio, guidato dalle Università di Modena-Reggio Emilia e Padova, ha rivelato la natura sorprendente di un fossile proveniente dal Giurassico bellunese[...]
    Mucche digitali, droni e robot nelle stalle: al via il progetto CowBot dell'Università di Modena
    Mucche digitali, droni e robot nelle stalle: al via il progetto CowBot dell'Università di Modena
    Il sistema sviluppato all'interno di COWBOT affiancherà gli agricoltori nelle operazioni quotidiane, alleviandone la fatica e migliorando la condizione generale degli animali allevati.[...]
    Daniele Silvestri a Carpi fa il tutto esaurito
    Daniele Silvestri a Carpi fa il tutto esaurito
    Mescolando talento e tradizione, leggerezza espressiva e impegno civile, in una carriera ormai ventennale ha dato alla luce brani entrati nelle playlist degli italiani come “Le cose che abbiamo in comune“, “Salirò”, “Cohiba” e “Il mio nemico”.[...]
    A Mirandola parte il questionario sul gradimento dei servizi del Comune
    A Mirandola parte il questionario sul gradimento dei servizi del Comune
    Si vuole così vagliare on line quanto vengano o no apprezzati l'organizzazione del lavoro e il rapporto con l'utenza.[...]
    Meraki: ecco cosa vuol dire la parola d'ordine del Governo Meloni
    Meraki: ecco cosa vuol dire la parola d'ordine del Governo Meloni
    Meloni spiega: "E' un approccio che in un momento di crisi come quello che stiamo vivendo, dalla progressiva uscita dalla pandemia fino alla complessa congiuntura economica e internazionale, può e deve offrire alla nostra nazione anche delle occasioni".[...]
    Navigazione sui fiumi, dalla Regione oltre 61 milioni per rilanciare il sistema idroviario padano
    Navigazione sui fiumi, dalla Regione oltre 61 milioni per rilanciare il sistema idroviario padano
    A 20 anni di distanza dagli ultimi finanziamenti statali riprende il progetto delle ‘autostrade d’acqua’: opere sostenibili che rientrano a pieno titolo nella transizione ecologica[...]
    Il Morandi di Finale Emilia migliore scuola della provincia per il Linguistico
    Il Morandi di Finale Emilia migliore scuola della provincia per il Linguistico
    L'altra eccellenza è il Pico di Mirandola, un po' sbiadito ma sempre sul podio dei migliori licei modenesi per chi prosegue gli studi.[...]
    Esercitazione anti incendio nella Galleria dell'Alta velocità di Bologna- LE FOTO
    Esercitazione anti incendio nella Galleria dell'Alta velocità di Bologna- LE FOTO
    Lo scenario ipotizzato è stato quello di un principio di incendio su un mezzo utilizzato per la manutenzione dell’infrastruttura, in quel momento in corso di trasferimento con tre tecnici a bordo e la conseguente fermata di emergenza nella stazione sotterranea di Bologna Centrale.[...]
    Aironi guardabuoi, con il riscaldamento globale non partono per l'Africa e restano qui: salvati in 4 a Modena
    Aironi guardabuoi, con il riscaldamento globale non partono per l'Africa e restano qui: salvati in 4 a Modena
    Destabilizzati dal meteo ritardano la partenza per poi trovarsi, col calare delle temperature, con difficoltà respiratorie. Quattro esemplari in difficoltà sono stati salvati in questi giorni dal Pettirosso. [...]
    Sequestrata una falsa Ferrari: era una Toyota trasformata artigianalmente
    Sequestrata una falsa Ferrari: era una Toyota trasformata artigianalmente
    L'auto era stata trasformata nella carrozzeria e negli accessori esterni per renderla del tutto somigliante a una Ferrari F430[...]
    • malaguti